Come Contribuire ad Arginare il Razzismo

Опубликовал Admin
23-01-2019, 22:21
36
0
Il razzismo è un tema molto sensibile per tutti. La maggior parte delle persone l’ha sperimentato, ne ha parlato o ci ha almeno pensato. Tuttavia, spesso ci sentiamo impotenti all'idea di cercare di contrastare il fenomeno. Fortunatamente ci sono molte iniziative che puoi mettere in atto per contribuire ad arginare il razzismo nella vita di tutti i giorni e all’interno della comunità in cui vivi.

Cambiare le Cose nella Comunità in cui Vivi

  1. Se sei testimone di un episodio di razzismo, intervieni. Se senti qualcuno rivolgere insulti a sfondo razziale, raccontare barzellette razziste o maltrattare una persona per la sua razza di appartenenza, intervieni e fai sentire la tua voce. L'atteggiamento apertamente aggressivo di chi commette atti del genere potrebbe farti paura, ma pensa a come si sente chi ne è vittima! Se temi per la tua o l'altrui incolumità, ritieniti autorizzato a rivolgerti alle autorità, come la polizia, oppure a un adulto, se sei un bambino o un teenager.
    • Se l’aggressore non vede nulla di male in quello che ha detto, digli di non pronunciare mai più frasi razziste o intolleranti con te nei paraggi. Digli che non sei più disponibile a frequentarlo se continua a comportarsi in questo modo.
    • Per esempio, se qualcuno dice: “Tutti i _____ sono criminali”, chiedigli: “Su quali basi affermi questo?”, oppure “Da dove arriva questa tua convinzione?”.
    • Prova a ribattere: “È una cosa molto scorretta da dire”, oppure “Come ti sentiresti se lo dicessero a te?”.
    • Se perdi l’occasione di dire qualcosa o di tirarti fuori, non prendertela. Prometti a te stesso che la prossima volta non mancherai di intervenire.
    • Non affrontare la persona, ma il suo comportamento o il contenuto della sua aggressione verbale. Non ricorrere a offese e non pronunciare le parole “Sei un razzista”. Gli unici risultati che otterresti sarebbero il risentimento e la rabbia da parte di quella persona.
  2. Sostieni e frequenta eventi dedicati alle diverse culture nel mondo. Molte città ospitano festival ed eventi di questo tipo, che sono il contesto ideale per informarti sulle altre culture e per interagire con persone appartenenti a diversi background culturali. Invita a questi eventi anche amici e famigliari. Educare te stesso e i tuoi cari è un modo per acquisire un atteggiamento di apertura nei confronti di chi è diverso da te.
    • Negli Stati Uniti questi eventi si tengono spesso in occasione di ricorrenze come il Black History Month, l’Asian-Pacific Heritage American Month, il National Hispanic Heritage Month e così via.
  3. Organizza una veglia o una protesta. Un movimento o una manifestazione di protesta sono un modo efficace per contrastare il razzismo all’interno della comunità in cui vivi. Sono iniziative che di solito nascono in risposta a eventi locali. Per esempio, se qualcuno imbratta un edificio con un graffito a sfondo razziale, puoi riunire un po’ di persone e organizzare di andare tutti insieme a cancellarlo. Se un gruppo dedito all’odio intende aprire una sede nella tua città, lancia una petizione per evitare che questo avvenga.
    • Se non ti senti in grado di organizzare qualcosa in prima persona, anche il semplice gesto di far sentire la tua voce e lanciare l’idea è già qualcosa.
    • Comincia sempre contattando amici, famigliari, compagni di scuola, vicini e così via. Puoi anche contattare le forze dell’ordine e comunicare loro le tue preoccupazioni e le azioni che ti auspichi vengano intraprese.
  4. Spingi e lotta per l’approvazione e l’applicazione di leggi antidiscriminatorie. Il fenomeno del razzismo si registra sia a livello individuale che istituzionale e può anche essere favorito dalla legislazione locale e statale. Educare chi ci circonda e trasformare noi stessi è importantissimo, ma è la normativa a fare la differenza. Informati sull’esistenza di leggi che promuovono uguaglianza dei salari, pari opportunità e sanzioni per chi mette in atto comportamenti discriminatori in termini di affitti e di contratti di lavoro. Scrivi ai funzionari pubblici, ai giornali o alle autorità locali e chiedi informazioni sulle politiche esistenti in proposito.
  5. Aderisci a un’associazione che opera a livello locale, nazionale o internazionale. Molte di queste realtà si impegnano ad affrontare queste tematiche: aderire o sostenerne una è un altro metodo efficace per lottare contro il razzismo. Avrai inoltre l’opportunità di conoscere persone che la pensano come te e di essere costantemente aggiornato sull’argomento. Puoi offrirti come volontario e dare il tuo contributo in termini di tempo e/o di denaro alle cause promosse dall’associazione.
    • L’UNAR (Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica) gestisce e pubblica un Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni.
  6. Informati sulla comunità in cui vivi. Con una comprensione e un’informazione sufficienti sulle dinamiche sociali che operano nella comunità in cui vivi, individuerai più facilmente l’approccio migliore da adottare per arginare il razzismo. Sfoglia i giornali, le riviste e i siti web locali alla ricerca di informazioni di base. Quali gruppi etnici abitano in zona? Questi gruppi convivono e collaborano? Esistono quartieri-ghetto? Si sono mai verificati episodi di razzismo o scontri tra gruppi su base etnica?

Affrontare le tue Convinzioni Personali in Tema di Razza

  1. Impara a conoscere le tue convinzioni, consce e inconsce. Ognuno di noi ha stereotipi e pregiudizi sulle persone di etnia diversa. Pensa ai tuoi eventuali stereotipi (per esempio fede eccessiva, immagine o verità distorte su una persona o un gruppo) e alle forme di discriminazione che metti eventualmente in atto (come trattare qualcuno iniquamente). Bisogna conoscere a fondo le proprie convinzioni prima di poterle affrontare.
    • Fai i test di Associazione implicita dell’università di Harvard per scoprire se hai dei pregiudizi. È possibile che tu ti senta turbato o che ti metta sulle difensive quando leggi i risultati. Fai un bel respiro e ricorda che, se vuoi, puoi cambiare i tuoi atteggiamenti e le tue convinzioni.
    • Pensa agli episodi di razzismo a cui hai assistito, che hai sperimentato e/o a cui hai preso parte.
  2. Educa te stesso. Leggi più materiale possibile sui rapporti interetnici, i privilegi dei bianchi e i possibili modi per arginare il razzismo. Leggi anche libri, ascolta musica e guarda film che trattano di culture diverse e che puoi studiare da un punto di vista storico e alla luce di eventi attuali. Ascolta le esperienze degli altri in tema di razzismo.
    • Prima di instaurare un dialogo interculturale, parla dei tuoi atteggiamenti e delle tue convinzioni con persone appartenenti al tuo stesso gruppo etnico. Esistono gruppi di studio e associazioni che ti permettono di esaminare a fondo la tua posizione in proposito prima di cominciare il lavoro.
    • Educare te stesso è il modo migliore per cambiare i tuoi atteggiamenti e le tue convinzioni.
  3. Renditi conto delle differenze all’interno delle comunità di colore. L’umanità si divide in vasti gruppi etnici: bianchi caucasici, indiani, neri, latini e così via. Ma ognuno di questi gruppi ha delle differenze al proprio interno. Per esempio, non dare per scontato che tutti i neri condividano la stessa cultura. I neri possono provenire dalla Giamaica, dal Sud degli Stati Uniti o dalla Nigeria. Ognuna di queste aree ha una sua cultura specifica. Chiedi ai tuoi interlocutori dove sono cresciuti, quali ricorrenze festeggiano, quali sono le loro tradizioni culinarie ecc.
  4. Invece di essere mentalmente daltonico e farti travolgere dai pregiudizi, celebra le differenze. Può sembrare bello fingere di essere tutti dello stesso colore, ma in questo modo ti perdi le naturali differenze e la loro portata positiva. Invece di ignorare le diversità, considerale un valore aggiunto. L’origine etnica è spesso legata a differenze culturali (come la lingua, le festività, l’abbigliamento...) che influiscono sulla visione del mondo delle persone. Se sei mentalmente daltonico, non prendi atto di queste differenze.
    • Ignorare l’etnia di una persona può risultare offensivo. Le persone potrebbero pensare che ignori di proposito un aspetto importante della loro vita.
  5. Fai amicizia con gente di diverse etnie. Collaborare, andare a scuola insieme e intrecciare rapporti stretti con persone appartenenti a etnie diverse serve ad arginare il razzismo. I rapporti personali aiutano a combattere la disinformazione e gli stereotipi che potresti nutrire nei confronti di persone di altre culture.
    • Datti da fare per conoscere persone di etnie diverse dalla tua. Aderisci a club, squadre sportive, associazioni per incrementare le possibilità di incontro.
  6. Annota tutti i tuoi pregiudizi e stereotipi. Scegli dei gruppi su cui tendi a generalizzare e annota le tue opinioni su ciascuno di essi. Mentre scrivi, cerca di essere onesto con te stesso. Quando hai annotato tutto, scrivi da dove, secondo te, provengono queste tue opinioni. Dai tuoi genitori? Da esperienze personali? Può darsi che tu non sia neppure consapevole dell’origine di queste tue convinzioni.
    • Se te la senti, condividi le tue scoperte con qualcuno del tuo stesso gruppo etnico. Sarai così in grado di discutere la tua posizione e il tuo stato d’animo senza rischiare di offendere nessuno.
  7. Sii gentile con te stesso. Capita a tutti di avere pensieri razzisti. Accettalo come un fenomeno normale; piuttosto, è positivo il fatto che questa cosa ti dia fastidio. Non è facile riflettere sul razzismo e discuterne. Invece di deprimerti o di vergognarti, impegnati al massimo a cambiare te stesso e a imparare il più possibile.

Consigli

  • Non prendertela se scopri di essere inconsciamente razzista. Non ha niente a che fare con la tua cultura e il tuo grado di istruzione, né fa di te una brutta persona.
  • Sii paziente. Certe persone sono molto ignoranti in fatto di razzismo e non sarà facile convincerli.
  • Non devi combattere il razzismo da solo. Cerca il sostegno di persone che la pensano come te.

Avvertenze

  • In caso di aggressione, farsi coinvolgere può risultare pericoloso. Resta in disparte e chiama la polizia.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.