Come Smettere di Essere in Ritardo

Se sei sempre in ritardo e le altre persone hanno cominciato a identificarti con la tua mancanza di puntualità, probabilmente perderai offerte di lavoro, attività divertenti, amicizie e molto altro. Se arrivare in ritardo per te è uno stile di vita, impara a organizzarti, a dare la priorità alla puntualità e a risolvere i problemi alla base del tuo difetto.

Organizzare la Tua Vita

  1. Cerca sempre di arrivare in anticipo. Quando devi andare da qualche parte, prova ad arrivare 15-30 minuti prima del necessario. Se arrivi sempre in ritardo, probabilmente non riesci a valutare il tempo che ti serve per prepararti. Evita il problema lasciandoti più spazio di manovra.
    • Nota se arrivi davvero in anticipo. Potresti accorgerti che partendo "presto", sei sempre in orario.
  2. Imposta due sveglie. Mettine una al momento di iniziare a prepararti e l'altra quando devi uscire di casa. Obbedisci alle sveglie!
    • Appena la prima sveglia suona, interrompi quello che stai facendo. Se si tratta di un'attività che devi riprendere, ad esempio un progetto di lavoro, prendi un appunto mentale di dove sei rimasto.
    • Non scordarti di prendere tutto quello che ti serve e assicurati di sapere come raggiungere il luogo in cui devi andare.
    • Cerca di uscire di casa prima che suoni la seconda sveglia.
    • Questo metodo funziona solo se rispetti le sveglie e reagisci appena le senti suonare.
  3. Preparati per la giornata. Organizza tutti i tuoi appunti e il tuo materiale con largo anticipo per ogni evento, in modo che tu debba solo prendere il necessario prima di partire. Se di mattina ti senti stanco, fai tutto il possibile la sera prima di andare a dormire.
    • Prima di andare a letto, preparati i vestiti e la borsa per il giorno dopo.
    • Pianifica i tuoi pasti, in maniera da non dover cercare il latte per i cereali alle prime luci dell'alba.
  4. Impara a lasciarti un po' di tempo tra le riunioni e le mansioni. Se sarai costretto a passare da una riunione all'altra senza pause, il tuo ritmo diventerà presto insopportabile. Se ti assumerai troppe responsabilità, arriverai in ritardo al primo imprevisto.
    • Oltre a lasciarti spazio per respirare, potrai sfruttare i tuoi buchi nell'agenda anche se uno dei tuoi impegni dovesse prolungarsi, avendo la possibilità di arrivare in orario a quello seguente.
    • Calcola i tempi necessari per spostarti da un'attività all'altra e aggiungi 10-30 minuti per i ritardi imprevisti.
    • Se prendi troppi impegni perché odi non avere niente da fare, trova qualcosa di piacevole o di produttivo per occupare i momenti di attesa. Puoi portare con te uno dei tuoi romanzi preferiti, oppure sfruttare il tempo libero per controllare la posta elettronica.
  5. Alleggerisci il tuo calendario. La tua agenda è piena di impegni che ti costringono a correre? Pensa a come potresti riorganizzare gli appuntamenti che hai e cerca di accettarne di meno in futuro.
    • Delega alcuni dei tuoi impegni. Probabilmente, ci sono altre persone nella tua vita perfettamente in grado di assumersi la responsabilità delle tue mansioni, dai parenti al tuo staff.
    • Considera ogni voce sul tuo calendario e chiediti se siano davvero importanti.
    • Se hai più impegni che riguardano lo stesso ambito, abbandonane alcuni.
    • Occupati solo delle attività che non ti costringono a cambiare troppo i tuoi programmi e che hai la possibilità di completare in breve tempo. Avere troppi impegni fa male alla salute e alla tua vita sociale.
  6. Fai attenzione alle attività che ti portano via troppo tempo. Evita di andare su internet, di giocare con i videogiochi, di guardare dei telefilm, di pulire la casa o di preoccuparti molto. Anche aiutare il prossimo può essere una perdita di tempo. Se alcune attività ti fanno smarrire il senso del tempo, svolgile quando non hai paura di arrivare in ritardo.
    • Restare sempre connesso a internet può sembrarti una strategia efficiente per essere aggiornato sulle ultime notizie, ma può anche portarti a non notare il tempo che passa.
    • Se controllando le e-mail o giocando, arrivi in ritardo alle riunioni o agli appuntamenti, oppure non riesci a rispettare le scadenze e finisci per ignorare altri impegni della tua vita, è il momento di riconsiderare le tue priorità.

Dare la Priorità alla Puntualità

  1. Ricordati che essere puntuali significa essere educati. Arrivare in ritardo è scortese, mentre essere in orario è un modo per dimostrare il proprio rispetto verso le altre persone. Non hai il potere di ridare il tempo perso a chi ti ha aspettato, quindi non è rispettoso presumere che tu abbia il diritto di far attendere qualcuno senza un buon motivo. Anche se l'etichetta impone requisiti di puntualità diversi a seconda dell'occasione, la puntualità è sempre un segno di rispetto. Tutte le situazioni seguenti richiedono puntualità:
    • Inviti a mangiare: arriva sempre puntuale ai pasti. Il cuoco merita rispetto e il cibo si raffredda a causa dell'attesa.
    • Se hai un appuntamento al ristorante, cerca di essere puntuale; è inaccettabile presentarsi con più di cinque minuti di ritardo.
    • Quando sei invitato a cena, cerca di non arrivare in anticipo (il padrone di casa deve ultimare i preparativi) e di non arrivare con più di 10-15 minuti di ritardo.
    • Se ti accorgi che non riuscirai ad arrivare in orario per una cena a casa di un amico, chiama il padrone di casa e informalo del ritardo, in modo che servano i piatti senza aspettarti.
  2. Ricorda che essere puntuali significa essere pratici. In molte situazioni, arrivando in ritardo non avrai la possibilità di fare quello che avevi in programma.
    • Arriva sempre in anticipo al cinema o a teatro con gli amici o altre persone. Se devi acquistare i biglietti, presentati con largo anticipo, perché le code al botteghino possono essere molto lunghe. Se li hai già comprati, arriva circa 10 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.
    • Presentati con qualche minuto di anticipo agli appuntamenti con medici, avvocati, parrucchieri e altri professionisti. Non arrivare in ritardo; il loro tempo è denaro e se non sarai puntuale, avrai un impatto negativo sui loro guadagni e sui clienti seguenti. Se ti accorgi che non puoi arrivare in orario, chiama e avvisa.
    • A un colloquio di lavoro arrivare in ritardo di trenta secondi è già troppo. Se vuoi ottenere un impiego, presentati sempre puntuale.
    • A una riunione di lavoro cerca di arrivare puntuale o in anticipo, in modo da fare i preparativi per le presentazioni.
  3. Sii puntuale per amore. Considera la puntualità come un'espressione d'amore. Coordinare i tuoi impegni con qualcuno ti permette di sentirti parte di una squadra. Pensa quanto sia importante per la tua partner, per gli amici, per i parenti e persino per i colleghi rispettare il loro tempo e apprezzare la loro puntualità.
  4. Considera le conseguenze dei tuoi ritardi. Se sei una persona ottimista o se soffri di DDA (disturbo da deficit dell'attenzione) o DDAI (disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività), potresti sottovalutare le conseguenze negative di fare tardi.
    • Rifletti per qualche istante sulle possibile ripercussioni se non dovessi partecipare a un evento imminente.
    • Prometti a te stesso che eviterai le conseguenze sgradevoli, arrivando puntuale.
  5. Impara a dare la giusta importanza al tempo. Per farlo, dovrai concentrarti direttamente sul passare dei minuti. Chi arriva sempre in ritardo, spesso non considera il tempo come una risorsa preziosa che deve essere sfruttata per ottenere il massimo dalla propria vita.
    • La meditazione può darti la possibilità di comprendere meglio l'importanza del tempo.
    • Puoi anche provare a tenere un'agenda con i tuoi appuntamenti, a scrivere il programma per la giornata tutte le mattine, a fare una stima di quanto tempo ti servirà per ogni attività e verificare quanto ne hai impiegato in realtà.

Affrontare i Motivi dei Tuoi Ritardi

  1. Individua i motivi per cui sei sempre in ritardo. Se sei un ritardatario cronico, ti sarà utile individuare le ragioni che ti spingono a non essere puntuale. Scopri se la tua cattiva abitudine dipende da cause psicologiche o da errori gestionali.
    • Chiediti se arrivi sempre in ritardo con lo stesso intervallo di tempo. In quel caso, probabilmente il tuo problema è psicologico. Se i ritardi sono casuali, forse devi imparare a organizzarti meglio.
    • Dedica un minuto alla fine di ogni giornata per prendere appunti sui tuoi ritardi. Per quale impegno sei arrivato in ritardo? Da che cosa sei stato trattenuto? Che sentimenti hai provato?
    • Prendi nota di tutte le preoccupazioni che hai avuto e dei momenti in cui ti sei sentito bloccato.
    • Considera tutti gli errori di valutazione.
    • Dopo una o due settimane di appunti, rileggili. Noti qualche schema che si ripete?
  2. Considera la tua ansia. Provi intenso stress in merito alle cose che pensi di non poter fare, che non vuoi fare o che non riesci a trovare le risorse per fare? Questo ti ha costretto a cancellare degli impegni o ad arrivare con un tale ritardo da perderli comunque?
    • Se hai il sospetto che questo sia il tuo problema, parla con uno psicologo riguardo alla tua ansia. La terapia e i farmaci possono aiutarti.
  3. Chiediti se arrivi in ritardo per mettere alla prova le altre persone. Se hai dei dubbi sull'importanza che hai per qualcuno, potresti arrivare in ritardo per dimostrare che sei necessario. Chiediti se non essere puntuale ti fa sentire indispensabile. Ti senti superiore agli altri quando devono aspettarti?
    • Arrivare in ritardo ti aiuta a sentirti amato da una persona? Far aspettare gli altri ti serve per confermare che sono disposti a sacrificare il loro tempo per te?
    • In questo caso, dovresti parlare con uno psicologo per migliorare la tua autostima.
  4. Individua gli errori gestionali. Potresti arrivare in ritardo perché hai dei problemi a calcolare il tempo e lo spazio. Potresti avere difficoltà nell'elaborazione delle informazioni, oppure avere un disturbo dell'attenzione, come il DDA o il DDAI.
    • Se questo è il tuo problema, potresti sottovalutare il tempo che ti serve. Prova a cronometrare i tuoi spostamenti, in modo da avere a disposizione un'analisi più realistica della tua situazione.
    • Se devi raggiungere un luogo in cui non sei mai stato, cercalo su un'applicazione come Google Maps, in maniera da avere un'idea sulla distanza da percorrere.
    • Concediti più tempo. Anche se conosci la distanza da compiere per raggiungere un luogo, potresti aver bisogno di più tempo, soprattutto se dovessi perderti.

Consigli

  • Imposta delle sveglie sul tuo telefono come promemoria dei tuoi impegni. Cambiane il suono se cominci a ignorarle.
  • Dei parenti o degli amici puntuali possono aiutarti facendoti capire quando corri il rischio di arrivare in ritardo e invitandoti ad accelerare i preparativi. Chiedi loro di lasciarti indietro se farai troppo tardi e se chiederai che ti aspettino. In questo modo non si sentiranno in colpa e ti costringeranno a fare in fretta.
  • Vai a letto prima, in modo da poterti svegliare in anticipo.
  • Porti l'orologio o puoi leggere l'ora sul tuo cellulare? Non sapere l'ora potrebbe essere uno dei motivi per cui arrivi in ritardo. Recupera il senso del tempo controllando spesso l'ora.

Avvertenze

  • Se al lavoro hai ricevuto un avvertimento per i tuoi ritardi, considera quel provvedimento con serietà. Probabilmente, la tua puntualità sarà posta sotto attento esame e non avrai la possibilità di fare ancora molti ritardi.
  • Quando arrivi in ritardo per un motivo valido, informa le persone coinvolte di quanto è accaduto. In questo modo il tuo gesto poco educato sarà considerato meno irrispettoso.

Cose che ti Serviranno

  • Agenda, promemoria sul telefono, calendari, ecc.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.