Come Essere un buon Genitore

Essere un genitore è una delle esperienze più complete che una persona possa avere, ma non significa che sia facile. Non importa quale età abbiano i tuoi figli: il lavoro non è mai terminato. Per essere un buon genitore, devi sapere come fare in modo che i tuoi bambini si sentano apprezzati e amati, mentre insegni loro la differenza tra giusto e sbagliato. Alla fine della giornata, la cosa più importante è creare un ambiente accogliente dove i tuoi bambini avvertano di poter prosperare e crescere come adulti fiduciosi, indipendenti e premurosi. Se vuoi sapere come essere un buon genitore, mettiti sulla buona strada iniziando a leggere questo articolo.

Amare tuo Figlio

  1. Dai a tuo figlio amore e affetto. A volte la cosa migliore che si può dare a un bambino è amore e affetto. Un tocco di calore o un abbraccio premuroso può permettere che il bambino capisca quanto tieni veramente a lui o lei. Non dimenticare mai quanto sia importante un contatto fisico quando si tratta di tuo figlio. Ecco alcuni modi per dimostrare amore e affetto: :
    • Una dolce coccola, un piccolo incoraggiamento, un apprezzamento, un cenno di approvazione o anche un sorriso può aumentare la fiducia e il benessere dei tuoi bambini.
    • Devi dire loro che li ami ogni giorno, non importa quanto arrabbiato tu sia con loro.
    • Elargisci un sacco di baci e abbracci. Abitua i tuoi bambini all’amore e all’affetto fin dalla nascita.
    • Amali incondizionatamente: non forzarli a essere chi tu pensi dovrebbero essere per meritare il tuo amore. Fai sapere loro che li amerai sempre, indipendentemente dalle circostanze.
  2. Loda i tuoi bambini. Lodare i bambini è una parte importante dell’essere un buon genitore. Vuoi che i bambini si sentano bene con se stessi e siano orgogliosi delle loro realizzazioni. Se non dai loro la fiducia di cui hanno bisogno per affrontare il mondo da soli, non si sentiranno autorizzati a essere indipendenti o avventurosi. Quando fanno qualcosa di buono, fai loro sapere che lo hai notato e che sei molto orgoglioso di loro.
    • Prendi l'abitudine di lodare i tuoi figli almeno tre volte tanto quanto avviene con un feedback negativo. Anche se è importante informare i tuoi figli quando stanno facendo qualcosa di sbagliato, lo è altrettanto aiutarli a costruire un positivo senso di sé.
    • Se sono troppo piccoli perché comprendano appieno, lodali con ossequi, applausi e tanto amore. Incoraggiarli su tutto, dall’uso del vasino all’ottenere buoni voti, può aiutarli a condurre una vita felice e di successo.
  3. Evita di confrontare i tuoi figli con gli altri, soprattutto con i fratelli. Ogni bambino è unico e individuale. Celebra le differenze di ciascuno e infondi a ognuno il desiderio di perseguire i propri interessi e sogni. Non farlo può creare nel bambino un complesso d’inferiorità, l'idea che non potrà mai essere abbastanza bravo ai tuoi occhi. Se vuoi aiutarlo a migliorare il proprio comportamento, parla del raggiungimento dei suoi obiettivi nei suoi termini, invece di dirgli di comportarsi come la sorella o il vicino di casa. Questo l’aiuterà a sviluppare un senso di sé, invece di un complesso d'inferiorità.
    • Confrontare un figlio con un altro può fare in modo che si sviluppi una rivalità tra fratelli. Vuoi coltivare una relazione d'amore tra i bambini, non una competizione.
    • Evita i favoritismi. Degli studi hanno dimostrato che la maggior parte dei genitori ha dei preferiti, ma la maggior parte dei bambini crede di essere il favorito. Se i tuoi figli stanno litigando, non prendere le parti solo di uno, ma sii equo e neutrale.
  4. Ascolta i tuoi bambini. È importante che la comunicazione con i tuoi bambini funzioni in entrambe le direzioni. Non dovresti essere lì solo per far rispettare le regole, ma anche per ascoltare i tuoi figli quando stanno avendo un problema. Devi essere in grado di esprimere interesse per i tuoi bambini e di coinvolgerti nella loro vita. Tuttavia dovresti creare un'atmosfera per cui i tuoi bambini possano venire da te per un problema, grande o piccolo che sia.
    • Puoi anche ritagliarti del tempo per parlare con i tuoi bambini ogni giorno. Può avvenire prima di addormentarsi, a colazione o durante una passeggiata dopo la scuola. Tratta questo tempo come se fosse sacro ed evita di controllare il telefono o di distrarti.
    • Se tuo figlio vuole dirti qualcosa, assicurati di prenderlo sul serio e lascia tutto quello che stai facendo o concorda un momento per parlare quando potrai ascoltarlo davvero.
  5. Dedica del tempo ai tuoi bambini. Fai attenzione a non soffocarli, però. C'è una grande differenza tra proteggere qualcuno e imprigionalo all'interno delle tue richieste troppo inflessibili. Devi far sentire loro come se il vostro tempo insieme fosse sacro e speciale, senza per questo costringerli a trascorrere del tempo con te.
    • Trascorri del tempo con ciascun figlio individualmente. Tenta di dividere equamente il tempo disponibile se hai più di un bambino.
    • Ascolta e rispetta tuo figlio e quello che vuole fare della propria vita. Ricordati, però, che sei il suo genitore. I bambini hanno bisogno di confini. Un bambino cui è stato consentito di comportarsi a proprio piacimento e hai dato vinto ogni suo capriccio dovrà lottare nella vita adulta quando si ritroverà a dover obbedire alle regole della società. NON sei un cattivo genitore se non permetti ai tuoi figli di avere tutto quello che vogliono. Puoi dire di no, ma dovresti fornire una ragione per questa decisione oppure offrire un'alternativa. "Perché dico così" non è un motivo valido!
    • Tieniti un giorno libero per andare al parco, nei parchi a tema, al museo o in biblioteca secondo i loro interessi.
    • Utilizza le opportunità scolastiche. Fai i compiti con loro. Vai ai colloqui con gli insegnanti per farti un'idea di come stanno andando a scuola.
  6. Sii presente agli eventi importanti. Puoi anche avere un programma di lavoro frenetico, ma devi fare tutto il possibile per partecipare ai momenti importanti della vita dei tuoi bambini, dalle loro recite al loro diploma di scuola superiore. Ricordati che i bambini crescono velocemente e che saranno grandi proprio prima che te ne renda conto. Il tuo capo potrà o no ricordare che hai perso quella riunione, ma un bambino ricorderà certamente che non sei stato alla sua recita. Anche se in realtà non devi mollare tutto per i tuoi bambini, dovresti almeno cercare di essere sempre lì per le pietre miliari.
    • Se fossi troppo occupato per essere lì il primo giorno di scuola del tuo bambino o a un altro importante traguardo, potresti pentirtene per il resto della tua vita. E non vorrai certo che tuo figlio si ricordi del suo diploma di scuola superiore come quel momento in cui la mamma o il papà non poteva presentarsi.

Tieni Correttamente la Disciplina

  1. Imponi delle regole ragionevoli. Fai rispettare quelle regole che si applicano a ogni persona che conduce una vita felice e produttiva — non regole della tua persona ideale. È importante impostare regole e linee guida che aiutino il bambino a svilupparsi e crescere senza che siano così rigorose che il bambino si senta di non poter fare un passo senza commettere un errore. Idealmente, il bambino deve amarti più di quanto non tema le regole.
    • Comunica chiaramente le regole. I bambini devono capire bene le conseguenze delle loro azioni. Se dai loro una punizione, assicurati che ne capiscano il motivo e quale sia la colpa; se non puoi specificarne la ragione e neppure spiegare perché hanno sbagliato, la punizione non avrà gli effetti scoraggianti che desideri.
    • Assicurati non solo di impostare regole ragionevoli, ma anche di imporle ragionevolmente. Evita forme di punizione eccessivamente dure e ridicolmente severe per infrazioni minori o tutto ciò che implica far male fisicamente al bambino.
  2. Controlla le tue reazioni quanto più possibile. È importante cercare di essere calmo e razionale quando spieghi le regole o le metti in pratica. Vuoi che i tuoi bambini ti prendano sul serio, non ti temano né pensino che tu sia instabile. Ovviamente, potrebbe trattarsi di una sfida, soprattutto quando i figli si sono comportati male o ti hanno messo alle strette, ma, se ti senti sempre pronto ad alzare la voce, devi prenderti una pausa e mettere da parte te stesso prima di parlare ai tuoi figli.
    • Tutti perdiamo la pazienza e ci sentiamo a volte fuori controllo. Se hai fatto o detto qualcosa di cui ti pentirai, dovresti chiedere scusa ai tuoi bambini, facendo loro sapere che hai fatto un errore. Se ti comporti come se quel comportamento fosse normale, allora cercheranno di imitarlo.
  3. Sii coerente. È importante far rispettare sempre le stesse regole e per resistere ai tentativi di manipolazione da parte del tuo bambino per farti fare delle eccezioni. Se lasci che tuo figlio faccia qualcosa che non dovrebbe solo perché reagisce con i capricci, allora questo dimostra che le regole sono fragili. Se ti ritrovi a dire "OK, ma solo per oggi ..." più di una volta, allora devi lavorare sul mantenimento di regole più coerenti per i tuoi bambini.
    • Se tuo figlio percepisce le regole come fragili, non avrà alcun incentivo ad attenersi a esse.
  4. Fai fronte unito con il tuo coniuge. Se hai un coniuge, allora è importante che i bambini pensino a voi come un fronte unito — due persone che dicono entrambe "sì" o "no" alle stesse cose. Se i tuoi figli pensano che la loro mamma sarà sempre disponibile a dire di sì e il loro papà dirà di no, allora penseranno che un genitore sia “migliore” o più facilmente manipolabile rispetto all’altro. Dovrebbero vedere te e il tuo coniuge come un unicum: non vi troverete mai in una situazione difficile se sarete d'accordo sulle cose fondamentali relative all’educazione dei figli.
    • Questo non significa che tu e tua moglie dobbiate sempre essere d'accordo al 100% su tutto quello che ha a che fare con i bambini. Ma significa che dovete lavorare insieme per risolvere i problemi che coinvolgono i figli, invece di essere in competizione l’un l'altro.
    • Non dovresti discutere con il tuo coniuge davanti ai bambini. Se stanno dormendo, discutete tranquillamente. I bambini possono sentirsi insicuri e timorosi quando sentono i genitori litigare. Inoltre, impareranno a discutere con gli altri allo stesso modo in cui sentono che si rapportano i genitori. Mostra loro che, quando le persone non sono d'accordo, possono discutere le loro differenze pacificamente.
  5. Mantieni l’ordine con i tuoi bambini. I figli dovrebbero avvertire un senso di ordine e una logica nella gestione della casa e della loro vita familiare. Questo può aiutarli a sentirsi al sicuro e in pace e a vivere una vita felice, dentro e fuori casa. Ecco alcuni modi in cui è possibile mantenere l’ordine con i tuoi figli:
    • Imponi delle restrizioni come l'ora di andare a letto e di coprifuoco, in maniera che comprendano che hanno delle limitazioni. Così facendo in effetti, aiuterà la loro percezione di essere amati e del fatto che i loro genitori si prendono cura di loro. Naturalmente si potrebbero ribellare a queste regole, ma, nel loro intimo, apprezzeranno che i propri genitori si preoccupino di guidarli e amarli.
    • Incoraggia il loro senso di responsibilità assegnando dei lavoretti da fare, e, come premio per questi "lavori" concedi qualche sorta di privilegio (denaro, estensioni del coprifuoco, tempo extra per giocare, e così via). Come "punizione" se non li fanno, si troveranno revocato il privilegio corrispondente. Perfino i più piccoli riescono a capire questo concetto di meriti/conseguenze. Man mano che i tuoi figli crescono, dai loro maggiori responsabilità aumentando proporzionatamente i meriti per averli portati a termine o le conseguenze in caso contrario.
    • Insegna che cosa è giusto o sbagliato. Se sei religioso, avvicinali alla dottrina che segui. Se sei ateo o agnostico, insegna loro i tuoi principi morali sulle cose. In un caso o nell'altro non essere ipocrita altrimenti tieniti pronto per il momento in cui i tuoi figli ti faranno notare la tua mancanza di coerenza.
  6. Critica il comportamento del bambino, non il bambino. È importante criticare le sue azioni, non il bambino in sé. Vuoi che il tuo bambino impari che può realizzare ciò che vuole attraverso il suo comportamento, invece di essere criticato come persona. Lascia che capisca che ha modo di migliorare il suo comportamento.
    • Quando il bambino agisce in modo nocivo e dispettoso, digli che tale comportamento è inaccettabile e suggerisci delle alternative. Evita dichiarazioni come: "Sei cattivo". Cerca invece di dire qualcosa di simile: "È sbagliato essere sgradevole con la tua sorellina.". Spiega perché il comportamento era scorretto.
    • Cerca di essere assertivo ma gentile quando rilevi quello che hanno fatto di sbagliato. Sii severo e serio, ma non arrabbiato né meschino, quando spieghi loro che cosa ti aspetti.
    • Evita l’umiliazione pubblica. Se si comportano male in pubblico, prendili da parte e rimproverali privatamente.

Aiutare il tuo Bambino a Costruirsi il Carattere

  1. Insegna ai bambini a essere indipendenti. Insegna ai tuoi figli che va bene essere diversi e che non devono seguire la folla. Insegna loro a distinguere tra ciò che è giusto e sbagliato fin da piccoli e saranno in grado di prendere le proprie decisioni più spesso, invece che ascoltare o seguire gli altri. Ricordati che il tuo bambino non è un'estensione di te stesso. Il bambino è un individuo posto sotto la tua cura, non è una possibilità di rivivere la tua vita attraverso di lui.
    • Quando i bambini diventano abbastanza grandi da prendere decisioni autonome, dovresti incoraggiarli a scegliere quali attività extra-curricolari vogliono fare o con quali gli amici vogliono giocare. Eccetto che un'attività sia molto pericolosa o un compagno di giochi abbia una pessima influenza, dovresti lasciare che il tuo bambino scelga da solo.
    • Un bambino può avere una predisposizione opposta, vale a dire introverso mentre tu sei estroverso, per esempio, e non sarà in grado di fare suo il modello e lo stile che scegli per lui.
    • Hanno bisogno di imparare che ogni azione ha una conseguenza (buona o cattiva che sia). Così facendo, li aiuti a diventare buoni decisori e risolutori, così da essere preparati per l'indipendenza e l'età adulta.
    • Non fare sempre al posto dei tuoi bambini ciò che possono imparare a fare da soli. Anche se portare loro un bicchiere d'acqua prima di andare a letto è un bel modo per indurli a prendere sonno più velocemente, non fare che diventi un’abitudine.
  2. Sii un buon modello di ruolo. Se vuoi che il bambino sia ben educato, dovresti incarnare il comportamento e il carattere che speri possa adottare e continuare a vivere secondo le regole impostate. Mostragli l’esempio oltre che le spiegazioni verbali. I bambini hanno la tendenza a diventare quello che vedono e sentono se non fanno uno sforzo cosciente e concertato per rompere gli schemi. Non devi essere una persona perfetta, ma dovresti cercare di fare ciò che vuoi che facciano anche loro: cerca di non sembrare ipocrita raccomandando ai tuoi figli di essere gentili con gli altri quando, invece, ti troveranno sempre in un'accesa discussione al supermercato.
    • Va perfettamente bene sbagliare, ma dovresti chiedere scusa o lasciare che il bambino capisca che il comportamento non è corretto. Potresti dire qualcosa di simile: "La mamma non voleva urlare. Era solo molto preoccupata.". Questo è sempre meglio che ignorare di aver fatto un errore, perché mostrerà al bambino come modificare questo comportamento.
    • Vuoi insegnare ai bambini a fare beneficenza? Mettiti in gioco e porta i tuoi figli con te in una mensa o in un rifugio per senzatetto e contribuite a servire i pasti. Spiega perché è necessario essere caritatevoli, in modo che capiscano perché dovrebbero esserlo anche loro.
    • Insegna ai bambini a sbrigare le faccende impostando una pianificazione e facendoti aiutare. Non obbligare al tuo bambino di fare qualcosa, ma chiedi il loro aiuto. Prima impareranno ad aiutarti, quanto più saranno disposti a farlo.
    • Se vuoi che i tuoi figli imparino a condividere, devi dare il buon esempio e dividere le tue cose con loro.
  3. Rispetta la privacy del tuo bambino come tu vorresti che lui rispettasse la tua; ad esempio, se insegni ai tuoi figli che la tua camera è fuori dai loro confini, rispetta anche la loro stanza. Devono percepire che, nella loro stanza, nessuno frugherà nei loro cassetti o leggerà il loro diario. Ciò insegnerà loro a onorare il proprio spazio e a rispettare la privacy altrui.
    • Se tuo figlio ti sorprende a curiosare nelle sue cose, potrebbe passare molto tempo prima che torni ad avere fiducia di te.
  4. Incoraggia i bambini a uno stile di vita sano. È importante assicurarti che i tuoi bambini mangino cibo sano il più possibile, che facciano esercizio fisico e che dormano abbastanza ogni notte. Dovresti incoraggiare un comportamento positivo e sano senza insistere troppo o costringerli. Lasciali arrivare a queste conclusioni da soli mentre li aiuti a vedere il significato e l'importanza di una sana vita.
    • Un modo per incoraggiarli a esercitarsi è avviarli presto a uno sport, in modo che trovino una passione anche sana.
    • Se cominci a spiegare troppo dettagliatamente al bambino che c'è qualcosa che non è sano o che non dovrebbe fare, potrebbe aversene a male e percepire un rimprovero da parte tua. Una volta che questo accade, non vorrà più mangiare con te e si sentirà a disagio: questo potrebbe indurlo a nasconderti il cibo spazzatura.
    • È importante insegnare loro delle sane abitudini alimentari già da piccoli. Offrire ricompense di caramelle ai bambini può creare una cattiva abitudine, perché, una volta cresciuti, alcuni possono credere che l'obesità sia premiante. Quando sono giovani, inizia ad avviarli al consumo di snack più sani. Invece delle patatine, prova con cracker, uva, ecc.
    • Le abitudini alimentari che imparano da piccoli sono quelle che continueranno ad avere da adulti. Inoltre, non obbligare mai i tuoi bambini a finire il loro cibo, se ti dicono che non hanno fame. Questo può continuare per tutta la vita, inducendoli a finire qualunque porzione, anche eccessiva, sia sul loro piatto.
  5. Enfatizza moderazione e responsabilità quando si tratta di consumo di alcol. Puoi iniziare a introdurre il discorso anche quando i bambini sono piccoli. Spiega loro che dovranno aspettare finché non saranno abbastanza adulti da gustare un drink con gli amici e parla dell'importanza di guidare da sobrio. Non riuscire a discutere di queste questioni subito a volte contribuisce a pericolose sperimentazioni, se non capiscono.
    • Una volta che i tuoi figli arrivano a un'età in cui loro e i loro amici iniziano a bere alcol, incoraggiali a parlarne con te. Non vuoi certo che temano la tua reazione e che finiscano per fare qualcosa di spiacevole, come guidare ubriachi perché sono troppo spaventati per chiedere un passaggio.
  6. Permetti ai tuoi figli di sperimentare la vita da soli. Non prendete sempre decisioni per loro: devono imparare a convivere con le conseguenze dalle scelte che fanno. Dopo tutto, devono imparare a pensare per se stessi qualche volta. È meglio che inizino quando sei lì per aiutarli a minimizzare le conseguenze negative e ad accentuare quelle positive.
    • Hanno bisogno di imparare che ogni azione ha una conseguenza (buona o cattiva che sia). Così facendo, li aiuti a diventare buoni decisori e risolutori, così da essere preparati per l'indipendenza e l'età adulta.
  7. Lascia che i tuoi bambini facciano i propri errori. La vita è una grande maestra. Non essere troppo veloce nel salvare il bambino dai risultati delle sue azioni se le conseguenze non sono eccessivamente severe. Per esempio, farsi un piccolo taglio può essere doloroso, ma è meglio che lasciarli ignari del perché gli oggetti taglienti dovrebbero essere evitati. Sappi che non puoi proteggere i tuoi figli per sempre e che è meglio imparare le lezioni di vita prima che poi. Anche se è difficile tirarsi indietro e guardare il bambino commettere un errore, a lungo termine quest’atteggiamento beneficerà te e il tuo bambino.
    • Non dovresti dire "Io l'avevo detto" quando il bambino impara una lezione di vita sulle proprie spalle. Invece, lascia che tragga le proprie conclusioni su quanto accaduto.
  8. Abbandona i tuoi vizi. Gioco d'azzardo, alcol e droghe possono compromettere la sicurezza finanziaria del tuo bambino. Fumare, ad esempio, induce quasi sempre rischi per la salute all'ambiente di tuo figlio. Il fumo passivo è stato collegato a diversi disturbi respiratori nei bambini. Potrebbe anche contribuire alla prematura morte di un genitore. Alcol e droghe potrebbero anche mettere a rischio la salute del tuo bambino.
    • Naturalmente, se ti piace bere del vino o un paio di birre di quando in quando, va perfettamente bene, finché rappresenti un modello sano di consumo di alcool. Comportati responsabilmente, mentre lo fai.
  9. Non riporre aspettative irragionevoli su tuo figlio. C'è una certa differenza tra volere che tuo figlio diventi un individuo responsabile e maturo e costringerlo a essere in un certo modo secondo la tua idea di perfezione. Non dovresti spingere il bambino a ottenere voti perfetti o a diventare il miglior giocatore della sua squadra di calcio; incoraggia, invece, delle buone abitudini di studio e lo spirito sportivo e lascia che ci metta tutto l’impegno di cui è capace.
    • Se ti comporti aspettandoti solo il meglio, il bambino non si sentirà mai all’altezza e potrà anche ribellarsi nel processo.
    • Non essere la persona di cui il bambino ha paura perché sente che non sarà mai alla tua altezza. Devi essere una cheerleader per il tuo bambino, non un sergente istruttore.
  10. Sappi che il lavoro di un genitore non è mai finito. Anche se potresti pensare di avere già allevato il bambino nella persona che lui o lei diventerà negli anni, in realtà questo è lontano dal vero. La genitorialità avrà un effetto permanente sul tuo bambino e dovrai sempre dargli l'amore e l'affetto di cui ha bisogno, anche a centinaia di chilometri di distanza. Anche se non sarai sempre una costante presenza quotidiana nella vita di tuo figlio, dovresti far sapere ai tuoi figli che te ne prenderai sempre cura e che sarai lì per loro, qualunque cosa accada.
    • I tuoi figli continueranno a chiederti consigli e saranno ancora interessati da quello che dici indipendentemente dalla loro età. Con il passare degli anni, non puoi solo migliorare la tua tecnica genitoriale, ma puoi anche iniziare a pensare a come essere un buon nonno!

Consigli

  • Ascolta che cosa ha da dirti tuo figlio.
  • Rifletti spesso sulla tua di crescita. Identifica i possibili errori che i "tuoi" genitori hanno fatto e sforzati di evitare che vengano tramandati tra generazioni successive. Ogni generazione di genitori/figli ottiene tutta un'altra serie di nuovi successi e/o sbagli.
  • Favorisci l'introspezione condividendo le tue personali valutazioni con i tuoi figli.
  • Non condividere il tuo passato comportamento scorretto con i tuoi bambini perché si confronteranno con te e quindi aspettati meno da loro.
  • Non sminuire come scelgono gli amici. Inoltre, cerca di mantenere la tua amicizia.
  • Se stai cercando di smettere con una cattiva abitudine da solo, cerca dei gruppi specifici che possano aiutare a superarla. Fatti aiutare sempre, cerca di avere qualcuno con cui poter parlare quando cominci a patirne la mancanza. Ricordati che non lo fai solo per te, ma anche per i tuoi figli.
  • Non vivere la tua vita attraverso di loro. Lasciarli fare le proprie scelte e vivere la loro vita come vogliono.
  • Soddisfa il tuo bisogno di essere amato, ma valuta le esigenze dei tuoi figli su quelle degli altri. Non li trascurare a causa dei tuoi interessi in amore. Fai dei tuoi figli una priorità quando vedi altre persone e non li mettere in pericolo portando a casa qualcuno che non conosci ancora a fondo. I bambini hanno bisogno di sentirsi al sicuro e, soprattutto, amati. Se all'improvviso li escludi, non badando più alle loro esigenze, in modo da poterti dedicare sentimentalmente a una nuova persona, i tuoi figli cresceranno insicuri e con un senso di abbandono. Tutti hanno bisogno di amore, ma non alle spese dell'equilibrio emotivo dei tuoi figli. Tutto questo vale anche per i figli più grandi.
  • Un adolescente in procinto di diventare una persona adulta ha, ora più che mai, bisogno del supporto di un genitore. Non pensare mai che per il semplice fatto che abbiano tra i diciotto e i ventuno anni ti puoi permettere il lusso di lasciarli andare per la loro strada. Comunque, cerca di non interferire se non strettamente necessario. Insomma non è facile nemmeno per un genitore.
  • Coltiva la capacità di tuo figlio a relazionarsi socialmente.

Avvertenze

  • Non avere paura di comportarti da "genitore". Fai del tuo meglio, cerca di essere loro amico, ma ricorda loro che sei un genitore, non un collaboratore.
  • Non si finisce di essere genitore quando i figli crescono. Essere un buon genitore è un dovere che dura per tutta la vita. Ma tieni a mente che una volta diventati adulti, le decisioni che prenderanno sono esclusivamente loro, conseguenze comprese.
  • Non seguire alla lettera i consueti stereotipi di come un genitore debba comportarsi in funzione della tua cultura, razza, gruppo etnico, famiglia o qualsiasi altro fattore significativo. Non farti convincere che ci sia una sola maniera di crescere un figlio.
  • Non essere abusivo nei loro confronti. Facendo così causerai solo tanto risentimento e ti verranno comunque contro. Senza parlare poi del fatto che puoi essere arrestato e avere i tuoi figli separati (se più di uno) e dati in affidamento.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.