Come Rendere Divertente l'Apprendimento

In qualità di genitore o educatore, potresti avere qualche difficoltà a rendere divertente l'apprendimento per i tuoi bambini. Tuttavia, se riesci a modellarlo ai loro interessi e a proporre le informazioni in forma di intrattenimento, di solito è possibile "indurre" i bambini ad associare l'apprendimento con cose positive. Prima cominci, meglio è, ma è importante insistere nello sforzo indipendentemente dall’età dei discenti.

Personalizzare l’Apprendimento

  1. Passate un po’ di tempo da soli. Prendi il tuo bambino da parte e dedica un po’ di tempo alla sua istruzione. Le attenzioni, quando indirizzate in maniera personale, fanno sentire importanti la maggior parte dei bambini e, quando nei tuoi riscontri un desiderio di affermazione, è più probabile che sia ricettivo a imparare.
  2. Partecipa alle attività. Quando i ragazzi svolgono un'attività educativa, unisciti a loro. Non dare per scontato che devi lavare i piatti, mentre loro sono seduti a leggere in silenzio. Invece, prova a cogliere l'occasione per fare qualche lettura per conto tuo. I figli considerano i genitori un modello. Se sospettano che non ti piace una certa attività, presumono che non sia così piacevole.
  3. Incoraggia l'intera famiglia a partecipare. Anche se l'attenzione personale è importante, la maggior parte dei giovani ragazzi sentono anche che le attività per essere più divertente vanno svolte con le persone che apprezzano di più: i loro familiari. Se sei genitore, organizza il tuo tempo in modo che tutta la famiglia partecipi ad attività educative. Se sei un educatore, incoraggia le famiglie dei ragazzi a imparare insieme.
    • Quando i bambini sono in giovane età, iniziate a leggere ad alta voce in famiglia. Ogni membro può leggere un personaggio diverso o narrare una parte diversa, oppure potresti raccontare l'intero libro dall'inizio alla fine. Se possibile, dai una copia del libro a ogni membro della famiglia in modo che ognuno possa leggere insieme al narratore.
  4. Adatta la lezione a un interesse specifico. Se un bambino ha difficoltà a concentrarsi su una lezione, cerca un modo per renderla più affascinante, chiamando in causa uno dei suoi interessi. Parla della lezione facendo riferimenti a ciò che suscita il suo coinvolgimento.
    • Ad esempio, se sta attraversando una fase in cui ama tutto ciò che ha a che fare con i cani, puoi formulare i problemi di matematica menzionando i cani o incoraggiare la lettura con testi che parlano di questo argomento.
  5. Resta positivo. Potresti sentirti frustrato quando incontri qualche difficoltà a spiegare una certa lezione, ma c'è una buona probabilità che il bambino si sente ancora più frustrato di te. Sii paziente e resta calmo. Utilizza un linguaggio positivo e incoraggiante e non compromettere la capacità di apprendimento del bambino.

Creare Lezioni Coinvolgenti

  1. Sviluppa lezioni che rendano partecipi. Una lezione che attiva la partecipazione incoraggia i bambini a mettere in moto l'apprendimento e, se l'attività è abbastanza divertente, potrebbero ricordare la lezione che sta dietro l'attività ogni volta che ricorderanno l'attività stessa. Questo tipo di lezione può vertere su qualsiasi cosa, dalle escursioni nella natura a esperimenti da scienziato pazzo. Usa la tua creatività e trova qualcosa che funzioni per ogni argomento che stai tentando di insegnare.
    • Quando fate lezioni su uccelli o insetti, fate una passeggiata nei boschi vicini e incoraggia i bambini a individuare quante più specie possibili.
    • È anche possibile provare alcuni classici esperimenti da "scienziato pazzo" come l’uovo che galleggia o il vulcano costruito con la bottiglia.
  2. Fai in modo che siano abili e creativi. Le lezioni che fanno esplodere l'immaginazione possono essere tra le più divertenti e istruttive. Quando un bambino sfrutta la sua creatività, la maggior parte del suo cervello è impegnata attivamente. Pertanto, la mente può assimilare di più. Le attività basate sull’immaginazione possono comprendere arti e mestieri, giochi di ruolo o una serie di simili attività.
    • I ragazzi più grandi possono divertirsi a scrivere poesie, raccontare storie, scrivere commedie o creare collage. I ragazzi più piccoli tendono a divertirsi disegnando e colorando.
    • L'immaginazione può anche includere elementi di finzione. Fai in modo che i ragazzi più grandi facciano una prova simulata al momento di imparare il sistema giudiziario. Chiedi a ragazzi più piccoli di vestirsi da "padri fondatori della costituzione" o da altre figure della storia, quando le lezioni lo richiedono.
  3. Partite. Il vecchio e monotono ambiente dell’aula può diventare noioso, visto tutti i giorni. Andare a fare una gita. Un piccolo giro al pomeriggio va bene se cerchi di tenere una breve lezione sul posto, oppure potresti organizzare un viaggio più lungo verso un sito storico in cui insegnare le processi più importanti di un determinato argomento.
    • Le gite di un giorno possono includere musei locali, parchi o monumenti cittadini.
    • Per una vacanza più lunga, potresti organizzare una visita presso una destinazione con importanza storica o didattica, come Roma. In alternativa, puoi arricchire di valore formativo qualsiasi altra destinazione inserendo nel programma la visita di musei locali, luoghi storici o posti con richiami per turisti.
  4. Crea un sistema di premiazioni. I premi funzionano particolarmente bene con i bambini più piccoli. Offri loro una ricompensa se completano un certo numero di compiti o di risposte esatte in una prova o in un test assegnato per casa. In linea teorica, ci si auspica che bambini trovino divertente l'apprendimento in virtù dell’apprendimento, piuttosto che in virtù di qualche premio. Tuttavia, trasmettendo il principio che "l'apprendimento" equivale a un "premio", puoi preparare i ragazzi più giovani ad associare l’istruzione automaticamente a esperienze ed emozioni positive.
    • Tieni a portata di mano un assortimento di adesivi, segnalibri divertenti, piccoli giocattoli, matite colorate e caramelle.
    • Questo sistema funziona soprattutto con i bambini più piccoli, ma meno con i ragazzi più grandi, poiché con l’età si tende a non apprezzare più le piccole cose.
  5. Fai una festa. Terminata un’unità didattica, organizza una festa incentrata sul contenuto dell’unità studiata. Considera i principi e i concetti insegnati mediante l'uso di giochi, cibo e premi.
    • Per esempio, se hai da poco completato un’unità didattica sulla vita marina, organizza una festa a tema sull’oceano. Fai in modo che i ragazzi preparino decorazioni a forma di onda o delle creature che vivono nell'oceano. Servi cracker a forma di pesce o una torta decorata con una scenario marino. Invece di giocare ad "Attacca la coda al cavallo," scegliete "Attacca la coda al cavalluccio marino."

Usare Strumenti di Apprendimento per Intrattenere

  1. Organizza giochi educativi. Sia quelli più semplici che quelli tecnologicamente avanzati si prestano a finalità didattiche, perciò spazia dai giochi per computer ai giochi da tavolo tradizionali, alle carte, ai quiz e ai puzzle. I giochi divertono per natura, ma se ne scegli uno che ha in sé elementi educativi, è possibile inserire l’apprendimento nel divertimento, senza incorrere in proteste.
    • Alcuni giochi sono specificamente mirati a particolari lezioni o unità didattiche. Altri, invece, possono avere un valore educativo anche senza essere classificati come "giochi educativi". Ad esempio, Monopoli insegna strategia e matematica, mentre Scarabeo migliora il vocabolario. Anche la maggior parte dei giochi tradizionali con le carte insegnano sia strategia che matematica.
    • Quiz e puzzle interattivi tendenzialmente coinvolgono i bambini più grandi, i quali sono inclini a cimentarsi nelle sfide. Puoi trovare quiz che vertono in maniera particolare su un tema di studio, ma dovresti anche incoraggiare quiz e puzzle, in generale, dal momento che migliorano le capacità relative al problem solving.
  2. Cerca software educativi. La maggior parte dei bambini sono già immersi nella cultura digitale, dal momento in cui frequentano gli ultimi anni delle scuole elementari. La tecnologia è un ottimo modo per entrare in sintonia con loro e, se riesci a trovare programmi specificatamente pensati per stimolare sia il loro divertimento che l’apprendimento, avrai maggiori possibilità di utilizzare la tecnologia a fin di bene.
    • Oltre ai software, puoi anche includere altro materiale tecnologico all’interno delle tue lezioni. Cerca podcast, fotografie digitali, registrazioni video e simili strumenti di apprendimento correlati a internet.
  3. Proponi la visione di programmi educativi. Gli spettacoli televisivi educativi sono la scelta più ovvia, ma quando i bambini crescono, trovare spettacoli televisivi sia educativi che divertenti può essere un compito difficile, Prova, invece, a trovare un film o un gioco che si connette al momento storico o all'argomento oggetto di studio. Sebbene i bambini non possano imparare nulla di utile guardando uno spettacolo, potrebbero apprezzare molto di più la materia che stanno studiando.
    • Il teatro, in particolare, può far apprezzare molto il dramma e della letteratura. Si tratta di un’opzione grandiosa, soprattutto se state leggendo una rappresentazione teatrale durante le lezioni.
  4. Introduci giocattoli educativi e altri gadget. Come con giochi, i giocattoli e i gadget pensati per i bambini sono studiati per divertire. Oggi, però, esistono molti produttori di giocattoli che cercano di fare appello ai genitori ed educatori consapevoli per elaborare giocattoli educativi. Considera l’attuale livello di apprendimento del tuo bambino e guardati intorno per trovare ciò che è più adatto a lui.
    • Le fasce di età più giovani possono usare giocattoli che insegnano loro forme, numeri, lettere e colori. Una volta che diventano troppo "più esperti", passa a cose più elaborate come la plastilina. I giochi educativi portatili o altri gadget simili tendenzialmente sono più adatti ai bambini dai 10 anni di età in su.

Legare l’Apprendimento alla Vita Quotidiana

  1. Applica i concetti ai problemi quotidiani. Sebbene i word problems (i problemi il cui testo è espresso a parole) sono una rovina esistenziale per molti studenti di matematica, il principio di base da applicare resta valido. Quando insegni un nuovo argomento, spiega come quest’ultimo influenza le persone quotidianamente. Puoi personalizzare gli assegni in base a questa relazione o guidare direttamente i bambini attraverso quei problemi.
    • Ad esempio, quando spieghi le frazioni a un bambino, prepara un dolce o una torta. Dimostra come si taglia il dolce a metà, in quarti e così via.
  2. Crea sfide dinamiche. Una sfida dinamica prevede che uno ragazzo faccia uso delle conoscenze che ha acquisito per affrontare un problema più grande. Ad esempio, potresti istruire un bambino su come insegnare una certa cosa a te o a un altro compagno di classe. Così facendo, lo incoraggerai a studiare un argomento nel miglior modo possibile e gli darai modo di accrescere enormemente la sua autostima, una volta che saprà dimostrare ciò che ha appreso.
  3. Istituisci un negozio. Il negozio potrebbe essere falso o vero. In entrambi i casi, è necessario incoraggiare il bambino a fissare i prezzi e a contare sia il denaro che gli articoli dell'inventario.
    • Riguardo ad alcune idee nella vita reale, prova a mettere su uno stand per le limonate o una vendita in giardino. Assicurati, però, che la zona residenziale sia suddivisa in zone per questo genere di attività e di avere, eventualmente, i permessi necessari.
    • Riguardo alle attività di simulazione, istituisci un negozio finto con soldi falsi in cassa. Il bambino che deve imparare dovrebbe fare il cassiere. Gli altri membri della famiglia dovrebbero a turno fare i clienti.
  4. Assegna un compito importante. Dai al bambino un compito che abbia un certo effetto sul resto della famiglia. Per esempio, chiedigli di calcolare la mancia su un conto del ristorante e di contare i soldi. Allo stesso modo, potresti dire a un bambino più grande di ricercare le possibili destinazioni di vacanza della famiglia.
    • Quando incarichi il bambino di pianificare una vacanza, assicurati di dargli le risorse utili, come i siti web dedicati al turismo e ai viaggi, mentre lo guida attraverso il processo della ricerca. Il bambino deve sentirsi di avere "il controllo" della situazione, ma è anche necessario essere certi di aver dato limiti e suggerimenti per fare di questa esperienza un successo.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.