Come Stimolare il Glicine a Fiorire

Con cure appropriate e frequenti potature, il glicine è in grado di generare splendide cascate di fiori color lilla anno dopo anno. Tuttavia, questa pianta potrebbe essere restia a fiorire per molti motivi, tra cui potatura e concimazione impropria, o semplicemente perché non ha l'età giusta per produrre fiori. Pertanto, è probabile che dovranno passare diversi anni prima che inizi a fiorire, ma una volta che si sarà svezzata, può arrivare a produrre fiori per almeno 40 anni. Questo articolo ti spiega come aiutare il glicine a fiorire.

Passaggi

  1. Pota il glicine, accorciando i rami nuovi a circa 15 cm, da metà luglio ai primi di agosto, una volta che la fioritura si sarà fermata. Sfoltisci per bene la pianta, lasciando solo 1 o 2 boccioli su ogni ramo. Non rimuovere i rami forti e sani che presentano boccioli o nodi alla base, ma elimina tutti quelli che pendono verso terra o che, comunque, rovinano la forma della pianta.
    • Considera di potare i rami danneggiati verso la fine dell'inverno. Nello stesso periodo puoi anche accorciare le radici con una pala o un'ascia, per stimolare la pianta a fiorire.
  2. Utilizza una sega da giardiniere per ridurre fino alla base i fusti legnosi più vecchi, lasciando almeno 3-4 di loro su ogni pianta.
  3. Pota i rami che si intrecciano o toccano contro il fusto principale della pianta, dal momento che non produrranno fiori, però non fanno altro che sciupare la forma e togliere bellezza al glicine.
  4. Lega i rami a un traliccio o ad altre strutture di supporto, in modo che i fusti principali crescano orizzontalmente anziché in direzione verticale. Dovranno svilupparsi in senso orizzontale per almeno 1,5 m prima di crescere verticalmente. Assicurati che non si sviluppino verso il basso.
  5. Pota di nuovo il glicine in primavera, una volta che il pericolo delle gelate è passato. Accorcia i rametti laterali a 5-7,5 cm, assicurandoti che ognuno di loro abbia 2-3 boccioli.
  6. Concima il glicine con il superfosfato subito dopo la potatura di primavera, facendo attenzione a seguire le istruzioni riportate sulla confezione. Utilizza un concime bilanciato, con formula 10-10-10, due volte l'anno.

Consigli

  • Il glicine reagisce meglio sotto stress. Utilizza il concime con parsimonia e non innaffiare eccessivamente.
  • Dai una buona potata pressappoco ogni 3 anni, affinché la pianta conservi la sua forma.
  • Il glicine ha bisogno di molto sole e di un terreno umido e ben drenato per fiorire. È preferibile anche piantarlo in un luogo riparato, magari vicino a un muro della casa, per proteggerlo dai venti invernali più forti.
  • Se non viene curato, il glicine può sviluppare grovigli di rami in una sola stagione, invadendo lo spazio delle piante vicine ed esercitando una forte pressione sul traliccio o sulla struttura di supporto cui è legato. Dai una buona potata alla pianta, dandole le dimensioni e la forma che desideri e sfoltendo i rami più aggrovigliati. Inizieranno a crescere subito nuovi germogli. Tra i rametti nuovi, seleziona quelli più vigorosi e inizia a guidarne la forma usando fili di ferro, tralicci o alberi.
  • Costringi il glicine a crescere orizzontalmente, potando i teneri rami che tendono a svilupparsi verso il basso.

Avvertenze

  • Non utilizzare concimi ad alto contenuto di azoto, compresi quelli formulati per il prato, perché questa sostanza chimica incoraggia la crescita delle foglie anziché quella dei boccioli.

Cose che ti Serviranno

  • Glicine maturo, già fiorito in passato
  • Cesoie
  • Sega da giardiniere
  • Legature e sostegni per piante
  • Superfosfato
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.