Come Controllare il Battito Cardiaco

Controllare le tue pulsazioni ti permette di monitorare il cuore senza particolari strumenti. Ciò è utile se stai cercando di perdere peso o se hai qualche problema cardiaco. Leggi questo articolo per scoprire come controllare il battito in modo facile e indolore.

Localizzare e Registrare il Proprio Battito

  1. Usa le dita per individuare il battito. Non usare il pollice, in quanto è dotato di un battito proprio.
    • Trova il battito dell'arteria radiale. Si tratta del ben noto battito del polso. Usa i polpastrelli di due dita. Appoggiali sotto la piega del polso, alla base del pollice. Premi delicatamente finché non senti il battito (il sangue che pulsa sotto le tue dita). Se necessario, sposta le dita un po' per volta, fino a sentire il battito.
    • In alternativa, cerca il battito della carotide. Per sentire il battito a lato del collo, appoggia due dita, preferibilmente indice e medio, nello spazio tra la trachea e il grande muscolo del collo. Premi leggermente finché non avverti il battito.
  2. Controlla e registra la frequenza cardiaca. Con l'altra mano, usa un orologio. Annota la frequenza cardiaca, ovvero il numero di battiti al minuto.
    • Se non disponi di un orologio o di una sveglia, il Sistema Sanitario della Cleveland Clinic raccomanda di contare i battiti per 15 secondi e di moltiplicarli per quattro, in modo da avere la frequenza al minuto:
    • La tua frequenza cardiaca y è uguale a: (numero di battiti cardiaci in 15 secondi) x 4. Puoi anche contare il numero dei battiti in 30 secondi e poi moltiplicarli per 2.
  3. Determina la tua frequenza cardiaca normale. Negli adulti, la frequenza normale è di 60-100 battiti al minuto. Al di sotto dei 18 anni, la frequenza normale è di 70-100 battiti al minuto. Questa è la frequenza cardiaca in condizione di riposo. Determina i tuoi battiti al minuto seguendo i passaggi specificati in precedenza.
    • Ricorda, puoi determinare il tuo battito cardiaco contando le tue pulsazioni per 15 secondi e poi moltiplicandole per 4.
  4. Verifica la forza delle tue pulsazioni per determinarne l'intensità o la debolezza. La forza delle tue pulsazioni non può essere calcolata. Mentre senti il tuo battito cardiaco dovrai decidere se si tratta di un battito debole, rallentato, forte o irregolare.
  5. Controlla il tuo ritmo cardiaco. Questa misurazione comprende pulsazioni e pause tra un battito e l'altro. Se rilevi un salto (pausa) o altre singolarità relative al tuo battito, potresti avere un ritmo cardiaco irregolare.

Che cosa Fare se Non Riesci a Trovare il Battito Cardiaco

  1. Usa solo la punta delle dita invece di appoggiarle sul polso nella loro lunghezza. Appoggia le punte in diverse aree del polso per almeno cinque secondi.
  2. Varia la pressione della punta delle dita sul polso. A volte può aiutare alleggerirla o aumentarla per avvertire il battito.
  3. Mantieni il braccio rivolto in basso, verso il pavimento. Fallo se lo hai tenuto in alto verso il viso. La variazione nel flusso sanguigno può aiutarti a individuare il battito.
  4. Se hai uno stetoscopio, puoi usarlo. Prima ricordati di sollevare o togliere la maglietta, poi appoggia lo stetoscopio sul petto nudo e ascolta. Conta ogni battito che senti, e presta attenzione anche a quelli saltati.

Frequenza Cardiaca Massima e Ideale

  1. Trova la tua frequenza massima potenziale. Si tratta del valore più alto di frequenza che il tuo cuore può raggiungere. Userai tale valore per determinare la tua frequenza cardiaca. Per trovare il tuo valore, applica la seguente formula: 220 - (la tua età) = (frequenza cardiaca massima prevista).
    • Prova a eseguire dell'esercizio fisico intenso per 30 minuti e quindi controlla immediatamente le tue pulsazioni; puoi farlo anche durante l'esercizio. Confronta la tua reale frequenza cardiaca massima con quella potenziale. I due numeri dovrebbero essere sufficientemente simili.
    • Se stai rilevando il tuo battito cardiaco durante l'esercizio fisico, tieni i piedi in continuo movimento, altrimenti il sangue potrebbe accumularsi nelle estremità del tuo corpo.
  2. Trova la tua frequenza cardiaca ideale. Corrisponde a un valore compreso tra il 60% e l'85% della frequenza massima. La ragione per cui il numero è contenuto in una gamma di valori accettabili, anziché essere unico e intero, è dato dalla diversa forma fisica assegnabile a ogni persona. Mentre esegui l'esercizio fisico, verifica le tue pulsazioni per 15 secondi. Il numero dovrebbe essere incluso tra il 60 e l'85% della tua frequenza massima.

Consigli

  • Se riscontri qualunque anomalia, richiedi al più presto una consulenza medica.
  • Per misurare la frequenza cardiaca a riposo, sdraiati a terra per almeno un minuto prima di misurare il battito.
  • Puoi anche percepire il battito a livello delle tempie o del petto, ma si tratta di metodi molto meno comuni.

Avvertenze

  • Se sei certo che il battito è irregolare oppure troppo rapido, fatti seguire da un medico.
  • Non palpare contemporaneamente entrambe le carotidi del collo, in quanto ciò ridurrà l'afflusso di sangue al cervello.
  • Se ti accorgi che alcuni battiti saltano, chiama il medico.
  • Non premere troppo forte sul collo, poiché potresti stimolare un meccanismo riflesso che può rallentare il cuore.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.