Come Smettere di Preoccuparti di Quello che gli Altri Pensano di Te

Опубликовал Admin
7-09-2018, 16:00
256
0
Cercare di piacere a tutti? È stancante e inutile. Una cosa è aiutare qualcuno che ne ha bisogno, un'altra è lasciarti travolgere dalle esigenze, dai desideri e dalle richieste degli altri senza avere tempo per te stesso. Ecco come recuperare la tua autostima e smettere di preoccuparti di ciò che pensano gli altri.

Impara ad Apprezzare Te Stesso

  1. Afferma il tuo valore. Esiste un semplice esercizio che può aiutarti a prenderti maggiormente cura di te stesso e ad apprezzare il potere che hai in quanto individuo. Richiede pochi minuti e la sua efficacia è stata provata da vari studi psicologici:
    • Fai una breve lista delle priorità della tua vita. Non andare sullo specifico per ora, copri solo le aree generali che ti includono in quanto elemento importante.
      • Una lista tipica potrebbe includere i seguenti aspetti: “religione, famiglia, compagni di scuola, colleghi, relazioni romantiche, abilità artistica, abilità musicale, performance accademica, abilità atletica”.
      • Prova a suddividerli in categorie basate sulle divisioni generali che attueresti naturalmente nella tua mente.
    • Quale categoria della lista ti ha sempre reso orgoglioso? Per esempio, forse credi di essere stato (o che saresti) un fidanzato meraviglioso. Forse si tratta di una materia scolastica.
    • Scrivi la categoria scelta nella parte superiore di un altro foglio e dedicale qualche minuto ricordando un esempio o un momento in cui è stata importante per te e perché. Se ti consideri un ottimo amico, scrivi di quella volta che hai aiutato qualcuno; se hai sempre adorato suonare la chitarra, scrivi di quella volta in cui la tua musica ha avuto un impatto positivo sulla tua giornata.
  2. Pratica la concentrazione e abituati a farlo costantemente per ottenere dei benefici. Farlo può avere diversi significati, ma, secondo il consenso generale, vuol dire riassegnare le tue priorità affinché si allineino alle tue convinzioni personali. Prova queste popolari tecniche di concentrazione:
    • La meditazione è probabilmente quella più comune ed una delle più efficaci. In piedi o seduto comodamente in un angolo privo di distrazioni, rischiara la mente.
      • Alcune persone trovano utile focalizzare i loro pensieri su se stesse, mentre altre preferiscono farlo verso l'esterno.
      • Qualsiasi modalità tu scelga, posizionati in un posto mentale nel quale vedere più chiaramente gli elementi della tua vita e osservarli senza confonderti o farti travolgere.
    • La visualizzazione va spesso a braccetto con la meditazione e ti permette di usare l'immaginazione per guidare i tuoi pensieri.
      • Questa tecnica è spesso collegata alla spiritualità, giacché le persone si visualizzano mentre vengono sollevate dagli angeli, con le anime allontanate dai loro corpi, o mentre diventano un tutt'uno con la Terra.
      • Tra gli altri motivi comuni, galleggiare nello spazio o viaggiare attraverso un portale in un tempo o luogo diverso. Scegli ciò che più ti stimola.
      • Rischiara la mente per un secondo e visualizza uno scenario che ti faccia sentire calmo, libero e senza vergogna. Usalo ogni volta che hai bisogno di questa tecnica in futuro. Diventerà come un buon amico, un posto sicuro nel quale rifugiarti quando non ne puoi più.
  3. Prendi nota dei tuoi successi su un diario, da stilare alla fine della giornata prima di andare a dormire. Includi il progresso per quanto concerne le meditazioni.
    • Scrivi tutto, da “oggi sono andato a scuola” a “ho lavato i piatti”, specialmente ciò che hai scelto di fare di tua spontanea volontà.
    • Sii orgoglioso dei tuoi progressi. Quando ti succede qualcosa di bello, come superare un esame o terminare un progetto, scrivilo sul diario e sottolinealo.
    • Rivedi le tue parole, rileggile una volta alla settimana per ricordare tutto quello che hai fatto allo scopo di migliorare la tua vita e come prova del fatto che la tua voce merita di essere ascoltata, come quella di tutti gli altri.
  4. Fai pratica per imparare a dire di no. Ora che hai iniziato ad affermare e a nutrire te stesso, è giunto il momento di tradurre la tua buona volontà in azione.
    • Sii educato ma fermo. La prossima volta che ti chiedono di fare qualcosa che non vuoi fare, declina garbatamente la richiesta.
    • Rallegrati dei risultati. Verrai piacevolmente sorpreso dallo scoprire che, quando ti fai valere in maniera civile, le persone di solito rispettano la tua scelta e non insistono.
    • Non inventare scuse. Non ne hai bisogno per dire di no. Meglio optare per la verità, o non supererai davvero il problema.
      • L'eccezione si manifesta quando ti sottrai alle tue responsabilità regolari, come rifiutarti di occuparti di un compito al lavoro.
    • Spiega velocemente le tue ragioni se sono concrete. Non tenere per te i tuoi pensieri. Ricorda solo che non devi spiegazioni a nessuno se non te la senti di darle.
  5. Porta la tua nuova attitudine nella tua vita. Hai riscoperto te stesso e ne sei orgoglioso, hai diminuito l'influenza delle opinioni degli altri sull'immagine che hai di te stesso, hai trovato del tempo per tenere traccia dei tuoi miglioramenti, mediti tutti i giorni e hai imparato a dire di no senza conseguenze. Sei pronto ad essere veramente te stesso con tutti quelli che ti circondano.
    • Incarna il tuo nuovo essere. Agisci in base alle tue esigenze, prenditi del tempo per riordinare i pensieri quando sei agitato e lascia che la tua presenza, invece che le tue azioni, sia di gradimento alle persone nella tua vita.
    • Leggi le sezioni qui in basso per ricevere dei consigli utili su come comportarti nei diversi ambienti sociali.

Consigli su Come Comportarti con i Tuoi Pari

  1. Non essere timido e fai vedere a tutti chi sei. Potrebbe sorprenderti la risposta positiva che otterrai quando dirai cosa ti passa per la testa e agirai in base alle tue convinzioni. Alla gente piace chi sa il fatto suo.
    • Sii te stesso. Non devi sforzarti per emergere, solo smettere di sforzarti per adattarti a tutti i costi all'ambiente.
    • Ci sarà spesso un piccolo gruppo di persone che criticherà il tuo nuovo modo di essere. Le loro parole potrebbero essere pungenti, ma puoi gestirle.
      • Utilizza la visualizzazione e la meditazione per analizzare ciò che è stato detto e da chi. Generalmente scoprirai che si tratta di una minuscola percentuale, magari composta da persone alle quali non piacevi e che non ti rispettavano neanche prima.
  2. Controlla il tuo ambiente sociale. Lavora per circondarti di persone capaci di accettarti.
    • Smetti di frequentare i cattivi amici. Siccome in passato ti sei sempre piegato davanti ai desideri degli altri, potresti scoprire che a qualcuno non stai più simpatico perché non può più approfittare dei tuoi favori. Lascia queste persone alle tue spalle e preferisci coloro a cui piace la tua personalità.
    • Conta sui tuoi buoni amici: con il loro supporto, sarà molto più semplice gestire con calma e grazia quelle due o tre persone che non ti accettano.

Consigli per Gestire i Membri della Famiglia

  1. Appoggia te stesso. Prenditi del tempo extra per fare pratica. Sei quello che sei. Punto.
    • Cerca di difendere il tuo territorio. I membri della famiglia hanno potere sul tuo stato emotivo solo se tu lo permetti. Puoi evitarlo concentrandoti sul tuo auto-sostegno.
    • Controlla la tua voce interiore. Silenziala quando è d'accordo con le critiche della famiglia e ci ricama su.
    • Non perdere la tua prospettiva. Ricorda, nessuno è perfetto, ma tu vali almeno quanto gli altri, e nemmeno i membri della tua famiglia hanno il diritto di dire il contrario.
  2. Parla con la tua famiglia, d'altronde non puoi cambiarla, quindi prendila per quello che è. Sebbene a volte sia prudente tacere, prima o poi la radice del problema andrà affrontata.
    • Traccia un confine. Preoccuparti di quello che dice la tua famiglia è normale e sano, ma fino ad un certo punto. Se senti troppa pressione e vuoi accontentarli tutti, dai voce a quello che provi.
    • Resta composto, calmo e metodico e chiedi alla tua famiglia di aiutarti ad essere libero di essere te stesso. Magari non sapevano nemmeno che sentissi così tanta pressione.
  3. Pratica la diplomazia quando non hai altra scelta e sai che i membri della tua famiglia non la smetteranno di ferire i tuoi sentimenti.
    • Non perdere le staffe quando ti dicono qualcosa di doloroso. Lavoraci su da solo nel corso della meditazione o in compagnia di un buon amico.

Consigli per il Posto di Lavoro

  1. Non esagerare con la filosofia del “non me ne importa niente”. Che ti piaccia o meno, per mantenere il tuo lavoro e fare una buona impressione, dovrai considerare quello che il capo e i clienti pensano di te. Nella maggior parte dei casi, conviene optare per la diplomazia.
    • La chiave è un approccio moderato. Cerca di bilanciare la tua responsabilità nei confronti del lavoro con la tua individualità in modo da non sentirti stroncato dal peso delle aspettative.
  2. Continua a marcare i confini, ma fallo appropriatamente. Dare meno importanza a quello che gli altri pensano di te non sempre si traduce in fare e dire tutto quello che vuoi, soprattutto al lavoro. Piuttosto, incanala differentemente la parte di te che ha idee e approcci diversi esprimendoti in maniera cortese e sensata.
    • Raccogli i frutti. Così come è successo con i tuoi amici, probabilmente verrai piacevolmente colpito dal trattamento diverso che ricevi perché sei passato dall'essere un mero esecutore ad un contributore costruttivo.
    • Guarda il lato positivo. Con un po' di fortuna, il tuo spirito indipendente potrebbe essere ricompensato con un aumento di stipendio o con una promozione.
  3. Impara le basi del servizio clienti. Non sono difficili da capire, è interiorizzarle che richiede del tempo. Questi principi non si adattano strettamente ai lavori a contatto con una clientela, possono tornare utili in qualsiasi ambiente professionale, dove è sconsigliato parlare senza pensare, nemmeno se si fa con educazione. Assorbendoli, diventerai capace di separare le emozioni dal lavoro, preoccupandoti di meno di quello che le persone che ti circondano pensano di te. Ecco quali sono:
    • Tieni la tua vita personale per te. Lasciala a casa e non portare le tue insicurezze o vulnerabilità sul posto di lavoro.
    • Non offenderti per quello che gli altri dicono o fanno. Non prendere tutto sul personale o lasciare inasprire i rapporti. Evita di spettegolare. Comportati con grazia e garbatezza e non avrai scontri.
    • Sorridi e saluta tutti al tuo arrivo e quando vai via.
    • Concedi alla gente il beneficio del dubbio. Quando un cliente o un collega ti attacca verbalmente, non contrattaccare spesso scioglie la sua rabbia prima di avere la possibilità di manifestarla una seconda volta.
    • Quando hai dei dubbi, rivolgiti ad un manager e lascia che si occupi lui della questione. Il problema è rappresentato dal manager stesso? Parla con il suo superiore.

Consigli

  • Seguire le mode non è un reato, ammesso che ti piacciano e che non ti ossessioni lasciarti trasportare dalle ultimissime tendenze. La tua personalità non viene definita da ciò, solo riflessa.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.