Come Alleviare il Dolore delle Unghie Incarnite del Piede

Quando un'unghia è incarnita, i suoi lati o gli angoli si piegano su se stessi verso il basso e penetrano nella pelle; ciò può provocare gonfiore, dolore e arrossamento. Questo disagio, dal termine medico "onicocriptosi", ma comunemente conosciuto come unghia incarnita, in genere colpisce l’alluce, anche se ogni dito può soffrirne. La lesione è facilmente curabile, ma durante il periodo del trattamento puoi provare parecchio dolore. Una volta che ti è stata diagnosticata l’unghia incarnita, avvaliti di rimedi casalinghi per ridurre il dolore. Se il dolore è davvero grave o l’unghia è infetta, potrebbe essere necessario consultare il medico.

Diagnosticare l’Unghia Incarnita

  1. Controlla se il dito del piede è gonfio. Un'unghia incarnita di solito causa un po’ di gonfiore nella zona adiacente all'unghia. Confronta quel dito con il suo corrispettivo dell’altro piede. Ti sembra più gonfio del normale?
  2. Tocca l'area per capire se provi dolore o se è particolarmente sensibile. Probabilmente la pelle intorno all'unghia è dolente al tatto. Premi delicatamente il dito per isolarlo e capire da quale zona specifica proviene il dolore.
    • L’unghia incarnita potrebbe anche formare un po’ di pus.
  3. Controlla l’area vicina. Quando l'unghia è incarnita, la pelle lungo il suo bordo sembra crescere sopra l’unghia stessa. Altre volte, invece, l’unghia può crescere sotto la pelle circostante e potresti non riuscire a individuarne l'angolo superiore.
  4. Valuta le tue condizioni di salute generale. Quasi sempre l’unghia incarnita può essere curata facilmente a casa; se però hai il diabete, non dovresti cercare di curarla da solo. In questo caso è opportuno fissare subito un appuntamento dal medico.
    • Se hai dei danni ai nervi o una cattiva circolazione del sangue nella gamba o nel piede, il medico vorrà controllare la tua unghia immediatamente.
  5. Parla con il tuo curante. Se non sei certo che il tuo problema sia davvero un’unghia incarnita, è meglio consultare il medico, che saprà diagnosticare il problema e darti le giuste indicazioni.
    • Se la tua condizione è particolarmente grave, il tuo medico ti dirà di rivolgerti a un podologo.
  6. Non lasciare che il tuo dito peggiori. Se pensi che si tratti davvero di un’unghia incarnita, dovresti iniziare a curarla immediatamente, altrimenti rischi di aggravare ulteriormente il problema provocando anche un’infezione.
    • Se i sintomi permangono per più di 2-3 giorni, dovresti farti visitare da un dottore.

Provare Rimedi Naturali

  1. Immergi il piede in acqua calda. Prendi una grande ciotola o usa la vasca da bagno e metti il piede in ammollo. Scegli una vaschetta o un recipiente in cui puoi immergere almeno la punta del piede e lasciala a bagno per circa 15 minuti. Ripeti la procedura 2-3 volte al giorno.
    • Aggiungi i sali di Epsom nell'acqua. Questi sali sono noti per la loro capacità di ridurre il dolore e il gonfiore, oltre ad aiutare l'unghia ad ammorbidirsi. Aggiungi 1 tazza di sali di Epsom nella vasca da bagno in cui hai versato pochi centimetri di acqua.
    • Se non hai i sali di Epsom, puoi usare del normale sale da cucina. L'acqua salata può aiutare a ridurre la crescita di batteri nell'area.
    • Massaggia delicatamente l’area colpita. In questo modo permetti all’acqua di penetrare facilmente nell'unghia incarnita, aiutandola a espellere i batteri.
  2. Usa dell'ovatta o il filo interdentale per sollevare delicatamente il bordo dell’unghia. Dopo aver immerso il piede, l’unghia dovrebbe risultare più morbida. Con molta cautela, posiziona un pezzo di filo sotto il bordo dell’unghia; quindi sollevalo con attenzione, in modo che l’unghia non cresca ulteriormente nella pelle.
    • Prova questa soluzione al termine di ogni procedura di ammollo del piede. Usa un pezzo di filo nuovo ogni volta.
    • A seconda dell’estensione e gravità dell’unghia incarnita, questo potrebbe essere un po' doloroso. Se è il tuo caso, prendi un antidolorifico per alleviare il disagio.
    • Non entrare troppo in profondità nell’unghia, in quanto potresti provocare un’infezione più grave che richiederebbe un intervento medico.
  3. Prendi un antidolorifico. Un antidolorifico da banco può dare un po’ di sollievo dal malessere che stai provando. Puoi prendere l’aspirina o un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) come l'ibuprofene o il naprossene.
    • Se per qualunque motivo non puoi assumere un FANS, prova con il paracetamolo.
  4. Prova ad applicare una crema antibiotica topica. Questo medicamento ti aiuterà a combattere l'infezione. Si tratta di un tipo di crema facilmente reperibile nelle farmacie e parafarmacie.
    • Alcune creme antibiotiche inoltre possono contenere un anestetico topico, come la lidocaina, che permette di alleviare temporaneamente il dolore nell’area colpita.
    • Assicurati di seguire sempre le indicazioni riportate sulla confezione del farmaco.
  5. Fascia la punta del piede per proteggerla. Per evitare che la zona possa essere esposta a ulteriori cause di infezione o che resti bloccata nel calzino, avvolgi una benda o un pezzo di garza attorno al dito.
  6. Indossa sandali o scarpe comode. Dai ai piedi maggiore libertà e spazio scegliendo delle calzature aperte sulla punta, sandali o altre scarpe larghe .
    • Delle scarpe che calzano troppo strette possono causare o aggravare l’unghia incarnita.
  7. Prova dei rimedi omeopatici. L'omeopatia è una medicina alternativa che si basa sull’uso di erbe e altre sostanze naturali per trattare vari disturbi. Per curare o, per lo meno, lenire il dolore, prova uno o più dei seguenti rimedi omeopatici:
    • Terra Silicea, Teucrium, acido nitrico, Graphites, Magnetis polus australis, acido fosforico, Thuja, Causticum, Natrum Muriaticum, Alumina o Kali carbonicum.

Aiutare l'Unghia a Guarire

  1. Tieni i piedi in ammollo per 15 minuti. Usa acqua calda, i sali di Epsom e tieni a bagno la tua unghia sofferente per 15 minuti; questo aiuterà ad ammorbidirla, così sarà più facile allontanarla dalla pelle.
  2. Solleva l'unghia dalla pelle. Tira via delicatamente la pelle che cresce sui bordi dell’unghia e cerca di separarla in modo da poter vedere il contorno dell’unghia stessa. Usa un pezzo di filo interdentale o una limetta appuntita per sollevarne il bordo dalla pelle. Forse è meglio iniziare dal lato dell'unghia che non è incarnita, muovendo il filo o la limetta lungo tutto il bordo finché non arrivi alla zona incarnita .
    • Assicurati di disinfettare la limetta con alcol o acqua ossigenata prima di utilizzarla.
  3. Disinfetta la punta del piede. Mentre l’unghia è sollevata dalla pelle, versa una piccola quantità di perossido di idrogeno, alcol o un altro disinfettante sotto l'unghia, così da evitare la formazione di batteri.
  4. Metti della garza sotto il bordo dell'unghia. Prendi un pezzo di garza pulita e inseriscila sotto l'unghia sollevata. Lo scopo di questa operazione è quello di evitare che il bordo dell’unghia tocchi la pelle, così può crescere lontano da essa invece che penetrare a una profondità maggiore.
  5. Applica della crema antibiotica intorno all’unghia tamponando. Una volta che la garza è nella posizione corretta, tampona l’area con una pomata antibiotica. Puoi scegliere un unguento contenente lidocaina, che intorpidisce un po’ la zona sofferente.
  6. Fascia la punta del piede. Avvolgi una striscia di garza attorno al dito per proteggerlo; in alternativa, puoi usare una benda o i calzini con le dita, un modello che copre le dita singolarmente per mantenerle separate tra loro .
  7. Ripeti il processo ogni giorno. Segui questa procedura per facilitare la guarigione della tua unghia incarnita. Man mano che migliora, il dolore si riduce e il gonfiore diminuisce.
    • Assicurati di cambiare la garza ogni giorno per evitare di inserire dei batteri nella zona dell'unghia malata.

Cercare Aiuto Professionale

  1. Consulta un medico dopo tre giorni. Se i trattamenti a casa non danno i risultati sperati e la situazione non migliora dopo 3 giorni, devi farti visitare dal medico.
    • Se noti delle striature rosse provenienti dalla punta del piede, significa che hai una grave infezione in corso, pertanto devi rivolgerti immediatamente al medico.
    • Devi anche rivolgerti a un medico se attorno all'unghia è presente del pus.
  2. Descrivi i tuoi sintomi al curante. Egli ti chiederà quando ha iniziato a formarsi l'unghia incarnita e quando ha cominciato a gonfiarsi, a diventare rossa e dolorosa. Probabilmente ti chiederà anche se hai altri sintomi, come la febbre. Assicurati di riferirgli tutto quello che provi.
    • Il medico di famiglia solitamente è in grado di trattare un'unghia incarnita. Se il tuo caso è piuttosto complesso o il problema si ripresenta costantemente, potresti valutare di rivolgerti a un podologo (specialista del piede) .
  3. Fatti prescrivere degli antibiotici. Se l’unghia incarnita è infetta, il medico può prescriverti un antibiotico orale o topico; in questo modo elimini l'infezione e non si formano nuovi batteri sotto l'unghia.
  4. Permetti al tuo curante di cercare di sollevare l’unghia. Il medico probabilmente tenterà la procedura meno invasiva, che consiste nel sollevare l'unghia e allontanarla un po' dalla pelle. Se riesce a sollevarla dalla pelle, potrà mettere una garza o dell'ovatta al di sotto.
    • Il medico ti darà istruzioni per sostituire la garza ogni giorno. Segui attentamente le sue indicazioni per assicurarti di guarire completamente.
  5. Informati dal medico circa la possibilità di rimuovere parzialmente l’unghia. Se l'unghia incarnita è molto infetta o è cresciuta in maniera considerevole nella pelle circostante, il curante potrebbe decidere di togliere parte dell’unghia stessa. In questo caso sarà necessario somministrarti un anestetico locale; quindi il medico taglierà lungo il bordo dell’unghia per rimuovere quella parte che cresce nella pelle.
    • Sappi che l’unghia ricrescerà nel giro di 2-4 mesi. Alcuni pazienti si preoccupano per l'aspetto dell'unghia dopo questa procedura. Tuttavia, se era cresciuta nella pelle, ora sarà certamente migliore anche esteticamente.
    • La rimozione dell'unghia potrebbe sembrare una misura drastica, ma in realtà riduce la pressione, l'irritazione e il dolore di un'unghia incarnita.
  6. Valuta la possibilità di rimuovere parzialmente l’unghia in maniera definitiva. Se nel tuo caso il problema dell’unghia incarnita si ripete con regolarità, puoi prendere in considerazione l’ipotesi di trovare una soluzione permanente. Puoi sottoporti quindi alla procedura che prevede di togliere parte dell’unghia in modo definitivo, insieme al letto ungueale sotto questa sezione. Tale intervento impedisce all'unghia di crescere nuovamente in quest’area.
    • Si tratta di una procedura che può essere eseguita con un laser, con un prodotto chimico, con la corrente elettrica o tramite un altro intervento chirurgico.

Prevenire le Unghie Incarnite

  1. Taglia correttamente le unghie dei piedi. Molte unghie incarnite sono provocate dal modo errato di tagliarle: devono essere tagliate dritte, non arrotondate agli angoli.
    • Usa un tagliaunghie disinfettato.
    • Non tagliarle mai troppo corte. La cosa migliore è quella di lasciarle sempre appena un po’ lunghe, in modo che non possano crescere nella pelle .
  2. Recati in un centro di pedicure. Se non riesci a raggiungere le unghie dei piedi da solo per tagliarle, puoi andare in uno di questi centri estetici per sottoporti a una pedicure. Se non conosci alcun centro della tua zona, informati presso un podologo o fai una ricerca online .
  3. Evita di indossare scarpe troppo strette. Se le scarpe schiacciano le dita dei piedi, possono metterti a rischio di sviluppare le unghie incarnite. Il lato della scarpa potrebbe premere contro la punta del piede e provocare una crescita impropria dell’unghia.
  4. Proteggi i tuoi piedi. Se svolgi un'attività che potrebbe ferire o danneggiare le dita o l’intero piede, indossa delle calzature antinfortunistiche. Ad esempio, metti quelle rinforzate con la punta d'acciaio nei cantieri.
  5. Chiedi aiuto per prenderti cura delle unghie dei piedi, se hai il diabete. Le persone con diabete spesso provano una forma di intorpidimento nei piedi. Se ti tagli da solo le unghie, potresti accidentalmente tagliare anche la punta del piede senza accorgerti. Recati in un centro di pedicure oppure rivolgiti a qualcuno che possa tagliare le unghie dei piedi per te .
    • Dovresti consultare regolarmente un podologo anche se soffri di diabete o di un altro disturbo che causa problemi ai nervi.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.