Come Verificare se il Tuo Cane è Sano e Felice

Ti sei mai chiesto se il tuo cane sta davvero bene? In qualità di suo padrone, hai il compito di prenderti cura del benessere fisico e mentale del tuo amico peloso. Quindi, sarebbe un'ottima idea fermarsi ogni tanto e chiedersi se è sano e felice. Per valutare questo aspetto, oltre a stare attento a eventuali problemi psicologici, come la noia e la frustrazione, dovrai osservare se sta bene fisicamente. Controllandolo frequentemente, potrai sapere se il tuo amico a quattro zampe è veramente contento e gode di una buona salute.

Valutare il Benessere Mentale del Cane

  1. Osserva il tuo cane nel quotidiano. Valuta nel complesso il suo atteggiamento e scopri ciò che può essere normale per il tuo amico peloso. Arriva a capire fino a che punto gli piace passeggiare, come reagisce quando torni dal lavoro, quanto è mite o scontroso, quanta acqua beve, che aspetto hanno le sue feci, con quale frequenza fa i suoi bisogni durante il giorno, come si presenta la parte interna delle orecchie e che odore ha il suo alito.
    • Per esempio, alcuni cani mangiano con avidità, mentre altri sono schizzinosi. Se normalmente il tuo cane appartiene alla prima categoria, è indicativo se rifiuta il cibo. Tuttavia, se hai un cagnolino che storce il naso davanti a tutto meno che di fronte a una buona bistecca, desta meno preoccupazioni se rifiuta il cibo nella ciotola.
    • Se arrivi a conoscere come le tue tasche tutti questi fattori, ti troverai nella posizione ideale per individuare quali cambiamenti potrebbero indicare qualche malessere nel tuo cane.
  2. Valuta il suo stato d'animo attraverso il comportamento e il linguaggio del corpo. I cani provano emozioni come dolore, depressione, noia e frustrazione. Il segreto di un bravo padrone è riuscire a riconoscerle. Normalmente, il primo segnale di cui bisogna essere a conoscenza è un eventuale cambiamento nel comportamento o nel linguaggio del corpo.
    • Per esempio, se al tuo rientro a casa diventa introverso e non esce dalla cuccia, quando normalmente era socievole e ti aspettava alla porta per farti le feste, è comprensibile sospettare che sia successo qualcosa.
    • Presta attenzione al consueto linguaggio del corpo del tuo cane. Tiene le orecchie o la coda più basse del solito, si defila o assume una posizione dominante quando qualcuno si avvicina a lui? Tutti questi sono segnali del linguaggio del corpo che potrebbero indicare che c'è qualcosa che non va.
    • Un'altra spia del fatto che è annoiato o frustrato sta nel comportamento distruttivo: scava, piagnucola, abbaia e piange. In questi casi si innesca un comportamento sostitutivo, come masticare i mobili, che dà sfogo alla sua frustrazione.
  3. Osserva le espressioni del viso. Molti cani sono in grado di esprimere attraverso il volto il loro stato d'animo, come l'umore depresso. Se di solito il tuo amico peloso non ha uno sguardo sofferente né un'espressione triste, ma l'assume improvvisamente, allora è probabile che si tratti di una manifestazione di quello che sta provando al momento.
  4. Fai attenzione a eventuali cambiamenti fisici nel cane. I cambiamenti fisici potrebbero indicare stress mentale o depressione. Ad esempio, stai attento se non si dedica più alla pulizia personale. Quando sono depressi o malati, spesso gli animali smettono di prendersi cura di sé, il pelo cade e si sfibra, diventando disordinato e trasandato.
  5. Affronta le possibili cause dell'infelicità del tuo cane. Se è triste o si comporta male, dovresti individuare la causa del suo disagio e quindi cercare di cambiare la situazione, se puoi. Ovviamente, non potrai risolvere tutti i problemi, ma alcuni sì!
    • Per esempio, se il tuo cagnolino è stressato perché ha dovuto acquisire nuove abitudini o per un recente cambio di casa, è chiaro che questa situazione non si può modificare, ma puoi consolarlo e aiutarlo a superare questa fase.

Valutare la Salute Fisica del Cane

  1. Spazzolalo e ispeziona regolarmente il suo corpo. Uno dei doveri del padrone è quello di spazzolare il proprio cane con una certa frequenza. Oltre a mantenere il pelo in buone condizioni e privo di nodi, questa operazione è ideale per effettuare un piccolo esame fisico in casa. Ti aiuterà a capire meglio quando il tuo cane è in salute. Se è avvenuto qualche cambiamento nelle sue condizioni fisiche, avrai la possibilità di accorgerti in tempo di qualche problema.
    • Quando lo esami fisicamente, è meglio seguire uno schema ispettivo in modo da non trascurare accidentalmente qualcosa. La maggior parte dei veterinari ha l'abitudine di partire dalla testa e proseguire verso la coda.
  2. Stai dietro di lui e valuta le condizioni generali del cane. Guarda come si regge sulle zampe o sta seduto. Hai l'impressione che stia comodo e rilassato oppure sembra avere difficoltà ad alzarsi e abbassarsi? Osserva la sua respirazione e conta quanti respiri fa nel giro di un minuto quando è a riposo. Normalmente dovrebbe farne 20-30 in 60 secondi.
    • Se vive in una casa a temperatura regolare, senza esporsi a un caldo così forte che lo costringe ad ansimare per rinfrescarsi, dovrebbe respirare in modo rilassato e quasi impercettibile. Se i movimenti respiratori sono esagerati, specialmente quando coinvolgono i muscoli dell'addome per portare l'aria dentro e fuori i polmoni, vuol dire che vi è qualche difficoltà respiratoria e, quindi, dovresti farlo visitare dal veterinario.
    • Quanto pesa? Sta ingrassando o dimagrendo in concomitanza a un aumento o una diminuzione dell'appetito? Vale la pena far controllare le variazioni di peso dal veterinario in quanto possono costituire un segnale importante che indica problemi di salute.
    • È vigile, ha lo sguardo vivace e scodinzola, oppure cammina con la testa bassa, con fare indolente, infilando la coda tra le zampe?
  3. Controlla gli occhi. Usando l'indice e il pollice, separa delicatamente le palpebre. Se gli occhi sono belli e luminosi e riesci a scorgere il riflesso della tua figura, allora stanno bene. Tra i sintomi che indicano una salute cagionevole vi sono l'ingiallimento della parte bianca (ittero), l'infiammazione della stessa (potrebbe indicare un'allergia o un'infezione) e velature sulla superficie oculare (un'ulcera o, eventualmente, un aumento della pressione all'interno dell'occhio).
    • Controlla le secrezioni oculari. Se sono gialle o verdi piuttosto dense, indicano un'infezione.
    • Gli occhi sono organi delicati e, se sospetti qualcosa di preoccupante, portalo dal veterinario. Trascurare un problema serio potrebbe comportare la perdita della vista.
  4. Controlla i denti. Solleva le labbra del cane fino a scoprire i denti. Quando sono sani e puliti, hanno un aspetto molto simile al nostro (ad eccezione della forma), gengive rosa e smalto bianco. Controlla se sono presenti accumuli di tartaro di colore giallo o marrone sulla superficie, se ha le gengive infiammate o sanguinanti (gengivite) oppure l'alito cattivo. Tutti questi segnali indicano che il tuo cane ha bisogno di cure dentali.
  5. Osserva e tocca il naso. Da sempre si pensa che il naso freddo e umido sia segno di buona salute. Molti cani perfettamente sani hanno il naso secco e caldo, quindi non farti prendere dal panico se anche nel tuo amico peloso si presenta in questo modo. Impara quando il suo naso è in condizioni fisiche normali. Alcune malattie autoimmuni della pelle possono colpire questo organo, quindi se esternamente è infiammato, presenta croste o sanguina, rivolgiti al veterinario.
  6. Esamina le orecchie. Guarda all'interno e confrontale tra loro. Dovrebbero avere entrambe lo stesso aspetto. L'ingresso del canale uditivo dovrebbe somigliare a un buco nero. La parte cutanea del padiglione auricolare dovrebbe avere l'aspetto della pelle normale e non apparire ispessita, infiammata, arrossata né ricoperta di croste. Se noti la presenza di questi sintomi o se vi sono secrezioni all'interno dell'orecchio (come cerume scuro e spesso o pus maleodorante), consulta il veterinario.
    • Non dimenticare di annusare nelle orecchie! L'odore all'interno non dovrebbe essere nient'altro che quello di un "cane". Se è così sgradevole da farti indietreggiare, portalo dal veterinario.
  7. Ispeziona il pelo. Controlla se è privo di scagliette bianche, lucido e liscio (nelle razze che non hanno il manto ispido). Separa il pelo per controllare la pelle. Al tatto non dovrebbe dare la sensazione che sia grasso, né dovrebbe esservi forfora, puntini neri, pelle infiammata, croste o depigmentazione della pelle. Tutti questi segnali indicano che è in corso una patologia cutanea e, quindi, è necessario sottoporre il cane all'esame del veterinario.
  8. Controlla se ha protuberanze ed escrescenze. Passa la mano sul corpo del cane per verificare se vi sono noduli e rigonfiamenti. È consigliabile farli controllare dal veterinario, anche se sono apparentemente innocui, perché potrebbero rivelare un problema serio.
    • Se non sei sicuro che valga la pena consultare il veterinario, misura le dimensioni del nodulo e annotale. Controllalo e misuralo di nuovo dopo un paio di settimane. Se si sta modificando rapidamente, è infiammato o crea qualche fastidio al cane, è indispensabile portarlo a visita dal veterinario.
  9. Guarda sotto la coda. È facile trascurare questa zona, ma è importante controllarla perché le ghiandole anali infette o le escrescenze cancerose intorno all'ano si individuano meglio nella fase iniziale. Presta attenzione all'eventuale perdita di simmetria della circonferenza dell'ano (se da una parte è più gonfia rispetto a un'altra), se dai seni anali vengono espulsi o secreti liquidi o se vi sono escrescenze cutanee più prominenti.
  10. Controlla i testicoli o le ghiandole mammarie. Se il tuo cane è maschio, verifica sempre che abbia i testicoli di dimensioni uguali. Se uno è più grande dell'altro, questo fenomeno può indicare un cancro ai testicoli. Allo stesso modo, se è femmina, fai scorrere la mano su entrambi i lati della zona mammaria per controllare se sono presenti protuberanze. Ogni eventuale anomalia deve essere sottoposta all'esame dal veterinario.

Consigli

  • Il lamento del cane è il suo modo di manifestare il bisogno di qualcosa, di solito cibo, acqua, amore o affetto umano. Tuttavia, se hai già provveduto a dagli tutto ciò che gli occorre, probabilmente è meglio portarlo dal veterinario per avere la certezza che stia bene fisicamente.
  • Se il tuo cane è stato contagiato da qualche malattia, è probabile che ti senta male per aver permesso che accadesse. Ricorda, però, che non è colpa tua. Tutti i cani si ammalano in un momento o in un altro della vita.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.