Come Inventarsi un Nome d'Arte

Personaggi pubblici di ogni tipo usano nomi d'arte: musicisti, attori, sportivi, danzatrici del ventre, ballerine di burlesque o scrittori. Un nome fittizio può aiutare a creare un personaggio, a rifletterne la personalità e a relazionarsi meglio con il pubblico. Può anche permettere di tenere separata la vita pubblica da quella privata.

Scegliere un Nome d'Arte

  1. Stabilisci la finalità del nome d'arte per il tuo caso specifico. Può infatti aiutarti a raggiungere diversi scopi: tutti i fattori seguenti possono influire sulla scelta del nome.
    • Marchio: un nome d'arte può aiutarti a creare un marchio di fabbrica che ti darà un'identità diversa e un'immagine artistica ben precisa.
    • Separazione tra vita personale e professionale: un nome d'arte sarà di dominio pubblico, probabilmente di uso comune. Alcune persone verranno comunque a conoscenza del tuo nome anagrafico, ma tenerlo separato da quello fittizio può garantirti una maggiore privacy.
    • Differenziazione: se il tuo nome di battesimo è molto comune, uno d'arte può aiutarti a farti notare e ricordare più facilmente.
    • Considerazioni in merito a pregiudizi: in passato, alcune persone usavano nomi d'arte per evitare reazioni istintive di natura razzista, antisemita o comunque fondate su preconcetti. Per fortuna oggi è più difficile che succeda una cosa del genere. Analogamente, alcune donne coniugate preferiscono evitare l'uso del cognome del marito, perché purtroppo qualcuno pensa che questo sia deleterio per la loro carriera.
  2. Scegli un nome che rifletta il tuo personaggio. Il nome d'arte ti dà l'opportunità di esprimerti. Quale significato desideri attribuirgli? Pensa a come potrebbe rappresentare la personalità che assumi in scena .
  3. Dietro il nome d'arte deve esserci una storia. Qualunque appellativo usi, la gente probabilmente vorrà sapere perché hai deciso di chiamarti proprio così. Se l'aneddoto non è interessante, potresti inventarne uno più originale adatto al tuo nome .
  4. Fai una ricerca sul tuo nome. Online e grazie ai libri dei nomi puoi scoprire il significato dell'appellativo che hai scelto. Informati sulle sue origini. Il suo significato e la sua storia riflettono quello che vuoi trasmettere?
  5. Scegli un nome che possa essere trovato facilmente. Pensa al modo in cui le persone potrebbero trovare il tuo nome su motori di ricerca come Google. Se usi parole molto comuni, specialmente singole (come Sole o Cuore), per i fan può essere difficile rintracciarti online .
  6. Scegli un nome che possa evolvere nel corso degli anni insieme a te. Può sicuramente allettarti usarne uno che rifletta i tuoi gusti attuali o una moda passeggera, che cavalchi l'onda del momento. Considera però dove vorresti essere tra 10 o 20 anni. Il tuo nome d'arte si adatterebbe anche a un artista adulto o va bene solo per un adolescente?
    • Gli artisti giovani dovrebbero considerare se i propri nomi d'arte saranno altrettanto adatti da adulti. Joseph Yule si faceva chiamare Mickey Rooney, un nome adeguato per un giovane attore, ma da adulto si è rivelato decisamente meno adeguato. Analogamente, Lil' Bow Wow ha dovuto eliminare la parola Lil' ("piccolo") dopo una certa età .
    • Scegli un nome di cui non ti stancherai subito. Se pensi che tra sei mesi finirai per odiarlo, considera un altro appellativo.

Usare Nomi di Famiglia

  1. Utilizza un soprannome che avevi da piccolo. Durante l'infanzia magari non ti chiamavano con il tuo nome di battesimo e questo nomignolo potrebbe diventare un buon nome d'arte. Per esempio, Richard Melville Hall veniva chiamato Moby dai suoi genitori e il musicista l'ha poi adottato come nome d'arte .
  2. Utilizza il tuo secondo nome. Se hai un secondo nome particolare, usalo pure. Pensa a Drake, al secolo Aubrey Drake Graham , o ad Angelina Jolie Voight, che ha sostituito il cognome con il secondo nome.
  3. Ispirati al tuo albero genealogico. Potresti usare il nome della tua bisnonna o il secondo nome del tuo prozio. Questo nome d'arte ti permetterà di omaggiare la tua famiglia e sentirti più vicino alle tue origini .
  4. Utilizza il tuo cognome. Alcuni artisti fanno proprio in questo modo perché il nome anagrafico è difficile da pronunciare o magari non l'hanno mai gradito. Liberace è un esempio: usava solo il cognome, senza il nome di battesimo, cioè Władziu.
    • Alcuni artisti intraprendono la carriera con il nome anagrafico completo o unendo nome d'arte e cognome. Reinventarsi dal punto di vista professionale può implicare modifiche al nome, ma comunque è normale non voler perdere la reputazione o il riconoscimento che si ha già. In questo caso, elimina il cognome e usa solo il nome.
    • In alternativa, aggiungi il cognome. Se finora hai usato un nome d'arte singolo, potresti aggiungere il cognome per reinventarti.
    • Potresti anche cambiare o modificare leggermente il cognome. Alcune artiste aggiungono il cognome del marito (con o senza trattino) al proprio: pensa a Courtney Cox, che ha adottato il cognome Arquette dopo il matrimonio (ma l'ha poi eliminato con il divorzio).
  5. Puoi adottare lo stesso nome d'arte usato da un tuo genitore. Se ci sono altri artisti in famiglia, potresti associare il tuo nome d'arte a quello di tuo padre o tua madre. Questo può consentirti di farti una reputazione ed essere riconosciuto tra fan e addetti ai lavori.
    • Per esempio, Carlos Irwin Estévez è diventato Charlie Sheen in onore di suo padre Martin Sheen, anch'egli attore, al secolo Ramón Antonio Gerardo Estévez. Suo fratello Emilio ha mantenuto invece il cognome anagrafico della famiglia.

Grafia del Nome d'Arte

  1. Potresti provare a cambiare la grafia del tuo nome. Se il tuo nome di battesimo ti piace, potresti fare degli esperimenti fonolinguistici: magari modificare alcune lettere può renderlo più interessante. Il nome della band Gotye altro non è che un calco del cognome francese Gaultier .
    • A volte non è una buona idea, specialmente se aggiungi una lettera laddove non è affatto necessario. Rischi altrimenti di confondere gli altri e complicare la pronuncia del tuo nome.
  2. Evita di inserire simboli nel tuo nome. Forse ti sembra originale sostituire una S con il simbolo del dollaro ($) o una I con il punto esclamativo (!), ma questo creerebbe solo confusione e probabili errori di ortografia. Certo, Ke$ha e altri l'hanno fatto, ma dovresti evitarlo.
    • Nel 1993 il cantante Prince ha trasformato il suo nome in un simbolo per sottrarsi dal contratto stipulato con la Warner Bros. Dal momento che il simbolo era impronunciabile, i giornalisti lo ribattezzarono The Artist Formerly Known as Prince. Un cambiamento del genere funzionerebbe solo se avessi già una buona reputazione e un seguito, e anche in quel caso complicherebbe troppo le cose. Dopo la scadenza del contratto con la Warner Bros., l'artista ha ricominciato a farsi chiamare Prince .
  3. Aggiungi un tocco di esotismo. Alcuni nomi d'arte possono diventare più originali con questo metodo. Spesso è ideale per artiste di burlesque e pin-up. Aggiungere articoli o preposizioni in altre lingue, come von, de o the, può rendere più esotico e interessante un nome .
  4. Considera come verrà pronunciato il tuo nome. Se è insolito, può darsi che gli altri avranno problemi a pronunciarlo. Pensa ad attori come Quvenzhané Wallis, Saoirse Ronan o Ralph Fiennes. Sono nomi difficili da pronunciare e spesso è necessario fare delle precisazioni in merito negli articoli in cui compaiono .
    • Considera una grafia alternativa del tuo nome che possa facilitare una pronuncia corretta.
    • Una volta che sarai diventato famoso, probabilmente ti lascerai alle spalle questo problema.
  5. Considera il tuo profilo internazionale. Se iniziassi a esibirti all'estero, il tuo nome sarebbe altrettanto interessante? Dal momento che internet facilita il rapporto tra artisti e fan che vivono in ogni angolo del globo, pensa a come risuonerà il tuo nome nelle diverse culture mondiali.
  6. Utilizza in maniera coerente la grafia che hai scelto. Se decidi di usare una grafia alternativa o dei simboli particolari, cerca di farlo costantemente. Non passare dalla S al simbolo $ e viceversa. Scegli una variante fissa.

Usare il Nome d'Arte

  1. Prova a usare concretamente il nome d'arte. Magari ti sembra fantastico quando lo dici ad alta voce davanti a uno specchio. Devi però capire se riscuote altrettanto successo quando viene pronunciato da qualcun altro. In pratica, fai un test di mercato .
  2. Non cambiare legalmente il tuo nome. A meno che tu non voglia rinunciare completamente al tuo nome di battesimo, è inutile seguire questa strada. Mantenerlo ti aiuterà a determinare una distinzione netta tra la tua vita personale e quella professionale.
  3. Se hai uno pseudonimo, registralo alla SIAE presentando una domanda provvista della documentazione e dei versamenti richiesti. Ovviamente l'ente ne verificherà l'originalità prima di confermarne il riconoscimento. La procedura per il nome d'arte è molto simile. Devi però sapere che per il nome d'arte non è necessario alcun riconoscimento, bisogna solo comunicarlo alla SIAE. Tuttavia, devi dimostrare la tua notorietà in campo artistico mediante prove come copertine e siti web .
    • Lo pseudonimo e il nome d'arte vengono concessi solo a soggetti singoli già associati alla SIAE.
  4. Aggiorna i dati collegati al tuo conto in banca. Dovresti infatti indicare anche il tuo nome d'arte, specialmente se hai un conto aziendale associato alle entrate percepite con il tuo alias. Assicurati che il conto specifichi entrambi i nomi a scanso di equivoci.
  5. Riserva account sui social network con il tuo nome d'arte. Una volta che lo avrai scelto, assicurati di avere una presenza online attiva con quel nome. Apri una pagina su Facebook diversa dal tuo profilo personale. Creane uno anche su Twitter .
  6. Riserva un dominio. Dopo aver scelto il nome d'arte, registra un dominio per evitare che qualcuno utilizzi a sproposito la tua identità o sfrutti il tuo successo per un profitto personale (questo fenomeno si chiama cybersquatting) .
    • Cerca un sito che ti permetta di registrare un nome di dominio, come GoDaddy.com o Dotster.com. Assicurati che il tuo nome non sia già in uso.
    • Registra il tuo dominio su un sito web apposito. Stabilisci per quanto tempo riservarlo. Puoi rinnovarlo ogni anno fino a un massimo di 10 anni. Dovrai pagare una quota che può variare annualmente e a seconda del sito. Solitamente la registrazione iniziale è compresa tra i 10 e i 15 euro .

Consigli

  • Scegli un nome d'arte non appena inizi a creare il tuo personaggio. Il nome stesso può influire sul tuo comportamento e sulla tua interazione con i fan.
  • Non sentirti obbligato a scegliere un nome d'arte. Puoi usare il tuo nome anagrafico, anche se sarà più difficile separare la vita pubblica da quella privata. Se hai un nome particolare, come Benedict Cumberbatch, ti conviene mantenerlo. Analogamente, se preferisci un nome comune, e il tuo lo è, usalo .
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.