Come Essere Ecologista al Lavoro

Se stai già prendendo delle misure ecocompatibili a casa, è una naturale estensione adottare delle misure simili al lavoro, sia per risparmiare energia che per creare un ambiente di lavoro più sano. Rendere l'ambiente più piacevole per te stesso, creare una maggiore efficienza energetica ed un luogo attento all’ecologia aumenterà il tuo piacere di vivere il posto di lavoro e ridurrà l'impatto sull'ambiente nel suo complesso. Essere efficiente nel campo dell’energia e delle risorse e avere la consapevolezza di migliorare la salute e il benessere dell'ambiente di lavoro riduce anche i costi di gestione di un'impresa. E' il momento di "essere verde" al lavoro, ed ecco come.

Passaggi

  1. Sentiti autorizzato. Non devi essere il gestore dell’azienda per attuare dei cambiamenti; il tuo ruolo, come di qualcuno che si prende cura nel migliorare l'efficienza energetica e la salubrità del posto di lavoro, è fondamentale tanto quanto quello di coloro capaci di prendere le "grandi decisioni". In realtà, il cambiamento dal basso è spesso molto più efficace di qualunque "decisione". E solo perché non prendi decisioni di acquisto, non significa che non puoi influenzarle. Fai la tua ricerca, evidenzia i risparmi finanziari nella gestione, ed attiva anche l’entusiasmo degli altri membri del team. Trova le informazioni, sii d’esempio, e crea lo slancio, tutto solo perché te ne prendi cura.
  2. Conserva l'energia del computer. Per molte persone che lavorano in ufficio il computer è necessario per svolgere il proprio lavoro. Eppure, questa "efficienza" ha un costo; si calcola che le persone spendono più di 1 miliardo di dollari in energia elettrica ogni anno solo usando il computer! Per risparmiare energia dall’uso del tuo computer, puoi:
    • Investire in computer, monitor e stampante a risparmio energetico; è facile trovare questi computer, grazie all’ etichetta Energy Star in tutta Europa. Il rating di risparmio d’energia è disponibile in molti altri paesi.
    • Passare alle impostazioni di risparmio energetico:
      • Monitor e display che si spengono dopo 15 minuti o meno;
      • Disattivare l’hard disk dopo 15 minuti o meno; e
      • Attivare un sistema di standby o di sospensione dopo 30 minuti o meno.
    • Impostare la modalità di stand-by quando ci si assenta per brevi periodi di tempo è una buona cosa. E non usare uno screensaver poiché usa energia piuttosto che risparmiarla, ed è molto meglio se ti affidi a delle funzioni di risparmio energetico per mantenere un uso ridotto di energia, o la modalità stand-by. Un computer in modalità di sospensione consente di risparmiare il 60-70% di energia.
    • Spegnere il computer quando non lo usi, soprattutto quando lasci il lavoro. E nota che non è vero che accendere e spegnere continuamente il computer lo usura.
    • Passare ad un computer portatile o ad un thin client. Questi pc utilizzano meno energia rispetto ai computer da scrivania.
  3. Spegni tutte le periferiche quando non le usi. Le periferiche come stampanti, schede video, altoparlanti, e scanner continuano a consumare energia anche quando non le usi. Scollegale e risparmia energia.
    • Scollega gli adattatori di corrente quando non li usi.
    • Scollega i carica-batterie delle pile e gli altri carica-batterie quando la carica è completa, altrimenti consumano ulteriore energia.
    • Usa una ciabatta elettrica come punto di accensione centrale per ridurre il numero di azioni richieste per spegnere i diversi apparecchi.
  4. Riduci l'uso della stampante. La stampante è uno degli apparecchi d’ufficio più utilizzati. Ogni giorno sforna tonnellate di fax importanti, e-mail e altri documenti. Ecco alcuni modi per usare la stampante in modo più ecologico:
    • Cerca di non stampare a colori; impara a tagliare i costi di stampa evitando di usare l’inchiostro a colori.
    • Usa una stampante che esegue le copie fronte-retro. Se il tuo posto di lavoro non ne è fornito, chiedi che questa stampante venga aggiunta alla rete ed usala per i grandi lavori di stampa.
    • Stampa in modalità bozza. Inoltre, imposta il layout di stampa in modo che più pagine video stiano in un foglio di carta. Stampare due pagine video in un foglio di carta le rende ancora leggibili e se stampi anche su doppia facciata, significa quattro pagine dello schermo per una pagina di carta: un enorme risparmio!
    • Ricicla l’inchiostro e le cartucce di toner; impara a riempire e riutilizzare una cartuccia per stampante.
    • Prova a usare un dispositivo multifunzione. Questa è una combinazione di stampante/scanner/fotocopiatrice in un solo apparecchio. Purché sia marchiato Energy Star, puoi risparmiare energia e spazio.
  5. Riduci i rifiuti di carta. Devi veramente stampare ogni email e documento? Riduci lo spreco di carta, decidendo di farne a meno, dove possibile. Puoi cercare di:
    • Conservare le copie di e-mail importanti, file, e altro ancora sul tuo computer.
    • Usare fogli usati parzialmente per stampare documenti piccoli.
    • Non farti spedire super cataloghi o riviste per il tuo ufficio. Usa un sistema di condivisione per passarvi i materiali interessanti tra tutti, tramite i vassoi. Ciò consente di risparmiare carta e denaro.
    • Farti accreditare direttamente lo stipendio in banca. Il pagamento diretto sul tuo conto corrente fa risparmiare carta.
    • Inviare gli aggiornamenti e i report alla Società tramite e-mail invece che su carta.
    • Rivedere tutti i documenti online, invece di stamparli. E' comune sentire la gente dire che non riesce a leggere sullo schermo del computer. Tuttavia, è una abilità che viene appresa, come la maggior parte delle competenze di lavoro, e, con la pratica, è possibile leggere la maggior parte del lavoro sullo schermo e stampare solo quando è davvero necessario. Se hai dei problemi con l'affaticamento degli occhi, consulta il medico.
  6. Dai delle priorità nell’uso della carta. Se usi la carta ogni giorno, puoi fare scelte attente all’ambiente. Qui sono indicate alcune cose che puoi fare:
    • Acquista carta riciclata e senza cloro.
    • Prova la carta a base di prodotti organici come il bambù, il cotone o la canapa.
    • Stampa su entrambi i lati del foglio.
    • Straccia e tagliuzza la vecchia carta per usarla come materiale da imballaggio.
    • Conserva e riutilizza le vecchie scatole.
    • Usa i vecchi fogli di carta come carta straccia o per prendere appunti. Usa le stampe sbagliate come carta per fare scarabocchi, o mandane una pila all’asilo nido o alla scuola dei tuoi figli per usarla nelle loro opere d'arte.
  7. Riduci il consumo di energia. Oltre a ridurre il consumo energetico del computer e delle periferiche, ci sono altri modi che hanno un notevole impatto per ridurre il consumo di energia negli ambienti di lavoro:
    • Sostituisci la lampada da tavolo, lampadine e plafoniere (se puoi) con le lampadine fluorescenti compatte qualificate con il marchio Energy Star. Queste lampadine usano il 75% in meno di energia rispetto alle lampadine ad incandescenza e durano fino a 10 volte più a lungo.
    • Spegni le luci quando nessuno le sta usando in ufficio, nella sala conferenze, nell'area di lavoro, o in tutto l'ufficio durante la notte. Se i controlli di illuminazione sono automatici, parla con la direzione dell’edificio per cambiare le impostazioni e attivare solo l'illuminazione sufficiente per motivi di sicurezza e di emergenza, piuttosto che sovra-illuminare l'intero edificio.
    • Durante la stagione fredda, tieni le tende aperte per lasciare entrare il calore del sole; durante la stagione calda, mantieni le tende tirate per lasciare fuori il caldo del sole estivo.
    • Tieni le bocchette di aspirazione libere dalla carta o da altre ostruzioni, per consentire il libero flusso dell'aria.
    • Installa dei termostati programmabili a marchio Energy Star, per regolare automaticamente il riscaldamento e il raffreddamento nell'edificio, per evitare di sprecare energia.
    • Procurati i refrigeratori d'acqua a marchio Energy Star. Questi consumano la metà di energia rispetto alle unità standard.
  8. Mantieni una sana circolazione d’aria. E' già abbastanza brutto che ti devi preoccupare di ridurre l'inquinamento atmosferico ogni volta che cammini all’aperto, ma è anche una grande priorità quando lavori in ambienti chiusi. Se lavori in un ufficio, in una postazione di lavoro a box o in un laboratorio, è probabile che passi la maggior parte del tuo tempo in ambienti chiusi. Una ricerca canadese ha scoperto che le persone trascorrono oltre il 96% del tempo in ambienti chiusi e oltre l'83% del tempo al lavoro o a scuola, pari a circa 40 ore o più alla scrivania, in ufficio o in un box. Ecco alcuni modi per mantenere un flusso di aria salubre in ufficio:
    • Usa prodotti per la pulizia non tossici. Dei panni inumiditi nell’acqua sono sufficienti per pulire le aree di lavoro più polverose.
    • Apri le finestre per aumentare il flusso d'aria. Se non puoi, assicurati di fare delle pause all'aperto durante il giorno.
    • Non fumare nell’area degli uffici.
    • Non portare mai nessun aerosol al lavoro.
    • Usa un purificatore d'aria per liberarti di agenti inquinanti.
  9. Rendi “verde” la tua scrivania, il box, l’ufficio ... letteralmente. Prendi una pianta e mettila sopra o vicino la scrivania. O, meglio ancora, acquista delle piante per tutti i tuoi colleghi. Essi non solo vedranno questo come un gesto amichevole, ma avranno anche aria più pulita da respirare! Le piante assorbono l'inquinamento dell'aria e aumentano il flusso di ossigeno, quindi procurati un accessorio verde per completare la tua scrivania! Fai una ricerca online su come scegliere una buona pianta per l’ufficio.
  10. Ricicla. Ci sono molti oggetti nel tuo ufficio che puoi riciclare. Se non hai una stazione di riciclaggio al lavoro, avviane una tu! Puoi procurarti un paio di bidoni e impostare le linee guida in merito al loro uso. Alcuni prodotti che puoi riciclare sono:
    • Prodotti di carta come carta per fotocopie, buste, riviste, ecc…
    • Scatole di cartone per le spedizioni;
    • Lattine di bibite e bottiglie di plastica;
    • Fogli di alluminio;
    • Sacchetti di plastica;
    • Cartucce, toner e
    • Prodotti organici (vedi il prossimo punto).
  11. Mangia ecologico e sano. Tutti non vedono l’ora che arrivi la pausa pranzo. Puoi risparmiare una buona quantità di denaro (anche 3.000 euro all'anno) evitando di andare a mangiare fuori tutti i giorni e portandoti invece il tuo pranzo da casa. Segui questi consigli per instaurare delle abitudini alimentari più sane e più ecologiche:
    • Metti il cibo in un sacchetto per il pranzo riutilizzabile o in una scatola. I bento, vassoi a più scomparti con coperchio, ora sono molto più popolari, e consentono di avere una deliziosa e sana varietà ad ogni pranzo.
    • Se ti porti il tuo pranzo in un sacchetto di carta o di plastica, riciclalo. I sacchetti di plastica possono essere lavati e lasciati sospesi a testa in giù durante la notte ad asciugare.
    • Usa dei contenitori, tazze e posate che possono essere lavati e riutilizzati.
    • Passa ad alimenti e bevande biologici.
    • Bevi dal rubinetto anziché portarti le bottiglie d'acqua. Puoi portare la tua bottiglia d’acqua riutilizzabile e riempirla ogni volta.
    • Ricicla le lattine, le bottiglie e i fogli di alluminio.
    • Usa un tovagliolo in cotone che puoi lavare invece degli asciugamani di carta.
    • Cammina per andare a fare un pranzo sano al ristorante, se ti dimentichi di mettere in borsa il tuo pranzo.
  12. Viaggia ecologico. La prima parte della tua giornata lavorativa inizia con l’andare al lavoro, e per molte persone questo significa andare in auto. I veicoli emettono tonnellate di gas di anidride carbonica nell'aria, contribuendo ai gas ad effetto serra. Rimanere regolarmente bloccato in un ingorgo porta anche ad aumentare i livelli di stress. Ecco alcune idee che puoi seguire per viaggiare in modo ecologico:
    • Partecipa al car-sharing.
    • Prendi il treno, l’autobus o la metropolitana.
    • Vai in bicicletta o cammina se vivi abbastanza vicino al luogo di lavoro.
    • Investi in una macchina ecologica come un ibrido.
    • Riduci i tuoi viaggi, convinci il tuo titolare ad avviare il telelavoro, o lavora da casa, quando puoi. Questa opzione è sempre più valida per molti lavori d’ufficio, e se il tuo posto di lavoro lo offre, esamina il potenziale di usarlo per almeno alcuni giorni della settimana.
  13. Spargi la voce. Il modo migliore per mantenere l’attenzione sull’aspetto ecologico del lavoro è quello di coinvolgere gli altri. Condividi le tue pratiche e la tua saggezza con il tuo capo e i colleghi. Puoi fare in questo modo:
    • Crea un team ecologico. Puoi creare un gruppo attento all’ambiente che comprende tutti, dall’amministratore delegato allo stagista dell’ufficio e darvi l’obiettivo di rendere il vostro edificio il più efficiente dal punto di vista energetico nella vostra regione!
    • Incoraggia l'ufficio ad avviare o a partecipare ad un programma di riciclaggio.
    • Fai acquistare all’azienda dei crediti di carbonio.
    • Acquista prodotti ecocompatibili per l’ufficio.
    • Imposta un calendario per il carpooling.
    • Fai in modo che tutti si portino il pranzo da casa e mangiate assieme. Non solo condividete dei gustosi bocconcini, ma diventa anche una grande occasione per conoscere i tuoi colleghi al di fuori della routine quotidiana.

Consigli

  • Se il tuo posto di lavoro ospita un evento, assicurati che venga organizzato in “verde”.
  • Assicurati di pensare agli oggetti relativi al lavoro che siano ecologici. Ad esempio, cerca i sacchetti riciclati o eco-friendly, borse, poggiapolsi, sedie, ecc… Anche i cavi elettrici possono essere ecologici.
  • Usa dei prodotti naturali per la pulizia nella mensa, della scrivania, del computer, e nei bagni.
  • L'energia utilizzata da un edificio per sostenere un solo impiegato per un giorno produce più del doppio delle emissioni di gas a effetto serra del viaggio in auto da e per recarsi al lavoro. Inoltre, ci sono quasi 5 milioni di edifici negli Stati Uniti che consumano da soli quasi 100 miliardi di dollari di energia. Se sei proprietario di un’azienda, o hai una certa influenza in merito alla location del tuo team di lavoro, dovresti darti l’obiettivo di trovare un edificio valutato Energy Star. In alternativa, puoi scoprire se l’edificio esistente si qualifica per un Energy Star.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.