Come Emanciparsi dai Genitori

Stai pensando all'emancipazione? Questo procedimento giudiziario permette agli adolescenti di ottenere l'indipendenza dai propri genitori o dal tutore. L'età varia in base alle diverse giurisdizioni, ma, nella maggior parte dei casi, occorre avere 16 anni. I teenager emancipati hanno diritti e responsabilità non comuni tra la maggior parte delle persone sotto i 18 anni. Leggi questo articolo per capire se questo percorso fa per te.

Decidere d'Inseguire l'Emancipazione

  1. L'emancipazione comporta molte cose. Quando una persona compie 18 anni o diventa un adulto legale, assume i diritti e i doveri dell'età adulta. I teenager che decidono di emanciparsi raggiungono questo momento prima del tempo, dunque non sono più finanziariamente supportati dai propri genitori e non devono più rispettare le loro regole. Ecco i diritti e i doveri derivanti dall'emancipazione:
    • Dovrai andare a vivere da solo e pagare l'affitto.
    • Dovrai provvedere al cibo, ai vestiti e alle altre cose di cui hai bisogno.
    • Puoi sposarti, prendere la patente o unirti all'esercito senza il permesso dei tuoi genitori.
    • Puoi firmare contratti senza chiedere niente ai tuoi genitori e sarai giuridicamente responsabile.
    • Puoi comprare e vendere proprietà.
    • Puoi iscriverti a scuola o all'università da solo.
    • Puoi scegliere a quali trattamenti medici sottoporti e pagarli da solo.
  2. Le ragioni per emanciparsi sono diverse. Potresti volerlo fare per andartene di casa, sposarti presto o scappare da una situazione di abuso. Ecco qualche motivazione tipica:
    • Sei legalmente sposato e vuoi avere gli stessi diritti di un adulto.
      • In questo caso l'emancipazione viene raggiunta con il consenso dei genitori e con il permesso della corte.
    • Sei finanziariamente indipendente e vuoi godere dei diritti derivanti da tale indipendenza.
    • I tuoi genitori (o il tuo tutore) ti hanno detto che non puoi vivere con loro.
    • I tuoi genitori (o il tuo tutore) abusano di te fisicamente o sessualmente.
    • La situazione nella casa dei tuoi genitori o del tuo tutore è moralmente ripugnante per te.
    • I tuoi genitori (o il tuo tutore) ti hanno rubato dei soldi.
  3. Conosci le alternative all'emancipazione. Non è facile assumersi i diritti e i doveri degli adulti così presto. Molti teenager non hanno le risorse necessarie per pagare un affitto, comprare i vestiti o andare a fare la spesa al supermercato senza assistenza, e il giudice non concede l'emancipazione se non gli viene dimostrato che il richiedente è in grado di provvedere a se stesso. Inoltre, ottenere l'emancipazione può causare una spaccatura permanente in una famiglia. Di conseguenza, valuta anche le altre possibilità:
    • Parla delle tue opzioni con lo psicologo scolastico o con un adulto di cui ti fidi. Questa persona potrebbe fare da mediatore affinché tu e i tuoi genitori arriviate a un accordo e tu ti fermi sotto il loro tetto fino al compimento dei 18 anni.
    • Se non vuoi più vivere con i tuoi genitori e l'unica ragione è che non sopporti loro e le loro regole, puoi trasferirti a casa di un parente o di un amico.
    • Se ti trovi in una situazione di abuso, ricorda che, se ti emancipi, non potrai più essere aiutato dai servizi di protezione dei minori. Mettiti in contatto con un'istituzione competente per conoscere le tue opzioni.

Preparati a Diventare Emancipato

  1. Guadagna dei soldi e gestiscili. Dovrai provare alla corte di essere finanziariamente indipendente e di avere un lavoro. Se sei disoccupato, trovane subito uno.
    • Scrivi un CV parlando dei tuoi lavori passati, del volontariato, dei club e delle altre attività. Leggi la sezione degli annunci del quotidiano locale per trovare un'occupazione che non richieda il diploma delle superiori.
    • Risparmia tutti i soldi che puoi. Non spenderli per comprare vestiti che non ti servono o per uscire tutte le sere. Compra varie cose di seconda mano e approfitta di tutto ciò che sia gratuito. Fai la spesa in maniera frugale e consuma molta frutta e verdura. Apri un conto di risparmio presso una banca locale.
  2. Trova una nuova casa. Dovrai dimostrare alla corte di vivere in un posto stabile. Probabilmente non potrai permetterti un'abitazione grande, dunque opta per un appartamento piccolo o per un monolocale o stringi un accordo con un parente o con un amico.
  3. Ottieni il consenso dei tuoi genitori. Il processo di emancipazione è più semplice se i tuoi genitori lo appoggiano, altrimenti dovrai dimostrare le loro pecche.

Avvia il Processo di Emancipazione

  1. Riempi il modulo per richiederla. Nella maggior parte delle giurisdizioni, la domanda può essere presentata sia da te che dai tuoi genitori, con o senza l'assistenza di un avvocato. Mettiti in contatto con il tribunale circoscrizionale e richiedi i moduli da completare. Ecco qualche esempio:
    • Un affidavit (negli ordinamenti di common law) che descriva le ragioni della richiesta.
    • Bilancio della tua situazione finanziaria personale.
    • Verifica del tuo lavoro.
    • Dichiarazione della tua indipendenza sociale.
    • Un affidavit (negli ordinamenti di common law) scritto da un genitore o da un adulto che ti conosca personalmente e che creda che l'emancipazione sia nel tuo miglior interesse. Puoi chiederlo a un medico, a un assistente sociale, a uno psicologo, a un insegnante, a uno psicologo scolastico, a un amministratore della scuola o a un ministro religioso.
  2. Presenta i documenti al tribunale circoscrizionale e paga l'imposta. Tale tassa varia a seconda del posto in cui vivi. Per esempio, negli USA, è di 150-200 dollari.
    • Se non puoi pagarla, chiedi un modulo per l'esenzione fiscale a un impiegato del tribunale.

Ottieni l'Emancipazione

  1. Partecipa all'incontro preliminare, con o senza un avvocato, dopo che i documenti saranno stati analizzati. I tuoi genitori (o il tuo tutore) potrebbero ricevere un avviso di invito.
    • La corte si assicurerà che tu sia in grado di mantenerti finanziariamente e socialmente.
    • I tuoi genitori (o il tuo tutore) avranno la possibilità di obiettare la tua richiesta e spiegarne le ragioni.
    • In alcuni casi, verranno condotte delle investigazioni. Se i tuoi genitori (o il tuo tutore) presentano una casa accettabile e non vogliono che tu ti emancipi, la tua richiesta potrebbe essere rifiutata.
    • Se le prove presentate sono vere, il tuo caso proseguirà e verrà fissata un'udienza.
  2. Partecipa all'udienza. Dovrai provare l'accettazione o il rifiuto della tua emancipazione da parte dei tuoi genitori (o del tuo tutore), la tua abilità di gestire i tuoi impegni finanziari e sociali e la tua comprensione dei tuoi diritti e dei tuoi doveri.
    • Se riesci a fornire delle prove valide per la corte, ti verrà concessa l'emancipazione e i documenti resteranno archiviati nel tribunale fino al tuo venticinquesimo compleanno.
    • Se la decisione viene obiettata da te o dai tuoi genitori, potrai rivolgerti alla Corte d'Appello.
  3. Vivi come un adulto. Ottenuta l'emancipazione, la responsabilità ricadrà su di te, dunque cerca di condurre una vita stabile.

Consigli

  • Più adulto, preparato e indipendente sembrerai, più chance avrai di ottenere l'emancipazione.
  • Emanciparti non significa separarti completamente dai tuoi genitori, anche se loro non avranno più alcuna responsabilità legale per quanto ti riguarda.
  • Se hai denaro a sufficienza, un avvocato può accelerare il procedimento e migliorare le tue chance di emanciparti.
  • I teenager, in genere, ottengono l'emancipazione solo se si crede che sia nel loro miglior interesse e sotto circostanze estreme. Se non vai d'accordo con i tuoi genitori ma è evidente che ti vogliono bene, non ti verrà concessa.

Avvertenze

  • L'emancipazione ti permette di avere molti diritti, ma non tutti quelli di un adulto. Non puoi bere, votare o smettere di andare a scuola.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.