Come Ideare un Piano Anti calamità per la tua Famiglia

I disastri naturali e causati dall'uomo possono colpire quando meno te lo aspetti. Anche con un preavviso, un distrato come un uragano, un tornado, o un incidente nucleare, possono coglierti di sorpresa e metterti in serio pericolo. Fare un piano e delle esercitazioni prima di trovarsi in queste situazioni può garantire la salvezza a te e alla tua famiglia. Se vuoi sapere come ideare un piano anti-calamità, continua a leggere.

Ideare un Piano Antincendio

  1. Identifica ogni possibile via di fuga in casa. Riunisci la famiglia e assieme percorrete ogni possibile strada per trovare le uscite di casa. Dovresti cercare non solo quelle ovvie, come la porta d'ingresso e quella sul retro, ma anche considerare qualsiasi finestra al primo piano, porte del garage e altre possibili vie. Cerca di identificare almeno due modi diversi per ogni stanza.
    • Disegna una piantina della casa evidenziando le uscite può aiutarti a ricordare esattamente cosa fare in caso di incendio.
    • Dovresti trovare una fuga possibile anche dagli altri piani della casa.
  2. Fai un'esercitazione di fuga almeno due volte all'anno. Pianificala con la famiglia. Quando la provi, fingi che l'incendio sia in punti diversi della casa, in modo da poter programmare l'allarme e sapere quali vie alternative di fuga prendere per minimizzare l'esposizione a fuoco e fumo. Puoi anche provare a svegliare la famiglia personalmente se l'allarme non si è attivato.
    • Scrivi e disegna il piano di fuga in modo che tutti sappiano esattamente cosa fare.
    • Fare pratica al buio o anche ad occhi chiusi può aiutarti ad abituarti nel percorso in caso che la vista ti sia preclusa dal fumo.
  3. Metti in atto diverse misure precauzionali durante la fuga. Ci sono molte cose che dovresti saper fare mentre attui il tuo piano di fuga, per minimizzare l'esposizione al fumo tossico. Eccone alcune che vanno intraprese:
    • Impara a striscia per evitare che il fumo ti vada negli occhi.
    • Impara a bloccarti, cadere e rotolare in caso ti prendano fuoco gli abiti.
    • Impara a toccare la porta con il dorso della mano per capire se dall'altra parte c'è un incendio. Se è calda, allontanati.
    • Impara come sigillarti in casa se non puoi fuggire. Se non c'è modo di uscire, allora dovresti chiudere tutte le porte che sono fra te e l'incendio e usare del nastro adesivo per chiudere le fessure, usando in alternativa degli asciugamani. Dovresti anche chiamare il pronto intervento. Dovresti imparare ad accendere e spegnere una torcia o a sventolare un panno di colore chiaro dalla finestra per far sapere ai pompieri dove sei esattamente.
  4. Impara a usare una scala. Potrai sistemarla sotto o vicino ad una finestra in modo da avere un'ulteriore via di fuga. Impara come funziona una scala così saprai utilizzarla in caso di emergenza. Dovresti imparare a scendere prima dal piano inferiore "poi" dal secondo se non c'è altro metodo per uscire da queste finestre. La scala dovrebbe essere tenuta vicina alla finestra in un posto di facile accesso.
  5. Scegli un punto di raccolta che sia a distanza di sicurezza dalla casa. Una volta che tutti i membri della famiglia sono fuori, dovrebbero correre nel luogo designato che deve essere sicuro ma non troppo lontano, come ad esempio il prato del vicino, la cassetta della posta o un lampione. Tutti si devono incontrare in questo luogo in modo da farti sapere che sono riusciti a fare ciò che dovevano.
    • Il punto di raccolta deve essere evidenziato sul piano di fuga.
  6. Tranquillizza i bambini circa il piano. Non dovrebbero avere paura dell'incendio e dovrebbero considerare anche l'evento come un'esercitazione e non un motivo di terrore. Esercitarsi nell'allarme con i bambini li aiuterà a considerare il fuoco un effetto, non un gioco, e insegnerà loro ad averne rispetto, dissuadendoli dal giocarci.
    • Controlla che anche i bambini imparino come usare le vie di fuga assistiti da un adulto e che non facciano nulla di pericoloso, come provare a scappare da una finestra del secondo piano.
    • Dovresti anche accertarti che gli adulti siano accoppiati con un bambino durante la fuga, in modo che questi non stiano da soli.
  7. Controlla che la tua casa sia attrezzata per l'antincendio. Guarda se hai un allarme in ogni stanza e che tutte le porte e finestre si aprano facilmente. La casa dovrebbe essere preparata a riconoscere il fumo e se vuoi riuscire a scappare velocemente, porte e finestre devono potersi aprire senza intoppi. Dovresti anche essere sicuro che il numero della casa sia visibile dalla strada in modo che i pompieri la trovino in fretta.
    • Se porte e finestre hanno le grate, controlla che ci siano le aperture di emergenza in modo da poterle aprire velocemente.

Piano Anti-alluvione

  1. Contatta un ufficio dell'emergenza locale per controllare se ci sono piani di emergenza contro le alluvioni. Ti diranno se l'area è soggetta o meno a questo fenomeno, ed è importante sapere cosa aspettarsi prima di fare il piano. Puoi scoprire i segnali d'avviso, le vie di fuga e i rifugi di emergenza nella tua città. Questo influenzerà l'intero piano.
  2. Fai un piano in caso di alluvione. Tu e la tua famiglia dovrete discutere cosa fareste in caso ci fosse un grosso allagamento. Cosa capiterebbe se tutti foste a casa? Cosa se invece la famiglia fosse in giro per la città? Pensare a più piani può aiutare a trovare il modo migliore di fuggire.
    • Avere un parente o un amico che vive fuori dalla zona, da poter contattare in caso non foste uniti aumenta le possibilità di ritrovarsi: ciascuno deve conoscerne nome e indirizzo.
  3. Assicurati che la famiglia sappia come comportarsi in caso di questa eventualità. Se c'è un'allerta alluvione, dovrete essere pronti con i kit di emergenza mentre ascoltate gli aggiornamenti radio e TV. Dovresti anche chiudere tutte le utenze in caso doveste evacuare. Disinfetta lavandini e vasche e riempili di acqua pulita così saranno a tua disposizione. Ecco altre cose da fare:
    • Se si prevede un'alluvione, assicurate tutto ciò che solitamente sta all'esterno come bidoni dell'immondizia, graticole e mobili da giardino legandoli bene.
    • Fai il pieno alla macchina e metti nel bagagliaio un kit di emergenza.
    • Se non hai una macchina prendi accordi per un trasporto.
    • Metti i documenti importanti come quelli medici, assicurativi e di identità in un sacchetto impermeabile.
    • Riempi delle taniche di acqua potabile.
    • Trova un riparo dopo sistemare gli animali se ne hai.
    • Stai all'erta per eventuali sirene o segnali di allarme.
  4. Sii certo di sapere cosa fare in caso di evacuazione. Se ti danno quest'ordine, dovresti seguirlo e uscire appena possibile. Fidati delle autorità che sanno cosa fare per portarti al sicuro una volta che te ne vai. La tua famiglia dovrebbe sapere cosa fare ed essere pronta ad agire:
    • Porta con te solo le cose più importanti.
    • Spegni il gas, disattiva l'elettricità e l'acqua se hai tempo.
    • Scollega gli apparecchi elettrici.
    • Segui I piani di fuga dati dalle autorità.
    • Non passare attraverso aree con acqua alta.
    • Continua ad ascoltare la radio per gli aggiornamenti.
    • Vai ad un rifugio o presso degli amici che vivono fuori dall'area di evacuazione.
  5. Metti in sicurezza la casa. Togli la corrente prima di andartene. Se c'è dell'acqua stagnante o una caduta di tensione, dovresti chiudere il gas e l'acqua per evitare uno shock elettrico quando torna la luce. Devi sapere esattamente come farlo. compra anche degli estintori e controlla che tutti in casa sappiano come usarli. Dovresti anche comprare e istallare un generatore in caso ti servisse. Ecco altre cose sulle quali prepararsi a casa:
    • Chiama un elettricista per farti alzare le prese e i circuiti almeno 25 cm sopra alla linea di galleggiamento della casa.
    • Istalla valvole o prese di ritorno negli scarichi, nei bagni e nei collettori per tenere evitare allagamenti.
    • Ancora le taniche di benzina nella cantina. Se sono libere di muoversi potrebbero aprirsi e il liquido uscire danneggiando anche le altre case.
  6. Fai scorte di emergenza. Se vuoi prepararti seriamente per un'alluvione, allora devi avere svariati oggetti nel kit di sopravvivenza per aumentare le probabilità di sopravvivere. Alcune cose da mettere via:
    • Abbastanza acqua per 3-5 giorni.
    • Una fornitura per 3-5 giorni di cibo a lunga scadenza e apriscatole meccanico.
    • Un kit di prima emergenza
    • Una radio a pile
    • Torce
    • Sacchi a pelo e lenzuola
    • Salviette per pulire le mani
    • Cloro o iodio in tavolette per purificare l'acqua
    • Sapone, dentifricio e altri beni per l'igiene
    • Un kit di emergenza per la macchina che includa piantine, cavi di connessione e bengala
    • Stivali di gomma e guanti impermeabili

Strategie Generali per un Piano Anti-Calamità

  1. Determina quali disastri sono possibili nella zona in cui vivi. Se stai in Kansas, non c'è pericolo di uragani ma meglio prepararsi ai tornado. Alcuni disastri come gli incendi possono capitare ovunque, ma i pericoli ai quali si può andare incontro possono variare. Controlla localmente o con la protezione civile o anche con la Croce Rossa e consulta il Servizio Meteorologico Nazionale per farti un'idea di quali emergenze dovresti poter affrontare.
  2. Sappi cosa fare in caso di disastri. Le organizzazioni suddette ti daranno ogni consiglio. Possono fornirti mappe di evacuazione e informazioni sui sistemi di avviso locali come sui piani di emergenza. Se non riesci ad ottenere tutto ciò che vuoi da chi di dovere, fai delle ricerche per tuo conto.
    • Pensa ad esempio a come prepararti per un tornado o un uragano e a come sopravvivere dopo un disastro e trova le migliori vie di fuga.
    • Ricorda che nel caso, è tua la responsabilità di assicurare che tutta la famiglia sia pronta.
  3. Scegli punti d'incontro e un modo per rimanere in contatto con la tua famiglia. C'è un'alta probabilità che ogni membro sia in un post diverso quando avverrà la calamità, ecco perché è importante avere un punto di ritrovo predeterminato. Scegli un punto che ritieni sarà sicuro lontano dalla tua zona perché potresti non riuscire a tornare a casa.
  4. Designa una persona da contattare per riunire la famiglia. Un amico o un parente che tu, il coniuge e i figli possa chiamare se non riuscite a incontrarvi. Per minimizzare il rischio che anche questa persona sia coinvolta nel disastro, scegli qualcuno che viva in un'altra città o stato. Accertati che tutti i membri della famiglia abbiano i contatti di questa persona.
  5. Discuti gli scenari con la tua famiglia per essere certa che tutti sappiano cosa fare in ogni evenienza. È importante educarti a rispondere a possibili disastri, ma cosa succede se i familiari non ci sono e se tu vieni ferito o ucciso? Non basta che solo una persona sia preparata, tutto devono avere chiari i piani.
  6. Sistema possibili pericolo presenti in casa. Una volta identificati gli scenari, ispeziona attentamente la casa e cerca di metterla in sicurezza. Ecco alcuni esempi:
    • Ogni casa dovrebbe avere rilevatori di fumo e estintori. Testa i rilevatori una volta al mese e sostituisci le batterie annualmente o se necessario. Gli estintori dovrebbero essere ricaricati secondo le istruzioni del produttore e ognuno in casa dovrebbe sapere come usarli. Tutti dovrebbe anche sapere come uscire di casa se c'è un incendio.
    • Se vivi in una zona soggetta a terremoti, non mettere una libreria vicino al lettino del bambino o potrebbe essere schiacciato.
    • Se vivi vicino ai boschi con possibilità di incendi, dovresti ripulire la proprietà da cespugli e erba alta e creare una zona cuscinetto fra casa e l'incendio.
  7. Insegna ai membri della famiglia le tecniche di salvataggio di base. Tutti devono imparare la RCP e a prestare il primo soccorso facendo un corso valido. Gli adulti e i ragazzi dovrebbero sapere come spegnere il gas, togliere corrente e chiudere l'acqua in caso di danni mentre tutti dovrebbero essere in grado di scoprire le perdite di gas. I numeri di emergenza dovrebbero essere appuntati vicino ai telefoni e anche ai più piccoli deve essere insegnato a chiamare il pronto intervento .
    • Imparare a usare l'estintore e controllare i rilevatori di fumo è un esercizio di memoria da fare una volta all'anno.
  8. Metti insieme un kit anti-calamità. Preparati per le emergenze con scorte per almeno tre giorni di cibo in scatola a lunga scadenza e acqua potabile, ricette e medicinali, kit di prima emergenza e altre cose che potrebbero servirti se non hai modo di acquistarle. Tieni un piccolo kit anche in macchina. Aggiungici anche un cellulare usa e getta.
  9. Fai le esercitazioni con il tuo piano. In questo modo saprai come reagire in caso di vita o di morte. Rivedi periodicamente il tuo piano con la famiglia e aggiornali se c'è necessità. Interroga tutti sui concetti vitali. Fai un test pratico mettendoli in allarme e coinvolgendoli. In questo modo capirai cosa funzione e cosa no. Dovresti fare le esercitazioni almeno due volte all'anno.
  10. Tieni pronto un piano di contingenza. Nel caso che il luogo di riparo non sia disponibile o che le cose cambino, è meglio avere un piano di riserva a portata di mano. Cosa faresti se la persona da contattare è via? Pensa a possibili eventualità per aumentare la tua sicurezza.

Consigli

  • Impara come spegnere gas, luce e acqua e scrivi delle istruzioni.
  • Se hai qualche problema con qualcuno di questi passaggi, ci sono molte risorse su internet. Controlla questi siti: Ready.gov, se vivi negli Stati Uniti e Prepare.org, a cura della Croce Rossa americana.
  • Proteggi i tuoi dati. Archivia documenti e informazioni importanti su una pen drive protetta da password e mettila nel kit di emergenza o usa un sistema di backup online così che se dovessi evacuare velocemente avrai accesso a tutto ciò che ti serve.
  • Acquista e utilizza "radio autoalimentate" e "torce autoalimentate". Non servono le batterie e sono più sicure delle candele. Alcuni di questi modelli posso anche caricare il cellulare.
  • Sii serio riguardo al piano di emergenza ma attento a non spaventare i bambini in modo irrazionale, diventando ossessionato. Il piano serve per la sicurezza e dovrebbe far sentire al sicuro anche la famiglia.
  • È una buona idea selezionare due o tre contatti, uno dei quali fuori città oltre a quelli vicini e anche qualcuno in grado di ricevere SMS.
  • Dopo l'uragano Katrina non servivano per le chiamate nelle aree colpita ma hanno salvato molte vite e aiutato famiglie a ritrovarsi grazie alle capacità di usare gli SMS.
  • Oltre alle risorse appena menzionate, dovrai controllare anche l'assicurazione per sapere come rendere la casa più sicura. Gli assicuratori hanno interesse a minimizzare il rischio di danno fisico o alla casa nell'eventualità di un disastro, perciò saranno felici di darti ogni informazione. Molte polizze richiedono certe precauzioni perché le perdite vengano liquidate.
  • Nei grandi disastri uno può telefonare spesso fuori città ma non localmente. In casi estremi le persone devono affidarsi agli SMS quando i ripetitori dei telefoni vengono coinvolti nel disastro.
  • Se a scuola, al lavoro o la città stessa non ha un piano di emergenza, prendi l'iniziativa e fanne uno tu. Vai agli incontri comunale e richiedi aiuto collaborando con vicini e colleghi per rendere la comunità più sicura.

Avvertenze

  • Questo articolo non è una guida completa su come prepararsi a eventuali disastri. Dovrai valutare caso per caso i potenziali pericoli nella zona di tua pertinenza e prepararti ad agire in conseguenza.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.