Come Passare da Egocentrico a Rispettoso nei Confronti dei Genitori

Hai pensato solo a te stesso e sei stato un po’ irascibile con i tuoi, ma ora vorresti migliorare il tuo rapporto con loro. Tuttavia è un po’ difficile quando ti comporti in un certo modo; hai quasi la sensazione che ci si aspetti da te sempre lo stesso tipo di comportamento. La buona notizia è che puoi scegliere di comportarti come desideri, e questo cambiamento sarà uno di quelli che i tuoi genitori apprezzeranno veramente.

Passaggi

  1. Preparati a creare scompiglio e stupore. Se sei stato particolarmente concentrato su te stesso, i tuoi genitori e i tuoi fratelli potrebbero persino non credere che il cambiamento sia possibile in te. Cancella qualsiasi presa in giro, scherno o battuta e segui semplicemente la tua nuova direzione. Inoltre, sii consapevole del tuo comportamento.
  2. Interessati a loro. Invece di salutare bofonchiando come al solito senza sollevare la testa dai messaggini che stai mandando, interrompi quello che stai facendo e di’: “Ciao mamma. Com’è andata la giornata? Lascia, ti porto io quelle cose”. Alzati in piedi, aiutala a portare dentro qualsiasi cosa e lasciala parlare un po’ della sua giornata. Questo dimostra che pensi a lei e non soltanto al piccolo mondo formato dai tuoi amici.
  3. Chiedi quello che vuoi senza pretenderlo. Invece di dire ai tuoi genitori che vuoi andare a una festa, chiedilo. Invece di informare i tuoi genitori del fatto che spenderanno non si sa quante centinaia di euro per il tuo nuovo guardaroba o per la tua gita scolastica, chiedi se ti sarà possibile avere qualche vestito nuovo o andare in gita con la scuola. Domanda inoltre cosa puoi fare per aiutare a contribuire alle spese. Il tono di una richiesta è molto diverso rispetto a quello che usi quando pretendi qualcosa, cerchi di persuadere gli altri, fai moine e piagnucolii. Si tratta di un atteggiamento molto più maturo perché dimostra rispetto per il fatto che i tuoi genitori potrebbero dover sostenere spese impreviste (come fare una visita o sostituire le gomme consumate dell’auto) di cui tu non sei al corrente. I genitori non sono una fonte di denaro da cui puoi sempre attingere. Lavorano sodo per guadagnare i soldi e devono pagare le bollette, comprare da mangiare e coprire le spese per tutti quelli che vivono in casa, non soltanto per te. Gli esempi che seguono rappresentano un modo per poter dimostrare ai tuoi che li rispetti in quanto genitori e capisci che oltre ai tuoi problemi si devono occupare di altro. La prossima volta che vuoi qualcosa, invece di rivolgerti a loro nel solito modo, prova a seguire questi esempi:
    • “Mamma, il mio amico Paolo organizza una festa venerdì sera. Posso andare? Questo è il numero di telefono della mamma di Paolo. Ci sarà un adulto a controllare la situazione. Ci saranno anche i miei amici e potrò andare con loro. Certo, non c’è problema se mi chiami. Ammesso che tu mi dia il permesso, ti va bene se torno a casa non più tardi delle 23:00?”
    • “Papà, devo chiederti una cosa. Ieri ero agli allenamenti e ho notato che le mie scarpette da calcio si stanno rompendo (mostragliele). Pensi che potremmo comprarne un altro paio?”
    • “Mamma, non mi piace per niente questo cellulare. So che non è tanto vecchio, ma ne voglio veramente uno nuovo (mostrale quello che vuoi) quando mi scadrà il contratto. Mi rendo conto che costa. Non ti sto chiedendo semplicemente di tirare fuori i soldi, sono disposto a darmi da fare per averlo. Potrei guadagnarmi questo telefono in qualche modo?”
  4. Anticipa i loro bisogni. Parte dell’essere rispettoso e meno egocentrico consiste nel guardarsi intorno e vedere cosa succede intorno a te. Quando tua madre torna a casa dal supermercato, è stanca di girare (lo capirai meglio fra una decina d’anni). Sai bene che la spesa non entrerà da sola in casa e non si metterà a posto da sola, quindi vai ad aiutarla! Porta dentro la spesa e aiutala a metterla in ordine. Non dire che non sai dove vanno le cose. Mangi, quindi sai dove sono le cose, e se non lo sai è ora di impararlo e guardarti intorno in casa. Sai che i tuoi non amano il disordine e le cose lasciate in giro. Se vedi delle cose in giro, chiedi ai tuoi fratelli di darti una mano e aiuta a mettere in ordine prima che ti venga chiesto. Assumiti la responsabilità di occuparti delle faccende domestiche, come passare l’aspirapolvere, spolverare, svuotare la lavastoviglie, pulire il bagno, pulire la tua camera, lavare i vestiti, ecc. Fallo senza che ti venga chiesto. I tuoi genitori apprezzeranno il tuo aiuto e rispetteranno la tua maturità.
  5. Partecipa alla vita familiare. Sederti in camera con il telefono in mano a inviare messaggi o a navigare su internet significa non rispettare la tua famiglia. Va bene dedicare un po’ di tempo a te stesso, ma trova anche il tempo per loro. Loro si preoccupano per te e parte del rispettarli ed essere meno egocentrico consiste nel dedicare del tempo a interessarti a quello che fanno. Anche semplicemente guardare uno spettacolo in TV con loro, fare una passeggiata con loro nel quartiere, sedervi a tavola insieme o chiedere aiuto con i compiti per un po’ di tempo significa molto per loro. Puoi inviare messaggini ai tuoi amici e fare tutte queste cose quando sei da solo, ma quando sei con la tua famiglia spegni il telefono o devia la chiamate alla segreteria telefonica; questo significa anche non inviare messaggi e spegnere tutti gli apparecchi elettronici. Questo atteggiamento dimostra ai tuoi genitori che non permetti più alle faccende che riguardano solo te stesso di interferire con il tempo che dedichi alla tua famiglia. Lo apprezzeranno e ti rispetteranno per questo. Inoltre, i tuoi amici non si offenderanno quando capiranno che hai una vita al di fuori delle tue amicizie e che non sei sempre in attesa di rispondere immediatamente ai loro messaggi.
  6. Accetta la sconfitta con garbo. Se chiedi qualcosa in modo rispettoso e loro dicono ancora di no, cerca di capire che non lo dicono per farti arrabbiare. Stanno cercando veramente di agire nel tuo interesse. Quando dicono di no per qualcosa, hanno le loro ragioni di cui potresti non essere a conoscenza; se dicono di no per un cellulare nuovo, potrebbero aver avuto un guasto imprevisto all’auto o una visita medica da pagare o anche delle tasse, oppure potrebbe essere che sanno che se ti comprano un cellulare nuovo, non avranno i soldi per comprarti un vestito per una festa o la divisa da calcio. Una volta esposte le tue migliori argomentazioni e dopo aver ricevuto ancora una volta un rifiuto, accettalo con calma e maturità. Di’ semplicemente: “Ok, grazie per averci pensato”. Rimarranno sorpresi della tua reazione così positiva e sicuramente saranno propensi a dirti di sì molto più spesso in futuro.
  7. Rispettali e loro rispetteranno te. L’aspetto interessante del rispetto è che, come dire, si moltiplica. Mostrando rispetto nei confronti dei tuoi genitori, dimostri che anche tu meriti rispetto in cambio. Più mostri rispetto e comprensione verso i tuoi genitori, più i tuoi genitori saranno riconoscenti perché ti stai rivelando una persona molto gentile. In questo modo ti farai rispettare da loro come persona e come giovane adulto.

Consigli

  • I tuoi genitori (o i tuoi fratelli) potrebbero essere così sorpresi di fronte al tuo cambiamento nel modo di comportarti che potrebbero punzecchiarti. Lasciali fare per un po’, ma poi di’ loro seriamente: “Pensavo che avreste apprezzato il fatto che sto cercando di cambiare in meglio. In realtà non mi state dimostrando molto sostegno”. Scommettiamo che smetteranno?

Avvertenze

  • Sii consapevole del fatto che non puoi controllare le loro reazioni. Indipendentemente da come si comportano, il tuo cambiamento – che consiste nel comportarti in modo più maturo e rispettoso – ti aiuterà quando avrai a che fare con altre autorità in futuro. Se il tuo ruolo in famiglia è quello di “capro espiatorio”, saranno comuni le reazioni ostili, le pretese sempre maggiori che diventeranno impossibili o contraddittorie e le critiche più aspre verso qualunque cosa tu faccia o pensi. Non sei solo. Sii paziente e cerca aiuto e consigli dagli insegnanti, dallo psicologo scolastico, dallo psicoterapista o da un sacerdote. Non lasciare che la tua autostima o la tua nuova educazione si fondino sull’attesa di reazioni positive da parte dei genitori. Questo può succedere in famiglie non violente, perché è molto difficile per chiunque cambiare l’opinione precedente nei confronti di una persona. Non importa quante volte ti hanno detto che volevano che ti comportassi così, se prendi la decisione e inizi a farlo, le loro vite subiranno un grosso cambiamento.
  • In una situazione di violenza, i tentativi di essere più educato e rispettoso potrebbero agitare le acque e intensificare i maltrattamenti. Tuttavia, più ti comporti in modo rispettoso, educato e consono, più ti sarà facile trovare aiuto dagli altri. Chiedi aiuto, nessuno merita di subire maltrattamenti.
  • Non aspettarti che credano subito che il tuo cambiamento sia duraturo. Sono abituati a te che vivi nel tuo mondo. Concedi loro del tempo per abituarsi alla nuova persona che sei diventata.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.