Come Fare una Buona Impressione sul Tuo Capo

Опубликовал Admin
15-10-2018, 20:00
140
0
Se fai una buona impressione sul tuo capo, potrai assicurarti il lavoro e fare carriera in azienda. Tuttavia, dovrai muoverti con attenzione, premura e onestà in modo da non sembrare una persona che vuole arruffianarsi i dirigenti.

Svolgere il Tuo Lavoro Correttamente

  1. Fai risparmiare all'azienda po' di soldi. Qualsiasi dirigente d'impresa ha necessità di tagliare i costi laddove è possibile e trovare soluzioni ai problemi finanziari. Se riesci a escogitare qualche idea utile ed efficace per risparmiare soldi e la esamini con il tuo capo, l'interesse che mostri per il benessere dell'azienda ti aiuterà a fare una buona impressione.
    • Quando proponi le tue idee, fallo in modo da non risultare invadente. Domanda prima al tuo capo se ha qualche minuto da dedicarti, invece di aspettarti piena disponibilità non appena glielo chiedi. Spiega ampiamente quello che hai pensato e rispondi alle domande che potrebbe rivolgerti. Se non approva, non prendere negativamente il suo rifiuto.
  2. Cerca di distinguerti laddove è necessario. Più precisamente, osserva le capacità imprenditoriali del tuo capo e determina i suoi punti deboli. Migliora le tue competenze nei settori in cui non eccelle e mettile in risalto in maniera produttiva, senza sembrare arrogante.
    • Il tuo atteggiamento non deve mai suggerire senso di superiorità da parte tua. Devi dimostrare che le tue intenzioni sono rivolte esclusivamente al bene del tuo capo, non solo al tuo.
  3. Mostra un po' di spina dorsale. Può essere una mossa rischiosa, ma se il tuo capo si accorge che la tua sicurezza ti porta a essere una persona bendisposta, potrebbe trattarti come qualcuno di cui fidarsi.
    • Assicurati che le tue opinioni siano sempre considerate nella giusta ottica, soprattutto quando non sei d'accordo con il tuo capo. Ognuno ha il suo modo di pensare, ma se vuoi che il tuo parere sia preso seriamente, devi trovare il tempo e le energie per formulare pensieri che, partendo da una certa fondatezza, considerino adeguatamente tutti gli aspetti di una determinata situazione.
  4. Vai oltre quanto ti viene richiesto. Cerca di gestire con destrezza le responsabilità e gli incarichi non specificamente inclusi nelle tue mansioni lavorative, soprattutto quando tali compiti possono aiutare sia te che il tuo capo.
    • In particolare, concentrati su quei compiti spesso trascurati dagli altri dipendenti. Può essere importante anche tenere il controllo degli incarichi più piccoli e irrilevanti, se la produttività migliora conseguentemente. Per esempio, quando al mattino arrivi al lavoro, prendi l'iniziativa di regolare la temperatura dell'aria condizionata, accendi la macchina del caffè o qualsiasi altra macchina che potrebbe essere necessaria nel corso della giornata.
    • Dovresti anche proporti di accettare progetti e attività che non rientrano esattamente nelle tue mansioni. Finché hai la sicurezza di saper gestire il lavoro, assumendolo, dimostrerai al tuo capo quanto sei versatile e ansioso di dare il tuo contributo all'azienda.
  5. Sii sincero su quanto non sei capace. Se un certo compito ha un livello di difficoltà superiore alle tue competenze e alle esperienze finora maturate, sii diretto e avvisa il tuo capo. Dovresti sempre mostrare desiderio di imparare, ma se la base delle tue competenze attuali non è così ampia come ritiene il tuo capo, devi dirglielo in modo da evitare potenziali problemi nel corso del tempo.
    • Allo stesso modo, dovresti sempre essere onesto sugli errori che commetti. Non tentare mai di attribuire la colpa agli altri o di nascondere al tuo capo i tuoi sbagli sul posto di lavoro.
  6. Mantieniti informato sul settore in cui operi. La concorrenza può essere feroce e, pertanto, per poter sopravvivere in un'azienda, è importante restare aggiornati nel proprio settore professionale. Quando vedi una notizia che riguarda questo argomento, sottoponila all'attenzione del tuo capo e dei tuoi colleghi. In questo modo, dimostrerai il tuo interesse al successo dell'azienda.
  7. Organizzati. Cerca di prepararti al lavoro che ti aspetta prima ancora di cominciare. Se è previsto un incontro di lavoro, raccogli tutte le informazioni e le risorse necessarie ben prima dell'inizio della riunione. Inoltre, prima tornare a casa prendi in considerazione di organizzare quello che ti serve per il giorno successivo.
  8. Fai domande pertinenti. Può essere particolarmente vantaggioso se sei un dipendente nuovo. Effettua le dovute ricerche sull'azienda e sulla sua missione in modo da avere un quadro della situazione quanto più completo è possibile. Queste informazioni ti permetteranno di rivolgere al tuo capo domande pertinenti sulla natura del tuo lavoro e sull'azienda nel suo complesso.
    • D'altro canto, è opportuno non fare domande troppo scontate. Se esprimi dubbi che puoi facilmente fugare per conto tuo, sembrerà privo dello spirito d'iniziativa necessario per analizzare e informarti senza ricorrere a un aiuto esterno.
  9. Prendi appunti. Gli studenti prendono appunti in modo da poter rivedere il materiale in un secondo momento e comprenderlo meglio. Anche tu, in qualità di impiegato, dovresti annotare nozioni e dati da riguardare in seguito. Una situazione in cui non puoi farne a meno è la riunione. In questo modo, farai capire al tuo capo quanto sei attento e desideroso di apprendere nel tuo lavoro.
    • Se sei un dipendente nuovo, sarebbe opportuno prendere appunti anche sugli incarichi e sulle responsabilità quotidiane man mano che prendi dimestichezza col tuo impiego. Magari nessuno lo noterà, ma probabilmente i risultati dei tuoi sforzi saranno visibili.
  10. Rispetta e anticipa le scadenze. Porta a termine i tuoi incarichi prima del previsto, se puoi. Se ti viene chiesto di stabilire una scadenza, è meglio dare una leggera sovrastima in modo da raggiungere tranquillamente l'obiettivo.
    • Quando aggiungi un margine di sicurezza al calcolo temporale delle tue scadenze, cerca di non esagerare. Ad esempio, se sai di poter portare a termine un lavoro in tre giorni, non dire al tuo capo che hai bisogno di tre settimane. Finendo presto, farai di certo una buona impressione, ma dopo un po' potrebbe rendersi conto che sovrastimi troppo le scadenze e assegnarti tempi più adeguati.
  11. Non rifiutare gli incarichi. Nonostante la grossa mole di lavoro, se il tuo capo ti affida un incarico, accettalo. Se necessario, riorganizza i tuoi programmi per portare a termine i compiti in base alla loro importanza. Se non sei sicuro di quanto sia urgente una certa operazione, puoi chiedere al tuo capo di aiutarti a stabilire le giuste priorità al tuo carico di lavoro.
    • L'eccezione a questa regola, come accennato precedentemente, riguarda l'assunzione di un incarico quando sai di non avere l'esperienza che occorre per completarlo (soprattutto se ha una scadenza). Se sei chiaro con il tuo capo circa la tua mancanza di esperienza e ti ritiene comunque adatto a un certo tipo di lavoro, dovresti considerare di accettarlo.
  12. Rispetta i tuoi impegni. Quando dici di poter fare qualcosa, fallo. Per un capo niente è peggio di un impiegato che non riesce a mantenere la parola o non si mostra affidabile.
    • Se da un lato non ti conviene rifiutare gli incarichi che ti vengono offerti, dall'altro è opportuno che tu sia onesto col tuo capo nelle circostanze in cui hai la certezza assoluta di non poter portare a termine qualcosa, indipendentemente dagli altri impegni. È meglio rifiutare ogni tanto qualche lavoro che promettere di completarlo e deludere tutti.
  13. Concentrati. Termina i compiti assegnati e non lasciarti distrarre da situazioni che non hanno alcuna relazione col tuo impiego, magari navigando in Internet o aggiornando i tuoi profili sui social network. Quando hai tempo, cerca di assumere un atteggiamento che migliori la tua immagine di dipendente, ad esempio, leggendo libri attinenti alla tua professione o testi che potrebbero mantenerti la mente aguzza.

Avere un Aspetto e un Comportamento Professionale

  1. Arriva in anticipo ed esci più tardi. Anche se la qualità è più importante della quantità, arrivando e restando al lavoro 15 minuti in più, dimostrerai al tuo capo di essere un impiegato serio e desideroso di completare i compiti assegnatigli.
    • In linea generale, cerca di raggiungere il posto di lavoro prima del tuo capo ed esci dopo che se n'è andato. Non sarà sempre possibile, naturalmente, ma facendolo abbastanza spesso, potrai dare una buona impressione e guadagnarti un po' di rispetto.
  2. Mantieni la scrivania in ordine. L'ideale sarebbe fare buon uso dell'area di lavoro, ma anche organizzarla per bene. Dovresti tenere sulla scrivania alcuni documenti per dimostrare che lavori alacremente, ma se sembra troppo disordinata o caotica, darai l'impressione di essere troppo disorganizzato per essere produttivo.
    • Tieni a portata di mano quello che ti serve durante il giorno. Mettilo in ordine prima di andare via.
  3. Vestiti meglio di quanto viene richiesto. Più precisamente, vestiti per il lavoro che vorresti, non per il lavoro che hai. Un aspetto professionale darà al tuo capo motivo di credere che sei un dipendente che prende seriamente il suo impiego.
    • Ecco un'altra regola da considerare: a meno che le regole sul posto di lavoro non siano già estremamente rigide, vestiti in maniera più formale rispetto a quanto dice il codice di abbigliamento aziendale. Se t-shirt e jeans sono accettabili, indossa una bella polo e pantaloni cachi. Se la polo e i pantaloni cachi sono accettabili, indossa i pantaloni di un completo e una camicia elegante. L'eccezione, naturalmente, si pone nel caso in cui l'azienda richiede ai dipendenti di indossare un uniforme. In tal caso, mantieni la divisa ordinata, pulita e stirata.
  4. Muoviti rapidamente. Quando per qualsiasi motivo devi uscire dalla tua sede o dal tuo reparto, cerca di passare speditamente da un punto all'altro. Muovendoti velocemente, sembrerai un impiegato occupato che lavora seriamente.

Sviluppare le Giuste Capacità Relazionali

  1. Costruisci un buon rapporto con il tuo capo. Interagisci frequentemente con lui e fai in modo che tali interazioni abbiano un carattere positivo. Se non ha tempo, prendi in considerazione di chiedergli un incontro di 10-20 minuti alla fine di ogni settimana per analizzare il lavoro e i risultati.
    • Accetta qualunque critica da parte del tuo capo. Se critica il tuo modo di lavorare, non metterti sulla difensiva e non arrabbiarti. Piuttosto, prendi in considerazione i suoi giudizi e individua se c'è un fondo di verità in quello che dice. Accetta i suoi consigli per correggere i tuoi difetti e mettili in pratica.
    • Presta attenzione ai particolari che riguardano la sua persona. Non è necessario ficcare il naso nella vita privata del tuo capo, ma quando apprendi qualcosa che lo riguarda personalmente, ricordalo. Ogni tanto potreste anche parlare brevemente di ciò che accade al di fuori del lavoro quando state insieme. In questo modo, ti dimostrerai capace di prestare attenzione alle piccole cose.
  2. Mantieni un buon rapporto con i colleghi. È necessario stabilire rapporti cordiali con i colleghi. Interagisci con loro durante la pausa pranzo e in altre occasioni. Cerca di sapere come svolgono il loro lavoro in modo da poter collaborare serenamente in futuro.
    • Tuttavia, fai attenzione a non lasciarti coinvolgere troppo dai colleghi. Non è una buona idea chiacchierare, se i discorsi rubano tempo al lavoro. Se instauri rapporti che vanno al di là della vita lavorativa, corri il rischio che i contrasti personali si insinuino nelle relazioni professionali, compromettendo il rendimento sul lavoro.
  3. Riconosci i meriti degli altri. Se hai lavorato su un progetto con altri colleghi che hanno dimostrato un forte impegno, metti a parte il tuo capo del loro contributo qualora dovesse complimentarsi con te per l'ottimo lavoro svolto.
  4. Aiuta gli altri. In caso un collega avesse qualche difficoltà, offrigli una mano, soprattutto se il problema riguarda un settore in cui sei ferrato. In questo modo, dimostrerai di avere una buona dose di spirito di squadra, ma anche preparazione e competenze.
    • Non autocompiacerti e non crederti superiore agli altri una volta che li hai aiutati. Devi renderti utile ed essere sicuro di te, ma restare anche umile.
  5. Lascia la tua vita personale a casa. È probabile che imprevisti e altri problemi gravi abbiano la precedenza, ma le difficoltà di tutti i giorni e lo stress personale non devono intromettersi nel lavoro. Dimostra al tuo capo che, quando lavori, sei presente sia fisicamente che mentalmente.
  6. Sii positivo. Un atteggiamento positivo può incidere molto sulla produttività e aiuta anche a migliorare l'umore nell'ambiente lavorativo. Se mantieni una propensione costantemente positiva al lavoro, sicuramente il tuo capo la noterà e l'apprezzerà.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.