Come Mettere la Gente nel Sacco

Опубликовал Admin
7-06-2019, 01:00
262
0
Che tu voglia avere la meglio su qualcuno durante una discussione o che stia cercando di convincere i tuoi genitori a comprarti un nuovo cellulare, esistono certe strategie che puoi mettere in atto per vincere d'astuzia. Se da un lato non esiste un modo infallibile per riuscirci (perché siamo tutti diversi), assicurarti che le tue argomentazioni siano solide e sapere come agire e cosa dire può fare una grande differenza.

Superare in Astuzia Qualcuno durante una Discussione

  1. Preparati in anticipo. Se sai bene che a tuo nonno Michele piace sempre criticare “i giovani di oggi”, assicurati di presentarti all'incontro familiare provvisto di fatti che descrivano gli aspetti positivi della tua generazione, le difficoltà che affronta rispetto alla sua e via dicendo .
    • Non puoi sempre contare su una preparazione accurata in vista di un litigio, ma ci sono alcune tattiche da provare per avere più probabilità di emergere vittorioso e mettere in difficoltà il tuo opponente.
    • Se certi argomenti per te sono importanti, assicurati di conoscerli il più possibile. In questo modo, per quanto tu non sia pronto a trattare una discussione specifica (qualora dovesse presentarsi una), avrai a disposizione tutti i fatti necessari per sostenere il tuo punto di vista.
    • Assicurati di capire come preparare un'argomentazione convincente (leggi la seconda sezione dell'articolo, che ti spiegherà come difendere le tue opinioni). Le argomentazioni non dovrebbero crollare a causa di ragionamenti infondati.
  2. Conosci il tuo pubblico. La tua argomentazione sarà diversa a seconda dei partecipanti al dibattito e degli ascoltatori. Meno gente dovrai affrontare, più facile sarà, perché non dovrai provare a destreggiarti fra tanti tipi di opinioni.
    • Per esempio, tornando a nonno Michele, non dovresti farti trascinare da un dibattito concitato e furioso davanti a tutti i vostri parenti. Ciò probabilmente lo renderà meno propenso a cedere, per quanto la sua argomentazione non si regga in piedi. Invece, potresti parlarne con lui in un contesto privato, senza che gli altri membri della famiglia facciano da spettatori.
  3. Mantieni la calma. La persona che perde le staffe o che si lascia trasportare dalle proprie emozioni è la prima a perdere un dibattito. Per quanto i fatti che proponi siano validi, perdendo il controllo verrai portato a commettere errori .
    • Respira profondamente quando senti il sangue ribollire e pensi che reagirai male.
    • Per questo è importante ascoltare attentamente quando i tuoi avversari espongono i loro pareri. Se riesci a concentrarti su quello che dicono e ti prendi un attimo per considerare la tua risposta, sarai meno incline a reagire immediatamente in maniera impulsiva ed emotiva.
  4. Fai domande. Questa è la tattica preferita da filosofi come Socrate. Porre domande è una strategia che nasconde numerosi trabocchetti durante un dibattito: ti permette di non perdere il controllo sulla tua argomentazione (perché avrai tu in mano le redini del dibattito e manterrai la pressione sulle opinioni dell'altra persona) ed espone le incongruenze e le debolezze delle idee del tuo avversario .
    • Chiedigli prove concrete o fonti per sostenere le proprie affermazioni. Per esempio, se ti ritrovi in una discussione riguardante il fallimento della tregua a Gaza e il tuo interlocutore fa dichiarazioni folli (a tuo parere), chiedigli di supportarle con dimostrazioni e documentazioni.
  5. Ripeti i movimenti dell'altra persona come se fossi la sua immagine riflessa nello specchio. Dovresti creare una sorta di cameratismo fra te e l'avversario, o gli avversari. Ciò li aiuterà ad abbassare la guardia, perché si sentiranno a loro agio e non sotto attacco, quindi saranno più aperti e ricettivi .
    • Cerca di imitare discretamente il loro modo di parlare. Non lo farai per prenderti gioco di come si esprimono, ma per connetterti al loro stesso livello. Per esempio, quando parli con tuo nonno Michele, è meglio usare termini comuni e magari dialettali, evitando i paroloni accademici che utilizzeresti in altri contesti.
    • Dovresti anche provare a rispecchiare discretamente il linguaggio del corpo. Assicurati di agire come una sorta di specchio, con movimenti più lenti e imperfetti. Se imiti troppo presto il tuo opponente, se ne renderà conto. Per esempio, quando nonno Michele appoggia una gamba sull'altra e si piega in avanti, aspetta un paio di secondi e mettiti nella stessa posizione.
  6. Non presumere di conoscere le argomentazioni del tuo opponente. Essere sicuro di sapere cosa dirà l'altra persona ti porterà sicuramente a farti cogliere alla sprovvista, senza una controargomentazione efficace. Preparati il più possibile basandoti su quello che pensi possa dire l'avversario, ma lascia spazio alle sorprese.
    • Assicurati di ascoltare con attenzione quello che ha da dire l'altra persona. Se ti perdi un punto o ti distrai, chiedile di ripetere.
  7. Distrai il tuo opponente dalla sua posizione. Se riesci a fargli perdere l'equilibrio, allora quasi non conterà che la sua argomentazione sia più sensata della tua. Comportati sempre in maniera sicura quando discuti.
    • Prova a fare un'affermazione destabilizzante: “Ti stai mettendo sulla difensiva”, “Non è questo il punto” o “Quali sono i tuoi parametri?”. Questo tipo di frasi generalmente irrita le persone e ha un beneficio aggiuntivo: può effettivamente portarle ad avere un atteggiamento guardingo, per quanto non lo avessero precedentemente.
    • Devi prestare attenzione a questo passaggio, perché non dovrebbe trasformarsi in un attacco ad hominem, ovvero rivolto alla persona in sé e per sé: questo va evitato.
    • Concentrati solo su alcune delle sue argomentazioni, soprattutto quelle che sai di poter smontare. Presumi fiduciosamente di aver vinto una volta che le avrai disinnescate.

Superare in Astuzia Qualcuno Argomentando il Tuo Punto di Vista

  1. Usa il logos nella tua argomentazione. Questa tecnica di persuasione si basa sulla logica e sulla ragione. Tende a mostrare fatti e fonti per risalire al principio del punto di vista e solitamente viene formata grazie a un ragionamento induttivo o deduttivo .
    • Se scegli quello induttivo, prendi una rappresentazione specifica di un caso o dei fatti e poi trai conclusioni generali basandoti su di essi. Questo tipo di ragionamento va fondato su una buona quantità di prove affidabili e dimostrabili.
    • Se scegli quello deduttivo, inizi ad argomentare con una generalizzazione o una conclusione, per poi applicarla a un caso specifico. A ogni modo, devi basare la tua opinione su tante prove dimostrabili. Distorcere i fatti per sostenere un'affermazione avventata non ti aiuterà.
  2. Utilizza l'ethos. Si tratta di una strategia etica fondata sull'indole, la credibilità o l'affidabilità della fonte o della persona. Ecco alcuni metodi per rendere veritiere le tue opinioni o per controllare l'attendibilità delle fonti:
    • Controlla e ricontrolla le fonti e paragonale ad altre per assicurarti che l'argomentazione venga sostenuta da molteplici affermazioni attendibili.
    • Assicurati di utilizzare affermazioni veritiere e supportate da fatti concreti, evita le informazioni sostenute solo da fonti prive di autorità. Accertatene anche quando ascolti l'argomentazione dell'avversario.
    • Dovresti capire la tua posizione e quella delle fonti. Dovrebbe essere chiara e ovvia sin dall'inizio.
  3. Cerca di fare appello alle emozioni ogni tanto. Questa strategia retorica si chiama “pathos” e tende a fare leva sulle esigenze, i valori e la sensibilità del pubblico o dell'opponente. In un'argomentazione c'è sempre spazio per le emozioni, però non dovresti basarla unicamente su questo aspetto.
    • Usare l'approccio emotivo è particolarmente utile per realizzare un'argomentazione persuasiva. Per esempio, se discuti della situazione di Gaza, potresti accompagnare l'informazione sul bilancio delle vittime palestinesi con la storia di un individuo che l'ha vissuto in prima persona.
    • Non basare le argomentazioni su questa tattica. Utilizzala soltanto se supporta davvero le tue affermazioni. Non dovresti usarla per distrarti dal vero fulcro dell'argomentazione o del dibattito.
  4. Attieniti solo ad alcuni punti, che dovrebbero essere solidi. Se hai fin troppe affermazioni da sostenere, sarà difficile tenere traccia di tutte. Dovresti averne qualcuna particolarmente potente, e poi aggiungere quelle di supporto.
  5. Evita gli attacchi ad hominem nelle tue argomentazioni. Una situazione del genere si verifica quando attacchi qualcuno basandoti sul suo aspetto o carattere, non sulla sua opinione. Se da un lato ciò può far infuriare una persona al punto da non riuscire più a seguire il filo logico, non farai una bella figura .
    • Questi tipi di attacchi, inoltre, in genere scoraggiano l'opponente, che sarà meno disposto ad ascoltare il tuo punto di vista.
    • Se una persona ti attacca in questo modo, falle notare il suo comportamento e ricordale che il tuo aspetto o personalità non ha nulla a che spartire con l'argomentazione che stai sostenendo. Quando qualcuno ricorre a questa tecnica, difficilmente le sue opinioni sono valide.
  6. Non fare generalizzazioni precipitate. Ciò succede quando trai una conclusione basata su informazioni insufficienti, difettose o parziali. Capita se ti affretti ad arrivare al punto finale dell'argomentazione o ti immergi in un dibattito senza pensarci, raccogliere tutti i fatti e considerare ogni punto di vista prima di aprire bocca.
    • Se qualcuno dovesse farlo a te, indaga un po' di più. Fai domande. Chiedigli di citare le fonti, dove ha preso le informazioni e così via.

Superare in Astuzia una Figura Autoritaria

  1. Scegli il momento giusto. Purtroppo, è praticamente impossibile mettere nel sacco una figura autoritaria, come un genitore o un insegnante, ogni singola volta. Tuttavia, in alcuni casi può essere vulnerabile di fronte alla persuasione.
    • Se provi a usare la tattica dell'adulazione per spingere i tuoi genitori a lasciarti fare qualcosa, scegli il momento giusto. Non pensare di poterci riuscire quando rincasano dall'ufficio dopo una giornata stressante: non avrai la benché minima possibilità di convincerli. In effetti, facendo in questo modo, rischi di non ottenere assolutamente niente, nemmeno in futuro.
    • Analogamente, chiedere a un professore di rimandare la scadenza della consegna di un progetto che non hai completato di fronte al resto della classe non lo inciterà a darti una risposta positiva; dovresti provarci in privato.
  2. Ammorbidisci l'avversario. Sono pochissime le persone insensibili all'adulazione o all'apprezzamento. Ciononostante, è importante evitare di usare questa tecnica solo quando vuoi qualcosa, altrimenti la gente riuscirà a capire cosa stai tramando.
    • Ringrazia gli altri. Per esempio, se stai cercando di convincere tua madre a comprarti un telefono nuovo, di' una frase come “Mamma, ammiro tanto la devozione che hai nei confronti del tuo lavoro”.
    • Congratulati con loro senza sembrare ipocrita né collegare i complimenti direttamente a quello che stai cercando di ottenere. Potresti dire “Professoressa Bianchi, lei è la mia preferita, perché è sempre disposta a fare più di quanto deve e ad aiutarmi”.
  3. Spiegagli un motivo per cui lui stesso otterrà benefici. Le persone sono molto più disposte ad aiutarti o a darti qualcosa se anche loro hanno un tornaconto. Le figure autoritarie non fanno eccezione.
    • Per esempio, se stai cercando di farti comprare un telefono nuovo, potresti dire “Mamma, mi piacerebbe avere un cellulare, così potrai chiamarmi ogni volta che ne avrai bisogno”.
  4. Scendete a compromessi. Se dimostri di essere abbastanza maturo da andare incontro a una figura autoritaria, avrai più probabilità che ti dia quello che vuoi. È positivo prepararti in anticipo, in modo da sapere esattamente cosa offrirai in cambio.
    • Per esempio, potresti dire a tua madre che hai risparmiato la metà del denaro necessario per comprare un telefono nuovo. Chiedile se è disposta ad aiutarti con questa spesa.
  5. Di' una bugia evidente per nasconderne una che non lo è. Questa tattica è leggermente diversa da quelle illustrate finora. Se devi mentire riguardo a qualcosa, allora un modo ideale per camuffare la tua malefatta è quello di usare una bugia piuttosto evidente insieme a una più impercettibile. Il tuo interlocutore si soffermerà sulla prima, e la seconda difficilmente verrà colta.
    • Cerca di sembrare un pessimo bugiardo. Di' alcune bugie evidenti mostrando tutti i comportamenti tipici di qualcuno che non sa mentire (evitare lo sguardo dell'altra persona, ridacchiare nervosamente, agire in maniera veramente tesa, ecc.).
    • Inoltre, per quanto riguarda la bugia che cerchi di nascondere, è meglio dire una mezza verità. È più facile mentire per omissione o usando una bugia che ha un fondo di autenticità.

Consigli

  • Dovrai fare pratica con le tattiche elencate in questo articolo. Non puoi diventare bravo da un giorno all'altro, è necessario fare qualche sforzo.

Avvertenze

  • Queste tattiche non funzioneranno sempre. Alcune persone sono più vulnerabili di altre, quindi dovrai analizzare il tuo avversario o genitore basandoti su ogni singolo caso.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.