Come Chiedere a Qualcuno di Lasciarti in Pace

Prima di imparare come chiedere a qualcuno di lasciarti in pace dovrai far fronte ad alcune difficoltà e un po' di frustrazione. Farlo non è mai facile, né tantomeno piacevole. Che si tratti del bullo della scuola, di un compagno di classe, o di un ammiratore insistente, è importante muoversi tempestivamente; prima si comunicano le proprie intenzioni, prima si potrà riavere la propria tranquillità. È fondamentale mantenere la calma ed essere diretti. Se le tue parole non dovessero essere sufficienti sarà necessario ricorrere all'aiuto di un amico, di un insegnante o di un genitore.

Chiedere a qualcuno di lasciarti in pace in modo gentile

  1. Trova momento e luogo adatti per affrontare la persona. Se vuoi chiedere a qualcuno di lasciarti in pace è importante trovare un posto tranquillo e adeguato. Per affrontare un compagno di classe irritante, o un ammiratore insistente, è meglio trovarsi nella situazione giusta, dove potrai sentirti a tuo agio e al riparo da sguardi indiscreti. Se siete soli nessuno cercherà di mettersi in mezzo. Pensa a un orario in cui la persona che vuoi affrontare non sia troppo distratta, occupata o stressata, in modo che possa fare attenzione alle tue parole.
    • È importante trovare il momento giusto, ma è bene evitare di attendere troppo a lungo. Non devi aspettare il luogo e l'attimo perfetto, ma non tardare troppo ad affrontare la situazione; prima lo fai prima potrai liberarti del problema.
    • Se la presenza di un'altra persona ti fa sentire più a tua agio, portati un amico. Non metterti in una situazione imbarazzante se preferissi piuttosto evitare di essere da sola con questa persona.
  2. Spiega come mai vuoi essere lasciata in pace. Dal momento in cui ti troverai faccia a faccia con la persona che vuoi affrontare è importante essere onesti e andare direttamente al punto. Se hai davanti a te un ammiratore indesiderato, fagli capire che le sue attenzioni non sono corrisposte. Se si tratta di un vicino di casa o un compagno di classe, che ti importuna sempre fagli capire che non sei interessata. Diglielo chiaramente in maniera che non ci sia modo che tu venga fraintesa.
    • Per esempio, se si tratta di una persona che si è presa una cotta per te, e che non corrispondi, potresti dirle che le sue attenzioni ti lusingano molto, ma purtroppo non provi lo stesso nei suoi confronti e hai deciso di stare da solo per un po'.
    • Se si tratta di uno scocciatore che cerca in ogni modo di uscire con te, dovrai essere molto diretto e dirgli chiaramente che non sei interessato alla sua compagnia.
    • Se devi affrontare qualcuno che ha fatto qualcosa per darti fastidio, o metterti in difficoltà, e gli hai già dato molte opportunità per riconquistare la tua fiducia, digli chiaramente che ormai la tua tolleranza si è esaurita ed è il momento che la smetta definitivamente.
    • Se sei nervoso e non sai cosa dire, esercitati provando prima il discorso.
  3. Mantieni la calma. È naturale essere un po' (o molto) dispiaciuti nell'affrontare un discorso di questo tipo. Se però vuoi comunicare il tuo messaggio, la miglior cosa da fare è rimanere calmi e mantenere il controllo della situazione. Quando senti che ti stai lasciando prendere dalle emozioni, fai un respiro profondo e datti del tempo per tornare in carreggiata. Se ti mostri disinvolto, le tua parole saranno prese molto più seriamente.
    • Devi mostrarti sicuro di te. Se ti senti molto teso fai dei respiri profondi e scusati per qualche minuto, riprendi il controllo della situazione.
    • Se l'altra persona si arrabbia con te, ti prende in giro o ti offende, non lasciare che prenda il sopravvento. Non scendere al suo stesso livello rispondendo a tono alle sue provocazioni. Mostrati superiore.
  4. Non inventarti delle scuse. Sebbene delle scuse possano aiutarti a rendere più accettabile la verità, non farai altro che dare a quella persona false speranze. Piuttosto, fai capire chiaramente all'ammiratore che i suoi sentimenti non sono corrisposti e non sei interessato. Sarai onesto nei suoi confronti e ritroverai subito la tua tranquillità.
    • Rifugiarsi dietro a delle scuse è più facile, ma ricorda che niente sarà mai chiaro ed efficace come la verità. Inoltre, se ti inventi delle scuse passeggere la persona potrà tornare a infastidirti.
    • Se qualcuno si comporta male con te puoi farglielo notare. Puoi dirgli chiaramente che non vuoi uscire con lui perché ti prende in giro e non ti rispetta. Chiedigli di lasciarti in pace perché non ami la sua presenza.
  5. Sii onesto ma non ferire nessuno. Se devi affrontare una brava persona, cerca di non farle del male, pur dicendo la verità. Sicuramente sarà difficile riuscire a trovare un equilibrio tra la tua sensibilità e il messaggio che vuoi comunicare, però, se è importante per te allontanare la sua presenza, dovrai riuscire a essere onesto e diretto. È necessario prendere le distanze e dare un taglio al rapporto con qualcuno che ti sta importunando, qualunque esso sia. Se non reagisci per tempo continuerai a essere infastidito ancora a lungo.
    • Se si tratta di un corteggiatore che non corrispondi, devi esprimere con onestà il tuo punto di vista, aggiungendo magari che non si tratta della tua persona ideale e che hai dei gusti e delle esigenze differenti.
    • Se si tratta di un membro della famiglia più giovane di te, non puoi allontanarlo per sempre, ma pretendere un po' di privacy e dello spazio per poter esprimere te stesso e stare con i tuoi amici.
  6. Lascia parlare l'altra persona. Per rispetto della persona che hai davanti, e per conoscere cosa ha da dirti, devi darle la possibilità di parlare. Se stai affrontando un ammiratore che non corrispondi, ma del quale hai stima, sicuramente vorrà ascoltare le tue motivazioni e si mostrerà comprensivo, ricambia lo stesso atteggiamento e lascia anche all'altro la possibilità di esprimersi e ascoltalo con attenzione. Il discorso non dovrà prolungarsi troppo, ma è importante che entrambi possiate scambiare i vostri pensieri e ascoltarvi a vicenda.
    • Non interrompere l'altra persona mentre sta parlando, attendi che finisca il suo discorso. Quindi, suggerisci una conclusione e preparati a terminare il confronto.
  7. Assicurati che la persona con cui stai parlando colga bene il tuo messaggio. Prima di chiudere la conversazione è importante chiedere al proprio interlocutore se ha capito ciò che volevi dire. Verifica che il tuo messaggio sia stato accolto e interpretato nel modo giusto, così che tu possa ritrovare la tranquillità. Metti bene in chiaro che vuoi essere lasciato in pace, mostrati serio nelle tue affermazioni o l'altra persona penserà che stai scherzando.
    • Prima di lasciare la conversazione assicurati che non ci sia alcun malinteso e che il tuo messaggio “voglio essere lasciato in pace” sia stato chiaro ed efficace.
  8. Ringrazia la persona per averti ascoltato. Se la conversazione è andata bene è consigliabile chiuderla in modo positivo. Ringrazia il tuo interlocutore per aver ascoltato, capito e accolto la tua richiesta. Questo confronto non è stato facile per nessuno dei due, è importante perciò che termini senza rancori. Sicuramente le tue parole non saranno state piacevoli da ascoltare ma, se la persona si è mostrata comprensiva, cerca di essere gentile e delicato.
    • Anche se non avessi voglia di ringraziare la persona a cui hai chiesto di essere lasciato in pace, puoi compiere un piccolo sforzo, solo per educazione. Il tuo messaggio sarà più efficace.

Chiedere a qualcuno di lasciarti in pace in modo deciso

  1. Porta con te delle persone che possano aiutarti. Se vuoi affrontare una persona che ti dà fastidio, ma non vuoi farlo da solo, puoi portare con te alcuni amici, dei fratelli più grandi, un genitore o un insegnante che possano darti supporto. Se temi di non essere al sicuro non rimanere mai da solo di fronte a quella persona, ti sentirai più protetto se qualcun altro è presente.
    • Se devi affrontare un bullo, avere accanto i tuoi amici potrà aiutarti a trovare il coraggio. Se hai provato già a discutere con il bullo da solo ma non hai ottenuto dei buoni risultati, chiedi ai tuoi amici di starti vicino, il tuo messaggio sarà più efficace.
    • I tuoi amici o i tuoi familiari possono essere un appoggio, ma, se veramente vuoi dimostrare alla persona che ti infastidisce quanto sei determinato, devi parlare tu stesso e mostrarti sicuro di te stesso.
  2. Chiedi di essere lasciato subito in pace. Comunica il tuo messaggio con decisione; devi mostrarti risoluto e non perdere tempo in chiacchiere. Vai subito al punto. Basta dire “lasciami in pace” o “voglio essere lasciato in pace, per favore”. Il confronto non sarà piacevole, pertanto cerca di essere molto sintetico e chiaro. Prima riesci a esprimere le tue intenzioni, meglio sarà, soprattutto se si tratta di una persona con cui non vuoi assolutamente avere a che fare.
    • Guarda la persona negli occhi e falle capire che non ne sei intimorito. Se tieni gli occhi bassi sembrerai spaventato.
    • Parla lentamente e con chiarezza. Fai in modo che le tue parole siano ben scandite e comprensibili.
  3. Sii diretto. Non dire frasi che non riescano a comunicare con efficacia il tuo messaggio. “Vattene”, “non ora” o “sono occupato” non riescono a dare un'idea chiara della tua volontà di essere lasciato in pace una volta per tutte. È consigliabile evitare di lasciare le cose in sospeso, senza dare alcuna falsa illusione. Se non riesci da solo ad esprimerti in modo diretto, chiedi l'aiuto di un amico.
    • Non ci vorrà molto per esprimere le tue intenzioni con fermezza. Alcune semplici frasi per comunicare la tua volontà di essere lasciato in pace saranno sufficienti. Soprattutto se si tratta di un bullo, o di una persona per la quale non hai alcuna stima… non è necessario dare troppe spiegazioni.
  4. Non ascoltare le scuse. Se la persona che hai affrontato inizia a elencarti una serie di scuse, magari per giustificare il fatto che non vuole lasciarti in pace, che cercava di aiutarti o che era seriamente interessata a te, non ci badare. Se hai preso la tua decisione e vuoi ritrovare la tua tranquillità, metti subito in chiaro che non sei disposto ad ascoltare alcuna motivazione, né vorrai parlarne ulteriormente. Vuoi essere lasciato stare e riprenderti la tua vita.
    • Se sei di fronte a un bullo che inizia a insultarti, vattene subito. Non c'è motivo di continuare ad ascoltare.
  5. Fai presente allo scocciatore che se non ti lascia in pace potrà andare incontro a delle conseguenze. Se la persona che stai affrontando non sembra badare alla tua richiesta, fai subito presente che prenderai dei provvedimenti al più presto. Per esempio, parlarne con un genitore, con i genitori della persona che ti importuna, con gli insegnanti, con le autorità scolastiche o addirittura con la polizia. È importante far capire da subito che non sei disposto a tollerare più il suo comportamento e che hai preso una decisione concreta.
    • Cerca di essere più specifico che puoi. Fai il nome di un insegnante in particolare, il preside, e così via. Un riferimento dettagliato alle possibili conseguenze riuscirà a spaventare molto di più uno scocciatore insistente. Se hai deciso di parlarne con i tuoi genitori, prendi il telefono e mostrati pronto a chiamare i tuoi anche mentre stanno lavorando, in quel preciso momento. Mostrati preparato e determinato ad agire in modo concreto.

Cosa fare se la persona continua a darti fastidio

  1. Parlane con i tuoi genitori. Se nonostante la tua richiesta la persona continua a non lasciarti in pace, devi affrontare il discorso con i tuoi genitori. Fai capire ai tuoi cari quanto ti senti infastidito, o minacciato. Se è il caso di un ammiratore indesiderato potresti sentirti in imbarazzo nel rivelarlo alla tua famiglia, ma se vuoi allontanare una presenza per te sgradita avrai bisogno dell'aiuto dei tuoi genitori. Potrai sentirti più sicuro e iniziare a prendere le distanze con più efficacia.
    • I tuoi genitori sapranno aiutarti e farti sentire al sicuro. Apprezzeranno inoltre l'aver potuto condividere con te il tuo problema. Risolverlo insieme a te sarà una loro responsabilità.
    • Non serve aspettare il momento perfetto per parlarne con i tuoi genitori. Scegli solo un attimo in cui siano liberi da impegni lavorativi e disponibili a sedersi accanto a te per ascoltarti con calma. Se vanno di fretta ma non puoi fare a meno di parlarne, accenna di cosa si tratta, torneranno presto da te per saperne di più.
  2. Cerca l'aiuto degli amici. I tuoi amici possono darti una mano a risolvere il tuo problema. Non solo potranno farti compagnia e tenerti lontano dallo scocciatore, ma anche aiutarti a dire a quella persona che non gradisci la sua presenza e vuoi essere lasciato in pace.
    • I veri amici sapranno starti vicino e capiranno la situazione in cui ti trovi. Potrai passare più tempo accanto a loro e non ti sentirai mai solo o in pericolo.
    • Se i tuoi amici sono sempre al tuo fianco, anche lo scocciatore (che cerchi di darti fastidio, o di corteggiarti) cercherà di non avvicinarti e perderà interesse nei tuoi confronti.
    • I tuoi amici ti aiuteranno a capire come affrontare la situazione. Se però sei preso di mira da un bullo, solo l'aiuto degli amici non sarà sufficiente, avrai bisogno di un sostegno diverso.
  3. Evita ogni pettegolezzo su quella persona. Se parli male di qualcuno, anche se si tratta di uno scocciatore, prima o poi i pettegolezzi raggiungeranno le sue orecchie. A quel punto, non solo sarà più insistente con te, ma potrebbe arrabbiarsi o anche pensare che cerchi delle occasioni per attirare la sua attenzione. Dato che non è questo il risultato che vuoi ottenere, che senso ha parlarne male? Se veramente vuoi essere lasciato in pace dovrai cercare di evitare il discorso ogni volta che puoi.
    • Puoi confidarti con i tuoi amici più cari e far loro cosa sta accadendo nella tua vita, ascolta i loro consigli. Non parlarne però con tutte le persone che incontri, altrimenti le tue parole raggiungeranno anche lo scocciatore.
  4. Parlane con gli insegnanti o con le autorità scolastiche. Se la persona che ti dà fastidio non accenna a smettere, nonostante tu abbia già espresso il tuo disappunto, per fermarla devi rivolgerti alle autorità scolastiche o coinvolgere i tuoi professori. Cerca il loro aiuto, digli che la situazione ti sta sfuggendo di mano e non ti senti al sicuro. Se un adulto interviene in tuo favore lo scocciatore potrà spaventarsi, prendere sul serio i tuoi ammonimenti e cambiare finalmente idea.
    • Se i bulli della scuola ti ricattano e ti impediscono di parlare con i professori o le autorità scolastiche, non ascoltarli. Se veramente vuoi risolvere il problema devi confidarti con delle personalità in grado di aiutarti.
    • Non essere nervoso o intimorito. Soprattutto se hai a che fare con i bulli, è importantissimo parlarne subito con i responsabili della scuola, in modo che possano prendere le decisioni migliori.
  5. Cambia la tua routine giornaliera per evitare ogni contatto con quella persona. Dopo aver provato di tutto, e aver coinvolto i tuoi genitori e gli insegnanti, sarà opportuno evitare possibili incontri con lo scocciatore, almeno per un po'. Non devi cambiare le tue abitudini di vita, solo evitare di frequentare gli stessi luoghi dove sai che certamente vi incontrerete. Per esempio, passeggia in un altro parco, non andare a vedere i film nello stesso cinema e prova dei ristoranti diversi con i tuoi amici. Quando quella persona avrà perso interesse nei tuoi confronti, puoi tornare alla tua routine di prima.
    • Non devi cambiare radicalmente le tue abitudini. Cambia solo alcune cose, per esempio il percorso che fai per raggiungere la scuola.
  6. Ignora quella persona e osserva se ha ricevuto il messaggio. Ignorare qualcuno non è certo il modo più maturo per far fronte a un problema, però, se hai già provato a parlarci, se ne hai discusso con un adulto e hai pure evitato la sua presenza per un po', non ti resta che fingere che quella persona non esista. Se lo scocciatore si avvicina a te e ti dice qualcosa, o ti sorride, ignoralo; se partecipa a una conversazione di gruppo, allontanati. Se vi ritrovate nella stessa caffetteria, esci senza fare una scenata. Non è il metodo migliore, ma forse può aiutarti a risolvere il tuo problema.
    • Quando si accorgerà che la eviti, e che le sue parole e le sue azioni non hanno alcun effetto su di te, perderà interesse nei tuoi confronti. Se ogni volta che ti appare davanti tu cambi strada e non la degni di uno sguardo, si rassegnerà prima o poi a lasciarti in pace.
  7. Mettiti al sicuro. Se hai a che fare con una persona molto insistente e potenzialmente pericolosa, per prima cosa devi metterti al sicuro. Lo scocciatore potrebbe essere sempre più pressante, e anche instabile emotivamente, cerca perciò di non esporti ad alcun rischio. Non devi chiuderti dentro casa per paura di incontrarlo, ma intervenire a tutela della tua sicurezza contattando le autorità nei casi più seri.
    • Non sottovalutare l'importanza della tua sicurezza, non ha senso dare la priorità all'orgoglio. Se capisci di essere veramente in pericolo devi intervenire il prima possibile.

Consigli

  • Mostrati determinato e in grado di difenderti da solo. Se non sei coraggioso, fingi di esserlo.
  • Non essere irritante con gli altri, non trasformarti tu stesso in un bullo.
  • Parla con gli altri in modo educato e intelligente, senza dire parolacce o insulti.
  • Cerca di capire la situazione della persona che ti sta dando fastidio, magari sta passando un momento difficile. Cerca di essere gentile e trova qualcuno che possa esserle d'aiuto.
  • Prova a conoscere meglio quella persona, magari potrebbe rivelarsi un buon amico, o forse ha solo bisogno di un po' di compagnia.
  • Puoi dire a quelle persona con onestà quanto tu possa stimarla, ma anche quanto siete diversi e incompatibili.

Avvertenze

  • Nel fronteggiare un bullo che ti importuna non presentarti mai da solo. Porta con te i tuoi amici.
  • Davanti a un gruppo di persone i bulli iniziano a intimorirsi, perdendo la loro sicurezza.
    • Se hai paura parlane con un adulto. Confidati con qualcuno. Non c'è motivo di tenerti tutto per te se sei stato preso di mira, o attaccato.
    • Non rispondere mai con la violenza, o con le minacce, non vorrai trasformarti in un bullo anche tu.
  • Se qualcuno ti spaventa, o esige da te del denaro, parlane subito con un adulto di cui ti fidi.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.