Come Rivoluzionare la Propria Vita

Per essere soddisfatti nel corso della vita, dobbiamo cambiare e adattarci ai cambiamenti. La buona notizia? Solo tu puoi farlo. Il primo passo è sempre il più difficile, ma con determinazione e il giusto atteggiamento puoi superare qualsiasi avversità (o quasi). Se ne hai abbastanza di come vanno le cose in questo momento, dietro l’angolo potrebbe esserci (e ci sarà) qualcosa di completamente diverso.

Definire il problema

  1. Individua i problemi. A prescindere da cosa stia accadendo nel tuo mondo, probabilmente conosci già i punti peggiori. È il tuo lavoro? Amici? Rapporti? Cattive abitudini? Il tuo aspetto generale? Tutto questo e altro? Qual è il vero problema che hai difficoltà ad ammettere? Devi sapere cosa non vada prima di poter sistemare qualsiasi cosa. Fortunatamente, hai tutte le risposte.
    • È possibile che la tua risposta sia “Tutto”. Molto spesso i lati della nostra vita si mischiano tra loro. Non farti scoraggiare da questo. A conti fatti, sei tu a creare la tua vita; che ci sia una cosa o ogni cosa da sistemare, è tutto fattibile. Saranno solo necessari più sforzi. Dovrai cambiare un po’ il tuo modo di pensare, ma è tutto fattibile.
  2. Individua i tuoi blocchi mentali. Essere incastrato in un lavoro del cavolo non è il problema – è un sintomo del problema. Essere troppo spaventato per candidarsi a un nuovo lavoro o troppo pigro nell’attuale comoda e semplice quotidianità lo è. Conosci la frase “Sei il peggior nemico di te stesso”? Calza a pennello in questo caso. Non hai colpe per ciò che ti viene dato, ma sei responsabile di come lo affronti. Quali schemi di pensiero ti hanno trattenuto dal gestire tutto in modo migliore?
    • Essere autoconsapevole è l’unico modo per cambiare realmente il tuo modo di pensare. Il tuo pensiero cambia il tuo comportamento. Il tuo comportamento cambia ciò che ti succede. Se vuoi che un problema si risolva, devi colpirlo alla radice. Perciò nonostante possa sembrare un approccio prolisso e inutile per rivoluzionare le cose, non lo è (sicuramente non è inutile). Questo (il tuo modo di pensare, i tuoi blocchi mentali) dev’essere curato prima che qualsiasi cambiamento sia possibile.
  3. Metti in dubbio i tuoi pensieri e le tue convinzioni che ti stanno rendendo infelice. Sei pronto a essere sconvolto? Vivi in un mondo fatto dai tuoi pensieri. Pensaci bene. Siediti sulla tua sedia in questo momento e ragiona. Tutto in questo momento è una costruzione fatta da te, dal tuo pensiero, dalla tua mente. Questo dovrebbe portarti ad alcune conclusioni:
    • Fantastico. Hai il potere di vivere come ti pare. Se volessi pensare di essere la Regina d’Inghilterra, potresti. Se volessi pensare d’essere felice, lo saresti. Se l’unica persona che detiene il potere quando si tratta di rivoluzionare la tua vita.
    • Quelle cose che ti stanno rendendo infelice? Alcune sono immaginarie. Vero, potresti avere un lavoro schifoso ed è innegabile. Potresti essere in una relazione senza via d’uscita, potresti essere disoccupato, dipendente da droghe pesanti, con istinti suicidi, potresti essere diretto allo sfascio. Ma il tuo modo di vedere la situazione può darti una visione delle cose che le renderà migliori. Le renderà più semplici. Facile a sapersi, sicuramente; meno facile a farsi. Ma sapere che la vita funziona così è già metà dell’opera.
  4. Lavora sul tuo atteggiamento. Perché le cose belle ti accadano, devi essere in uno stato mentale aperto al successo. Hai mai provato ad andare verso quella ragazza carina, convinto di fallire? Esattamente. O non riesci proprio, o arrivi da lei, nervoso, spaventato e visibilmente insicuro. La vita intera non è tanto diversa – per avere successo, devi in qualche modo aspettartelo. Perciò se il tuo atteggiamento è negativo, lo devi cambiare.
    • Inizia a lavorare sul pensiero positivo. Può essere un compito arduo, perciò parti da 15 minuti al giorno. Quando emerge un pensiero negativo, prenditi il tempo di riqualificarlo. Non ti verrà naturale all’inizio, ma migliorerai. Per quei 15 minuti, “la mia vita è terribile” diventa “non sono felice con la mia vita attuale e farò qualcosa per cambiarla”. Lavoraci fino a rimuovere del tutto i pensieri negativi. Sarà molto più facile alzarti la mattina e agire quando la tua mente sarà pronta e scalpitante.
  5. Concediti il potere. Ultim’ora: la felicità non arriva dalla rimozione dei tuoi problemi. Ci sono bambini poveri e affamati in questo mondo che sorridono e ridono ogni giorno. Ci sono persone in situazioni simili alla tua che si considerano fortunati a essere vivi. Perciò concediti il potere di renderti felice, per vederti meritevole di successo. Consenti a te stesso di avere il controllo sulla tua vita invece di fingere di essere un passante innocente. Prendi le redini. Ce la puoi fare.
    • Stai leggendo questa pagina, perciò chiaramente hai quale motivazione a fare qualcosa. È tutto ciò che ti serve e lo possiedi! Devi prendere la decisione di fare qualcosa. Quando lo farai, le cose cambieranno. Devono. Non possono fare altrimenti. Attaccati a questa motivazione e lasciati contagiare. Falla crescere finché non esplode. Sii affamato di potere. Le cose stanno per accadere.
  6. Trova una passione a cui tendere. È difficile rivoluzionare la tua vita senza sapere in quale direzione andare, sai? Avere una passione, qualche obiettivo o sogno a cui tendere ti dà un percorso da seguire – invece di cercare un ago in un pagliaio che potrebbe essere o non essere lì. Allora qual è il tuo? Dove vorresti essere tra 6 mesi? Un anno?
    • Ti vedi nello stesso paese? Magari con un altro lavoro? Impegnato in un altro progetto o lavoro? A scuola? Molto più in forma? Non ci sono risposte sbagliate qui. E puoi anche averne più di una!

Piantare i semi

  1. Prepara un piano d’azione. Con l’attuale traiettoria più chiara, è ora di lasciar formare un piano d’azione molto elastico. Pensa a una mezza dozzina di cose facilmente realizzabili per iniziare il percorso su cui ti vedi in futuro. Non devi iniziare oggi, nemmeno domani, ma devi sapere cosa intendi fare e quando.
    • Abbiamo individuato l’obiettivo finale (tornare a studiare, perdere peso, smettere di fumare…), ora come ci arrivi? Ecco a cosa serve questo punto. Quali passaggi – piccoli, grandi, non importa – possono metterti in moto? Poi quando sarà il momento, quando sarai pronto, saprai cosa il futuro ha in serbo per te.
  2. Liberati dei pesi morti. Che sia il fumo, il tuo noioso fidanzato o la fine della convivenza con quel delinquente del tuo coinquilino, dev’essere fatto. Queste cose ti stanno trattenendo. Stanno favorendo quest’impostazione mentale negativa e trasformando un ostacolo in una montagna da scalare. Potrebbe essere una spina nel fianco, ma sai di poterlo fare. Porre fine al rapporto tossico col tuo migliore amico fa schifo. Dover vivere per conto tuo in uno studio malandato fa schifo. L’astinenza fa schiiifo. Ma sono tutte cose che sei in grado di fare e senza le quali starai meglio alla fine e, francamente, probabilmente lo sai.
    • Cose come “licenziarti” fanno parte di un’altra categoria. Oggigiorno, hai bisogno di soldi per sopravvivere. Ma realisticamente, potresti licenziarti e andare a vivere con qualcuno temporaneamente in caso di bisogno. Potresti passare i weekend in cerca di un nuovo lavoro. Nessuno ha detto che sarebbe stata una passeggiata. A volte le cose devono peggiorare prima di migliorare. Devi essere disposto a metterti alla prova.
  3. Trova un mentore. Perché? Perché tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci è passato per avere consigli, una spalla su cui piangere, avvertimenti. E se pensi che nessuno nella tua vita abbia toccato il fondo, probabilmente ti sbagli. Parte dell’essere umano è combattere battaglie – non devi far altro che chiedere. Le probabilità che tu conosca le storie indecenti di tutti coloro che conosci sono quasi pari a zero.
    • Ad ogni modo, è facile che leggendo la frase “Trova un mentore”, uno o due nomi ti siano già venuti in mente. In genere è un processo più naturale di altri. Se devi chiedere a qualcuno di diventare il tuo mentore, probabilmente non lo è. È un ruolo adatto solo a chi c’è già passato realmente. Devi solo trarre vantaggio dalla sua presenza nella tua vita aprendoti e chiedendo aiuto in caso di bisogno.
  4. Smetti di essere falso. Non offenderti – lo siamo tutti. Diciamo tutti “sì” a inviti a cui non vorremmo dire di sì, sorridiamo e annuiamo tutti mentre dentro di noi vorremmo urlare. Tutti facciamo cose che la società ci ha detto che sono giuste così come sono, senza fare domande. Beh, comincia a fare domande. Ordinati di dire “no, grazie” quando non ti senti di fare qualcosa. Ora si tratta di essere egoisti e migliorarsi. Non è una scusa per essere maleducati – è una scusa per fare ciò che tu vuoi.
    • Non urterai i sentimenti degli altri se ti limiterai a essere te stesso. Declinare un invito con un semplice “No grazie, non me la sento” non è offensivo. La gente potrebbe fare altre domande, ma non devi giustificarti se non vuoi farlo. Ora stai facendo solo ciò che vuoi fare. Se qualcuno ha dei problemi, sono affari loro.
  5. Allenati, dormi bene e mangia nel mondo giusto. La tua mente e il tuo corpo sono collegati – se il corpo sta bene, è molto più probabile che la mente stia bene. Le 3 basi di un corpo pronto a conquistare il mondo? Allenamento, sonno sufficiente e alimentazione corretta. Se non hai tempo per queste cose, trova il tempo. Lo devi a te stesso.
    • Per quanto riguarda l’allenamento, cerca di fare una “sessione” 3 o 4 volte a settimana. Che sia un corso di kickboxing o una passeggiata col tuo cane, va bene tutto. Vai là fuori e impegnati. Scettico sull’importanza di questa cosa? Gli studi dimostrano come l’allenamento sia in grado di renderti più felice.
    • Dormi a sufficienza – la tua facoltà di prendere decisioni dipende da questo. Davvero. Quando i nostri corpi e le nostre menti sono stanche, non abbiamo l’energia per individuare cosa sia meglio per noi. Serve un esempio? Quel kebab che hai deciso di mangiare a notte fonda è stata una buona idea. Solo quando si tratta della tua vita, importa davvero. Perciò cerca di dormire 7-9 ore per notte. Influiscono sulle altre 15-17 ore della giornata più di quanto siamo disposti ad ammetterlo.
    • Anche la dieta può influenzare il tuo umore. Le farine integrali, frutta, verdura e carni e latticini leggeri possono darti quello slancio che ti mancava in precedenza.
  6. Sii motivato. Le piccole cose possono davvero fare una gran differenza. Saltar fuori dal letto la mattina piuttosto che continuare a rimandare la sveglia può farti sentire molto più energico, nonostante si possa pensare il contrario. Ascoltare musica allegra, lasciarti piccole note positive, ricompensarti per gli sforzi fatti – tutto si accumula e può aiutarti a restare sulla retta via.
    • Cambia la tua sveglia in qualcosa di meraviglioso. Se sei come tutti noi, ti svegli la mattina e tutto ciò a cui riesci a pensare è “…no”. Iniziare la giornata negativamente può seriamente intralciare ciò che segue, perciò inizia più positivamente che puoi. Cambia la tua sveglia in qualcosa che ti rinvigorisce (che sia Il cerchio della vita o La cavalcata delle Valchirie, dipende solo da te). "No" può diventare "Evvai!" in men che non si dica.

Coltivare una versione migliore di se stessi

  1. Sviluppa una routine. Gli studi hanno mostrato come le persone di successo e soddisfatte hanno solitamente una routine da rispettare. La routine che rispettano non consiste probabilmente nel restare a letto tutto il giorno e mangiare quintali di pollo fritto, certo, ma la parte più importante è che la loro routine gli consente di risparmiare energia. Quando hai una routine quotidiana, inserire il pilota automatico ti permette di lasciar sgonfiare la concentrazione mentale e liberarti dei problemi che emergono. Puoi prendere solo un determinato numero di decisioni in un giorno e questa routine ti permette di risparmiare energia per le cose importanti.
    • La tua routine dovrebbe coinvolgere le 3 cose citate in precedenza (cibo, allenamento e sonno) e qualsiasi altra cosa ti renda felice. Un po’ di lavoro, un po’ di gioco e del tempo riservato a migliorare se stessi, in qualsiasi forma tu preferisca (meditazione/ricerca di lavoro/tornare a scuola…).
  2. Prendi le decisioni più importanti su qualsiasi cosa di mattina. Perché? Sei meno portato a essere fisicamente ed emotivamente esausto. L’affaticamento decisionale è sicuramente importante – come quell’infelice kebab notturno. Di notte, abbiamo lavorato così tanto durante il giorno da gettare al vento la cautela e da lasciare che il nostro “io” attuale prenda pessime decisioni per il nostro “io” futuro. Non farlo!
    • Perciò in caso si presenti qualche grossa occasione, dormici sopra. Vuoi avere più energia possibile per decidere il miglior modo d’agire. C’è un motivo se si dice così spesso di dormirci sopra!
  3. Compi atti di gentilezza gratuiti. Uno dei modi più semplici per diventare esperti nella vita è concentrarsi sugli altri. È facile e ti fa sentire bene – oltre a rendere il mondo un posto migliore. E per un secondo puoi dimenticare i tuoi problemi e concentrarti su quelli di qualcun altro. Come può non piacerti?
    • Aiutare gli altri può darci un’euforia senza pari. E in questo modo possiamo liberarci da un pantano in cui non abbiamo energie sufficienti ad aiutarci. Perciò, che sia donando qualcosa a un negozio dell’usato o facendo il volontario presso un’associazione locale, provaci. Sempre meglio lavorare sul karma per sicurezza!
  4. Mettiti in riga. Nessuno può andare da 0 a 100 in 3,5 secondi, e non dovresti pretendere questo da te stesso. Abbiamo tutti bisogno di aiuto e di una spintarella nella giusta direzione. Nessun atleta olimpionico inizierebbe la corsa da seduto, sai? Perciò qualsiasi cosa tu debba fare, falla.
    • Allora iscriviti a quella classe. Trova uno psicologo. Cerca seriamente lavoro. Cedi agli appuntamenti online. Unisciti agli Alcolisti Anonimi. Chiama tua mamma e chiedi scusa. Iscriviti alla palestra che vedi ogni giorno di ritorno a casa dal lavoro. Il primo passo sarà il più arduo, ma da lì in poi sarà tutta discesa.
  5. Fai ciò che hai sempre voluto fare. La tua mente è a posto, il tuo corpo pure, e ora è il momento di fare ciò che desideri. Quella cosa che avevi troppa paura di fare. Devi cogliere l’attimo. Un passo alla volta, non importa quanta strada ci voglia per raggiungere il tuo obiettivo.
    • Quella classe a cui ti sei iscritto? Frequentala. Il tuo psicologo? Chiedi un appuntamento. Manda curricula. Esci con qualcuno. Vai alle riunioni. Organizza un pranzo di famiglia. Usa quel tapis roulant. Stupirti di te stesso e delle cose che sei in grado di creare sarà un’ottima sensazione, e sarà difficile farne a meno.
  6. Rivaluta periodicamente. Considerala una dieta per l’anima. Ogni dieta non funzionante dev’essere messa da parte, perciò la valutazione della routine è necessaria. Stai cominciando a sentirti meglio? Tutto sta lentamente ma inesorabilmente mettendosi a posto? Potresti aumentare gli sforzi che stai facendo? Proprio come quando si aumenta l’intensità degli esercizi in palestra man mano che si procede, allo stesso modo devi trattare la tua mente.
    • Ciò che funziona in questo momento potrebbe non bastare più nel giro di qualche settimana. Una volta che hai familiarizzato con gli sforzi iniziali, aggiungine sempre di più. Ci sono poche cose nella vita in cui puoi permetterti una crisi d’astinenza, e questa non è una di quelle.
    • Analogamente, qualcosa che pensi possa funzionare potrebbe non farlo. Se questo è il caso, parla col tuo mentore e chiedi consiglio riguardo a cosa fare. È qualcosa su cui devi insistere, che devi lasciar perdere, o c’è una strategia diversa che dovresti provare?
  7. Rifiuta d’arrenderti. Sei in una posizione molto precaria in questo momento: un passo falso e sarà fin troppo facile tornare al punto di partenza. Perciò ora concentrati sul restare motivato. Concentrati sul pensiero positivo. Concentrati sul respiro. Concentrati sull’essere te stesso. Rifiutando d’arrenderti, indovina? Non t’arrenderai.
    • Gli imprevisti accadono. Saltano fuori senza preavviso e a volte in modo irremovibile. La macchina ha un guasto, il rapporto vacilla, il desiderio aumenta e aumenta. Sapere cosa t’aspetta è importante – in quel modo, sei un po’ più preparato e non incolpi te stesso. Succedono a tutti e fanno parte della vita. Devi solo imparare a incassare i colpi.

Consigli

  • Se non hai un Potere Superiore, passa del tempo a goderti la natura. È importante rallentare, rilassarsi dalla vita di tutti i giorni e concentrarsi su qualcosa di più grande di te. Una foglia è stupenda e pratica. Osserva come cattura la luce o come viene mossa dal vento. Se la scienza è la tua passione, allora considera i principi che ti affascinano, gli equilibri e le reazioni chimiche, le stelle o la bellezza dei numeri. Il solo atto di calmarti fisicamente e mentalmente ti sarà d’aiuto.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.