Come Prendersi un Giorno di Pausa Senza Sentirsi in Colpa

Se come molti sei dipendente dal lavoro, prendersi un giorno di pausa potrebbe farti sentire come se “imbrogliassi” al lavoro. Dopotutto, hai davvero bisogno di un giorno di pausa quando invece dovresti impegnarti per 12-14 ore? Gli esperti della mente affermano che per restare produttivi e rendere molto, i lavoratori dovrebbero prendersi periodicamente un giorno di pausa. In effetti, un sondaggio ha scoperto che l’82% degli impiegati ha dichiarato di essersi preso un giorno di pausa per ricaricare le batterie. Anche se la maggior parte delle persone ha bisogno di un giorno di pausa, ancora molti si sentono in colpa se non vanno a lavorare per riposarsi. Come fare a prendersi quel giorno di riposo tanto necessario senza sentirsi in colpa e sotto pressione?

Passaggi

  1. Identifica i segni che ti indicano di prenderti un giorno di pausa. Tutti ci stanchiamo a un certo punto, perciò riconoscere i segni è importante per eliminare un po’ di senso di colpa.
    • Il tuo ritmo del sonno è cambiato. Sia se hai avuto spesso degli incubi che ti hanno svegliato di notte o un’insonnia generale, un sonno non continuativo può portare stress e una sensazione di ansia.
    • Reagisci in modo “eccessivo” a nuove fonti di stress. Forse tre settimane fa avresti semplicemente iniziato un nuovo progetto, ma oggi sei nervosa e completamente divorata dall’ansia. Se percepisci già dello stress, un nuovo stress può essere percepito come sproporzionato e ancora più sconvolgente.
    • Sei irascibile con la famiglia e gli amici. Per esempio, vorresti staccare la testa a tuo marito perché vuole che tu scelga il ristorante per stasera. Se i tuoi cari camminano sulle uova quando sono con te, potrebbe essere il momento di prenderti una pausa.
  2. Decidi cosa fare nel tuo giorno di pausa. Per alcuni la definizione “giorno di pausa” si traduce in un giorno in cui andare a fare shopping con la migliore amica o prendere lezioni di golf. Tuttavia, per beneficiare al massimo dei vantaggi di una pausa e scrollarti di dosso il senso di colpa, dovresti prenderlo seriamente.
    • Recupera un po’ di sonno. Se sei esausta o non hai dormito molto ultimamente, il tuo giorno libero dovrebbe essere trascorso a letto, riposando corpo e mente.
    • Passa la giornata in un posto tranquillo con un buon libro. Se ti cercano in continuazione quando sei al lavoro, potresti avere bisogno di un po’ di tempo per conto tuo. Trovati un luogo tranquillo dove rilassarti e dove non devi parlare con nessuno o rispondere al telefono.
    • Riprendi i contatti con persone importanti. Se il lavoro ti ha portato via dalle persone che ami, trascorri la giornata con queste persone. Per esempio, se hai lavorato con orari estenuanti, tutti i giorni della settimana, e non hai avuto modo di passare del tempo con tua figlia, pianifica tutto il giorno in base a quello che lei vuole fare.
  3. Decidi di non lavorare nel tuo giorno di pausa. Se devi farlo, fallo seriamente. Se finisci col metterti a lavorare, non realizzerai quello che ti eri proposta di fare e avrai ancora bisogno di un altro giorno per ricaricarti.
    • Spegni il telefono cellulare e imposta risposte automatiche all’e-mail. Fai sapere ai colleghi e agli amici che sei fuori ufficio tutta la giornata, ma che tornerai il giorno dopo. Non spiegare perché o cosa farai, lascia solo una breve notifica dicendo che non sei in grado di ricevere e-mail o chiamate durante la giornata, ma che risponderai il giorno seguente. Se ci sono delle urgenze, chiedi a un collega di coprirti per quel giorno e indica il suo nome e indirizzo per le emergenze.
    • Lascia tutto il lavoro in ufficio. Non portare a casa relazioni da leggere e non cercare di partecipare a una riunione tramite conference call, lascia il lavoro al lavoro così non sarai tentata di provarci.
    • Non dire ai colleghi o ai clienti che hai bisogno di un giorno di pausa. Ti sentiresti ancora più in colpa o stupida se spieghi che lo stress ti ha sopraffatta, dovrai spiegare cosa ti sta succedendo, e questo ti potrebbe spingere ancora più al limite.
  4. Pianifica il tuo giorno di pausa durante un momento di pausa al lavoro. Fai in modo che il tuo giorno di riposo non porti stress agli altri, perciò controlla il calendario e i tuoi impegni per assicurarti che il giorno che scegli vada bene per tutti.
    • Pianifica il tuo giorno libero in anticipo durante un momento di pausa al lavoro. Il modo più rapido per sentirsi in colpa è schizzare fuori dall’ufficio durante un progetto importante o un momento impegnativo per tutti. Agevola anche gli altri assicurandoti che non ci sia troppo da fare.
    • Informa il tuo capo con anticipo sulla tua giornata di riposo. Anziché dire che sei stressata, puoi semplicemente dire di avere alcuni appuntamenti personali o impegni importanti e per questo vorresti prenderti una giornata di ferie. Sii calma e abbi fiducia in te stessa, assicura il tuo capo che il tuo lavoro sarà preso in carico tenendo conto delle scadenze.
    • Non dire di essere malata, specialmente se non lo sei. Se il tuo capo non ti crederà, potrebbe credere che stai facendo dei colloqui con altre aziende o semplicemente che sei una “scansafatiche”.
    • Prepara un piano di emergenza. Non abbandonare i tuoi clienti e i tuoi colleghi durante il tuo giorno di pausa. Se hai un buon rapporto con qualche collega, chiedi se ti può coprire durante questa giornata e offriti di fare la stessa cosa in cambio. Assicurati che rispetti le tue scadenze e chiedi di essere contattata a casa (perché le emergenze toccano a te). Anche se l’obiettivo è avere un giorno senza impegni, non vorrai ritornare in ufficio per scoprire qualche pasticcio che si sarebbe potuto evitare con una semplice telefonata.

Consigli

  • Prendi in considerazione un massaggio, un giorno a una spa o di far pulire casa a qualcuno.
  • Se fare le faccende ti fa sentire un po’ più in forma nel tuo giorno libero, falle. Un giorno di pausa non significa che “devi” per forza stare seduta e rilassarti. In alcuni casi, mettere in ordine in casa ti aiuterà a rasserenarti.
  • Chiedi all’ufficio del personale come identificare il tuo giorno libero. In alcuni casi, l’azienda potrebbe prevedere dei veri giorni di “pausa” tra i benefici dei dipendenti, un'altra ragione per non doverti sentire in colpa.
  • Anche se la cosa migliore è staccarsi completamente dal lavoro, concediti alcuni minuti per controllare le e-mail non appena cominci ad essere nervosa o a sentirti troppo lontana dal lavoro. Fai quello che ti fa stare meglio.

Avvertenze

  • Se non ti senti meglio o meno stressata, forse è il caso di consultare un medico professionista per capire come mai ti senti così ansiosa.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.