Come Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia

Опубликовал Admin
26-05-2019, 13:00
392
0
Crescere una pianta di aloe vera è molto semplice, mentre piantarla può essere un po' più complicato. A differenza delle altre piante grasse, è difficile riprodurre l'aloe vera da una sola foglia: le probabilità che generi le radici e cresca sana sono esigue. Per questo motivo, la maggior parte dei giardinieri sceglie di moltiplicare l'aloe vera tramite i germogli (polloni) che nascono intorno alla base della pianta, ottenendo generalmente un buon risultato.

Riprodurre l'Aloe Vera da una Foglia

  1. Comprendi che la foglia potrebbe non essere in grado di generare le radici e di crescere. Benché sia possibile riprodurre l'aloe vera per talea, le probabilità che una sola foglia produca le radici sono molto poche. Le foglie di aloe vera contengono un'alta percentuale di liquidi e tendono a marcire prima di generare le radici. Riprodurre la pianta da un germoglio dà maggiori garanzie.
  2. Trova una foglia di aloe che sia lunga almeno otto centimetri. Se non possiedi personalmente una pianta da cui tagliarla, chiedi il permesso al proprietario prima di farlo.
  3. Taglia la foglia alla base usando un coltello pulito e affilato. Cerca di separarla dalla pianta muovendo la lama dall'alto al basso, creando un taglio diagonale sulla foglia. Ricorda che il coltello deve essere perfettamente pulito altrimenti rischierai di infettare la foglia.
  4. Sistema la foglia in un posto caldo, per un tempo sufficiente affinché si formi una patina sulla parte recisa. Potrebbero volerci soltanto alcuni giorni o anche un paio di settimane. La patina proteggerà la foglia, riducendo il rischio che venga infettata dal terreno. Se la foglia dovesse infettarsi, non sopravviverebbe a lungo.
  5. Trova un vaso con dei buchi sul fondo per evitare che l'acqua ristagni. Come la maggior parte delle piante, l'aloe vera ama essere innaffiata, ma detesta i ristagni d'acqua. Se utilizzi un vaso senza fori sul fondo, il terriccio rimarrà fradicio e le radici potrebbero marcire causando la morte della pianta. In generale l'aloe vera è una pianta resistente, ma i ristagni d'acqua possono ucciderla facilmente.
  6. Prendi un terriccio specifico per i cactus e le piante succulente e inumidiscilo con l'acqua. Se non hai a disposizione un tipo di terriccio adatto per le piante grasse, puoi prepararlo tu stesso combinando sabbia e terra da giardino in parti uguali.
    • Valuta di aggiungere uno strato di ghiaia sul fondo del vaso per favorire un miglior drenaggio dell'acqua.
    • Il pH del terreno dovrebbe essere compreso tra 6 e 8. Se non è abbastanza alto, aggiungi della calce da giardino. Puoi acquistarla nei negozi che vendono articoli per il giardinaggio.
  7. Infila la foglia nel terreno con la parte recisa rivolta verso il basso. Accertati che circa un terzo della foglia sia inserito nel terriccio.
    • Valuta di intingere la base della foglia in una miscela di ormoni radicanti. Se non vuoi acquistare uno dei prodotti in commercio, puoi ricorrere alla cannella o al miele ottenendo un risultato simile benché l'azione sia diversa, dato che gli ormoni radicanti inducono chimicamente la formazione delle radici. Puoi anche provare a combinare gli ormoni radicanti con il miele per garantire all'aloe i benefici di entrambi. Se non vuoi usare un prodotto chimico, un'altra soluzione consiste nel creare uno stimolante per le radici fai da te utilizzando alcune parti della pianta di salice (esegui una ricerca online per sapere come fare).
  8. Sistema il vaso in un posto caldo e assolato, poi innaffia il terriccio con cura. Per le prime quattro settimane circa, dovrai fare in modo che il terreno si mantenga umido. Dopo aver trapiantato la foglia, dovrai invece attendere che sia completamente asciutto prima di innaffiarlo di nuovo. Per sapere come prenderti cura della tua pianta di aloe vera da qui in avanti, clicca qui.
    • Non preoccuparti se la foglia appassisce o si secca mentre si sviluppano le radici.

Riprodurre l'Aloe Vera da un Germoglio

  1. Scegli un germoglio. I germogli, meglio noti con il nome di "polloni", sono parte integrante della pianta principale. Generalmente sono più piccoli e di un verde più brillante, inoltre hanno delle radici proprie. Cercali intorno alla base della pianta. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti durante la selezione:
    • Scegli un germoglio che sia grande un quinto rispetto alla pianta principale.
    • Scegline uno che abbia almeno quattro foglie e che sia alto parecchi centimetri.
  2. Estrai l'intera pianta dal vaso se è possibile. Così facendo sarà più semplice individuare il punto in cui il germoglio è collegato alla pianta. Probabilmente dovrai liberare le radici dal terriccio per poter osservare meglio il pollone. Potrebbe essere attaccato alla pianta principale, ma dovrebbe comunque avere delle radici proprie.
  3. Separa o taglia il germoglio dalla pianta principale, ma fai attenzione a conservare le radici intatte. Potrebbe staccarsi facilmente, ma in caso contrario dovrai tagliarlo usando un coltello con la lama sterile e affilata (sterilizzala con l'alcol etilico, che non nuoce alla pianta). Lascia cicatrizzare la ferita per alcuni giorni prima di passare oltre, in maniera da prevenire possibili infezioni.
    • Il germoglio dovrà essere completo di alcune radici.
    • Dopo averlo separato dalla pianta principale, quest'ultima potrà tornare nel suo vaso originale.
  4. Scegli un vaso con dei buchi sul fondo per evitare che l'acqua ristagni. Come la maggior parte delle piante, l'aloe vera ama essere innaffiata, ma detesta i ristagni d'acqua. Se utilizzi un vaso senza fori sul fondo, il terriccio si manterrà fradicio e le radici potrebbero marcire causando la morte della pianta.
  5. Scegli un terriccio specifico per i cactus e le piante succulente e inumidiscilo con l'acqua. Se non hai a disposizione un tipo di terriccio adatto per le piante grasse, puoi prepararlo tu stesso combinando sabbia e terra da giardino in parti uguali.
    • È consigliabile aggiungere uno strato di ghiaia sul fondo del vaso per favorire un miglior drenaggio dell'acqua.
    • Il pH del terreno dovrebbe essere compreso tra 6 e 8. Se non è abbastanza alto, aggiungi della calce da giardino. Puoi acquistarla nei negozi che vendono articoli per il giardinaggio.
  6. Crea un piccolo buco nel terreno e inseriscici il germoglio. Lo scavo dovrà essere abbastanza profondo per ospitare sia le radici sia un quarto del pollone (dal punto in cui partono le radici fino all'estremità superiore). Molti esperti giardinieri raccomandano di immergere le radici in una miscela di ormoni radicanti prima di inserirle nel terreno, per favorirne una crescita più rapida.
  7. Schiaccia il terriccio intorno alla piantina e innaffiala. Usa una quantità d'acqua sufficiente per renderlo umido, ma non fradicio. L'aloe vera è una pianta che proviene dalle regioni desertiche, quindi non ha bisogno di molta acqua.
  8. Sistema il vaso in un posto assolato e attendi una settimana prima di innaffiare di nuovo il terreno. Da quel momento in avanti, potrai bagnare l'aloe vera con una frequenza normale. Per sapere come prenderti cura della tua pianta di aloe vera da qui in avanti, clicca qui.

Prendersi Cura dell'Aloe Vera

  1. Assicurati che riceva molta luce naturale. Idealmente, l'aloe vera dovrebbe rimanere esposta alla luce del sole per 8-10 ore al giorno. Puoi garantirle la giusta quantità di luce solare, sistemandola accanto a una finestra esposta a sud o a ovest. Se è necessario, sposta la pianta da una finestra all'altra nel corso della giornata.
    • Se vivi in un luogo dove il clima è freddo, durante la notte allontana l'aloe vera dalla finestra. Il perimetro della casa tende a essere più freddo e la tua pianta potrebbe risentirne fino a morire.
  2. Attendi che il terreno sia completamente asciutto prima di innaffiarlo di nuovo. Quando bagni la pianta, controlla che sia uniformemente bagnato e verifica che l'acqua riesca a drenare liberamente dai fori in fondo al vaso. Fai attenzione a non inzupparlo.
    • L'aloe vera tende a rimanere inattiva durante i mesi invernali, quindi avrà bisogno di meno acqua.
    • Durante i mesi estivi dovrai innaffiarla più spesso, in special modo nei periodi più secchi e caldi.
  3. Fertilizza il terreno una volta all'anno durante la primavera. Usa un fertilizzante a base d'acqua e ricco di fosforo e non superare la metà del dosaggio consigliato.
  4. Fai attenzione a insetti, malattie e funghi. Usa un insetticida naturale biologico per tenere lontani i parassiti dalla pianta, per esempio per difenderla dalle cocciniglie. Puoi evitare l'attacco dei funghi avendo cura di mantenere il terreno asciutto.
    • Se noti che l'aloe è stata attaccata dalle cocciniglie, puoi rimuoverle con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol etilico.
  5. Tieni d'occhio le foglie. Sono un eccellente indicatore della salute e delle esigenze della pianta.
    • Le foglie dell'aloe vera dovrebbero essere dritte e piene. Se noti che iniziano a raggrinzirsi o incurvarsi, dai più acqua alla pianta.
    • Le foglie di aloe vera dovrebbero crescere in verticale. Se si piegano significa che la pianta ha bisogno di una maggior quantità di luce solare.
  6. Intervieni se la pianta cresce troppo lentamente. Può capitare che l'aloe vera non si ingrandisca ottimamente, ma per fortuna è facile capire cosa c'è che non va ed è ancora più semplice risolvere le problematiche più comuni.
    • Se il terreno è troppo umido, innaffia la pianta con meno frequenza.
    • Se la pianta ha bisogno di una maggiore quantità di luce solare, spostala in un posto più luminoso.
    • Se hai aggiunto troppo fertilizzante, trasferisci la pianta in un nuovo vaso e aggiungi altro terriccio.
    • Il terreno potrebbe essere troppo alcalino, in tal caso aggiungi un fertilizzante a baso di solfato per acidificarlo.
    • Se le radici non hanno abbastanza spazio per crescere, trasferisci l'aloe in un vaso più grande.

Consigli

  • Prova a mettere dei sassolini bianchi sul terriccio intorno alla pianta di aloe vera. Rifletteranno i raggi del sole in direzione delle foglie.
  • Non utilizzare le foglie finché la pianta non si è stabilita del tutto. Se intendi usare il gel per scopi medicinali, è meglio attendere circa due mesi.
  • L'aloe vera cresce in direzione del sole, pertanto potrebbe espandersi lateralmente. Valuta di ruotare spesso il vaso in modo che cresca dritta.
  • Se viene tenuta in casa, l'aloe vera non diventa molto grande, a meno che non sia esposta alla luce diretta del sole e innaffiata correttamente. Con le dovute cure, può superare i 60 centimetri in un semplice vaso.
  • Pianta l'aloe vera all'aperto solo se vivi in un luogo dove il clima lo consente, altrimenti tienila in casa.

Avvertenze

  • Accertati che il coltello usato per recidere la foglia o il germoglio sia pulito e disinfettato.
  • Elimina le foglie morte con un coltello pulito per evitare che possano marcire o ammuffire.
  • Non innaffiare troppo la pianta di aloe vera, attendi che il terriccio sia completamente asciutto prima di bagnarla di nuovo.
  • Procedi con cautela quando stacchi una foglia o un germoglio da una grossa pianta di aloe, potrebbe avere delle spine molto dure e taglienti.

Cose che ti Serviranno

  • Vaso con buchi sul fondo
  • Terriccio specifico per cactus e succulente
  • Coltello affilato e disinfettato
  • Aloe vera
  • Ormoni radicanti (opzionale)
  • Acqua
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.