Come Calcolare la Tua Paga Oraria

Per molte persone, calcolare il proprio stipendio orario è semplice tanto quanto leggere il proprio cedolino-paga. Tuttavia, se sei un dipendente o un autonomo, devi eseguire alcuni calcoli per trovare questo valore. Puoi calcolare la tua paga oraria per un determinato progetto, per un certo periodo di tempo o in base al tuo stipendio. Se parti da quest'ultimo, ricorda di considerare tutte le variabili per ottenere un dato preciso.

Come Lavoratore Autonomo

  1. Verifica quante ore hai lavorato. Affinché questo calcolo sia utile, devi sapere qual è il tuo periodo retribuito di riferimento. Puoi considerare tutti i tuoi guadagni annuali per ottenere un calcolo preciso, oppure calcolare la tua paga oraria per un determinato progetto o arco temporale.
    • Ad esempio, se hai ricevuto un compenso per un lavoro o un progetto, devi annotare per quante ore ti sei dedicato a esso per conoscere la retribuzione oraria. In alternativa, puoi calcolare la paga oraria per un periodo di tempo più breve, come un mese o poche settimane.
  2. Calcola i tuoi guadagni. Tieni traccia di tutti gli assegni/bonifici che hai ricevuto. Accertati di considerare lo stesso arco temporale che hai valutato per calcolare il monte ore. Anche in questo caso potresti tenere in considerazione solo un progetto o diversi compensi.
    • Puoi scegliere se inserire o meno le tasse nei tuoi calcoli. Ricordati che se non lo fai, la paga oraria sembrerà maggiore di quanto non lo sia in realtà.
  3. Dividi i tuoi guadagni per il numero di ore di lavoro. In questo modo ottieni la paga oraria basata sul progetto o il periodo di tempo che hai selezionato.
    • Guadagni : Ore di lavoro = Paga Oraria.
    • Ad esempio: € 15.000 : 214 h = € 7,10 all'ora.
    • Puoi anche fare alcune ricerche online e trovare dei calcolatori che ti permettono di controllare i tuoi risultati, oltre che inserire delle variabili.

Come Lavoratore Dipendente

  1. Calcola la tua retribuzione annuale. Molte persone già conoscono questo dato ma, se questo non fosse il tuo caso, puoi verificarlo su una busta paga recente. Tieni in considerazione lo stipendio lordo (non netto), cioè il valore della tua retribuzione prima che vengano applicate le tasse. A questo punto moltiplica il valore che hai rilevato per il numero di mensilità che percepisci all'anno.
    • Se il tuo contratto prevede la tredicesima, moltiplica il valore per 13.
    • Se lavori in un settore dove viene corrisposta anche la quattordicesima mensilità, moltiplica questo dato per 14.
  2. Calcola quante ore lavori in un anno. In generale, per un calcolo rapido si usa questa formula standard:
    • 7,5 ore al giorno x 5 giorni alla settimana x 52 settimane all'anno = 1950 ore lavorate all'anno.
    • 8 ore al giorno x 5 giorni alla settimana x 52 settimane all'anno = 2080 ore lavorate all'anno.
  3. Calcola la paga oraria. Una volta che sei risalito a questi dati, puoi dividere il tuo stipendio annuo per il numero di ore lavorate e otterrai, approssimativamente, la paga oraria.
    • Ad esempio, se il tuo stipendio totale è di € 15.000 all'anno e hai lavorato per 2080 ore, allora € 15.000 : 2080 h = € 7,21 all'ora (circa).

Calcoli Avanzati per Trovare la Paga Oraria dal Salario

  1. Modifica i tuoi ingressi annui. Se possibile, aggiungi tutto il denaro che proviene dal tuo lavoro e che va a costituire la tua retribuzione annua. In pratica devi considerare le mance, i premi e gli incentivi.
    • Dovresti aggiungere al tuo stipendio annuo tutti i premi e gli extra ottenuti dal tuo lavoro.
    • Se svolgi un'occupazione che prevede di ricevere delle mance, allora il calcolo si fa un po' più complesso. Tieni traccia di quelle che ricevi per diverse settimane o mesi e poi dividi il totale per il numero di settimane prese in considerazione. In questo modo ottieni il valore medio settimanale delle mance. Infine moltiplica la media per il numero di settimane in cui ricevi mance in un anno (ricordati di non considerare le settimane in cui non puoi averle, ad esempio quando sei in ferie).
    • Come regola generale, ricorda che maggiore è il numero di settimane per cui monitori i tuoi ingressi sotto forma di mance, maggiore è la precisione del valore medio.
  2. Se svolgi del lavoro straordinario, aggiungilo al monte ore. Per conoscere quanto vieni retribuito per questo genere di prestazione, moltiplica le ore straordinarie per l'extra che ricevi e poi somma il prodotto al tuo salario annuale.
    • Le ore straordinarie potrebbero anche non esserti pagate, in base al contratto e alla posizione che ricopri. In ogni caso devi sommarle al monte ore.
    • Esempio: supponiamo che, mediamente, lavori per due ore in più ogni settimana tranne quando sei in ferie (due settimane all'anno). Quindi presti un lavoro straordinario di 2 h x 50 settimane = 100 ore all'anno.
    • Secondo questo esempio devi modificare il tuo monte ore e portarlo a: 2080 + 100 = 2180.
  3. Sottrai dal monte ore quelle di ferie pagate. Somma tra loro tutte le ore di permesso retribuito e di ferie che hai goduto nell'anno e sottraile dal totale delle ore lavorate. Ricordati di inserire le festività, le malattie e tutte le occasioni in cui sei uscito prima o entrato dopo al lavoro.
    • Ricordati di includere in questo conteggio solo le ore di permesso retribuito che hai goduto. Per esempio potresti aver maturato due settimane di permesso, ma non è detto che tu le abbia usate.
    • Supponiamo che tu ti prenda due settimane di ferie pagate all'anno, che non sia mai malato e che tutti i venerdì pomeriggio esca un'ora prima. Per tale ragione devi ridurre il monte ore di: (8 ore x 2 settimane x 5 giorni) + (1 ora x 50 settimane) = 130 ore all'anno.
    • In questo caso devi modificare le ore lavorate in un anno come segue: 2180 - 130 = 2050.

Consigli

  • Verifica che il lavoro sia continuativo. Se si tratta di un impiego saltuario, la tua paga potrebbe essere decisamente inferiore.
  • Quando esegui la divisione, un errore di arrotondamento genera una paga oraria leggermente meno precisa rispetto a quella annuale. Tuttavia, piccole variazioni dello stipendio annuale (fino a circa 200€) incidono in maniera impercettibile su quello orario.
  • Controlla se vieni pagato anche durante le ore di permesso e scopri a quante ore ammontano.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.