Come Digerire il Cibo Velocemente

Il processo digestivo scompone il cibo in piccole parti per consentire che il corpo tragga giovamento dall'energia e dai nutrienti che contiene. Cibi diversi vengono scomposti in modi diversi, alcuni più rapidamente di altri. Sebbene la durata della digestione sia dovuta principalmente ai meccanismi naturali del corpo umano, ci sono alcune cose che puoi fare per digerire meglio e più velocemente. Prosegui nella lettura per imparare a digerire il cibo in tempi brevi.

Modificare il Proprio Stile di Vita

  1. Fai esercizio fisico regolarmente. Un aumento nell'attività fisica contribuisce a mantenere il cibo in movimento nel sistema digestivo. Come conseguenza, la velocità e la qualità della digestione possono migliorare.
    • Fare esercizio fisico ti aiuta a prevenire la costipazione; inoltre, accelera la digestione in quanto riduce il tempo che il cibo trascorre nell'intestino crasso, limitando pertanto anche la quantità di acqua che il corpo riassorbe dalle feci.
    • Il movimento favorisce inoltre le naturali contrazioni del muscolo liscio nel tratto digestivo, accelerando la scomposizione del cibo.
    • Ciononostante, dopo aver mangiato, è meglio aspettare circa un'ora prima di fare attività fisica, in modo che il sangue abbia la possibilità di concentrarsi nel tratto digestivo anziché dover rifornire il cuore e gli altri muscoli in attività.
  2. Riposati. Quando dormi gli organi del sistema digestivo hanno il tempo necessario a recuperare e ripristinarsi, il che aumenta la loro capacità di digerire il cibo in modo veloce ed efficiente. Migliorare il tuo schema di sonno può avere dei benefici di vasta portata sulla digestione.
    • Non andare a dormire subito dopo aver mangiato; aspetta due o tre ore in modo che il corpo abbia il tempo necessario a digerire.
    • Prova a dormire sul fianco sinistro. Alcuni studi hanno dimostrato che, dormendo sul lato sinistro del corpo, le capacità digestive aumentano.
  3. Bevi molti liquidi. Assumere liquidi durante o dopo i pasti, in special modo acqua e tisane, favorisce una buona digestione. L'acqua aiuta il corpo a scomporre il cibo, consentendogli inoltre di mantenersi correttamente idratato.
    • Una corretta idratazione del corpo permette di produrre la giusta quantità di saliva e di fluidi nello stomaco.
    • L'acqua mantiene inoltre le feci morbide, prevenendo la costipazione.
    • Non da ultimo, l'acqua è cruciale per il corretto uso delle fibre da parte del corpo, componenti essenziali per la digestione.

Assumere i Cibi che Favoriscono la Digestione

  1. Mangia i cibi ricchi di fibre. Gli alimenti ad alto contenuto di fibre favoriscono la digestione in diversi modi. Questi cibi possono contribuire ad accelerare il processo, riducendo la costipazione e mantenendo gli intestini in buona salute.
    • Le fibre agiscono assorbendo acqua e aggiungendo peso e volume alle feci. Perché ciò avvenga è necessario assumere una quantità di acqua adeguata, altrimenti potresti soffrire di costipazione.
    • Dando maggiore volume alle feci, i cibi ricchi di fibre regolano la digestione. Inoltre possono favorire una riduzione di gas, gonfiori e attenuare gli episodi di dissenteria.
    • Gli alimenti ricchi di fibre includono: prodotti a base di farine integrali, verdure, frutta, legumi, frutta secca e semi.
  2. Mangia lo yogurt. Lo yogurt è un'eccellente fonte naturale di probiotici e di altri fermenti vivi, essenziali per una corretta digestione. Si ritiene che i benefici apportati dallo yogurt sulla digestione derivino dal fatto che:
    • Stimola la crescita di batteri buoni grazie alle colture vive che contiene naturalmente.
    • Riduce il tempo necessario a guarire dalle infezioni e diminuisce inoltre la risposta del sistema immunitario negli individui affetti dalla sindrome dell'intestino irritabile.
    • Riduce il tempo che il cibo necessita per attraversare il tratto intestinale.
  3. Mangia lo zenzero. Per migliaia di anni lo zenzero è stato usato come rimedio digestivo e la sua popolarità si è protratta fino ai giorni nostri. Lo zenzero è noto per la sua capacità di stimolare il rilascio di enzimi nel tratto digestivo, aumentandone così l'efficacia e favorendo una buona digestione.
    • È stato dimostrato che lo zenzero è in grado di aumentare le contrazioni dei muscoli dello stomaco, contribuendo a muovere il cibo più velocemente verso la parte superiore dell'intestino tenue.
  4. Preferisci gli alimenti a basso contenuto di grassi, evitando quelli grassi o fritti. I cibi ricchi di grassi, così come quelli fritti, possono causare bruciori allo stomaco e reflusso acido, in quanto annientano la capacità dello stomaco di scomporne correttamente il contenuto.
    • Per il tuo stomaco tali cibi sono difficili da digerire, pertanto rallentano l'intero processo.
    • Alcuni esempi di alimenti fritti o ad alto contenuto di grassi sono: insaccati, patatine fritte, gelato, burro e formaggio.
  5. Evita gli alimenti molto piccanti, preferendo quelli delicati. I cibi piccanti possono irritare la gola e l'esofago, causando bruciori allo stomaco e reflusso acido. Inoltre, tali alimenti possono danneggiare il tratto gastrointestinale, rallentando la digestione e causando episodi di dissenteria e altri disturbi digestivi.
  6. Limita o evita i latticini. Di norma, lo yogurt è benefico per quasi tutte le persone, tuttavia, in presenza di sintomi da intolleranza al lattosio, andrebbe evitato proprio come tutti gli altri latticini. Sebbene l'esatto meccanismo con cui i latticini causano costipazione e indigestione non sia ancora noto, è stato provato che possono ostacolare il processo digestivo. L'intolleranza al lattosio può causare: gonfiore addominale, formazione di gas e indigestione, disturbi che possono essere il risultato di una digestione scorretta o rallentata.
  7. Limita o evita la carne rossa. La carne rossa può causare costipazione, ostacolando l'evacuazione regolare delle feci, condizione necessaria per una digestione rapida. Le ragioni per cui la carne rossa influenza negativamente la digestione sono molteplici.
    • È ricca di grassi, pertanto il corpo ha bisogno di più tempo per processarla.
    • È ricca di ferro, ulteriore possibile causa della costipazione.

Modificare le Proprie Abitudini Alimentari

  1. Fai dei piccoli pasti frequenti durante l'intero arco della giornata. Anziché sovraccaricare il sistema digestivo con un unico pasto abbondante, programma dei piccoli pasti, distribuendoli uniformemente durante tutto il giorno, per contribuire a una digestione più rapida. Il consiglio è quello di fare da 4 a 5 piccoli pasti al giorno, mangiando in media ogni tre ore, per evitare di sentirti eccessivamente affamato.
  2. Preferisci i cibi naturali a quelli trattati. Gli alimenti che hanno subito un'intensa lavorazione industriale sono più difficili da digerire; preferisci dunque quelli naturali, che non contengono alte dosi di conservanti, additivi e altre sostanze chimiche nocive. Mangia frutta, verdura, riso e pasta integrali, legumi, frutta secca, semi e altri cibi naturali per favorire il processo digestivo, rendendolo inoltre più efficiente.
  3. Mastica ogni boccone con attenzione. Troppo spesso sottovalutata, la masticazione dà il via al processo digestivo. Quando mastichi in modo appropriato aumenti l'area superficiale delle particelle di cibo, consentendo un maggiore accesso da parte degli enzimi. Esporre un'ampia superficie del cibo alla saliva è un ottimo modo per dare inizio a una digestione facile ed efficiente.

Usare gli Integratori

  1. Valuta di assumere un integratore di probiotici. I probiotici sono batteri in grado di favorire il naturale equilibrio dei microrganismi dell'intestino. Alcuni studi medici hanno indicato che, se assunti sotto forma di integratori, possono facilitare la digestione incrementando la quantità di batteri benefici che si trovano nell'intestino. I probiotici sono contenuti anche in molte varietà di cibi, quindi, se non intendi assumerli attraverso un integratore, puoi inserirli nella tua dieta per trarne i molteplici benefici.
    • Poiché il mercato degli integratori alimentari è soggetto a scarsa regolamentazione, è bene prestare particolare attenzione nella scelta dei probiotici. Leggi l'etichetta dei prodotti con attenzione, assicurandoti che contenga le seguenti informazioni:
      • Genere, specie e ceppo del probiotico (come Lactobacillus rhamnosus GG);
      • Numero di organismi che saranno in vita entro la data di scadenza;
      • Dosi;
      • Nome e contatti dell'azienda produttrice.
    • È molto importante conoscere le tipologie di ceppi probiotici contenute nell'integratore selezionato in quanto ogni individuo tende a reagire meglio ad alcuni rispetto ad altri. La cosa migliore da fare è scegliere un prodotto che contenga numerosi ceppi probiotici diversi.
  2. Assumi un integratore di enzimi digestivi. Si tratta di un prodotto da banco che può contribuire a facilitare la digestione fornendo al corpo un'aggiunta di enzimi naturali. Il compito degli enzimi è quello di scomporre il cibo nelle sue diverse componenti, consentendo che il corpo lo assorba più facilmente. Quando questi enzimi agiscono in modo efficace rendono la digestione veloce ed efficiente.
    • Gli enzimi digestivi vengono prodotti da quattro ghiandole del corpo umano, ma principalmente dal pancreas.
    • Sebbene alcuni esponenti della medicina alternativa neghino i benefici proclamati dai produttori di integratori naturali, la maggior parte dei medici convenzionali sostiene che sia necessario eseguire degli studi più approfonditi per determinare i reali effetti degli integratori di enzimi.
    • Tra gli integratori di enzimi digestivi più venduti ci sono:
      • Zimase. Contiene naturalmente enzimi digestivi, utili per ottimizzare le funzioni enzimatiche di tutto il tratto digerente e favorire il fisiologico processo digestivo.
      • Prolife 10. Contiene 10 ceppi di fermenti lattici scelti fra quelli con più elevato valore probiotico; queste caratteristiche lo rendono utile per riequilibrare le alterazioni della flora batterica intestinale.
      • Similase Total. Favorisce la fisiologica digestione del lattosio, degli zuccheri complessi, delle fibre vegetali, dei grassi e delle proteine.
  3. Bevi un amaro. Gli amari sono tinture (solitamente alcoliche) che derivano da un'ampia varietà di erbe, cortecce e radici, considerate benefiche per la digestione. L'alcool può agire come un solvente per l'estratto botanico, favorendone la conservazione. Bere un amaro prima, durante o dopo il pasto, può aiutarti a digerire il cibo più velocemente. Ricorda però che non ci sono prove che dimostrano che gli amari hanno realmente degli effetti positivi sulla digestione; inoltre, sono stati eseguiti solo un numero limitato di studi in merito.

Consigli

  • Non stare seduto a lungo dopo aver mangiato un pasto abbondante, altrimenti rallenterai i processi metabolici.
  • Prova ad assumere l'olio di menta piperita, disponibile sotto forma di integratore alimentare. Sebbene non ci siano prove certe, alcuni studi hanno evidenziato la possibilità che l'olio di menta piperita in capsule possa migliorare la digestione.

Avvertenze

  • Fare attività fisica intensa dopo i pasti potrebbe causare la comparsa di crampi e altri disturbi sgraditi.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.