Come Curare una Scottatura Solare al Cuoio Capelluto

Опубликовал Admin
15-07-2019, 20:00
166
0
Le scottature solari sono un problema molto comune, che affligge circa il 42% della popolazione ogni anno. Scottarsi più di cinque volte nella vita significa correre un rischio elevato di sviluppare un cancro della pelle. La pelle si scotta quando viene esposta alla luce diretta dei raggi solari ultravioletti di tipo A e B senza essere protetta da abiti o creme solari. Per mantenersi in buona salute, l'essere umano ha bisogno di esporsi alla luce del sole circa 20 minuti al giorno per consentire al suo organismo di produrre vitamina D, ma superando tale soglia il rischio di scottature aumenta. Spesso il cuoio capelluto viene esposto al sole senza alcun tipo di protezione. Un cappello è tutto quello che ti serve per prevenire una pericolosa scottatura solare alla testa.

Curare la Scottatura in Autonomia

  1. Usa l'acqua fredda o tiepida. Per quanto fare la doccia fredda o tiepida possa essere spiacevole, l'acqua calda a contatto con il cuoio capelluto sarebbe ancora più sgradita. Raffredda la temperatura dell'acqua quando è il momento di lavarti i capelli: la pelle scottata dal sole ti ringrazierà.
    • Per alleviare il disagio provocato dal calore, puoi anche provare ad avvolgere un asciugamano imbevuto di acqua fredda intorno alla testa mentre fai la doccia.
  2. Usa uno shampoo senza solfati. La pelle del cuoio capelluto bruciata dal sole ha bisogno di molta idratazione per guarire. I solfati sono sali contenuti in molti shampoo, la cui azione disidratante sulla pelle può danneggiarne ulteriormente le condizioni. Leggi la lista di ingredienti sull'etichetta per essere certo di usare un detergente senza solfati fin quando la cute non è perfettamente guarita.
    • È inoltre consigliabile scegliere uno shampoo e un balsamo che contengano l'acido 18-MEA, un componente naturale capace di restituire umidità al cuoio capelluto danneggiato.
    • Usa un balsamo che non annoveri il dimeticone tra i suoi ingredienti, si tratta di un silicone che può occludere i pori e intrappolare il calore nello scalpo, aggravando i danni e i fastidi causati dalla scottatura.
  3. Non usare piastra e asciugacapelli. I comuni strumenti per lo styling che usano il calore per asciugare e mettere in piega i capelli aumenteranno la sofferenza del cuoio capelluto bruciato dal sole. Il calore emesso da piastra e asciugacapelli tende inoltre a inaridire e danneggiare ulteriormente la pelle; la cosa migliore da fare, quindi, è smettere di usarli per almeno una settimana, per consentire la completa guarigione del cuoio capelluto.
    • La maggior parte dei cosmetici per acconciare i capelli contengono sostanze chimiche che possono peggiorare le condizioni della pelle già irritata della testa. Cerca di usarli il meno possibile fino a completa guarigione.
  4. Applica una compressa fredda. Questo metodo potrebbe rivelarsi un po' complicato per coloro che hanno capelli lunghi o folti, ma una compressa fredda consente di raffreddare la scottatura e di alleviare il dolore.
    • Molte persone trovano utile immergere la compressa nel latte freddo anziché nell'acqua. Alcuni medici sostengono l'utilità di questo antico rimedio casalingo. Le proteine del latte possono contribuire ad alleviare la sofferenza causata dalla scottatura, potenziando gli effetti benefici garantiti dal freddo. Con buona probabilità avrai bisogno di sciacquarti i capelli dopo il trattamento.
  5. Idrata la pelle intorno alla scottatura. Un buon prodotto idratante consente di rinfrescare e lenire la pelle danneggiata dal sole. Le creme che contengono gel di aloe vera o idrocortisone consentono anche di alleviare il dolore. Anche l'olio di cocco ha un elevato potere idratante e può attenuare il malessere causato dalla scottatura solare; come il gel di aloe vera è inoltre un prodotto totalmente naturale. Scegli una crema che contenga anche le vitamine E e C, le cui proprietà consentono di limitare i danni provocati dal sole.
    • L'olio di cocco penetra facilmente attraverso i capelli raggiungendo facilmente la pelle del cuoio capelluto, ma essendo un olio può appesantire la tua chioma facendola apparire unta.
    • Evita i cosmetici "dopo sole" che contengono lidocaina o benzocaina. Il rischio di incorrere in allergie è piuttosto elevato, inoltre è possibile ottenere lo stesso effetto lenitivo usando prodotti che ne sono privi.
  6. Bevi molta acqua per mantenere il corpo idratato. Oltre che dall'esterno, è possibile idratare la pelle anche dall'interno, bevendo molta acqua. Durante la fase di guarigione della scottatura, assicura al corpo l'idratazione di cui ha bisogno bevendo almeno 8 bicchieri d'acqua al giorno.
    • Osservare il colore delle urine è il modo più semplice per determinare se l'organismo è sufficientemente idratato. Dovrebbero essere trasparenti o di un giallo molto pallido.
  7. Acquista un antidolorifico in farmacia. Un farmaco a base di ibuprofene o acetaminofene, principi attivi che possono aiutarti ad alleviare la sofferenza che deriva dalla scottatura. Rispetta le indicazioni d'uso contenute nella confezione, senza mai eccedere con il dosaggio.
    • Se la persona con il cuoio capelluto scottato dal sole è un bambino, non somministrargli alcun farmaco che contenga acido acetilsalicilico (il principio attivo dell'aspirina), dato che è stato associato a una malattia acuta dall'esito potenzialmente letale. la sindrome di Reye.
  8. Non esporre ulteriormente la testa al sole. È molto importante che il cuoio capelluto danneggiato venga protetto durante l'intero periodo di guarigione. Puoi scegliere di indossare un cappello: in questo caso scegline uno piuttosto largo, per evitare che intrappoli il calore o ponga pressione sulla scottatura.
  9. Non toccare le vescicole. Le ustioni solari più gravi possono causare la comparsa di bolle e vescicole; in questo caso, evita di toccarle o bucarle. Perforandole aumenteresti le probabilità che insorga un'infezione, rischiando inoltre che si formino delle cicatrici. Mantieni il cuoio capelluto asciutto e consenti che le vescicole guariscano autonomamente senza applicare alcun prodotto idratante.

Sapere Quando Cercare un Aiuto Medico

  1. Nota eventuali vertigini o se ti senti svenire. Per quanto improbabile, nel caso la scottatura solare sia limitata all'area del cuoio capelluto potrebbero insorgere delle complicazioni, in special modo se in seguito all'esposizione al sole hai accusato anche un colpo di calore. Se ti senti svenire o sei colto da vertigini subito dopo essere stato a lungo al sole, sdraiati immediatamente in un luogo fresco e ombreggiato. Presta attenzione a ogni altro sintomo, dato che potrebbe indicare la necessità di un intervento medico. I segnali da ricercare includono:
    • Ritmo respiratorio o cardiaco accelerato;
    • Sete estrema;
    • Urinazione scarsa o nulla;
    • Occhi infossati;
    • Pelle umidiccia.
  2. Misurati la febbre. Anche una febbre alta indica che potresti aver preso un colpo di calore che richiede un intervento medico. Se la tua temperatura corporea raggiunge i 40 °C, cerca un immediato aiuto medico.
  3. Monitora i tuoi tentativi di reidratare il corpo. Dopo aver passato tante ore al sole, potresti sentirti nauseato. Se oltre alla nausea sei affetto da episodi di vomito che ti impediscono di ripristinare una corretta idratazione del corpo, rivolgiti al tuo medico. Potrebbe essere necessario ricorrere a una terapia reidratante per via endovenosa.

Consigli

  • Sii molto delicato nel pettinarti o spazzolarti i capelli nei giorni che seguono la scottatura. Nei casi più gravi potresti provare dolore.
  • Se hai intenzione di trascorrere diverse ore all'aperto, la cosa migliore da fare è proteggerti la testa con un capello.
  • Esistono delle creme solari specificamente formulate per essere nebulizzate sulla testa per proteggere la pelle delicata del cuoio capelluto.
  • Leggi i bugiardini dei tuoi farmaci per verificare se alcuni possono causare un'elevata sensibilità alla luce solare. In tal caso, le probabilità di scottarti aumenterebbero.
  • Non esporti al sole quando i suoi raggi sono più forti e diretti, ovvero tra le 10 del mattino e le 2 del pomeriggio.

Avvertenze

  • Se la scottatura solare provoca la formazione di vescicole sulla pelle, l'ustione può essere definita di secondo grado. In questi casi è indispensabile rivolgersi a un medico.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.