Come Essere un Bravo Pet Sitter

Lavorare come pet sitter può essere una professione appagante e redditizia. La tua responsabilità è quella di prenderti cura degli animali domestici mentre i padroni sono via, per un giorno o per periodi prolungati. In quanto pet sitter, devi giocare con gli animali, dare loro da mangiare, spazzolarli, somministrare medicinali e iniezioni di cui hanno bisogno. Il padrone dovrebbe sentirsi in buone mani quando ti lascia il suo amico a quattro zampe.

Prepararti per Lavorare come Pet Sitter

  1. Assicurati che sia il lavoro giusto per te. Essere pet sitter è un'esperienza appagante ma difficile. Prima di prenderti questa responsabilità, assicurati di avere le qualifiche necessarie per essere un eccellente professionista.
    • Amare gli animali è forse la caratteristica più importante che possa avere un pet sitter. Dal momento che trascorrerai molto tempo con gli animali dei clienti, devi essere certo di gradire davvero la loro compagnia .
    • La serenità è un'altra qualità desiderabile per un pet sitter. I tuoi impegni lavorativi probabilmente saranno soggetti a cambiamenti in quanto dipendono molto dai programmi dei clienti. Devi essere una persona flessibile e calma di fronte agli imprevisti .
    • La disciplina e l'organizzazione sono altre caratteristiche importanti per i pet sitter. Devi gestire i tuoi impegni considerando le esigenze di molteplici clienti e tenere conto delle necessità di vari gatti, cani e altri animali .
  2. Stipula un'assicurazione di responsabilità civile. I pet sitter solitamente hanno un'assicurazione per la responsabilità civile professionale, la quale li protegge da eventuali sinistri o incidenti mentre lavorano. Se hai intenzione di svolgere questa professione a lungo termine, una polizza del genere può essere un buon investimento.
    • L'assicurazione ti proteggerà qualora venissero arrecati danni alla casa del cliente, per esempio fai cadere accidentalmente un vaso costoso o rompi una finestra. Inoltre, ti coprirà se dovessi perdere la presa del guinzaglio e il cane attaccasse un altro animale o una persona o dovesse causare un incidente stradale. .
    • Le quote assicurative cambiano da una compagnia all'altra. Informati in giro per paragonare i tassi e trovare la copertura adatta a te. Per ricevere ulteriori informazioni, rivolgiti all'associazione Obiettivo Pet Sitter .
    • Se lavori con un'agenzia di pet sitting, come Holidog.com , non dovrai stipulare un'assicurazione autonomamente. Questo tipo di aziende ha delle politiche volte a garantire la sicurezza dei petsitter a carico dei clienti. Parlane con il servizio clienti, fai domande sull'assicurazione e sulla tua copertura personale.
  3. Considera un corso di formazione per diventare pet sitter. Avere un certificato non è necessario per lavorare, ma aggiungere un corso di formazione professionale al curriculum può fare colpo sui clienti attuali e futuri. Inoltre, può aprirti altre porte un domani.
    • Un certificato che attesti la tua formazione permette ai clienti di capire che prendi sul serio il lavoro e che sei determinato a offrire una professionalità assoluta. Se vuoi lavorare con un'agenzia di pet sitting, aver seguito un corso specifico ti metterà sotto una buona luce .
    • Esistono varie organizzazioni che offrono programmi di formazione per pet sitter. Visita il sito di Obiettivo Pet Sitter Italia per trovarne una nella tua zona.
    • Se vuoi seguire un corso perché intendi aprire una pensione per cani per periodi prolungati o un asilo familiare, visita il sito di Camminando con 6 Zampe per farti dare delle dritte . Tuttavia, questo progetto implica un costo e una preparazione maggiore. Avrai infatti bisogno di una certificazione come educatore cinofilo e occuparti di numerose pratiche burocratiche.

Conoscere il Padrone dell'Animale

  1. Offri delle referenze per quanto riguarda i lavori da pet sitter passati. Fornisci numeri di telefono e dati di contatto dei padroni per cui hai lavorato in passato. Ciò dimostra ai potenziali clienti che hai esperienza come pet sitter e che sei sicuro di poterti prendere cura dell'amico a quattro zampe di qualcun altro.
    • Prima di condividere i dati di contatto di qualcuno, chiedigli sempre il permesso. Assicurati che i clienti passati siano disposti a dare le tue referenze e annota il loro numero o e-mail.
    • Se possibile, scegli persone con cui hai lavorato per molto tempo. Nella maggior parte dei casi, la referenza dovrebbe essere data da qualcuno che conosci da un anno o un anno e mezzo.
    • Se sei nuovo nel settore e non hai mai fatto il pet sitter prima, puoi avvalerti delle referenze di ex datori di lavoro e amici che ti hanno affidato i propri animali mentre erano in vacanza.
  2. Discuti delle aspettative e delle esigenze. Il padrone avrà diverse aspettative nei confronti del pet sitter in base alle necessità specifiche del proprio amico a quattro zampe. Assicurati che vengano tutte spiegate e capite chiaramente.
    • Conoscere le informazioni di base è importante. Devi sapere dove viene conservato il cibo dell'animale, le porzioni di cibo da servirgli quotidianamente, dove e quando dargli da mangiare e quali medicinali prende .
    • L'impegno in termini di tempo è un'altra aspettativa che andrebbe chiarita sin da subito. Per alcuni lavori, ti verrà richiesto di fermarti a dormire nella casa del proprietario. In altri casi, può essere necessario andare a controllare gli animali quotidianamente o a giorni alterni .
    • Fai domande. Se vuoi essere un buon pet sitter, è tuo dovere assicurarti di avere tutto sotto controllo, quindi prepara una lista di domande da porre ai padroni. Quanti anni ha l'animale? Qual è la sua storia clinica? Va d'accordo con i bambini? E con gli altri animali? Quanto spesso va portato fuori? Quanto spesso dovrebbe essere cambiata la lettiera del gatto? Sono domande che vanno fatte prima che inizi a lavorare .
    • Chiedi al padrone quanto spesso dà biscotti o premi al cane in base al suo comportamento. Il proprietario potrebbe avere certi metodi disciplinari per il suo amico a quattro zampe e si aspetta che vengano rispettati. Per esempio, potrebbe chiederti di negargli i biscotti quando si comporta male o riconoscere un comportamento positivo con un premio speciale.
    • Informati sulle preferenze e le avversioni dell'animale. Questi dettagli ti prepareranno a tutte le sue possibili reazioni e preverranno l'insorgenza di problemi mentre te ne prenderai cura .
  3. Procurati tutti i dati di contatto necessari. Certe informazioni sono importanti qualora dovesse verificarsi un'emergenza o un problema di salute.
    • La maggior parte dei padroni ti darà subito il numero di telefono del veterinario. Assicurati di tenere a portata di mano questi dati. Per stare tranquillo, annotali sul cellulare o conservane una copia elettronica nell'e-mail: ti servirà qualora le copie cartacee andassero perdute .
    • Oltre ai dati di contatto del padrone, chiedigli il numero di telefono di un amico o un parente vicino. In questo modo, qualora non potessi metterti in contatto con lui, avrai un'altra persona a cui rivolgerti in caso di emergenza .
  4. Determina le tariffe dei tuoi servizi. Se lavorerai per un amico o un parente, questo potrebbe non essere un problema. Tuttavia, se si tratta di un impegno professionale vero e proprio, dovresti percepire un compenso e determinarne l'importo prima che il lavoro inizi.
    • Fai una ricerca sulle tariffe per capire come orientarti. Puoi rivolgerti a Obiettivo Pet Sitter per conoscere i guadagni associati alla professione nella tua zona.
    • In Italia, il guadagno medio è di 10 euro all'ora. Quindi, se lavori 8 ore al giorno con questa tariffa, guadagnerai 80 euro al giorno. Il padrone può anche pagarti una volta alla settimana, per una media di 500-600 euro settimanali. Inoltre, puoi ricevere un compenso per i servizi extra, come pulire e mantenere la casa, o vitto e alloggio gratuito.
    • La tariffa può aumentare anche in base ad altri fattori, per esempio la quantità di animali di cui ti prendi cura e la tua esperienza. Il padrone può provare a negoziare il costo. Assicurati di essere gentile durante la contrattazione. Non vorrai di certo perdere un cliente comportandoti in maniera polemica.
  5. Incontra l'animale in anticipo. Se possibile, organizza una visita per conoscerlo. In questo modo, lui acquisirà familiarità con te e tu saprai dove trovare cibo, acqua, premi e giocattoli.
    • Pur conoscendo già l'animale, una visita anticipata non è una cattiva idea. Ci sono informazioni specifiche che difficilmente vengono tirate in ballo durante una conversazione informale, eppure devi saperle in quanto pet sitter .
    • Il padrone vorrà anche assicurarsi che l'animale si senta a suo agio con te. Se dovessero presentarsi atteggiamenti che denotano aggressione o paura in tua presenza, magari preferirà scegliere un altro pet sitter. Non prenderla sul personale. Non sempre si crea automaticamente un buon feeling con un animale. I trovatelli spesso fanno associazioni negative che i padroni non capiscono appieno, e tu potresti scatenare inavvertitamente una brutta reazione .

Prenderti Cura dell'Animale

  1. Segui il programma che ti è stato dato dal padrone. Probabilmente ti ha lasciato istruzioni sia verbali sia scritte per la cura e la manutenzione dell'animale.
    • Dagli da mangiare all'orario giusto e prepara la quantità di cibo adeguata. I padroni di gatti a volte lasciano che i felini abbiano libero accesso al cibo secco nel corso della giornata. In tal caso, assicurati di riempire la ciotola di crocchette non appena finiscono e di fornire acqua pulita.
    • Somministragli i medicinali di cui ha bisogno. Gli animali che prendono farmaci solitamente devono attenersi a un programma e un dosaggio regolari. Segui le istruzioni del padrone al riguardo e non dimenticare o trascurare questo passaggio.
    • Pulisci la lettiera regolarmente e porta fuori il cane tutte le volte necessarie basandoti sulle raccomandazioni del padrone.
  2. Oltre a lavorare come pet sitter, offri un servizio aggiuntivo. Se vuoi spiccare tra tutti gli altri professionisti, fare degli incarichi in più per il padrone è un ottimo modo per dimostrargli la tua grande dedizione.
    • Se lavori a casa di qualcuno, prenditene cura, almeno in parte. Innaffia le piante. Svuota la cassetta della posta. Mantieni la casa pulita.
    • Lavare i piatti può sembrare un ottimo metodo per metterti sotto una buona luce, ma attenzione. Spesso le persone hanno un'organizzazione ben precisa per le proprie cucine, quindi potrebbero sentirsi seccate qualora alterassi tale sistema. Se lavi i piatti, lasciali asciugare fuori, ma evita di riporli nei mobili.
  3. Offri attenzioni extra all'animale. Come pet sitter, uno dei tuoi compiti principali è fare in modo che il cane sia al sicuro e si senta a suo agio quando il padrone non c'è. Probabilmente è nervoso a causa della sua assenza, quindi dimostragli affetto e attenzioni quotidianamente .
    • Se ha un giocattolo preferito, gioca spesso con lui. È ideale intrattenerlo finché non sembrerà avere esaurito le energie e perso interesse. In questo modo, sarà stanco quando te ne andrai, più predisposto a dormire e rilassarsi fino al tuo ritorno.
    • Dopo aver portato a termine mansioni come pulire e dargli da mangiare, siediti accanto all'animale e dimostragli affetto accarezzandolo, coccolandolo e parlandogli. Gli animali, specialmente i gatti e i cani, sono molto socievoli e desiderano avere interazioni con gli umani quando i propri padroni non ci sono.
    • Stai attento quando porti in casa cibi e biscotti che il cane non è solito mangiare. Se il padrone ha stabilito una dieta specifica, non dovresti interromperla quando non c'è. Mai dare all'animale gli avanzi della tavola senza il suo consenso.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.