Come Curare l’Eczema del Cuoio Capelluto

L'eczema è una patologia dermatologica causata da una carenza di sebo e idratazione della cute. La pelle normale è in grado di mantenere da sola un equilibrio fra questi fattori, creando una barriera protettiva contro danni ambientali, irritazioni e infezioni. L'eczema del cuoio capelluto, in particolare, potrebbe essere causato sia dalla dermatite atopica (ereditaria) che seborroica. A volte viene chiamato forfora, eczema seborroico, psoriasi seborroica e, nei neonati, crosta lattea; questi tipi di dermatiti possono anche causare un eczema su viso, petto, schiena, ascelle e all'inguine. Sebbene sia un disturbo che causa molto disagio e imbarazzo, si tratta di una patologia non contagiosa e non è causata dalla cattiva igiene personale. Per poter trattare o risolvere il tuo eczema al cuoio capelluto devi comprenderne le cause e i sintomi.

Riconoscere i Sintomi e le Cause

  1. Cerca i sintomi comuni. L'eczema del cuoio capelluto può causare problemi sulla testa e anche su altre zone interessate dal disturbo. I sintomi più diffusi sono desquamazione (forfora), prurito, arrossamento cutaneo, formazione di croste o scaglie sulla pelle, aree untuose e alopecia.
    • L'infiammazione porta allo sviluppo di zone arrossate con un'alta concentrazione di grassi acidi, che in alcune persone conferiscono alla cute un aspetto untuoso e giallognolo.
    • Nei neonati, l'eczema è piuttosto comune sul cuoio capelluto e si presenta sotto forma di macchie rosse, secche e squamose o, nei casi più gravi, come una spessa crosta bianca o gialla e grassa.
    • Alcune malattie dermatologiche come le micosi, la psoriasi, le dermatiti e il lupus possono assomigliare a questo disturbo. Tuttavia, si può procedere a una diagnosi differenziale in base alla zone del corpo su cui si manifestano e al numero degli strati della cute coinvolti.
    • Se non sei sicuro che i tuoi sintomi rientrino nel quadro dell'eczema, rivolgiti al tuo medico. Egli potrà determinare la causa del disturbo e valutarne la gravità, per decidere un'eventuale terapia.
  2. Informati sulle cause dell'eczema. Alcuni medici credono che, oltre alla riduzione della produzione di sebo e di umidità cutanea, l'eczema possa essere in qualche modo innescato anche da un certo tipo di lievito: il Malassezia furfur. Questo è normalmente presente sulla superficie esterna della pelle umana ma, nelle persone che soffrono di eczema al cuoio capelluto, il lievito invade gli strati superficiali della cute e secerne sostanze che aumentano la produzione di grassi acidi. Questo innesca una reazione infiammatoria e rende la pelle secca, che inizia così a desquamarsi.
    • Se soffri di eczema atopico, cioè c'è una tendenza genetica nella tua famiglia a sviluppare questa malattia, il lievito potrebbe non essere una delle cause. I medici credono che gli individui che sviluppano questa dermatite abbiano una barriera cutanea indebolita a causa di una mutazione del gene all'interno delle proteine strutturali della pelle.
  3. Determina i fattori di rischio. Sebbene la scienza medica non sia certa sui motivi per cui alcuni pazienti sviluppino la dermatite seborroica e altri no, sembra però che ci siano alcuni fattori che aumentano le probabilità di soffrirne:
    • Essere obeso o in sovrappeso.
    • Affaticamento.
    • Fattori ambientali (clima molto secco, ad esempio).
    • Stress.
    • Altre patologie dermatologiche (come l'acne).
    • Alcune patologie sistemiche come l'ictus, l'HIV, il morbo di Parkinson o traumi alla testa.
  4. Evita i prodotti per la pelle e per i capelli che contengono alcol. Questo elemento rimuove lo strato protettivo di sebo causando la secchezza del cuoio capelluto. Tutto ciò non fa altro che peggiorare la desquamazione e il prurito e potrebbe rivelarsi una causa dell'eczema seborroico.
    • Sii delicato quando lavi la cute e i capelli, e non strofinare con forza! Massaggiati delicatamente con le dita, mentre fai lo shampoo: l'obiettivo è quello di lavare i capelli senza eliminare il sebo del cuoio capelluto.
  5. Non grattarti i punti pruriginosi. Anche se non è facile evitarlo quando provi prurito, devi cercare di non grattare le parti infiammate, altrimenti potrebbero irritarsi ulteriormente e sanguinare.
    • Potresti anche innescare un'infezione secondaria, se ti grattassi eccessivamente.
  6. Sappi che l'eczema si manifesterà ancora. È piuttosto improbabile che tu possa "guarire" completamente da questo disturbo, anche con un trattamento efficace. L'eczema al cuoio capelluto appare e poi scompare quando viene curato; tuttavia, le recidive sono frequenti, per cui la terapia è pressoché continuativa. Per fortuna, la maggior parte delle cure può essere protratta per lungo tempo.

Trattare l'Eczema negli Adulti con Prodotti da Banco

  1. Per prima cosa discuti del tuo problema con il medico o il farmacista. I farmaci che non richiedono prescrizione medica possono interferire con alcune patologie e altre terapie, per cui è sempre opportuno valutare questi rischi con un professionista, prima di sottoporsi a delle cure.
    • Se soffri di allergie, patologie sistemiche, prendi dei farmaci, sei incinta o allatti al seno, allora devi sempre consultarti con il medico prima di iniziare qualunque tipo di trattamento.
    • Non somministrare alcuna terapia ai bambini senza prima esserti rivolto a un pediatra. La cura dell'eczema del cuoio capelluto nei bambini segue una procedura diversa e non viene affrontata in questa sezione dell'articolo.
  2. Affidati a dei trattamenti da banco. Puoi trovare in commercio diversi shampoo e oli indicati per risolvere i problemi di eczema e che non hanno bisogno di ricetta medica. Questi, solitamente, sono i primi prodotti che vengono consigliati e si utilizzano prima di passare a degli shampoo su prescrizione. Puoi utilizzarli quotidianamente per un lungo periodo.
    • Ricorda che questi prodotti non sono approvati per uso pediatrico! Utilizzali solo per trattare l'eczema negli adulti.
  3. Lava i capelli nel modo corretto. A prescindere dallo shampoo che usi, ci sono alcuni accorgimenti generali che dovresti seguire quando lavi i capelli con qualunque prodotto o olio. Se strofini il cuoio capelluto con troppo vigore o utilizzi dei detergenti che contengono alcol, il tuo problema cutaneo peggiorerà.
    • Come prima cosa, bagna i capelli con acqua tiepida (non bollente).
    • Applica il detergente medicato su tutto il cuoio capelluto e i capelli massaggiando delicatamente. Non grattare né strofinare la cute, perché potresti far sanguinare le croste e innescare un'infezione.
    • Lascia agire il prodotto per il periodo indicato sulla confezione; solitamente bisogna aspettare cinque minuti.
    • Risciacqua la testa accuratamente con acqua tiepida (non bollente) e asciugati con un panno pulito.
    • Gli shampoo che contengono catrame minerale sono pericolosi, se vengono ingeriti: evita che la schiuma entri negli occhi o in bocca.
    • Alcuni prodotti, come gli shampoo con chetoconazolo, possono rivelarsi efficaci quando si alternano, due volte a settimane, con altri detergenti per il cuoio capelluto.
  4. Lava i capelli con uno shampoo al solfuro di selenio. Questo prodotto è in grado di uccidere il lievito che è potenzialmente responsabile di molti casi di eczema. Se riesci a sbarazzarti del lievito, la tua pelle ha la possibilità di guarire senza peggiorare la secchezza, l'infiammazione e le croste pruriginose.
    • Gli effetti collaterali più diffusi di questi detergenti sono secchezza o untuosità del cuoio capelluto e dei capelli stessi. In minima percentuale, alcuni pazienti hanno riscontrato irritazione, scolorimento e perdita dei capelli.
    • Devi continuare il trattamento per almeno due settimane, se vuoi vedere dei risultati.
  5. Applica sui capelli un prodotto a base di melaleuca. L'olio dell'albero del tè (Melaleuca alternifolia) ha proprietà antifungine naturali che sono utili nella cura dell'eczema. Uno studio clinico ha dimostrato che alcuni pazienti hanno tratto beneficio dall'uso di uno shampoo con il 5% di olio di melaleuca. L'unico effetto collaterale è l'irritazione del cuoio capelluto.
    • Puoi usare questo prodotto tutti i giorni.
    • L'olio di melaleuca è tossico, se viene ingerito; evita pertanto che possa entrare in bocca o negli occhi.
    • Inoltre questo prodotto ha delle proprietà estrogene e antiandrogene ed è stato correlato a patologie come la crescita del seno nei maschi in età preadolescenziale.
  6. Prova gli shampoo con zinco piritione. La maggior parte dei detergenti "anti-forfora" contiene questo principio attivo. Gli scienziati non conoscono esattamente il motivo per cui è efficace contro l'eczema del cuoio capelluto, ma sembra che abbia delle proprietà antibatteriche e antimicotiche. Inoltre rallenta la riproduzione cellulare, riducendo la desquamazione. L'unico effetto collaterale noto è l'irritazione cutanea.
    • Puoi usare questo prodotto tre volte a settimana.
    • Cerca i detergenti contenenti l'1 o il 2% di zinco piritione; sono disponibili anche delle creme.
  7. Fai un tentativo con gli shampoo all'acido salicilico. Il principio attivo è un esfoliante che elimina gli strati superficiali della cute della testa. I detergenti che lo contengono sono efficaci se la concentrazione è compresa fra 1,8 e 3%. L'unico effetto indesiderato è l'irritazione della pelle.
  8. Prova le preparazioni a base di chetoconazolo. Si tratta di un prodotto molto efficace per combattere l'eczema alla testa. È disponibile in molte preparazioni da banco, fra cui shampoo, schiume, creme e gel. Esistono anche dei preparati che devono essere prescritti dal medico.
    • Solitamente, i prodotti da banco hanno concentrazioni inferiori di chetoconazolo rispetto agli shampoo e alle creme che può prescriverti il medico.
    • Gli effetti collaterali prevedono un'anomala consistenza dei capelli, decolorazione, irritazione del cuoio capelluto, secchezza o untuosità della cute e dei capelli.
    • Gli shampoo all'1 o 2% di chetoconazolo sono sicuri ed efficaci anche sui neonati. Puoi usarli due volte a settimana per due settimane.
  9. Applica del miele grezzo. Anche se non è uno shampoo, il miele ha proprietà antibatteriche e antifungine. Puoi usarlo per trovare sollievo dal prurito e allentare le squame dalla pelle. Non si tratta ovviamente di una cura, ma aiuta la pelle a guarire dalle lesioni.
    • Diluisci il miele grezzo in acqua calda, creando una miscela con il 90% di miele e il 10% di acqua.
    • Massaggia la soluzione sulle lesioni del cuoio capelluto per 2-3 minuti senza grattare e senza essere troppo aggressivo. Alla fine risciacqua con acqua tiepida.
    • A giorni alterni, spalma del miele grezzo sulle zone pruriginose e lascialo agire per 3 ore. Trascorso questo tempo risciacqua la testa. Continua con questa procedura per quattro settimane.
  10. Prova gli shampoo con catrame minerale. La funzione principale di questo principio attivo è quella di rallentare la velocità con cui le cellule cutanee si riproducono; inoltre inibisce la proliferazione micotica, ammorbidisce e stacca la pelle desquamata e le croste. Tuttavia, non si tratta di un prodotto tanto innocuo quanto gli altri detergenti da banco e non deve essere la tua prima scelta.
    • Usa questo shampoo due volte al giorno per un massimo di quattro settimane.
    • Gli effetti collaterali possibili sono prurito, perdita localizzata dei capelli, dermatite da contatto sulle dita e alterazione della pigmentazione cutanea.
    • Dovresti consultare il tuo medico prima di utilizzare uno shampoo con catrame minerale. Non applicarlo su bambini e donne incinte o che stanno allattando. Inoltre potrebbe interagire negativamente con alcuni farmaci e scatenare reazioni allergiche.

Trattare l'Eczema nei Neonati e Bambini

  1. Aspetta che la situazione si risolva da sola. In molti neonati e bambini piccoli, l'eczema al cuoio capelluto svanisce da solo nel giro di alcune settimane – in alcuni casi potrebbero essere necessari anche alcuni mesi. Sebbene possa sembrare un disturbo piuttosto seccante, la maggior parte dei bimbi non è infastidita da questa malattia cutanea.
    • Se la dermatite non guarisce da sola, rivolgiti al pediatra per valutare una cura.
    • Proprio come negli adulti, l'eczema al cuoio capelluto può sparire dopo un trattamento e ripresentarsi in seguito.
  2. Usa dei prodotti diversi per i bambini. I neonati e i bambini sotto i due anni di età hanno bisogno di cure diverse rispetto agli adulti. Non usare i prodotti da banco pensati per i pazienti adulti.
  3. Rimuovi le croste e le scaglie di cute massaggiando il cuoio capelluto. Il più delle volte, questo eccesso di pelle può essere staccato con un massaggio delicato: puoi usare le tue dita o un panno morbido. Inumidisci i capelli del bambino con acqua calda e, con grande cura, strofinagli la testa, ma senza grattarla!
    • Non usare strumenti abrasivi o esfolianti come le spazzole da bagno, le spugne vegetali o quelle molto dure.
  4. Procurati uno shampoo delicato per bambini. Quelli che sono studiati per curare l'eczema negli adulti sono troppo aggressivi sulla pelle così delicata dei bimbi; per questa ragione è meglio usare un detergente normale per neonati come Aveeno Baby.
    • Lavagli i capelli ogni giorno.
    • I detergenti con l'1 o 2% di chetoconazolo sono efficaci e sicuri sui neonati, anche se dovresti sempre consultarti con il pediatra prima di iniziare il trattamento. Puoi usarlo due volte al giorno per due settimane.
  5. Strofinagli la testa con olio. Se il massaggio non è in grado di rimuovere le croste, allora massaggia il cuoio capelluto con vaselina o olio minerale, ma non con quello di oliva.
    • Lascia che l'olio penetri nella cute per qualche minuto, poi lava i capelli del bambino con uno shampoo delicato. Risciacqua con acqua tiepida e poi pettina il bimbo come al solito.
    • Ricordati di risciacquargli con grande attenzione il cuoio capelluto dopo ogni trattamento con l'olio, altrimenti i residui si accumulano e peggiorano la condizione.
  6. Fai il bagnetto al bambino. Ogni 2-3 giorni puoi fare un bagno al bimbo in acqua tiepida (non bollente) per non più di 10 minuti.
    • Evita gli agenti irritanti come i saponi, i bagnoschiuma, i sali di Epsom o altri prodotti analoghi. Sono tutti potenzialmente irritanti per la cute dei bambini e possono aggravare l'eczema.

Trattare l'Eczema con Prodotti su Prescrizione

  1. Discuti con il tuo medico in merito ai prodotti su prescrizione. I pazienti che non traggono beneficio da creme e shampoo da banco o che non sono soddisfatti dei risultati, potrebbero aver bisogno di medicinali più forti. Il dermatologo può prescriverti una terapia più aggressiva a base di creme, lozioni, shampoo e anche farmaci sistemici, se gli shampoo medicati si sono dimostrati inefficaci. Sono disponibili anche delle terapie che prevedono l'uso di raggi UV.
    • Gli shampoo antimicotici su prescrizione e i corticosteroidi per uso topico sono efficaci ma costosi e presentano diversi effetti collaterali, quando vengono usati a lungo. Vengono presi in considerazione quando i prodotti da banco non danno i risultati sperati.
  2. Usa degli shampoo antifungini. Il tipo più comune di detergente su prescrizione medica che si utilizza nei casi di eczema è quello antimicotico. Solitamente la scelta ricade su un prodotto all'1% di ciclopirox o con il 2% di chetoconazolo.
    • Gli effetti avversi più diffusi per questi shampoo sono irritazione cutanea, sensazione di bruciore, pelle secca e prurito.
    • Si dovrebbero usare quotidianamente o almeno due volte a settimana durante il periodo di trattamento. Segui sempre le istruzioni del bugiardino o le indicazioni del tuo dermatologo.
  3. Prova i detergenti con corticosteroidi. Questi shampoo riducono l'infiammazione, il prurito e la desquamazione del cuoio capelluto. Solitamente sono prodotti che contengono l'1% di idrocortisone, lo 0,1% di betametasone, lo 0,1% di clobetasolo propionato e lo 0,01% di fluocinolone.
    • Le reazioni avverse si manifestano a seguito di un uso prolungato e includono assottigliamento della cute, prurito, sensazione pungente e ipopigmentazione della pelle (perdita dei pigmenti che si manifesta con una cute più chiara). La maggior parte dei pazienti che usano questi detergenti solo per un tempo limitato non presenta gli effetti negativi.
    • Questi shampoo medicali contengono degli steroidi che, seppure in minima parte, vengono assorbiti dal flusso sanguigno. Se soffri di diabete o sei sensibile ai cortisonici, dovresti informare il tuo medico.
    • Ricorda che gli shampoo con cortisone sono più costosi rispetto agli altri prodotti.
    • Puoi utilizzarli 1-2 volte al giorno durante la cura.
    • L'uso combinato di uno shampoo antimicotico e corticosteroidi potrebbe essere sicuro e portare a risultati migliori. Discutine con il dermatologo.
  4. Procurati altre terapie su prescrizione. Per curare l'eczema del cuoio capelluto, generalmente, si ricorre agli shampoo medicati. Tuttavia sono disponibili anche creme, lozioni, oli e schiume che contengono uno o più dei principi attivi descritti in precedenza.
    • I principi attivi antimicotici su prescrizione chiamati azoli sono molto efficaci contro l'eczema del cuoio capelluto. Fra questi, il più utilizzato è il chetoconazolo che ha dato risultati positivi in molti test clinici.
    • Un altro farmaco molto usato è il ciclopirox, un tipo di antimicotico idrossipiridone. È disponibile sotto forma di gel, crema o soluzione liquida.
    • I corticosteroidi vengono prescritti sia come creme che come unguenti.
  5. Prova la fototerapia. A volte la terapia della luce è di aiuto contro l'eczema del cuoio capelluto. Solitamente viene prescritta in combinazione con l'assunzione di farmaci, come lo psoralene.
    • Dato che la fototerapia prevede l'esposizione ai raggi UV, potrebbe aumentare il rischio di cancro alla pelle.
    • Questo tipo di terapia viene riservato alle persone che soffrono di eczema causato da dermatite atopica o nei pazienti con una estesa dermatite seborroica. Non viene mai utilizzato su neonati e bambini.
  6. Discuti con il tuo medico in merito ad altre soluzioni. Ci sono alcuni altri metodi per curare l'eczema ma, in genere, sono considerati l'ultima risorsa a causa dei gravi effetti collaterali. Se, però, tutti i precedenti tentativi hanno fallito, puoi valutare queste terapie con il tuo dermatologo.
    • Le creme o le lozioni che contengono tacrolimus (nome commerciale Protopic) e pimecrolimus (nome commerciale Elidel) possono essere efficaci. Tuttavia, aumentano il rischio di cancro e sono molto più costose rispetto ai corticosteroidi.
    • La terbinafina (Lamisil) e la butenafina (non disponibile in Italia) sono farmaci antimicotici da assumere per via orale e che curano l'eczema del cuoio capelluto. Possono interferire con degli enzimi specifici del corpo e innescare reazioni allergiche, oltre a causare problemi epatici. Tutto ciò limita il loro uso contro questa malattia cutanea.

Avvertenze

  • Le informazioni contenute in questo articolo non vogliono sostituire il parere, la diagnosi o la terapia medica. Consulta sempre il tuo medico curante prima di iniziare qualunque cura, anche quelle con farmaci da banco.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.