Come Mantenere Riservata la Vita Privata sul Posto di Lavoro

Mantenendo una certa riservatezza sulla tua vita privata, hai l'opportunità di conservare un'immagine professionale, coltivando e salvaguardando al tempo stesso i rapporti con i colleghi. Se lasci che la tua vita privata influisca sul rendimento lavorativo, rischi di compromettere l'idea che gli altri hanno di te quando lavori. Stabilendo limiti molto netti, mantenendo l'autocontrollo e tenendo separata la sfera professionale da quella personale, sarai in grado di preservare la tua vita privata senza essere considerato freddo e distaccato sul posto di lavoro.

Stabilire dei Limiti tra il Lavoro e la Vita Privata

  1. Decidi gli argomenti da evitare. Se stai cercando di mantenere una certa discrezione sulla tua vita privata quando sei al lavoro, la prima cosa da fare è sapere esattamente dove intendi tracciare un confine. Questo discorso può variare in base alla persona e al clima che si respira sul posto di lavoro, ma anche al tipo di equilibrio che stai cercando di stabilire tra il lavoro e la vita familiare. Qualunque siano le regole in ufficio, puoi comunque porre i tuoi limiti. Inizia stilando un elenco degli argomenti che non intendi affrontare con i tuoi colleghi.
    • I temi che probabilmente vorrai escludere dai dialoghi con i colleghi potrebbero riguardare la vita sentimentale, le condizioni di salute, la religione e le opinioni politiche.
    • Pensa agli argomenti che ti mettono a disagio o che non ti interessa approfondire con i tuoi compagni di lavoro.
    • Cerca di non rendere pubblica la tua lista, ma assicurati di ricordare quello che hai scritto in modo che all'occorrenza potrai sottrarti alle conversazioni che preferisci evitare.
  2. Conosci le domande che il datore di lavoro non può porti. Esistono varie domande che, per legge, sono proibite al datore di lavoro. Riguardano l'origine etnica, in quanto potrebbero incoraggiare la discriminazione verso i dipendenti, la sfera intima e personale, lo stato di famiglia e un'eventuale disabilità. Se qualcuno ti chiede qualcosa del genere sul posto di lavoro, è tuo diritto non rispondere. Ecco altre domande alle quali non sei tenuto a rispondere:
    • Sei cittadino italiano?
    • Assumi farmaci, fumi o bevi?
    • Di che religione sei?
    • Sei incinta?
    • Qual è la tua origine etnica?
  3. Evita le telefonate private quando sei al lavoro. Se stai tentando di tenere separata la vita professionale da quella privata, allora devi evitare di portare quest'ultima in ufficio. In pratica, non devi più effettuare o ricevere telefonate ed e-mail personali quando lavori. Non è un problema se ogni tanto chiami per prendere appuntamento dal parrucchiere o dal dentista, ma se ti trattieni molto spesso al telefono parlando di argomenti riservati, non solo c'è il rischio che i tuoi colleghi ti sentano, ma potrebbero anche farti qualche domanda sulle tue conversazioni telefoniche.
    • Se parli spesso al telefono, rischi anche che il tuo capo e quanti colleghi ti considerano un lavoratore poco diligente mostrino il loro disappunto.
    • Se non desideri ricevere telefonate di lavoro a casa, non prendere l'abitudine di effettuare chiamate personali sul posto di lavoro.
  4. Lascia a casa la tua vita privata. È più facile a dirsi che a farsi, ma dovresti cercare di distaccarti dai problemi familiari e personali non appena varchi la soglia dell'ufficio. Se tutti giorni riesci a tracciare una linea netta che separa queste due sfere, farai meno fatica a raggiungere questo obiettivo. Ad esempio, fare quattro passi prima e dopo aver lavorato potrebbe aiutarti a separare mentalmente questi due ambiti.
    • Considera il tragitto per andare al lavoro un'occasione in cui provare a distoglierti dai problemi di casa e concentrarti su quelli professionali.
    • Inoltre, come accadrebbe se limitassi le chiamate personali in ufficio, se ogni mattina ti presenti al lavoro con la mente libera senza pensare o parlare della tua vita personale, non invoglierai i colleghi a farti delle domande.
    • Se sembri stressato o turbato oppure cammini in ufficio mentre sei al telefono col tuo partner, non stupirti se in seguito i tuoi colleghi cercheranno di informarsi su quello che è successo.
    • Cogli l'occasione per trovare un equilibrio tra la vita lavorativa e quella familiare.

Mantenere Ottimi Rapporti Professionali

  1. Sii amichevole. Anche se non vuoi parlare della tua vita privata con i colleghi, hai sempre la possibilità di instaurare buoni rapporti di lavoro che rendano le ore in ufficio più piacevoli e produttive. Non è difficile trovare spunti di conversazione per scambiare quattro chiacchiere durante la pausa pranzo, senza entrare nei dettagli più intimi della tua vita privata.
    • Se qualche collega non ha problemi a confidarsi con gli altri o ti ritrovi in una conversazione alla quale non intendi partecipare, congedati con cortesia.
    • Lo sport, la televisione e il cinema sono ottimi argomenti per mostrarti gentile e chiacchierare con i colleghi senza parlare della tua vita familiare.
  2. Cerca di avere tatto. Se durante una conversazione ti ritrovi a fare qualche accenno sulla tua vita personale o un collega ti chiede qualcosa su cui preferisci mantenere una certa discrezione, prova a evitare l'argomento con tatto. Non rispondere dicendo: "Mi dispiace, ma non sono affari tuoi". Piuttosto, prendila con leggerezza rispondendo, ad esempio: "È meglio che non vada avanti. Sarebbe troppo noioso" e cambia argomento parlando di qualcosa che non ti crei imbarazzi.
    • Questi stratagemmi per distogliere l'attenzione ti permettono di mantenere relazioni amichevoli, evitando determinati argomenti.
    • Se riesci a sviare la domanda e cambi argomento invece di mettere fine alla conversazione, molto probabilmente il tuo interlocutore non ci farà nemmeno caso.
    • Se porti il discorso sul tuo collega, eviterai educatamente le sue domande senza sembrare distaccato e disinteressato.
    • Potresti dire: "Non sta succedendo niente di interessante nella mia vita, e nella tua?".
    • Se insiste a farti domande di carattere personale, prova a stabilire un limite dicendogli che preferisci non parlarne. Puoi rispondere: "So che vuoi informarti perché hai a cuore il nostro rapporto e lo apprezzo molto, ma preferisco lasciare questo genere di questioni a casa".
  3. Mantieni una certa elasticità. Se da un alto è importante ricordare i limiti stabiliti tra la vita familiare e quella professionale, dall'altro dovresti cercare di essere flessibile. Tracciare una linea netta tra queste due sfere non vuol dire evitare qualunque tipo di interazione o isolarsi completamente dall'ambiente di lavoro.
    • Se i colleghi ti invitano a bere qualcosa alle 17:00, accetta una volta ogni tanto, limitandoti a partecipare alle discussioni in cui ti senti a tuo agio.

Mantenere Riservata la Tua Vita Virtuale

  1. Sii prudente sui social network. Spesso il problema più grande per le persone che preferiscono mantenere il lavoro separato dalla vita privata è rappresentato dalla diffusione dei social network. La gente condivide ogni aspetto della propria vita e, a volte, non tiene conto di quanto siano accessibili tutte queste informazioni a chi si prende la briga di cercarle. Il primo passo per gestire questo problema consiste semplicemente nel fare attenzione e pensare al modo in cui l'attività su questi siti potrebbe rivelare ritagli del proprio mondo personale che si intende lasciare fuori da quella lavorativa.
    • Se desideri conservare un'immagine professionale anche in ambito virtuale e non intendi provocare alcun genere di curiosità sulla tua vita privata, evita di pubblicare apertamente qualsiasi cosa che potrebbe minacciarla.
    • Vale per i messaggi e i commenti, ma anche per le foto. Se vuoi mantenere separate queste due sfere della tua vita, devi tenerlo presente sia all'interno che al di fuori dell'ufficio.
    • Non lanciare twitt e non scrivere commenti sul tuo lavoro o sui tuoi colleghi all'interno dei tuoi profili virtuali.
    • Prova a considerare l'idea di creare più di un account per mantenere separate queste due sfere della tua vita.
    • Valuta la possibilità di entrare in contatto con i colleghi su siti professionali come LinkedIn, e condividere gli eventi personali con amici e familiari su Facebook. In questo modo riuscirai a tenere separate la vita professionale e quella privata.
  2. Correggi le impostazioni sulla privacy. Se desideri utilizzare il tuo profilo virtuale per restare in contatto con gli amici, puoi essere attivo sui social network senza bloccare le richieste di amicizia provenienti dai tuoi colleghi. Pensa a come puoi aggiustare le impostazioni della privacy in modo da limitare gli elementi da condividere con le persone dell'ufficio.
    • Puoi controllare la pubblicazione delle informazioni che ti riguardano e, in una certa misura, anche chi ne ha accesso.
    • Tuttavia, tieni presente che qualunque cosa viene pubblicata su Internet, non scompare rapidamente.
  3. Utilizza la posta elettronica aziendale solo per il lavoro. Dal momento che tanta parte delle comunicazioni sul lavoro e nella vita privata avviene tramite e-mail, capita spesso di far confluire la posta elettronica personale e quella lavorativa in un unico recapito. Se ne sei consapevole, corri ai ripari per assicurarti di mantenere le due sfere separate. Usa sempre l'e-mail di lavoro per le questioni professionali e quella personale per tutto il resto.
    • Stabilisci a che ora smettere di controllare le e-mail di lavoro la sera e rispetta questa decisione.
    • Mantenendo questi limiti, eviterai di portare il lavoro sempre con te.
    • In base alla tua attività professionale, dovrai sviluppare una strategia per chiudere tutte le comunicazioni di lavoro una volta che la giornata sarà terminata.
    • Nella maggior parte dei casi, non esiste un diritto alla privacy nelle e-mail aziendali. Di solito il capo è autorizzato a leggere qualsiasi cosa venga inviata o ricevuta nell'account di posta aziendale. Pertanto, ricorda di utilizzare la tua e-mail privata per le questioni di carattere personale, evitando di comunicare qualsiasi genere di informazione che vorresti mantenere riservata mediante l'indirizzo di posta del lavoro.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.