Come Affrontare una Persona che ha Smesso di Parlarti

Ultimamente hai notato che una persona a cui è sempre piaciuto parlare con te sta mantenendo il livello delle conversazioni ai minimi storici? Questo atteggiamento può ferirti, frustrarti e confonderti. Ecco come affrontare chi ti sta ignorando senza peggiorare le cose.

Passaggi iniziali

  1. Assicurati che la tua non sia solo una paranoia. Magari, il silenzio di questa persona non ha niente a che vedere con te. Può darsi che abbia problemi personali o in famiglia. In tal caso, non dovresti prenderla sul personale. Fai un passo indietro e lasciale lo spazio di cui ha bisogno. Comunque, allontanarsi dagli amici può essere un sintomo di depressione. Tuttavia, se noti che questa persona è silenziosa solo nei tuoi confronti e non nei confronti degli altri per un periodo prolungato, forse dovresti iniziare a preoccuparti.
  2. Osserva se si ripete uno schema. Si è già comportata così in passato? Cerca di controllarti o “punirti” in altri modi? Se è così, chiediti se vale la pena mantenere viva una relazione così manipolativa.
  3. Metti in discussione il tuo comportamento. Quando ha iniziato a parlarti di meno? Cosa è successo nei giorni precedenti il cambiamento? Hai fatto o detto qualcosa di insensibile? Insomma, cerca di capire cosa potrebbe aver innescato il suo silenzio. Restringi il campo a un paio di possibilità e trova il modo di sistemare la situazione.

Affronta questa persona

  1. Prova quello che dirai. Pianifica in anticipo il discorso per poter dire tutto quello che hai in mente. Se non ti prepari, potresti innervosirti o metterti sulla difensiva nel momento del confronto. Chiudi gli occhi e immagina di trovarti da solo con questa persona e di affermare ad alta voce quello che pensi. Concentrati sulla maniera di dire le cose e, se necessario, adatta il tono da usare.
  2. Parla con questa persona in privato per evitare eventuali interruzioni.
  3. Testa il terreno con un pizzico di umorismo. Se la persona si è svegliata con la luna storta, potresti distendere la situazione facendo una battuta.
  4. Inizia scusandoti. Se credi di aver fatto qualcosa che abbia offeso o ferito questa persona, chiedile scusa, anche se non sei sicuro in cosa tu abbia sbagliato. Dille qualcosa come “Mi dispiace se ho fatto o detto qualcosa di stupido che ti abbia ferito”. Questo è uno di quei pochi casi in cui va bene usare la congiunzione “se” nell’intento di scusarti.
  5. Ribadisci l’importanza che dai al vostro rapporto dicendo “Mi è piaciuto trascorrere del tempo/lavorare insieme a te” o “Per favore, aiutami a capire per risolvere il problema perché la tua amicizia è davvero importante per me”.
  6. Esprimi quello che senti rispetto alla situazione che si è venuta a creare. Fai sapere a questa persona che ti senti male e che hai sinceramente intenzione di trovare una soluzione però, se questo non dovesse succedere in un prossimo futuro, falle capire che puoi aspettare.
    • Esempio: “Mi fa davvero male questo tuo atteggiamento e spero che tu possa aiutarmi a risolvere la situazione. Se le cose dovessero continuare così, dovrò smetterla di aspettare e accettare che non vuoi più la mia amicizia. Io non voglio che le cose vadano così ed è per questo che sto cercando di capire cosa ti sta succedendo”.
  7. Presta attenzione al tuo tono. Se effettivamente sei tu l’artefice del disagio, devi assicurarti del fatto che il tuo tono non faccia sentire l’altra persona troppo sensibile o stupida. Dopotutto, se questa persona si sente ferita, un tono sbagliato da parte tua non farebbe altro che peggiorare le cose.

Dopo il confronto

  1. Sii aperto rispetto a tutto quello che l’altra persona ha da dirti. Fai capire che se ha un problema, sei lì per ascoltare. Infatti, è fondamentale comprendere perché ha smesso di parlarti. Inoltre, sicuramente vorrà sapere se effettivamente hai elaborato fino in fondo quello per cui ti stai scusando.
  2. Vai via. Se hai cercato di scoprire il problema ma non ti ha detto niente, non ti resta molto altro da fare se non andartene. A questo punto, chiedi direttamente “Allora non hai intenzione di far nulla per risolvere questa situazione? Non possiamo più essere amici?”. Se la risposta è negativa, va via. Se ha ancora dei dubbi, dì qualcosa come “Ok. Allora visto che non sei pronto, prenditi del tempo per riflettere. Io sarò qui ogni volta in cui avrai bisogno di parlare”. Lascia all’altra persona la responsabilità di farsi viva; in questo modo, avrà tutto il tempo e lo spazio di cui ha bisogno.
  3. Fai un solo tentativo. Dopo esserti scusato e dopo aver cercato di capire cosa c’è che non va, la tua parte è conclusa. Ora, deve essere l’altra persona a fare il primo passo e mettersi in contatto con te. Se non lo fa, accetta il fatto che non puoi risolvere il problema senza nessuna cooperazione da parte sua.

Consigli

  • Il tuo obiettivo non è né quello di accusare, né quello di difenderti. Piuttosto, dovresti cercare di far capire all’altra persona che non era tua intenzione offenderla o insultarla, che hai provato a comprendere il suo punto di vista e che sei disposto ad ascoltare. Inoltre, cerca di far capire che, se non ha intenzione di dirti le sue ragioni, rispetterai il suo desiderio.
  • Se fai troppa pressione sull’altra persona puntando sul senso di colpa o comportandoti alla stessa maniera, potresti causare un peggioramento della sua attitudine e perdere l’occasione di salvare il rapporto.
  • Tieni ben a mente che nessuno ha l’obbligo di parlarti. Tutti hanno il diritto di non raccontare niente se non vogliono farlo. Se l’altra persona ha preso la sua decisione e non ha intenzione di riconsiderarla, non dovrai fare altro che accettarlo. A un certo punto, è necessario avere la giusta dose di maturità per lasciar perdere.
  • Se non sei sicuro rispetto alle ragioni per cui questa persona abbia smesso di parlarti, falle domande generiche come “Ultimamente sei stato un po’ silenzioso. C’è qualcosa che non va?”.
  • Se non capisci in cosa hai sbagliato, chiedi un parere ai tuoi amici.

Avvertenze

  • Non puoi leggere la mente dell’altra persona. Puoi fare del tuo meglio per cercare di capire ma, se non fa niente per migliorare le sue capacità comunicative e si aspetta che tu sia in grado di comprendere da solo cosa le stia succedendo senza nessuna cooperazione da parte sua, non sentirti in colpa.
  • Se accetta le tue scuse, dimenticati della faccenda e separatevi finché non potrete avere un nuovo incontro. Insistere cercando di sistemare a tutti i costi la situazione potrebbe far innervosire l’altra persona.
  • Se tutto questo succede regolarmente, potrebbe trattarsi di una forma di controllo emotivo. In una relazione manipolativa, anche se fai tutto nel modo “giusto”, non potrai mai liberarti completamente dell’abuso.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.