Come Scrivere la Critica di un Articolo

La critica di un articolo letterario o scientifico è un'analisi oggettiva che pone enfasi su come l'autore ha supportato i punti principali e sul suo utilizzo, o meno, di argomentazioni ragionevoli e applicabili basate sui fatti. È facile cadere nella realizzazione di un semplice riassunto dell'articolo senza analizzarlo e metterlo alla prova. Una buona critica evidenzia le tue impressioni sull'articolo, fornendo una motivazione. Segui questi suggerimenti per imparare a scriverne una notevole.

Diventa un Lettore Attivo

  1. Leggi l'articolo per la prima volta allo scopo di cogliere l'idea generale e l'argomentazione dell'autore.
  2. Leggilo una seconda volta, segnando le parti salienti e i tuoi commenti con una penna rossa. Poniti le seguenti domande nel corso della lettura:
    • Qual è la tesi dell'autore?
    • Qual è il suo scopo?
    • A che tipo di pubblico si rivolge? Riesce effettivamente a raggiungerlo?
    • Presenta delle prove ampie e valide?
    • Ci sono delle parti mancanti nella sua argomentazione?
    • Rappresenta scorrettamente le prove o ci aggiunge dei giudizi?
    • Raggiunge un punto conclusivo?
  3. Crea una legenda per le tue annotazioni. Usa un simbolo unico per differenziare tra le parti del testo che potrebbero essere confuse, importanti o inconsistenti.
    • Per esempio, potresti sottolineare i passaggi clou, cerchiare quelli confusi e marcare con delle stelline le incongruenze.
    • Creare una legenda ti permette di organizzare bene la tua critica. Sebbene possa volerci un po' di tempo per riconoscere i simboli, ben presto si ingraneranno nella tua mente e ti permetteranno di analizzare il testo con più efficienza.
  4. Prendi degli appunti mentre leggi la seconda o la terza volta. Ad esempio, se credi che un'affermazione dell'autore possa essere confutata da uno studio scientifico che hai letto in passato, scrivi una nota al margine, su un altro foglio o sul computer, in modo da poterla usare mentre redigerai la critica.
    • Difficilmente te ne ricorderai senza annotarli, dunque non sottovalutare questo passaggio.
    • Non avere fretta nello scrivere le tue osservazioni mentre leggi: te ne sarai grato nel momento in cui stilerai il testo analitico.
  5. Forma un'opinione generale dopo le tue reazioni iniziali al testo.
  6. Fai una lista preliminare delle fonti dalle quali attingere per avere delle prove: libri e articoli, documentari...

Raccogli le Prove

  1. Chiediti se il messaggio generale dell'autore è logico. Testa l'ipotesi e comparala agli altri esempi simili.
    • Analizza il messaggio per la sua praticità e per la sua applicazione nel mondo reale, anche se l'autore dovesse aver condotto una ricerca e citato degli esperti rispettati.
  2. Esamina l'introduzione e la conclusione dello scrittore per assicurarti che siano sulla stessa linea dell'articolo.
  3. Cerca le eventuali faziosità dimostrate dall'autore. Se lo scrittore ha qualcosa da guadagnare dalle conclusioni inserite nel testo, è possibile che ce ne siano.
    • Le faziosità includono l'ignorare le prove contrarie e fornire delle testimonianze poco appropriate pur di giungere a delle conclusioni diverse dalla realtà, fornendo delle opinioni non fondate nel testo. Le opinioni ben ricercate sono accettabili, mentre quelle prive di un sostegno accademico vanno guardate con scetticismo.
    • Le faziosità possono anche essere frutto del pregiudizio. Quelle di questo tipo sono relazionate alla razza, all'etnia, al sesso, alla classe sociale o alla politica.
  4. Considera l'interpretazione dello scrittore degli altri testi accademici. Se l'autore fa un'affermazione sul lavoro di un altro erudito, leggi l'articolo originale al quale fa riferimento e vedi se sei d'accordo con l'analisi fornita nel pezzo che stai analizzando.
    • Spesso i lettori interpretano diversamente le idee altrui. Nota le eventuali incongruenze tra la tua interpretazione del testo e quella dell'autore.
    • Leggi le opinioni degli altri studiosi: se diversi di loro caratterizzati da vari background hanno la stessa opinione su un testo, allora questa ha più peso rispetto all'argomentazione meno supportata.
  5. Nota se l'autore cita delle prove inaffidabili, come un testo irrilevante di 50 anni fa che non ha più importanza nella disciplina. Qualora lo facesse, la credibilità dell'articolo diminuisce parecchio.
  6. Leggi dettagliatamente l'articolo. Il contenuto è la parte più importante per la critica letteraria, ma non trascurare le tecniche formali e/o letterarie che potrebbe aver usato. Presta attenzione alla scelta delle parole oscure e al tono del pezzo. Ciò è particolarmente utile per gli articoli non-scientifici.
    • Questi aspetti di un articolo possono rilevare delle questioni più profonde nell'argomentazione. Per esempio, un articolo con un tono surriscaldato ed eccessivamente fervente potrebbe ignorare o rifiutare le prove contraddittorie nella sua analisi.
    • Cerca sempre le definizioni delle parole che non conosci. Saperlo può modificare totalmente il significato di una frase, specialmente se si tratta di un vocabolo caratterizzato da più definizioni. Chiediti perché un autore sceglie un certo termine a discapito di un altro: questo potrebbe svelare qualcosa in più sull'argomentazione.
  7. Metti in discussione i metodi di ricerca dietro gli esperimenti negli articoli scientifici. Poniti le seguenti domande:
    • L'autore spiega nel dettaglio il metodo?
    • Lo studio è stato progettato senza pecche gravi?
    • Si riscontra un problema con le dimensioni del campione?
    • È stato creato un gruppo di controllo per il paragone?
    • I calcoli statistici sono tutti corretti?
    • L'esperimento è significativo per quel particolare campo di studio?
  8. Scava in profondità. Usa le tue conoscenze, le tue opinioni fondate e le altre ricerche raccolte per supportare o esprimere disaccordo con l'articolo. Fornisci delle argomentazioni empiriche a tuo favore.
    • Fornire delle buone prove è sempre apprezzabile, ma esagerare diventa un problema se diventassero ripetitive. Opta per dei fatti unici.
    • Inoltre, non usare le fonti per lasciare fuori le tue opinioni e argomentazioni.
  9. Ricorda che una critica non dovrebbe essere interamente positiva o interamente negativa. In effetti, le critiche letterarie sono spesso più interessanti quando non sono in totale disaccordo con l'autore, forniscono altre idee o complicano quelle dello scrittore con delle prove extra.
    • Se sei completamente d'accordo con un autore, cerca comunque di aggiungere nuove prove o di provare a confutare la sua idea per poi mostrare la sua validità e ribadirla.
    • Puoi fornire delle prove contraddittorie di un'argomentazione per sostenere che il suo particolare punto di vista è quello corretto.

Formatta la Tua Critica

  1. Comincia con un'introduzione per presentare la tua argomentazione. Non dovrebbe superare i due paragrafi. Il suo obiettivo è fornire una cornice per la critica. Inizia descrivendo brevemente le mancanze o i successi dell'articolo.
    • Includi il nome dell'autore, il titolo dell'articolo, la rivista sul quale è stato pubblicato, la data e la tesi del pezzo.
    • L'introduzione non è la sezione giusta nella quale inserire le prove delle tue opinioni, le quali vanno collocate nel corpo del testo.
    • Sii audace nelle tue affermazioni introduttive e fai in modo che il tuo scopo appaia chiaro. Girarci intorno o non sembrare sicuro rispetto ad una tesi abbassa la tua credibilità.
  2. Fornisci le prove dell'argomentazione nei paragrafi centrali della critica. Ogni paragrafo del corpo dovrebbe descrivere dettagliatamente una nuova idea o espandere ulteriormente l'argomentazione verso una nuova direzione.
    • Avvia ogni paragrafo con una frase riassuntiva del suo contenuto, ma non condensare tutte le sue informazioni. Si tratta di una sezione di transizione verso un'area nuova o in qualche modo diversa.
    • Concludi ogni paragrafo collegandolo al successivo, ma senza dichiarare esplicitamente di cosa tratterà. Esempio: “Sebbene Luca Rossi dimostri che il numero dei casi di obesità infantile stia crescendo ad un tasso notevole negli Stati Uniti, esistono prove in base alle quali i casi di questo disturbo stanno decrementando in alcune città americane”; il prossimo paragrafo dovrebbe concernere le città anomale che hai appena introdotto.
  3. Metti alla prova la tua argomentazione verso la fine della critica. Per quanto la tua tesi sia solida, esiste l'opzione di inserire un colpo di scena finale o di suggerire delle possibili implicazioni. Fallo nel paragrafo finale del corpo del testo, prima della conclusione, per lasciare il lettore con un'ultima, memorabile argomentazione.
  4. Presenta le tue argomentazioni usando un tono ben ragionato ed oggettivo. Non dovresti sembrare un fanatico né esprimerti in maniera appassionata, giacché rischi di perdere molti lettori. Lascia che il tuo impeto emerga attraverso la tua abilità di fare delle ricerche solide e di articolare con efficacia il tuo testo.
  5. Concludi la critica riprendendo la tua argomentazione e suggerendo le possibili implicazioni. È importante riassumere i punti principali affrontati nel corso dell'articolo e dire al lettore cosa vuole apportare il tuo testo alla disciplina.
    • Ci sono delle implicazioni ampie per il campo di studi da valutare o la tua critica è un semplice tentativo di smascherare il lavoro pasticciato di un altro erudito?
    • Fai del tuo meglio per far riflettere e segnare il lettore utilizzando un linguaggio assertivo capace di dimostrare l'importanza del tuo lavoro.

Consigli

  • Scrivi in maniera sicura di te e decisa.
  • Correggi sempre i tuoi pezzi almeno due volte prima di consegnarli al tuo professore, al tuo capo o al tuo editore.
  • Scrivi la critica in terza persona e al presente indicativo, a meno che non ti venga richiesto di fare diversamente. Rivedi sempre le linee guida di stile prima di cominciare a redigerla.

Avvertenze

  • Evita di inserire commenti come “Mi è piaciuto” o “È stato scritto male”. Sii accurato.
  • Evita a tutti i costi di riassumere l'articolo. Meglio scrivere una critica breve che tentare di riempire lo spazio bianco con un noiosissimo sommario.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.