Come Trovare delle Buone Ragioni per Lasciare il Lavoro

Credi che sia arrivato il momento di lasciare il tuo lavoro e passare a qualcos’altro? Potresti avere qualcosa in mente, come accettare un nuovo lavoro o tornare a studiare, o magari non hai ancora chiaro cosa succederà dopo che avrai lasciato il lavoro. In ogni caso, prima di mandare la lettera di dimissioni, fermati a riflettere sul perché vuoi fare questo passo. Vuoi analizzare la tua situazione e decidere se le tue ragioni sono valide? Comincia dal passaggio 1.

Pensare al percorso di carriera

  1. Chiediti se il tuo attuale lavoro ha un senso per te. Pensa al lavoro che hai avuto, a quello che hai ora, e ai tuoi progetti per il futuro. Il lavoro che fai ora è indirizzato nella direzione giusta? Serve a raggiungere i tuoi obiettivi?
    • Se il tuo lavoro non ha senso per te (se, ad esempio, smisti la posta, ma hai un diploma in ragioneria e vorresti diventare un revisore di conti), hai una buona ragione per cambiare.
    • Se il tuo lavoro sembra adatto al tuo percorso di carriera, devi fare altre valutazioni. Perché vuoi andartene? Sei pronto ad assumerti altre responsabilità? Hai bisogno di nuove sfide?
  2. Valuta se vuoi cambiare carriera. Se hai perso interesse nel tuo lavoro attuale e senti fortemente che sei pronto a cambiare, potrebbe essere il momento per tentare un’altra carriera. Forse hai iniziato come venditore, ma hai capito che hai una forte passione per la tecnologia: allora dovresti prendere in considerazione una nuova carriera nelle tecnologie informatiche.
  3. Pensa se hai ancora margine per crescere nel tuo lavoro attuale. Ti dà la possibilità di aumentare le tue conoscenze con corsi di aggiornamento? Ti offre la possibilità per un avanzamento di carriera attraverso delle promozioni e un aumento di responsabilità? Se hai il desiderio di crescere, ma con il tuo attuale lavoro non lo puoi fare, forse è tempo di cercare un nuovo impiego.
  4. Rifletti se ne vale la pena. Ti senti poco apprezzato col tuo attuale lavoro? Sei sottopagato? Se pensi che i tuoi sforzi e contributi all'azienda siano poco riconosciuti e poco apprezzati, potrebbe essere il momento per cercare una nuova posizione.
    • Se non sei sicuro dello stipendio che ti spetta, consulta dei database e dei siti web per calcolare il salario medio per la tua posizione.
  5. Valuta il futuro della tua azienda. Se il futuro dell’azienda per cui lavori sembra incerto, potresti sentirti insicuro. In questo caso, sarebbe bene cercare un altro posto di lavoro, in modo che la tua carriera non sia compromessa dai problemi dell’azienda. I fattori che possono darti questa idea d’instabilità sono:
    • il fatto che la compagnia possa essere venduta, acquisita, o incorporata in un’altra organizzazione. Quando a un’azienda succede una di queste cose, i licenziamenti sono molto probabili; il tuo datore di lavoro potrebbe avere la necessità di ridurre il personale e aumentare l’efficienza.
    • una situazione finanziaria traballante o in declino. Una compagnia che si trovi in difficoltà finanziarie cercherà in ogni modo di ridurre i costi. Riducendo il personale, abbassando gli stipendi o riducendo i benefit.
    • un precedente di licenziamenti. Quando una compagnia comincia a licenziare molte persone, il futuro appare incerto. Tutti si cominciano a chiedere chi sarà il prossimo.

Valutare salute mentale e fisica

  1. Chiediti se ti senti esaurito. Se il lavoro ti ha causato tanto stress che sei fisicamente, mentalmente, e psicologicamente esausto, forse è il momento di cambiare lavoro. C’è in gioco la tua salute. Segnali dell’esaurimento sono:
    • mancanza di energia
    • calo della produttività
    • aumento della frustrazione e del cinismo
    • mancanza di pazienza
    • fatica a trovare delle motivazioni per iniziare a lavorare ogni giorno
    • sentimenti di disillusione riguardo al lavoro
    • cambiamenti nelle abitudini alimentari o del sonno
    • dolori alla testa, al collo e alla schiena.
  2. Valuta il tuo livello di stress. Molti lavoratori sono stressati, ma non ancora esauriti. È il tuo caso? A volte è normale e accettabile sentirsi stressati, ma periodi di stress prolungati possono davvero portarti all’esaurimento. Domandati cosa ti causa stress, e se la situazione potrebbe in qualche modo migliorare. Se i fattori di stress legati al lavoro non possono essere ridotti, o sono collegati a qualcosa al di fuori del tuo controllo, potrebbe essere opportuno cambiare lavoro. Alcuni di questi fattori possono essere:
    • un conflitto con la dirigenza. Se il tuo capo è un pignolo, ma ti dà fastidio che qualcuno controlli continuamente il tuo lavoro, allora è il momento per cercare un nuovo lavoro.
    • un ambiente troppo frenetico. Se stai bene in un ambiente poco esigente, un’azienda che si aspetta un lavoro costante e frenetico ti causerà una forte dose di stress.
    • un aumento del carico di lavoro senza riconoscimento. Se il tuo carico di lavoro aumenta sempre, ma il tuo capo non ti concede nessun riconoscimento, il tuo livello di stress è destinato ad aumentare.
  3. Riconoscere che hai bisogno di nuove sfide. Se sei annoiato dal tuo lavoro attuale, non sarai motivato a cercare successo. Chiediti se sei pronto per una nuova sfida. Se lo sei, ma il tuo datore di lavoro non può darti delle nuove opportunità, potrebbe essere il momento di cercare lavoro altrove.
  4. Valuta i rischi per la tua salute fisica. Molti lavori presentano seri rischi per la salute. Se hai a che fare con sostanze chimiche pericolose o se devi scalare degli edifici molto alti, è normale valutare questi rischi e decidere di voler fare qualcosa di meno pericoloso. Se non te la senti più di sopportare questi rischi, cerca un nuovo lavoro.

Valutare un cambiamento di stile di vita

  1. Pensa ai tuoi studi. Proseguire negli studi per aumentare le tue possibilità di carriera nel lungo termine può essere una buona ragione per lasciare il lavoro attuale. Tornare a scuola richiede tempo e sforzi; potrebbe essere troppo faticoso in aggiunta a un lavoro a tempo pieno.
  2. Pensa alla tua famiglia. Sia gli uomini che le donne dovrebbero prendere in considerazione di stare a casa a occuparsi della famiglia. È una buona scelta di vita decidere di stare a casa con i bambini invece che mandarli all’asilo. Vuoi essere genitore a tempo pieno? Se è così, valuta col tuo partner se lasciare il lavoro è finanziariamente possibile.
  3. Se pensi di cambiare casa e ti allontani troppo dal posto di lavoro, chiedi se è possibile lavorare da casa, e se questo non è possibile, è il momento di cercare un nuovo lavoro nella nuova città.

Prendere in considerazione la pensione

  1. Prendi in considerazione di rimandare la pensione. In molti casi, non devi andare in pensione solo perché hai raggiunto l’età per farlo. Rimandare potrebbe essere positivo dal punto di vista economico e ti farebbe sentire ancora produttivo. Se non ti senti pronto, non lasciare il tuo lavoro.
  2. Parla delle varie opportunità con un commercialista. Se stai prendendo in considerazione di andare in pensione, dovresti parlare con un professionista che ti possa aiutare a valutare la tua situazione finanziaria. Valuta il tuo piano di pensione per capire se l’introito mensile sarà sufficiente.
  3. Pensa a cosa farai quando andrai in pensione. Molti si sentono inutili e improduttivi a stare a casa. Potresti annoiarti o sentirti solo, se non vai a lavorare ogni giorno. Non lasciare il lavoro se non sei sicuro di non voler più andare a lavorare.
  4. Parlane con il tuo partner. La pensione è una decisione importante, e dovresti essere d’accordo con il tuo partner su quale sia il momento adatto per un ritiro dal lavoro. Se vuoi andare in pensione, ti senti pronto economicamente, e ne hai discusso con il tuo partner, vai avanti e lascia il lavoro.

Consigli

  • Non lasciare impulsivamente il lavoro. Qualunque siano le ragioni, prenditi del tempo per valutarle e considerare i tuoi piani futuri.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.