Come Scrivere un Bestseller

Molti scrittori sognano di scrivere “il” libro, quello che diventa un bestseller. È il libro che ti fa diventare famoso, onorato e ben pagato. Non aver ancora scritto un best seller non dimostra la mancanza di talento, perché ci sono dei trucchetti per realizzare un successo editoriale, e non è qualcosa che ai puri artisti va sempre bene, come essere alla moda e consentire agli editori di rimaneggiare i tuoi manoscritti. Datti una possibilità e prova a realizzare un bestseller. Non puoi mai sapere cosa ti riserva il futuro.

Narrativa o Realismo

  1. Decidi in quale area ti senti più a tuo agio. Se sei flessibile puoi provare entrambe. Non puoi mai sapere quale potrebbe funzionare meglio. I prossimi passaggi ti diranno cosa devi considerare nel prendere la tua scelta.
  2. Scegli la narrativa. Cerca di leggere degli articoli su WikiHow su come scrivere un racconto breve. Prepara il profilo e la storia del tuo personaggio in anticipo. Il tuo bestseller deve essere semplice da leggere e:
    • I tuoi lettori devono essere in grado di capire la successione degli eventi dal primo all’ultimo. Un lettore lascia perdere subito se questi non sono chiari o sono mescolati.
    • I tuoi lettori devono essere in grado di dire in quale sequenza del libro sono avvenuti gli eventi.
    • In generale, puoi attirare e mantenere l’attenzione dei tuoi lettori attraverso dei tratti che colleghino i tuoi personaggi, una trama avventurosa e una descrizione affascinante.
  3. Scegli il realismo. Scegli un argomento importante che interessa a molte persone. Hai due angolazioni: Cerca di capire se qualcuno ha mai scritto riguardo questo argomento. No? Fantastico, fallo tu. Si? Che angolazione unica e specifica puoi dare tu, che non è ancora stata considerata?
    • Fai riferimento a più fonti possibili riguardo all’argomento.
  4. Pensa in diagonale. Chi ha detto che un bestseller deve essere un romanzo o un trattato? Può essere un blog, un’autobiografia, un diario di viaggio, un testo di riferimento stimato, un libro per bambini, un libro per la scuola (lettura coercitiva, sarà per forza un best seller) o un libro di umorismo. Scegli lo stile che si adatta meglio alle tue fisime e alle tue abilità e portalo a compimento, seguendo uno dei metodi di pubblicazione oggi disponibili.

Argomenti

  1. Scegli il tuo argomento. In generale, la selezione dell’argomento viene aiutata da uno o più di questi elementi:
    • L’argomento di appassiona. Potresti scriverlo fino ao consumarti le dita e continueresti ancora.
    • È un argomento molto popolare, sia attualmente (rendilo commovente) che perennemente (cerca sempre di dargli un angolazione unica).
  2. Se hai intenzione di scrivere un romanzo di narrativa, alcuni elementi di aiuto possono essere:
    • Conosci già molto bene i tuoi personaggi e pensi di averli incontrati personalmente. Riportarli su carta sarà facilissimo.
    • Hai una valanga di fissazioni quotidiane, manie e di attrazione conservati su un quadernetto, in attesa di atterrare sulle pagine e di inserirsi nei tuoi personaggi per rendergli la vita complicata. Le persone amano riuscire a collegarsi con i problemi quotidiani che li soffocano e li rendono perplessi.
  3. Se scrivi un libro non narrativo, anche questi altri elementi ti possono essere d’aiuto:
    • È qualcosa in cui sei esperto. O hai intenzione di farci sopra delle ricerche fino alla morte. Ancora meglio se hai un certificato o una laurea che dimostri la tua esperienza nel campo di ricerca. Aiuta le persone a fidarsi di ciò che scrivi.
    • Hai i numeri di telefono di qualche esperto che puoi chiamare e a cui puoi fare domande quando rimani bloccato o non sai come continuare.
    • Ti piace ciò che scrivi. Se non è così, sei molto bravo a guardare le cose da diverse prospettive e a rimanere oggettivo. Quanto riuscirai a mantenere questo stato determinerà quanto successo avrà il tuo libro.

Scrivere il libro

  1. Prendi continuamente appunti. Portati dietro un blocco degli appunti o un quadernetto dovunque vai e cattura ogni idea che ti salta in mente, non appena la senti arrivare.
  2. Trova il tempo di scrivere. Sono poche le persone che possono permettersi di fare gli scrittori a tempo pieno senza un’entrata che gli possa consentire di mangiare. A meno che tu non sia Alain de Botton, che scrive vivendo di rendita (anche se i suoi romanzi gli hanno procurato altro denaro), dovrai fare del tuo meglio nel tempo libero. Usa il tempo che stai sull’autobus quando vai e torni dal lavoro, a pranzo, dopo cena, nei fine settimana, durante i periodi di vacanza.
    • Dovresti chiedere un periodo di ferie per scrivere un bestseller con cautela. Giudica la natura del tuo posto di lavoro, prima, più lo status quo è conservatore, meno probabilità ci sono che gli importi qualcosa del tuo lavoro.
  3. Concentrati sullo scopo del libro. I bestseller non necessitano gli scrittori migliori. Certo, alcuni si, ma possono volerci anni prima che il pubblico colga il loro genio, a meno che tu non preveda di vincere anche un premio letterario. Se vuoi essere un grande, prima scrivi, e poi gozzovigliati con i particolari. La procrastinazione e il perfezionismo sono i peggiori nemici del best seller.
  4. Scrivi una sinossi del tuo libro. Una pianificazione, una delineazione, quello che vuoi. Anche un brain storming va bene. Ci sono molte regole per fare una cosa del genere. Puoi anche leggerle se ti va. O puoi iniziare a scrivere, scrivere, scrivere. Non tutti scelgono di fare le stesse cose, quindi cerca il tuo stile.
    • Narrativa: Imposta i personaggi, i loro tratti e le loro fissazioni, le loro motivazioni. Dovrebbe essere divertente. Caratterizzali mentre crescono nella tua mente. Se sono basati su un tuo vicino di casa o su un ex-amante, assicurati che non siano riconoscibili, a meno che non ti piaccia essere querelato. Scrivi le situazioni che vuoi che si sviluppino nel libro, la trama, la serie di eventi, se saranno fortunato o sfortunati. E tutto ciò a che fine porterà? Suspense, sorpresa, un lieto fine o un enorme boom in cui muoiono tutti?
    • Non di narrativa: Considera le sezioni, i metodi e le parti. Come hai intenzione di affrontare gli argomenti? I capitoli possono essere suddivisi in sezioni, ecc. Mettiamo che stai scrivendo dell’amore delle persone per le torte di mele. La prima sezione potrebbe cercare di spiegare cos’è una mela, con delle storie su come le persone provano nostalgia per le torte alle mele della propria infanzia. La sezione due dovrebbe trattare dei luoghi dove poter reperire le mele migliori per realizzare una torta. La sezione tre dovrebbe essere una raccolta di ricette. La sezione quattro dovrebbe risolvere i problemi delle torte di mele non riuscite. La sezione cinque dovrebbe essere piena di foto di torte di mele prese da Instagram. E cosi via. Alcuni argomenti, come i gatti e la birra, non sono mai abbastanza per le persone, e tutto ciò che ti serve è avere un punto di vista moderno e attuale. Ci sono altri argomenti trattati ripetutamente, come le celebrità e la musica pop. Avrai bisogno di nuovi modi e bizzarri di ritrarre le cose per attirare l’attenzione del lettore.
  5. Ricontrolla continuamente i progressi. Il manoscritto sta andando dove vuoi che vada? È interessante, comprensibile, affascinante, entusiasmante, utile, piacevole, frizzante, intelligente, alla moda. In breve, sta andando dove vuoi che vada?
    • Non temere di spaccare in due gli elementi per altri progetti. A volte quando sei nel mezzo della stesura di un argomento, un altro tende continuamente ad uscire fuori. Scrivilo, etichettalo e mettilo da parte per il prossimo progetto. Evita di aggiungere troppe cose nell’unico pezzo che stai scrivendo. In fondo, se il tuo lavoro diventa un bestseller, avrai bisogno di altre idee da produrre e da trasformare in altri best seller.
  6. Fissa una scadenza. Mancala diverse volte. Fissa altre scadenze, Mancale. Dopo tutto, la vita ha l’abitudine di mettersi in mezzo ai piedi. Infine fissa la scadenza definitiva, e rispettala. Questa volta, finisci il libro. C’è un punto nella vita in cui bisogna scegliere tra essere un autore che aspetta e un autore pubblicato che spera di diventare bestseller. Decidi e porta la stesura a compimento.
    • Sii realistico. Un libro sull’ultimo gruppo di gnu mangia riso della Mongolia esterna richiederà più tempo rispetto alla storia di qualche vampiro che distrugge il partito popolare di quartiere. Soprattutto se hai bisogno di spostarti e di soldi per poter andare in Mongolia a fare delle ricerche. Le ricerche approfondite possono richiedere anni, puoi esortare la tua immaginazione a muoversi più in fretta.
    • I buchi possono essere riempiti più tardi. Ecco a cosa servono i critici amichevoli e gli editori non molto amichevoli, prima della pubblicazione. Ascoltali, possono vedere l’albero che non riesci a vedere perché ti sei addentrato troppo nella foresta.

Revisionare il Lavoro

  1. Ripercorri meticolosamente il testo. Leggi il tuo lavoro dopo esserti preso una pausa. Correggi gli errori grammaticali e di pronuncia. Rimuovi le situazioni senza senso, che non aggiungono nulla di speciale.
  2. Fai revisionare il lavoro da colleghi, conoscenti, o compagni di corso. Potresti essere tentato di fare vedere il tuo lavoro alla famiglia o agli amici. Credi davvero che saranno in grado di fare una critica onesta? Sii realista e chiedi solo alle persone che sono meno inclini a elogiare il tuo lavoro. Per esempio, potresti entrare a far parte di un club per scrittori e incontrare qualche critico in grado di darti dei consigli o di suggerirti dei miglioramenti.
  3. Pensa a un titolo unico e accattivante. Per esempio, se il tuo libro è sul riscaldamento globale, il titolo potrebbe essere “I cappotti sono inutili”: L’inutilità dei cappotti indica l’impossibilità che si verifichi l‘inverno, perché durante quella stagione indossiamo i cappotti. Molti autori perdono molto tempo cercando di uscirsene con il titolo perfetto, solo per poi farselo cambiare dall’editore. Sforzati di trovare un buon titolo, ma fallo nel tempo libero.
  4. Sottoponi il tuo libro a un giornalista con una buona reputazione ( che non calpesta il lavoro degli scrittori). Forse non è specifico. Puoi tenere il tuo libro relegato in un catalogo o puoi scrivere a un giornale o a una rivista per farlo pubblicizzare. Meglio se nelle lettere includi i commenti positivi di altre riviste o critici rispettabili critics.

Sii Umile

  1. Lascia che l’editore faccia il lavoro a pezzi. Non pontificare su quanto è meraviglioso il tuo libro. Gli editori sono degli artigiani, proprio come gli scrittori e sono li per “aiutarti” non per ostacolarti. Sono li per lucidare le gemme e mostrare il loro potenziale migliore, nella speranza che sia un potenziale da bestseller. Accetta questo aiuto per ciò che vale e lascialo spazio per i suggerimenti. Prendi i consigli in maniera seria.
    • Gli editori amichevoli sono utili per aiutarti a sopravvivere facilmente all’esperienza editoriale. Quelli maligni sono solo cattivi, servono a renderti più scaltro e a farti autocommiserare. Alla fine della fiera, in ogni caso, cerca di fare attenzione a quello intermedio. Simpatico quando lo inviti a cena, ma terribile quando si parla di lavoro e di come migliorarlo.
    • Sottoponi il tuo libro a un editore solo se non ti importa che venga modificato in maniera impersonale. Ciò può essere una cosa positiva o negativa, a seconda di come scegli di vederla. Nel complesso, l’esperienza di un editore, della casa editrice che ha alle spalle e della sua reputazione possono solo farti bene. Ci sono delle persone che acquistano un libro solo per chi lo “pubblica”, non per chi lo scrive.
  2. Fai dei cambiamenti essenziali. Per ultimo, dovrai giudicare bene cosa lasciare, cosa riscrivere e cosa eliminare, basandoti sui commenti dell’editore e della critica. Fidati di ciò che dicono e del tuo istinto, ma fai attenzione a entrambi. Il tuo istinto potrebbe essere solo testardaggine mascherata da verità, mentre non tutti gli editori e i critici possono cogliere l’essenza di ciò che scrivi. Prova a prendere delle distanze dal tuo lavoro, datti del tempo per considerare i commenti che ti sono stati rivolti e successivamente riprendilo per assemblarlo nella sua ultima fase, la pubblicazione.

Pubblicazione e Attesa…

  1. Decidi come verrà pubblicato il libro. Ci sono diverse possibilità, come utilizzare una casa editrice rinomata, rivolgersi all’editoria a pagamento (auto-pubblicazione), o pubblicare il libro come E-book o come blog online.
    • Scegli un editore conosciuto e avrai vinto metà della battaglia per diventare bestseller. Puoi provare con la Mondadori, Carrocci, Salani, loro pubblicano molti best seller. Tuttavia, le case editrici “rifiutano” molti manoscritti, quindi procurati una bella lista di editori e non mollare. Continua a inviare i manoscritti, ancora e ancora finche non vengono accettati. Altrimenti prova a pubblicarlo in maniera autonoma.
  2. Fai occupare l’editore della parte relativa al marketing. Se hai scelto di utilizzare una casa editrice e loro hanno accettato il tuo lavoro, fai occupare loro ella parte relativa al marketing del libro. Se non hanno intenzione di farlo, chiedigli il perché. Se non ti piace la risposta, potresti dover tornare alla lista, ma almeno vale la pena insistere prima di mollare.
  3. Aspetta. Alcuni bestseller sono dormienti. Altri potrebbero avere bisogno di qualche colpetto da parte tua. Condividi le pagine dov’è possibile acquistarlo, su Twitter, Facebook, Google+, ecc. Di agli amici o alla famiglia che è stato pubblicato (in questo caso puoi chiedergli di aiutarti. Regalane qualche copia per natale. Manda delle copie ai tuoi artisti preferiti. Pubblicizzati.
  4. Sappi che non c’è nessuna garanzia che si realizzi l’incantesimo del bestseller. Dipende totalmente dalla situazione, dalle tendenze degli acquirenti, dalla stagione, dalle influenze astrologiche… Davvero, sono molti i fattori che rendono un lavoro di scrittura virale o bestseller. Puoi fare del tuo meglio per riuscirci, ma a parte gli autori noti e ai generi sicuri (romanzi gialli e rosa), la maggior parte vive di speranza. Il tuo editore può fare qualcosa ma non può fare miracoli, quindi sii paziente. Se, dopo un anno o due, il libro fa delle vendite ordinarie, torna sui tuoi passi e ritorna a scrivere. Significa solo he devi ancora scrivere il tuo bestseller, quindi non mollare.
    • Considera l’idea di inviare il tuo libro a qualche gruppo che si occupa di premi letterari. In alcuni casi ci pensa direttamente l’editore. Ricevere un premio letterario può essere utile, sia per il riconoscimento del lavoro che per il guadagno economico.
  5. Inizia a scrivere il sequel. Inizia subito se il libro diventa un bestseller. I tuoi lettori vogliono ancora leggerti. Idem se non diventa un bestseller, prima tornerai a credere a ciò che scrivi, meglio sarà.

Consigli

  • Se ottieni il contratto per un libro, fallo controllare da un avvocato. I diritti di un best seller non sono qualcosa da farsi sfuggire.
  • Le feste per la presentazione del libro sono utili. Alle persone piacciono i parti, e a quelle a cui piacciono i libri, piacciono le feste che hanno come scopo un libro. Usa questa opportunità per fare conoscere il libro. Canta e sorridi tanto.
  • Fatti tradurre. Incoraggia le persone che vivono negli altri paesi a conoscere il tuo talento. Più sono le vendite, meglio è. Per quanto ne sai i giapponesi o gli svedesi potrebbero essere più sulla tua lunghezza d’onda degli italiani.
  • Ascolta le critiche al tuo libro o al tuo lavoro. Ti servono per fare dei cambiamenti. Tranne se sono malevole, in quel caso sei libero di bruciarle.
  • Sii coscienzioso. Cos’è che importa alla gente, che vuole sapere e di cosa non ha mai abbastanza? Perna a come mantenere vivo l’interesse dei tuoi lettori quando scrivi un bestseller. Puoi sempre lasciare gli scritti più esoterici e profondi per quando dovrai scrivere il seguito del tuo successo editoriale.
  • Tieni un registro di quanti libri hai venduto e in quanti elenchi di bestseller è entrato.

Avvertenze

  • Evita di essere arrogante e difficile. Il comportamento petulante può rovinare ogni possibilità di diventare uno scrittore di bestseller. In quel caso, le persone potrebbero non ricordare cosa hai fatto, ma si ricorderanno sicuramente come le hai fatte sentire.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.