Come Maturare una Spesa

I ratei passivi sono una parte importante della procedura contabile. I costi che vengono maturati, ma che non sono stati rilevati per la fine di un dato esercizio devono essere trattati come ratei passivi in base al principio di competenza economica. Imparare a iscrivere correttamente in contabilità un rateo passivo richiede una solida comprensione dei principi contabili di base. Per fortuna, il processo in sé è abbastanza semplice.

Passaggi

  1. Comprendi che cosa è un rateo passivo. Si ha un rateo passivo quando si sta chiudendo un esercizio contabile e ci sono costi e passività non ancora rilevati. Per esempio, gli stipendi che sono stati conseguiti e non ancora corrisposti vengono iscritti in contabilità come dei ratei passivi. I ratei passivi vengono rilevati attraverso le scritture di integrazione sul libro giornale.
  2. Comprendi per quale motivo è necessario contabilizzare i costi dell'esercizio nel momento della loro maturazione. Perché non è possibile rilevare i costi (come il pagamento dello stipendio di un impiegato) nel momento dei relativi esborsi? La risposta è che questo sarebbe in contrasto con il principio di competenza economica. Tale principio si fonda su 2 postulati.
    • Il primo è il principio di contrapposizione. Il principio di contrapposizione impone di riconoscere i costi nel momento in cui vengono sostenuti e di contrapporre tali costi ai relativi ricavi. Quindi i ricavi conseguiti nel momento in cui una concessionaria d'auto vende un'automobile devono essere riportati nello stesso esercizio in cui viene registrato il costo d'acquisto dell'auto dal produttore.
    • Il secondo è il principio della realizzazione. Secondo tale principio, il riconoscimento dei ricavi avviene quando i ricavi si considerano realizzati (o realizzabili) e conseguiti. I ricavi si considerano realizzati quando una richiesta di pagamento viene trasmessa e conseguiti ("guadagnati") quando un prodotto viene consegnato o un servizio reso.
    • Questo implica, quindi, che non è sempre possibile aspettare fino al momento in cui i soldi passano di mano per rilevare un costo. Se, per esempio, un impiegato ha già lavorato durante il periodo di paga associato agli stipendi non retribuiti, allora quegli stipendi sono stati conseguiti. Devono comparire nell'esercizio contabile in corso, anche se la busta paga dell'impiegato non verrà redatta fino all'esercizio successivo.
  3. Determina i costi che devono essere maturati. Ipotizza, per esempio, che la tua società possieda una cambiale a lunga scadenza di 10 mila dollari, con un tasso di interesse annuo dell'8% (quest'esempio funziona altrettanto bene se si utilizzano valute differenti). Ogni anno, vengono maturati 800 dollari di interessi. Se la tua azienda adotta un periodo contabile quadrimestrale, alla fine di ogni quadrimestre dovrebbero maturare costi per un valore di 200 dollari.
    • Questa spesa verrà contabilizzata applicando una scrittura di integrazione. Ricorda, le scritture di integrazione si compongono al termine dell'esercizio, interessando il conto dello Stato Patrimoniale e il conto del Conto Economico.
    • Le scritture di integrazione devono comporsi nel modo seguente: 200 dollari da registrare in Dare nel conto Interessi Attivi e 200 dollari da registrare in Avere nel conto Interessi Passivi. Ricorda, i debiti aumentano i costi e i crediti aumentano le passività.
  4. Rileva correttamente le scritture di integrazione. Rileva le scritture di integrazione come descritto sopra, registrando in Dare i costi e in Avere le passività. Se l'integrazione non viene rilevata i costi e le passività saranno sottostimati e l'utile netto sovrastimato.
  5. Rileva correttamente le scritture di epilogo. Considerato che la scrittura di integrazione ha causato un saldo passivo nel conto dei costi, dovremo chiudere il conto. Ricorda, il conto dei costi è transitorio. Deve avere un saldo pari a 0 al termine di ciascun esercizio. La chiusura del conto prevede 2 brevi passaggi.
    • Epilogo del conto dei costi nel Conto di Risultato Economico. Una volta girato il saldo del conto dei costi nel Conto di Risultato Economico, il conto dei costi risulterà chiuso. Nel momento in cui verranno chiusi tutti i conti accesi ai costi e ai ricavi d'esercizio, il Conto di Risultato Economico sarà uguale all'utile di esercizio.
    • Epilogo del Conto di Risultato Economico nel conto del Patrimonio Netto. Anche il Conto di Risultato Economico è un conto transitorio e per questo deve essere chiuso. Il saldo del Conto di Risultato Economico è girato al conto del Patrimonio Netto. Lo scopo del Conto di Risultato Economico è di tenere in ordine il conto del Patrimonio Netto durante la scrittura di chiusura.

Consigli

  • Mentre la contabilità basata sul principio di competenza si fonda, a livello internazionale, sui medesimi principi contabili, il processo che porta alla rilevazione dei ratei passivi varia in base al principio contabile che adotta ciascun Paese. Gli esempi riportati sopra sono in linea con i principi di contabilità statunitensi generalmente accettati (US GAAP).

Cose che ti Serviranno

  • Software gestionale
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.