Come Salvarsi

Liberarsi dagli ingranaggi della vita quotidiana richiede forza di volontà, pianificazione e determinazione. Tuttavia, puoi salvarti. Il primo passo verso una trasformazione significativa che sia in grado di aiutarti è imparare a individuare le situazioni negative e i comportamenti che ti mortificano. Puoi imparare a salvarti e migliorare la tua situazione.

Salvarsi da una Brutta Situazione

  1. Individua le circostanze che devono cambiare. Una brutta situazione può essere difficile da digerire, anche se non sei abbastanza sicuro di quello che non va. Se qualcosa non ti sembra giusto, comincia a interrogarti e ad analizzare la tua situazione fin nei minimi particolari. Che cosa nella tua vita non va per il verso giusto? Che cosa andrebbe cambiato? Poniti le seguenti domande per cercare di riconoscere i segnali di una brutta situazione da cui devi salvarti.
    • Sei preoccupato per la tua sicurezza? Sei sempre stressato per aspetti fondamentali, perché magari non sai come metterai un piatto caldo a tavola o se riuscirai a sopravvivere tutto il giorno? Se ti trovi in una situazione di violenza o pericolo, forse è necessario adottare misure drastiche per cambiare vita.
    • Hai una relazione appagante? Sei con qualcuno che ti sostiene e ti fa sentire bene con te stesso? Cerca di capire se la tua vita sentimentale potrebbe essere la causa dei tuoi problemi. C'è di meglio in giro.
    • Sei felice del tuo lavoro? Ti piacciono il capo e i colleghi? Passi più tempo a divertirti o a stressarti al lavoro? Cerca di capire se il lavoro potrebbe essere il problema nella tua vita.
  2. Elimina le persone negative. Circondandoti di persone negative, violente o autodistruttive, spalanchi la porta ai problemi. Può essere difficile allontanarsi da amici e persone care che non possono prendersi cura di sé, ma se questa situazione ti manda in crisi, devi imparare quando è il momento di eliminare chi ti danneggia. Individua i rapporti tossici o di cui senti di avere una responsabilità schiacciante e poni fine. Salva te stesso dalle cattive influenze.
    • Cerca di concentrarti non sulla fine delle cattive relazioni, ma sul modo in cui instaurarne di nuove. Passa il tuo tempo con le persone che ti piacciono, ti sostengono e ti rincuorano, in pratica con chi si dedica a cose costruttive e positive.
    • Se a differenza dei tuoi amici hai fatto enormi progressi per eliminare una dipendenza o una sostanza dalla tua vita, può essere difficile mantenere i rapporti con loro. Cerca nuove amicizie con cui impegnarti in attività più edificanti e positive.
  3. Considera un cambiamento di scenario. In alcuni casi puoi salvarti dal posto in cui vivi. Che si tratti di una città che non offre le alternative professionali che desideri, un quartiere violento che ti spaventa o una casa da cui devi fuggire, compi un atto di fede e allontanati. Trasferisciti.
    • Vai in qualunque posto in cui sai di incontrare gente che sia in grado di darti una mano ad affrontare il periodo di transizione. Cerca lontani parenti o vecchi amici di scuola, che potrebbero ospitarti per un paio di giorni, mentre cerchi un nuovo lavoro e un posto per conto tuo.
    • Inizia a risparmiare immediatamente per cominciare a mettere in atto il tuo piano. Se non puoi permetterti di spostarti fin da subito, puoi sempre cominciare. Anche il solo gesto di risparmiare soldi e capire il prossimo passo da compiere può contribuire ad alleviare lo svantaggio di essere bloccato in un determinato posto.
  4. Considera di cambiare atteggiamento. Ogni adolescente, che viva a Parigi o Londra, non desidera nient'altro che fuggire verso lo sfavillio e il lusso di altri posti. Ogni individuo che ha un lavoro, che sia grandioso o senza possibilità di carriera, ha un pomeriggio interminabile, una settimana infernale, un'epica lavata di testa dal proprio capo. Imparare a distinguere tra una circostanza che deve cambiare e la necessità di cambiare atteggiamento è un grande passo nella crescita personale, perché si diventa più maturi e si impara a salvarsi. Immagina la causa dei tuoi problemi scomparire per sempre dalla tua vita. In che modo sarebbe diversa la tua esistenza? Lo sarebbe? Se è così, adotta il cambiamento. In caso contrario, risolvi i problemi.
    • Se non tolleri un determinato luogo, assicurati che sia effettivamente quel posto la causa dei tuoi problemi. La tua città è davvero così terribile come la descrivi? Sarebbe tutto risolto se andassi via da qualche parte? O in realtà il problema è altrove? Non correre più veloce dei tuoi problemi, per paura che ti inseguano ovunque vai.
  5. Chiedi aiuto. Nessuno dovrebbe tirarsi fuori da una situazione difficile contando solo sulle proprie forze. Che si tratti di qualcosa di terribile, come uscire da una relazione tossica, o di complicato, come candidarsi per una scuola di specializzazione, imparare a modificare le condizioni attuali e spostarsi in un posto migliore richiede l'aiuto degli altri. Circondati di persone positive e chiedi il loro aiuto quando ne hai bisogno.
    • Se vivi in un contesto di violenza, chiedi immediatamente aiuto. Rivolgiti presso un centro antiviolenza. Non meriti di vivere nella paura.
    • Parla con la famiglia, gli amici, gli insegnanti e le persone che rispetti, dicendo che hai bisogno di aiuto nel cambiare la tua situazione. Chiedi consigli. A volte può essere difficile individuare le cause dei propri problemi quando sei coinvolto in prima persona. Ascolta, senza metterti sulla difensiva, e fidati della saggezza degli altri.

Salvarsi da Se Stessi

  1. Individua le tue tendenze autodistruttive. Se sei il peggior nemico di te stesso, è il momento di iniziare a essere realista. Come riesci a fare le cose sempre a modo tuo? Prima di escogitare un piano per salvare te stesso, è importante avere un'idea precisa di ciò che devi cambiare.
    • Hai problemi di apatia? Il sabato pomeriggio sei pieno pieno di buone intenzioni, ma si trasforma in una spirale di YouTube, X-Box e pennichelle? Forse hai bisogno di sentirti motivato.
    • Hai problemi di dipendenza? Se una sostanza o attività ti tiene sotto scacco, non devi conviverci o combatterla da solo. Inizia ad affrontare la tua dipendenza e a prendere il controllo della tua vita.
    • Soffri di bassa autostima? Dovresti essere in grado di contare su te stesso, senza temere, criticare e umiliare la tua persona. Se hai difficoltà a essere positivo nella vita, forse è una questione di autostima.
    • Ti assumi troppi rischi senza ottenere risultati? Se sei un giocatore d'azzardo – qualcuno a cui piace sentire il brivido del pericolo o del fallimento – è probabile che il più delle volte andrai incontro a forti delusioni. Anche se non c'è niente di sbagliato a provare un po' di emozione nella vita, tuttavia se i rischi che ti assumi sono pericolosi e compromettono la tua sicurezza, forse è necessario adottare qualche misura per salvarti da te stesso.
  2. Individua le tue leve emotive. Che cosa ti incanala in un percorso autodistruttivo? Che si tratti di una persona, una circostanza o un'idea, è importante imparare a riconoscere ciò che scatena il comportamento o la spirale autodistruttiva in modo da poter iniziare a eliminare questo aspetto prima che si radichi. Presta attenzione a quando senti improvvisamente un impulso e interrogati in quei momenti. Scrivi, se necessario.
  3. Rimuovi e sostituisci gli stimoli distruttivi. Quando hai individuato ciò che nella tua vita scatena reazioni emotive negative, sostituiscilo con comportamenti positivi. Prova a incanalare i tuoi percorsi mentali verso la positività e la gentilezza, al contrario dell'autodistruzione e della depressione. È più facile di quanto pensi.
    • Se soffermandoti sul rapporto emotivamente abusivo che hai avuto con tuo padre hai voglia di bere qualcosa, impara a non cedere. Quando inizi a pensare a tuo padre, vai in palestra. Colpisci un sacco pesante per un paio d'ore. Stacca la spina.
    • Se hai problemi di apatia e autostima, comincia a festeggiare ogni piccolo successo e adotta delle misure per migliorare la tua autostima. Inizia ad assumerti più rischi. Tratta te stesso come vorresti essere trattato.
  4. Impara a essere indipendente. Assumiti la responsabilità di te stesso e inizia a prenderti cura della tua persona. Non c'è nulla di male a contare sull'aiuto degli altri ogni tanto, ma bisogna anche cavarsela facendo affidamento sulle proprie forze. Prova a farcela da solo.
    • Se vivi ancora in casa coi tuoi quando, data l'età, sarebbe più opportuno vivere da solo, forse è arrivato il momento di andar via. Anche se è un ottimo modo per risparmiare denaro dopo l'università, non deve essere una scusa per non lavorare. Fai un passo avanti e cresci.
    • Non chiedere aiuto quando puoi cavartela da solo. Se il computer fa le bizze, decidi se chiamare in lacrime il tuo amico e mostrarti a pezzi o provare a capire il problema per conto tuo. Abbi rispetto di te stesso.
  5. Controlla la tua parte più critica. In qualunque modo tu voglia chiamarla – poliziotto interiore o coscienza sporca – devi imparare a controllare la vocina dentro di te che ti punzecchia. La coscienza è una parte essenziale della moralità di una persona, ma può anche portare a sensi di colpa, rimorsi e rifiuto di sé. Potrebbe essere poco saggio ignorare del tutto la propria coscienza, ma bisogna imparare a controllarla. Impara a usarla quando è necessario e a capire quando metterla in secondo piano.
    • Inizia a evitare in anticipo ciò che ti farà sentire in colpa. Se ascolti la tua coscienza prima di commettere un errore, non avrai alcun senso di colpa. Se inviando un messaggio o assumendo una certa sostanza, sei certo che si scatenerà il tuo senso di colpa, non farlo.
  6. Circondati di persone che ti sostengono. Non puoi e non devi fare tutto da solo. Impara a circondarti di persone che ti sostengono, su cui appoggiarti, che rafforzano la parte migliore di te e che ti tengono lontano da quella peggiore.
    • Evita i rapporti tossici e quelli in cui senti tutta la responsabilità sulle tue spalle. È necessario tagliare i ponti con le persone che fanno leva sulle tue debolezze. Anche se è difficile, coltivando relazioni sane, potrai tenerti lontano dalle tentazioni.

Salvare la Propria Anima

  1. Considera le grandi domande. Se ritieni di avere un desiderio di conoscenza che non può essere facilmente soddisfatto, forse dovresti rivolgerti domande più profonde per trovare sollievo. Che ti consideri una persona spirituale o no, le grandi domande possono darti un nuovo senso di scopo e realizzazione, contribuendo a riordinare priorità e prospettive. Perché siamo qui? Che cosa significa condurre una buona vita? Comprendi la difficoltà e il mistero di queste domande.
  2. Offri la tua fede alla potenza di una mano che ti guida. Sia che tu voglia chiamarla "Dio" o no, imparando a rinunciare al tuo ego e accettando l'idea di un potere superiore, potresti vivere una forte esperienza, sufficiente a salvarti.
    • Se non sei interessato alla religione, non vuol dire che non puoi trovare un modo per vivere lealmente e con un profondo senso di scopo. Fisici, artisti e professionisti di diversi settori non scherzano sull'intensa spiritualità che avvolge la conoscenza. Lanciati interamente in qualcosa e trova riscatto nel lavoro.
  3. Parla e impara da altri credenti. Una parte essenziale di qualsiasi pratica religiosa consiste nel pregare con i credenti che condividono le medesime prospettive. Per approfondire lo scopo, la pratica o la religione a cui stai pensando di aderire, il modo migliore non è leggere un libro o guardare un video, ma avere interazioni reali con altri credenti. Cerca di professare la fede perché i credenti la praticano, mettendo domande e preoccupazioni sul tappeto. Approfondisci gli interrogativi riguardo alle tue convinzioni e alla pratica quotidiana da cui potresti trarre conforto.
    • La pratica spirituale dovrebbe essere un'attività quotidiana. Anche se vai in chiesa solo una volta a settimana o scegli di non frequentarla per niente, cerca di alimentare la tua devozione nella vita quotidiana. Meditando pochi minuti al giorno, puoi mantenere un forte legame con i profondi interrogativi che stimolano il tuo interesse.
  4. Considera di professare realmente una religione. Se intendi riscoprire un senso di scopo e un interesse nel sacro, forse è opportuno professare una religione. Inizia a studiare le diverse modalità di culto e ad avvicinarti a diverse teologie e scuole di pensiero per trovare quella più indicata alle tue convinzioni. Fai il passo successivo. Informati su come professare le seguenti religioni:
    • Come Diventare Buddista
    • Come Essere Cristiano
    • Come Essere Ebreo
    • Come Essere Musulmano

Consigli

  • Non aver paura di chiedere aiuto. Non devi fare tutto da solo.

Avvertenze

  • Se stai vivendo un rapporto abusivo, devi chiedere immediatamente aiuto. Agisci subito e salvati.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.