Come Sapere se hai un Nervo Compresso

Al giorno d'oggi, i problemi alla schiena e alla spina dorsale sono molto diffusi. Un disturbo doloroso che riguarda questa zona del corpo è il nervo compresso e può presentarsi nella zona lombare (parte bassa della schiena), toracica (parte media) o cervicale (collo e spalle). Col passare degli anni, la cartilagine diventa più densa e di forma irregolare, e può comprimere le radici dei nervi. Esistono però anche altre cause. Per sapere se hai questo problema continua a leggere questo articolo.

Riconoscere i Sintomi

  1. Problemi di sonno. Alcune persone con un nervo compresso dormono male perché il dolore si acuisce durante la notte. Inoltre non riescono a trovare una posizione che eviti il dolore.
    • Quando si dorme sulla schiena o di lato, la pressione sulla spina dorsale e sul collo è maggiore, quindi i nervi posti in quelle zone vengono compressi e il problema peggiora. La maggior parte delle persone dormono in queste posizioni.
  2. Debolezza muscolare. I nervi trasportano gli impulsi dal cervello ai muscoli. Se i nervi sono compressi e danneggiati non riescono a svolgere la loro funzione. Più il nervo viene compresso, più si indeboliscono i muscoli.
    • Questo sintomo è particolarmente fastidioso se il nervo compresso si trova nel polso, perché condiziona la funzionalità dell'indice, del medio e del pollice, limitando la forza e la precisione della presa.
  3. Si avvertono "punture di spilli". Il termine tecnico è "parestesia". Questa sensazione di solito viene descritta come un formicolio o un prurito della pelle nella zona interessata. Il sintomo è dovuto al fatto che la compressione influenza la funzionalità dei nervi causando formicolio, dolore e debolezza in quella parte del corpo.
  4. Dolore acuto. Non puoi non notare questo sintomo. Può peggiorare quando tossisci, quando ti siedi o quando starnutisci, perché il problema nella zona del nervo compresso peggiora. Queste azioni aumentano la pressione del liquido intraspinale, che può essere alleviata col riposo a letto (soprattutto per la parte bassa della schiena).
    • Il dolore acuto nella parte bassa della schiena può diffondersi alle natiche e alle gambe. Il dolore nella parte alta della schiena può invece irradiarsi alle spalle e persino alle braccia. Piegarsi, fare sforzi e sollevare oggetti pesanti fa aumentare il dolore.
  5. Fai attenzione alla sensazione di torpore. Il formicolio può essere avvertito in qualsiasi parte del corpo in cui si trova il nervo compresso. Quando i nervi sono compressi, la loro capacità di inviare i messaggi al cervello viene interrotta, per cui il senso del tatto ne risente e proviamo torpore in quella zona. Il nervo non è in grado di funzionare.
    • Il torpore della pelle dove la radice del nervo è compressa si prova di solito nelle gambe e nel piede. Ne deriva che anche l'andatura (il modo in cui cammini), la mobilità della spina dorsale, i riflessi, la lunghezza delle gambe, la forza delle gambe e la percezione sensoriale possono risultare alterate.
  6. Nota se soffri di perdite dell'equilibrio. L'equilibrio può subire alterazioni quando hai un nervo compresso perché hai perso la sensibilità in certe parti del corpo. Succede perché si interrompono quei segnali che vengono inviati ai muscoli affinché compiano i movimenti. I segnali non arrivano e non hai sensibilità in quella zona. Se non hai la sensibilità, non puoi percepire le cose – e perdi l'equilibrio.

Valutare il Rischio

  1. Se sei in sovrappeso o obeso corri un rischio maggiore. Il peso eccessivo può predisporre le persone ad avere nervi compressi a causa della pressione eccessiva sui nervi. Pressione su tutto, in realtà.
    • I disturbi della tiroide, come l'ipotiroidismo, causano un aumento di peso. Se soffri di questi disturbi corri maggiori rischi per il motivo citato prima: l'eccesso di peso. Anche il diabete e altri problemi legati al peso possono portare a questo rischio.
  2. Anche il tuo sesso può essere un fattore di rischio. Le donne sono più inclini ad avere un nervo compresso perché tendono a sviluppare la sindrome del tunnel carpale, che provoca intorpidimento e formicolio al pollice, indice e medio.
    • Non coinvolge la schiena, ma interferisce molto con il funzionamento delle mani e delle braccia.
    • Durante la gravidanza, il peso eccessivo può causare la compressione dei nervi.
  3. Un altro fattore di rischio è l'artrite reumatoide. Si ha un gonfiore delle giunture che comprime i nervi locali. Una volta che i nervi vengono compressi le cose non fanno che peggiorare.
    • Se nella tua famiglia ci sono casi di artrite o se la tua artrite sta peggiorando è meglio che tu prenda subito dei provvedimenti e faccia dei trattamenti, in modo da evitare la compressione di un nervo. L'artrite non è necessariamente debilitante, ma lo può diventare se non viene curata.
  4. Se un membro della tua famiglia ha un nervo compresso, sei più predisposto. Alcune persone hanno la predisposizione al nervo compresso perché questo disturbo è presente in uno dei parenti. Parla con i tuoi familiari – qualcuno di loro ne soffre? Sanno di qualche lontano parente che ne soffre?
    • Se in famiglia ci sono disturbi che causano obesità – e anche artrite – sei più a rischio di avere un nervo compresso come sintomo di questi disturbi.
  5. Tieni presente gli speroni ossei. Questo disturbo rende la nostra spina dorsale dura e meno flessibile. Questo provoca a sua volta una diminuzione dello spazio disponibile nella spina dorsale per i nervi, e può causare la compressione di un nervo della schiena.
    • Gli speroni ossei si formano solitamente dove le ossa si incontrano, cioè nelle giunture. Però si possono formare anche nella spina dorsale. I nome esatto è osteofiti, e sono delle piccole protuberanza ossee che si formano lungo i margini delle ossa. Non è una cosa positiva per i tuoi nervi!
  6. Attento alla postura. Una cattiva posizione del corpo ti predispone alla compressione dei nervi. Se non ci sediamo in modo corretto, la schiena risulta male allineata, e così i nervi. La pressione scorretta sui nervi della spina dorsale può irritare i nervi periferici.
    • Se pensi che il dolore alla schiena sia dovuto alla postura errata, potresti leggere anche gli articoli di wikiHow per migliorare la postura e trovare una posizione adeguata durante il sonno.

Rimedi Casalinghi

  1. Calore umido. Prendi un asciugamano e bagnalo in acqua tiepida. Mettilo sulla zona interessata per 15-20 minuti, 3 o 4 volte al giorno. Cambia o inumidisci nuovamente l'asciugamano quando si raffredda.
    • Usa acqua tiepida – evita l'acqua calda che potrebbe scottarti, soprattutto se la zona è intorpidita e non riesci a sentire bene la sensazione di calore.
  2. Fatti fare un massaggio. Una leggera pressione sul nervo compresso può alleviare il dolore o allentare la tensione. Il massaggio deve essere leggero (non con forte pressione) vicino al nervo compresso. Non è necessario ripeterlo, vero?
    • Ad esempio, se il nervo compresso si trova nel polso, fai il massaggio vicino al polso; se è nella spina dorsale, fatti massaggiare vicino alla spina dorsale, NON direttamente su di essa. La cosa migliore è un movimento circolare.
  3. Mangia alimenti ricchi di potassio. La carenza di potassio provoca talvolta il nervo compresso. Assicurati di assumere molto potassio con il cibo.
    • Le banane e gli avocado sono ottime fonti di potassio. Puoi anche prendere degli integratori, ma chiedi prima consiglio al tuo medico. Gli integratori non sono adatti a tutti.
  4. Aumenta l'assunzione di calcio. Ti può aiutare a curare un nervo compresso. Puoi comprare integratori in farmacia o farteli prescrivere dal tuo medico. Chiedi al medico se il calcio ti può essere di aiuto.
    • I prodotti caseari, come formaggio e latte, sono ottime fonti di calcio, così come le verdure a foglia verde (spinaci e cavolo nero, ad esempio, sono ottimi per i vegani).
  5. Cerca di riposare abbastanza. Gli sforzi e il lavoro eccessivo possono far peggiorare la compressione del nervo. Un sufficiente riposo può alleviare la tensione e il dolore. Con l'opportuno riposo, le maggior parte delle persone hanno dei miglioramenti nel giro di pochi giorni o poche settimane.
    • Evita troppi sforzi al lavoro per non far aumentare il dolore. Quando sollevi o tiri degli oggetti fai i movimenti giusti per non sforzarti troppo. Se non sai come eseguire i movimenti giusti, chiedi consiglio al tuo fisioterapista.
    • Se la situazione è abbastanza grave, potresti aver bisogno di un breve periodo di riposo a letto. Le persone che soffrono di forti mal di schiena devono limitare l'attività per 1 o 2 giorni. Periodi più lunghi di inattività sono invece controproducenti, perché possono portare a una diminuzione delle capacità muscolari e della mobilità.
  6. Svolgi un'attività fisica regolare. All'inizio, sono consigliate attività aerobiche leggere, come brevi passeggiate o il nuoto. Si consigliano 30 minuti al giorno di attività a basso impatto, come camminate veloci, andare in bicicletta o lo yoga.
    • Dopo 2 settimane dovresti iniziare degli esercizi per gli addominali e i muscoli del tronco. Chiedi consiglio al fisioterapista che potrà darti un programma per aumentare la flessibilità e ridurre lo sforzo della schiena.
  7. Assicurati di fare i movimenti giusti e di avere una buona postura. Sono cose essenziali per evitare che il dolore si ripeta. Ci sono modi corretti di stare in piedi, seduti, sdraiati e di sollevare dei pesi. Eccoti i dettagli:
    • In piedi: quando devi stare in piedi per qualsiasi periodo di tempo, posa un piede su un piccolo sgabello o scatola per alleviare il dolore lombare.
    • Seduto: siediti su una sedia con lo schienale diritto che supporti bene la schiena, ed elimina la curvatura della schiena sedendo con il bacino a contatto con lo schienale. Se necessario, usa un supporto morbido per la zona lombare.
    • Sdraiato: quando stai sdraiato su un lato, metti un cuscino sotto la testa e uno fra le gambe che terrai piegate sia alle anche che alle ginocchia. Quando stai sdraiato sulla schiena metti un cuscino sotto le ginocchia per diminuire la lordosi.
    • Sollevare pesi: quando sollevi dei pesi, tieni la schiena diritta e il peso il più vicino possibile al tuo corpo. Se devi sollevare qualcosa da terra, accovacciati (cioè piega le ginocchia) e tieni la schiena diritta. Evita le torsioni del busto, non sollevare oggetti più in alto della vita e cerca di non stendere le braccia verso l'alto.

Trattamenti Medici

  1. Fai dei controlli. Ci sono dei controlli che il tuo medico può eseguire quando si tratta di un nervo compresso. Eccoli:
    • Studio della conduzione nervosa - NCS. Misura gli impulsi elettrici del nervo, il funzionamento dei muscoli e dei nervi e mostra se c'è un nervo danneggiato.
    • Elettromiografia. Durante questo test, il medico inserisce un ago-elettrodo nei vari muscoli. Il test ne valuta l'attività elettrica durante la contrazione e a riposo. Il risultato è positivo se è presente un danno ai nervi che controllano quel muscolo.
    • Risonanza magnetica. Il tuo medico potrebbe effettuare questo test se sospetta che tu abbia un nervo compresso alla radice.
  2. Se hai un nervo compresso inizia a fare fisioterapia. Il fisioterapista può insegnarti degli esercizi che rafforzano e allungano i muscoli della zona interessata in modo da diminuire la pressione sul nervo. È il tipo di riabilitazione più rapido.
    • È importante che tu esegua questi esercizi con l'aiuto di un professionista, per evitare di provocare danni anche maggiori alla schiena.
  3. Valuta l'idea di prendere delle medicine. In particolare analgesici (o antidolorifici). Gli antinfiammatori non steroidei (FANS) con principi quali l'ibuprofene (Moment, Nurofen, e altri) e naprossene (Aleve, Momendol, e altri) possono eliminare il dolore e diminuire l'infiammazione attorno al nervo.
    • Solitamente, per il dolore acuto si prendono FANS in dosi da 200-400 mg ogni 6-8 ore, in base al bisogno, ma senza superare una dose giornaliera totale di 1.200 mg; per pazienti che pesano 60 kg o meno, la dose giornaliera totale non dovrebbe superare i 20 mg al giorno.
  4. Potresti farti fare una iniezione epidurale di steroidi. Viene usata soprattutto nel trattamento della sciatica (che provoca dolore alle gambe). L'iniezione allevia il dolore e aiuta a far guarire il nervo. Il tuo medico ti può indirizzare ad un ambulatorio specializzato o in ospedale dove, dopo i necessari controlli, un anestesista ti farà l'epidurale.
  5. Fatti insegnare dal fisioterapista delle tecniche conservative per la schiena. Le persone con problemi di nervo compresso nella schiena dovrebbero usare un materasso rigido che non si affossa. Eccoti alcune tecniche che il fisioterapista potrebbe insegnarti per alleviare il dolore:
    • Puoi fare flessioni lombari sollevando la testa di circa 30° con cuscini o con un cuneo di gommapiuma, e flettendo leggermente le ginocchia grazie a un cuscino.
    • Oppure puoi sdraiarti su un lato con un cuscino sotto la testa e un cuscino fra le gambe, tenendole piegate all'altezza dell'anca e del ginocchio.
    • Evita di stare sdraiato sullo stomaco perché si accentua la lordosi (l'infossamento della colonna lombare e cervicale).
  6. Sappi che si può ricorrere alla chirurgia, se necessario. Nei casi cronici in cui la compressione del nervo non si riduce né con i medicinali né con la terapia, e anzi peggiora col passare del tempo, i medici suggeriranno l'intervento chirurgico (di solito dopo 6-12 settimane di trattamento conservativo).
    • L'intervento è consigliato anche quando si tratta di vari nervi o quando diverse zone del corpo presentano una funzione nervosa in diminuzione.
    • L'intervento si chiama "discectomia", e consiste nella rimozione degli speroni ossei o di parte del disco lombare affetto da ernia. Una sezione delle vertebre potrebbe essere rimossa o fusa.

Consigli

  • Non stare troppo a letto. Mentre sei sdraiato tieni comunque flesse le ginocchia per non forzare troppo la schiena.
  • Prova trattamenti non farmacologici come l'applicazione di cuscinetti riscaldanti o la chiroterapia.
  • Cerca di cambiare dieta in modo da raggiungere il peso ideale.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.