Come Riacquistare la Fiducia in se Stessi

Avere fiducia in se stessi può aumentare il successo e la felicità nella vita. Alcune ricerche hanno scoperto che nutrire autostima, pensieri, sentimenti e convinzioni sul proprio conto in maniera sana può ridurre il rischio di cadere in depressione. Al contrario, la mancanza di fiducia in se stessi può avere effetti negativi sulla salute mentale, sulle relazioni, così come sugli studi e sulla vita in generale. Fortunatamente, esistono vari modi per ritrovarla nelle situazioni più comuni o particolari, ad esempio all'interno di una relazione d'amore o sul lavoro.

Acquisire Fiducia in Se Stessi

  1. Fai un bilancio di te stesso. Se la tua mancanza di fiducia è cronica, probabilmente ti riuscirà molto semplice catalogare gli errori e i fallimenti che hai commesso, ma riesci a riconoscere anche i tuoi lati positivi? Per parecchie persone è molto più impegnativo. Alcune ricerche hanno scoperto che l'autostima è composta da due fattori cognitivi: i bei ricordi che serbi di te e del tuo comportamento, e l'autovalutazione, ovvero quanto positivamente valuti le tue attitudini e i tuoi comportamenti attuali. Stila un elenco che abbracci tutto ciò che apprezzi della tua persona, ovvero le qualità e le competenze che esprimono chi sei.
    • Può essere utile sedersi e scrivere materialmente una lista man mano che ti vengono alla mente le cose. Procurati un block notes o un diario e imposta un timer per 20-30 minuti. La soluzione del diario costituisce un ottimo modo per mantenere una conversazione aperta e continua con te stesso su chi sei e chi vuoi essere. Può stimolarti all'autoriflessione e alla scoperta della tua persona, aiutandoti a cogliere aspetti di cui effettivamente non ti sei mai reso conto.
    • Pensa anche ad alcuni lati che desideri migliorare, come l'assertività o la sicurezza in te stesso. Rifletti non solo su quello che provi, ma sul perché ti senti in un certo modo. Inizia a comprendere la parte più vera di te, dandole l'opportunità di esprimersi. Se non sei bravo a gestire alcune cose, come invece riesci in altre – per esempio, ti senti sicuro e capace finché altre persone si buttano in una situazione, come una relazione sentimentale o un contesto lavorativo – il primo passo verso la trasformazione è riconoscere tutte le sfaccettature della tua personalità.
  2. Esamina la tua vita e le tue realizzazioni. Probabilmente non avrai una grande considerazione di tutto quello che hai compiuto finora. Trova il tempo per riflettere e guardarti indietro, analizzando i tuoi meriti passati, da quelli grandi a quelli più piccoli, ovvero ciò che hai fatto per cui ti senti orgoglioso. In questo modo, darai valore al tuo contributo nel mondo e alla differenza che porti nella vita della gente e nel contesto che ti circonda, e infine sarai in grado di acquisire fiducia in te stesso. Alcuni studi hanno dimostrato che la strutturazione della propria autostima poggia su un solido schema composto da ricordi positivi sui traguardi raggiunti e sulle proprie capacità. Se inizi ad accettare che in passato sei stato una persona brillante, ottimista e sicura di sé, sarà più facile credere che potrai ancora sorprendere e fare cose incredibili.
    • In questi momenti compila una lista di tutte le tue realizzazioni. Tieni presente di includere tutto, dai traguardi più grandi alle piccole cose di tutti i giorni. Puoi inserire anche che hai imparato a guidare, ti sei iscritto all'università, sei andato a vivere da solo, hai stretto un'amicizia importante, sai cucinare piatti fantasiosi, hai conseguito una laurea o un diploma, hai ottenuto il tuo primo "vero" lavoro e così via... le possibilità sono infinite! Rivedi la lista periodicamente per aggiornarla. Vedrai che hai tante cose di cui essere fiero.
    • Dai un'occhiata a vecchie foto, album, annuari, ricordi di viaggio o prendi in considerazione di fare persino un collage della tua vita e di ciò che hai raggiunto fino a oggi.
  3. Concentrati su pensieri e convinzioni positive. Invece di impantanarti in riflessioni negative, cerca di concentrarti su considerazioni positive, incoraggianti e costruttive. Ricordati che sei una persona speciale e unica nel suo genere, che merita amore e rispetto dagli altri e da se stessa. Prova queste strategie:
    • Usa frasi che denotano un atteggiamento fiducioso. Sii ottimista ed evita le "auto-profezie" di stampo pessimistico. Se ti aspetti che le cose andranno male, è molto probabile che una simile eventualità si verifichi. Ad esempio, se prevedi che terrai un discorso pessimo, i tuoi timori potrebbero concretizzarsi. Invece, sii positivo. Di' a te stesso: "Anche se sarà difficile, sono in grado di gestire il mio discorso".
    • Focalizzati sul verbo "potere" ed evita "dovrei". Le frasi che contengono il verbo "dovere" implicano l'esistenza di qualcosa che dovresti fare (ma che effettivamente non stai facendo) e, pertanto, questa idea potrebbe metterti sotto pressione se non riesci a soddisfare le relative aspettative. Piuttosto, concentrati su ciò che sei in grado di fare.
    • Tifa per te stesso. Incoraggiati in maniera positiva e dai valore alle cose belle che porti a termine. Ad esempio potresti notare che, malgrado non ti alleni come vorresti, stai andando in palestra un giorno in più a settimana. Riconoscendo a te stesso i giusti meriti, potrai compiere cambiamenti positivi. Ad esempio: "Magari il mio discorso non sarà stato perfetto, ma i colleghi hanno posto domande e sono stati coinvolti – questo vuol dire che ho raggiunto il mio obiettivo". Nel corso del tempo questo atteggiamento ti aiuterà a ristrutturare il tuo modo di pensare, rendendoti più sicuro.
  4. Stabilisci obiettivi e aspettative. Scrivi una lista di ciò che desideri realizzare e proponiti di raggiungere questi obiettivi. Ad esempio, potresti decidere di fare più volontariato, dedicarti a un nuovo hobby o trascorrere il tempo con gli amici. Assicurati di avere obiettivi e aspettative realistiche. Se ti impegni in cose impossibili, la fiducia in te stesso verrà meno, non tenderà a migliorare.
    • Per esempio, non decidere improvvisamente che all'età di 35 anni il tuo sogno è quello di giocare a tennis a livello agonistico o di diventare il primo ballerino di un teatro famoso: non si tratta certamente di ambizioni realistiche. Quasi sicuramente la fiducia in te stesso subirà un duro colpo, una volta che ti renderai conto di quanto lontano e irraggiungibile sia un simile obiettivo.
    • Piuttosto, prefiggiti obiettivi più realistici, come decidere di migliorare in matematica, imparare a suonare la chitarra o diventare bravo in un nuovo sport. Stabilendo traguardi realizzabili, verso cui puoi impegnarti consapevolmente e costantemente, riuscirai a fermare il vortice dei pensieri negativi che diminuiscono la fiducia in te stesso. Vedrai che sarà possibile fissare obiettivi e raggiungerli ottenendo ottimi risultati e avvertirai un senso di appagamento.
    • Puoi anche stabilire obiettivi che valorizzino le tue capacità. Ad esempio, se desideri essere al corrente di ciò che accade nel mondo, potresti decidere di leggere il quotidiano ogni giorno per un mese. Oppure, diciamo che intendi perfezionarti apprendendo le competenze che occorrono per aggiustare la tua bicicletta e, perciò, decidi di metterla a punto da solo. Ottenendo risultati in ambiti che ti fanno sentire potente e capace riuscirai nel complesso a stare meglio con te stesso.
  5. Fingi finché non si avvera. La fiducia non arriva da un giorno all'altro, ma ora che hai ben chiaro chi sei e che cosa vuoi puoi mascherare la tua insicurezza finché non si trasformerà in un atteggiamento più fiducioso. Il solo fatto di mostrarti più sicuro di te aumenterà il tuo senso di padronanza, poiché inizierai a constatare come condiziona le persone che ti stanno accanto.
    • Utilizza il linguaggio del corpo per manifestare fiducia. Che tu sia seduto o in piedi, stai con la schiena diritta. Avanza a passi ampi e disinvolti. Mantieni sempre il contatto visivo quando incontri le persone e, se sei nervoso, sorridi invece di distogliere lo sguardo.
    • Sorridi di più. Alcuni studi hanno dimostrato che l'atto stesso di sorridere può migliorare l'umore e ci fa sentire più positivi.
    • Parla di più (e non di meno) mostrando maggiore fiducia in te stesso. È un monito soprattutto per le donne, che tendono a parlare di meno e con minore assertività nei contesti sociali rispetto agli uomini. Sforzati di far sentire la tua voce quando sei tra la gente. La tua opinione conta e può aggiungere valore alle conversazioni. Quando chiacchieri, parla chiaramente scandendo bene le parole; non bofonchiare e non coprire la bocca con le mani o le dita.
  6. Osa. Ricorda che non puoi controllare ciò che le persone pensano, sentono o fanno, ma solo te stesso. Invece di temere le incertezze e la mancanza di controllo, prova ad accettare questo stato di cose. Accetta il fatto che il mondo attorno a te è un luogo vasto e privo di sicurezze, sfidando la sorte nel fare qualcosa di nuovo. Se sei intraprendente, rimarrai sorpreso di quanto spesso potrai avere successo – come dice il vecchio detto, "la fortuna aiuta gli audaci" – e, se fallisci, vedrai che la vita va avanti lo stesso. Comunque la metti, forse si può affermare che assumersi qualche rischio e fare nuove esperienze sia il modo migliore per ricostruire la fiducia persa.
    • Attacca bottone con qualcuno sull'autobus, presenta una foto o una storia affinché sia pubblicata o invita addirittura a uscire la persona di cui sei segretamente infatuato. Scegli qualcosa che esula dalla tua comfort zone e buttati a capofitto, con la consapevolezza che la tua vita andrà avanti indipendentemente dal risultato.
    • Prova a dedicarti a qualcosa di nuovo: potresti renderti conto di avere doti o abilità che non sapevi di possedere. Magari, se ti applichi nella corsa su pista, hai l'opportunità di scoprire che sei veramente bravo a correre su lunghe distanze – una cosa a cui non avevi mai pensato prima che potrebbe contribuire ad aumentare la tua autostima.
    • Prendi in considerazione attività artistiche come la pittura, la musica, la poesia e la danza. Spesso aiutano le persone a imparare a esprimersi e conquistare un senso di "padronanza" in un certo settore o in un'abilità. Molti centri mettono a disposizione corsi gratuiti o a prezzi ragionevoli.
  7. Aiuta qualcuno. Alcune ricerche hanno dimostrato che le persone che fanno volontariato tendono a sentirsi più felici e hanno una maggiore autostima. Può sembrare paradossale che, per sentirsi meglio con se stessi, sia necessario aiutare qualcun altro, ma la scienza sostiene, invece, che ciò che si prova instaurando relazioni sociali durante le attività di volontariato o mentre si aiutano gli altri ci fa sentire più positivi riguardo a noi stessi.
    • Esistono infinite possibilità per aiutare gli altri nel mondo. Fai volontariato in una casa di riposo o presso un rifugio per senzatetto. Partecipa con la parrocchia del tuo quartiere a prestare servizio ad ammalati o nullatenenti. Dona il tuo tempo e il tuo servizio presso un rifugio per animali. Cerca di essere come un fratello o una sorella maggiore per chiunque. Pulisci un parco durante un evento organizzato dalla tua comunità.
  8. Prenditi cura di te stesso. Dedicare del tempo a se stessi può anche contribuire a migliorare la propria autostima generale. Più sano sei nel corpo e nella mente, migliori possibilità avrai di sentirti soddisfatto di chi sei. Significa fare del tuo meglio per essere sano, nel modo che ritieni più adatto alla tua persona. Ecco qualche suggerimento:
    • Mangia almeno tre volte al giorno, scegliendo cibi sani e ricchi di sostanze nutritive, come cereali integrali, proteine magre (tra cui carni bianche e pesce) e verdure fresche, per mantenerti energico e ben nutrito. Bevi acqua per idratare il corpo.
    • Evita alimenti e/o bevande prodotti industrialmente, zuccherati e contenenti caffeina. Possono influenzare lo stato d'animo e dovresti evitarli se i tuoi sbalzi d'umore o le tue emozioni negative ti preoccupano.
    • Allenati. Varie ricerche hanno dimostrato che l'esercizio fisico può dare un forte incremento all'autostima, perché l'attività fisica induce il corpo a produrre le "sostanze chimiche della felicità", ovvero le endorfine. Questa sensazione di euforia può essere accompagnata da una maggiore carica di positività ed energia. Cerca di allenarti in modo inteso almeno 30 minuti tre volte a settimana. Come minimo, trova il tempo per camminare in maniera spedita ogni giorno.
    • Riduci lo stress. Organizzati a ridurre lo stress della vita quotidiana trovando il tempo per rilassarti e fare ciò che più ti piace. Medita, segui un corso di yoga, fai giardinaggio o svolgi qualsiasi attività che ti faccia sentire calmo e positivo. Tieni conto che lo stress, a volte, induce più facilmente le persone ad avere reazioni spropositate o a farsi dominare da sentimenti negativi.
  9. Abbandona l'idea di essere perfetto. La perfezione è un concetto artificioso creato e diffuso nella società e dai mass media che rende un cattivo servizio alla maggior parte di noi, perché suggerisce che la perfezione sia raggiungibile e che, quindi, il problema sta semplicemente in noi, in quanto non corrispondiamo a certi standard. Nessuno è perfetto: fai in modo che questa frase diventi il tuo nuovo mantra. Non riuscirai mai, come nessun altro, ad avere una vita perfetta, un corpo perfetto, una famiglia perfetta, un lavoro perfetto e così via.
    • Concentrati sui tuoi tentativi piuttosto che sul desiderio di essere perfetto. Se non provi qualcosa perché temi di non portarlo a termine perfettamente, allora non avrai nessuna speranza di farcela. Se non hai mai provato a entrare in una squadra di pallacanestro a causa della tua mancanza di fiducia, è garantito che non ne farai mai parte. Non farti trattenere dall'idea di essere perfetto.
    • Accetta il fatto che sei un essere umano e che gli esseri umani sono fondamentalmente imperfetti e commettono errori. In realtà, sono le nostre imperfezioni a renderci persone e a consentirci di crescere e migliorare. Forse non hai frequentato le migliori università, oppure hai ricevuto un rifiuto per un posto di lavoro... Invece di rimproverarti per gli errori che hai commesso, considerali come opportunità per imparare e crescere, e come qualcosa che potrai correggere in futuro. Magari ti renderai conto che dovresti pensare di più a formarti dal punto di vista lavorativo, o che ti converrà imparare ad acquisire alcune capacità da mettere a frutto durante i colloqui di lavoro. Perdona te stesso e vai avanti. Non è facile, ma è la chiave per non diventare vittima di questa spirale di autocommiserazione e bassa autostima.
  10. Sii tenace. Acquisire sicurezza di sé richiede tempo, dal momento che ogni impeto di fiducia che avverti è solo temporaneo. Continua a mostrarti sicuro e a osare per arrivare a conquistare un vero e proprio senso di fiducia in te stesso.
    • Ricorda che la fiducia in se stessi non è un traguardo da raggiungere, bensì un processo. Per tutta la vita dovrai lavorare costantemente a costruire e ristrutturare la tua autostima man mano che la vita porrà imprevisti e ostacoli lungo il tuo percorso. Sarai in continua evoluzione, e così la fiducia in te stesso.

Riacquistare Fiducia nell'Amore

  1. Prenditi cura di te. L'unico modo possibile per avere fiducia all'interno delle relazioni è credere innanzitutto in se stessi. Segui i passaggi della prima parte dell'articolo e cerca di acquisire gradualmente sicurezza. Se credi in ciò che vali, sei sulla buona strada per avere più fiducia nei rapporti. Inoltre, prova a passare il tempo solo con te stesso in maniera costruttiva e a trovare soddisfazione e appagamento in questo: leggi un libro, fai una passeggiata oppure allenati. Riuscirai ad avere un contatto più profondo con la tua parte interiore, ma anche con i tuoi desideri, riflettendo tutto questo nelle tue relazioni con gli altri.
    • Ricorda: è importante sviluppare una sana autostima per avere successo nelle relazioni sentimentali. In uno studio realizzato su 287 giovani adulti, i ricercatori hanno scoperto che le persone con maggiore autostima, ovvero quelle che dimostravano fiducia nel proprio aspetto e nella propria personalità, hanno avuto più probabilità di successo nelle relazioni sentimentali.
    • Se recentemente la tua fiducia ha subito un duro colpo a seguito di un rapporto burrascoso o una rottura, prenditi il tempo per recuperare. Molti studi sostengono che il divorzio e la separazione possono avere effetti negativi sulla salute fisica e mentale, causando forti stati di stress e ansia, ma anche un aumento del rischio di sviluppare problemi connessi all'abuso di alcol, diabete e disturbi cardiaci. Non è facile andare avanti quando termina una relazione, ma è possibile riprendersi da un rapporto durato a lungo, trovando il tempo per elaborarlo emotivamente e voltare pagina.
  2. Rifletti sul tuo passato. Non è possibile modificare ciò che è stato. Tuttavia, possiamo cambiare il modo in cui osserviamo il passato, nei suoi risvolti positivi e negativi. Prova a pensare alle tue vecchie relazioni e al modo in cui potrebbero aver influenzato la tua attuale rappresentazione delle cose. Questa analisi ti aiuterà ad affrontare le tue storie passate senza chiuderti in definizioni.
    • Per esempio, forse il tuo ex ti ha tradito. Piuttosto che incolparti o trascinare all'infinito il fardello di questo rapporto, pensa a quanto una simile esperienza abbia ridotto la tua capacità di fidarti di altri potenziali partner e all'intensità con cui aspetti che accada qualcosa. Il solo fatto di saper individuare gli ambiti in cui hai perso la fiducia ti aiuterà a risolvere questa difficoltà.
  3. Mantieni la giusta prospettiva. Una volta che avrai sofferto per una storia e avrai trovato il tempo per riorganizzarti e riprenderti, sarai ancora più in grado di dare la giusta importanza alle cose e vedere che ogni fine corrisponde a un nuovo inizio. Pensa a tutte le persone in giro per il mondo: si tratta di un'opportunità, piuttosto che qualcosa di cui aver paura. Ci sono davvero tanti pesci nel mare!
    • Ti renderai anche conto che le tue storie passate non sono un riflesso di chi sei, ma di situazioni più grandi che coinvolgono altre persone e svariati fattori (come l’interferenza di terzi, la lunga distanza, l'incompatibilità, ecc.). Le tue relazioni amorose non rappresentano chi sei, ma qualcosa in cui ti impegni. Anche se le cose non vanno per il verso giusto e sul momento puoi rimproverarti, col passare tempo riuscirai a ridimensionare la tua visione e a capire che esistono tanti motivi validi per cui una storia non ha funzionato e che fondamentalmente non hai alcuna colpa.
  4. Corri qualche rischio. Prova qualcosa di nuovo per incontrare nuove persone e acquisire fiducia in te stesso. Registrati su un sito gratuito di appuntamenti online, oppure esci e cerca di conoscere altra gente a feste, eventi, corsi o facendo shopping. Sii fiducioso e non temere eventuali rifiuti. Resterai sorpreso di quanto sia facile attaccare bottone con qualcuno che hai appena conosciuto.
    • Molte donne temono di avvicinarsi agli uomini, perché non è il modo tradizionale in cui hanno cominciato le loro relazioni passate. Tuttavia, siamo nel XXI secolo! Se sei una donna che non accetta l'idea di prendere l'iniziativa, non farlo. Si tratta di un'opportunità che aumenta la tua fiducia nell'ambito dei rapporti amorosi; prova a coglierla e potresti essere sorpresa dei risultati! Ricorda che se non fai un tentativo, non saprai mai come le cose potrebbero evolversi.
    • Non è necessario uscire con chiunque o provare qualsiasi cosa. Piuttosto, sii selettivo. Goditi la compagnia e l'affetto delle persone che ritieni attraenti e interessanti, e ricordati che hai ancora molto da offrire in una relazione.
  5. Abbassa la guardia. Non fingere, mostrando agli altri di essere una persona diversa da quella che sei in realtà. Ognuno è umano e possiede punti deboli e difetti. Lasciali trasparire nelle tue interazioni con la gente e rimuovi ogni genere di finzione. Ad esempio, se ti piace qualcuno, non assumere artificiosamente il ruolo di quello "difficile" da conquistare, che non esprime il suo interesse. Invece, esponiti comunicando il tuo entusiasmo per il fatto di godere della compagnia di chi ti piace. Sii vero e genuino: abbassare la guardia è un segno di reale fiducia in se stessi. A sua volta, questo atteggiamento ti aiuterà a essere più aperto a stringere i rapporti con la gente.
    • Inoltre, impara a esprimere ciò che ti preoccupa e ti rende insicuro. Quando cerchi di affrontare e combattere le insicurezze che penetrano in un rapporto, dovresti sempre essere onesto innanzitutto con te stesso, e poi con il tuo partner. L'onestà è davvero la migliore politica! Definisci e comunica come ti senti. Essere aperti significa essere fiduciosi.

Riacquistare Fiducia sul Lavoro

  1. Osserva i fatti. Quando accade qualcosa di negativo nella vita professionale, può essere difficile concentrarsi su altre cose, oppure su quanto si è verificato prima o su quello che deve ancora succedere. Rabbia, risentimento e insicurezza tendono a prendere il sopravvento. Quando capita, prova a fare un passo indietro e valuta la situazione cercando di non farti coinvolgere dall'emotività. Ad esempio, se qualcun altro è stato promosso al tuo posto, rifletti sui fatti, piuttosto che liquidare la situazione con ragionamenti elementari del tipo: "Il mio capo mi odia", oppure "Ho commesso un errore, quindi è colpa mia se non ho ottenuto nessuna promozione". Invece, pensa perché l'altra persona è stata ritenuta valida per quell'incarico e come puoi migliorare per non essere scavalcato la prossima volta.
    • Mantieni sempre una visione più ampia possibile. Quando sul lavoro qualcuno sembra essere offensivo o sprezzante nei tuoi confronti, invece di farti catturare dalla foga del momento, prova a riflettere sul motivo per cui potrebbe parlarti in quel modo. Allontanati dall'idea che sia dovuto a qualcosa che hai fatto, e prendi in considerazione aspetti come lo stress e la presunzione.
    • Ricorda anche i fatti che riguardano i tuoi passati successi. Ad esempio, se di recente sei stato promosso o elogiato sul lavoro, ricordati di questo evento e perché te lo sei guadagnato. Riuscirai a rafforzare la tua autostima senza affidarti a nessun discorso di incoraggiamento preconfezionato, ma utilizzando le tue esperienze e le tue capacità per motivarti e infonderti fiducia!
  2. Riconcentrati sul lavoro. A volte le politiche sul posto di lavoro o i drammi interpersonali possono rovinare la fiducia in se stessi nell'ambito professionale. Magari sei stato rimproverato da un capo meschino, sei retrocesso di livello o ti hanno tagliato le ore (o lo stipendio). Qualunque cosa sia successa, il modo migliore per ripartire è focalizzarsi con estrema precisione sul lavoro: in fondo, è per questo che sei stato assunto e ciò di cui sei capace all'interno di questo contesto. Ignora i pettegolezzi e le chiacchiere, dedicati ai tuoi compiti e non perdere tempo. Non solo darai dimostrazione all'azienda di essere una risorsa preziosa, ma lo ricorderai anche a te stesso.
    • Se l'umiliazione o le difficoltà che stai affrontando sul lavoro sono di carattere oltraggioso o illegale, tieni un registro sugli episodi accaduti ed entra in contatto con il reparto delle risorse umane o autorità esterne (in base alle circostanze). Hai il diritto di lavorare senza essere molestato in alcun modo da altri membri dell'organico.
  3. Impegnati nel tuo sviluppo professionale. Fai quello che puoi per lavorare nei settori in cui il tuo rendimento è più alto. Non perdere mai di vista il fatto che possiedi punti di forza importanti e utili per l'azienda e la tua carriera. Avere una preparazione può essere essenziale quando si tratta di acquisire fiducia nell'ambito del proprio lavoro. Più esperto sarai nei tuoi compiti e nella loro gestione, più sicurezza avrai nella tua capacità di svolgere bene i tuoi incarichi. Finché resterai concentrato, riuscirai a fare progressi nella tua carriera e, di conseguenza, aumentare in modo significativo la tua fiducia nel contesto lavorativo. Se resti sempre allo stesso livello per troppo tempo e continui a fare sempre le stesse cose, rischi di annoiarti e sentirti statico. Invece, cerca di crescere!
    • Esistono molte risorse gratuite per professionisti, da utilizzare per imparare a crescere nei settori emergenti all'interno della propria attività lavorativa. Ci sono libri e corsi gratuiti online grazie ai quali puoi ampliare le tue conoscenze e apprendere diverse abilità professionali, come il management e il lavoro di squadra. Il reparto delle risorse umane dovrebbe avere accesso gratuito a materiale formativo e integrativo e, pertanto, potrebbe rappresentare un ottimo posto per iniziare a lavorare sul tuo sviluppo professionale. In definitiva, devi utilizzare le risorse che hai a disposizione per imparare e crescere. Il solo fatto di provvedere a evolverti professionalmente può aiutarti ad aumentare la fiducia in te stesso.
  4. Acquisisci nuove competenze. Concentrati sulle competenze. Invece di focalizzarti sulle tue esigenze personali: pensa ad accrescere le competenze che si orientano maggiormente sugli incarichi piuttosto che su te stesso. Impara ad acquisire nuove abilità, anche se inizialmente sarai incerto o timoroso. Riconosci le tue lacune professionali e cerca di migliorarle. La paura è un nemico formidabile, e l'unico modo per avere la meglio su di lei e maturare sicurezza nell'ambito lavorativo è impegnarti in ciò di cui hai paura. In questo modo aumenterai anche la tua resilienza.
    • Forse sarai nervoso quando devi tenere un discorso in un contesto professionale. Lavora con il tuo capo e i tuoi colleghi per migliorare questa abilità in un ambiente incoraggiante, privo di ostilità. Una volta che riuscirai a tenere una relazione senza farti destabilizzare dal nervosismo, acquisirai sicurezza in questo aspetto del tuo lavoro.
  5. Mostrati fiducioso. Una cosa è sentirsi sicuri, un'altra essere pieni si sé sul posto di lavoro. Considera il tuo aspetto, facendo attenzione a vestirti in modo professionale (ovvero adeguato alla tua attività) e ad avere un look elegante. Si tratta di rapidi espedienti che possono farti sentire più fiducioso, forte e pronto ad affrontare la giornata.
    • Considera anche come ti comporti durante le riunioni. Mantieni il contatto visivo e sembri attento? Stai semplicemente seduto o cerchi di manifestare il tuo impegno annuendo e ponendo domande al momento opportuno? Sforzati di apparire appassionato e coinvolto e mantieni una postura aperta (ad esempio, non incrociare le braccia) per mostrare agli altri che sei fiducioso ed entusiasta del tuo lavoro.
    • Evita di scusarti sempre, soprattutto quando non hai alcuna colpa, altrimenti darai l'impressione di essere una persona insicura che si basa sull'approvazione altrui.

Avvertenze

  • C'è differenza tra la mancanza di fiducia e un disturbo mentale, come la depressione e l'ansia cronica. Se percepisci di non avere il controllo sul limite al quale il tuo stato d'animo o il livello di stress potrebbe condurti, rivolgiti al tuo medico curante o un terapeuta.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.