Come Gestire la Tubercolosi

Опубликовал Admin
27-10-2016, 19:36
1 045
0
La tubercolosi (TBC) è una malattia infettiva causata da vari ceppi di batteri. Il più comune di questi è il bacillo di Koch (mycobacterium tuberculosis). La tubercolosi colpisce generalmente i polmoni, ma può anche intaccare altre parti del corpo. Si trasmette attraverso l'aria quando una persona infetta tossisce o starnutisce e le goccioline che contengono i batteri vengono inalate da un'altra persona. La TBC è molto contagiosa perché un solo starnuto può trasmettere fino a 40.000 goccioline e ciascuna di queste può trasmettere la malattia.

Trattamenti Farmacologici

  1. Conosci la differenza tra tubercolosi latente e attiva. Il trattamento varia a seconda della tipologia.
    • La TBC latente si riferisce al periodo in cui il batterio è presente nel corpo ma è inattivo. In questa fase non mostri segni e sintomi e la malattia non è contagiosa.
    • La TBC attiva si verifica quando i batteri sono presenti nel corpo e sono molto attivi, rendendoti molto malato. In questa fase la malattia è contagiosa e i segni e i sintomi appaiono chiaramente.
    • Potrebbe essere necessaria l'ospedalizzazione per 2 - 4 settimane per evitare la diffusione della malattia, soprattutto quando la TBC è nella fase attiva.
  2. Fatti prescrivere gli antibiotici. Il trattamento per entrambe le tipologie di TBC, attiva e latente, prevede l'assunzione di antibiotici per uccidere i batteri. I due farmaci più diffusi sono la rifampicina e l'isoniazide, che devono essere presi per diversi mesi.
    • Durante la TBC latente viene prescritto un solo antibiotico per il trattamento, mentre per quella attiva viene data una combinazione di diversi antibiotici.
    • Nella TBC latente, viene somministrato l'isoniazide per sei o dodici mesi. Questo farmaco non viene però dato alle donne in gravidanza a causa degli effetti collaterali che includono danni al fegato.
    • La TBC attiva viene trattata con l'isoniazide e una combinazione di altri antibiotici. La dose indicata di isoniazide è di 300 mg una volta al giorno per due mesi.
  3. Prendi gli altri farmaci per il trattamento della TBC attiva. Gli altri farmaci da assumere unitamente all'isoniazide quando la TBC è nella fase attiva possono essere l'etambutolo, la rifampicina e la pirazinamide.
    • L'etambutolo viene somministrato a dosi di 25 mg per ogni chilogrammo di peso una volta al giorno. La rifampicina viene data in una dose di 600 mg una volta al giorno. La pirazinamide prevede una dose di 25 mg per chilogrammo di peso. I dosaggi vengono misurati in base al peso del soggetto.
    • A seconda della gravità della condizione, può esserti somministrata anche la streptomicina. Il dosaggio è di 2 grammi per via endovenosa una volta al giorno per sette giorni o 1 grammo due volte a settimana.
    • Questi farmaci devono essere presi per un periodo di sei mesi. Dopo 6 settimane vieni sottoposto a una visita di controllo per valutare eventuali effetti collaterali e il medico deciderà se puoi continuare a prendere i farmaci o se è necessario cambiare il trattamento.
  4. Assicurati di completare l'intero ciclo di antibiotici. Devi rispettare rigorosamente il ciclo di terapia per evitare la resistenza dei batteri agli antibiotici.
    • Molti pazienti smettono di assumere i farmaci quando iniziano a sentirsi meglio, ma questo è decisamente sbagliato.
    • È essenziale completare il trattamento per eradicare i batteri della TBC dal corpo.

Rimedi Casalinghi

  1. Bevi molti liquidi caldi. In questo modo aiuti a lenire la gola infiammata, ma contribuisci anche ad alleviare i sintomi simili al raffreddore e all'influenza.
    • Bere bevande calde aiuta anche a mantenere il corpo caldo e impedire quindi le reazioni allergiche che vengono attivate dal freddo.
    • Bevi più tisane possibili, perché agiscono come antiossidanti, eliminando i prodotti di scarto nocivi dal corpo e rafforzando il sistema immunitario.
  2. Aumenta l'assunzione di vitamina C. Dovresti mangiare più frutta ricca di vitamina C, come le arance. La vitamina C aiuta a rendere innocui i batteri della tubercolosi.
    • Puoi spremere le arance per farne un succo e aggiungere un cucchiaio di miele e un pizzico di sale.
    • Mescola bene e bevi la miscela due volte al giorno.
  3. Mangia uno spuntino a base di banane per aumentare le difese immunitarie. Le banane sono ottime perché, oltre al potassio, sono una fonte di calcio e aiutano a incrementare le difese immunitarie.
    • Prova a schiacciare una banana matura e mescolala con una mezza tazza di yogurt, 240 ml di acqua di cocco e un cucchiaio di miele.
    • Puoi mangiare questa miscela due volte al giorno nel corso del trattamento.
  4. Consuma aglio per le sue proprietà antibatteriche. Questa spezia può essere assunta come un rimedio casalingo per la tubercolosi perché agisce come una sostanza antibatterica.
    • Mescola 300 ml di acqua con 5 gocce di olio di aglio e bevi la miscela una volta al giorno.
    • Tuttavia, dovresti prima consultare il medico, in quanto grandi quantità di aglio possono fluidificare il sangue.
  5. Segui una dieta nutriente e sana a base di riso. Dovresti mangiare alimenti che sono ricchi di antiossidanti e vitamine, tra cui pomodori, mirtilli e peperoni. Dovresti anche fare del tuo meglio per seguire le linee guida riportate qui di seguito:
    • Mangia cibi ricchi di vitamina B e ferro, come le verdure a foglia verde (spinaci, cavoli) e cereali integrali. Questo aiuta a rafforzare il sistema immunitario e quindi ad accelerare il processo di guarigione.
    • Riduci il consumo di carne rossa e mangia più carne bianca. Questa include pollo, tacchino e pesce. In alternativa, mangia altri alimenti che sono ricchi di proteine, come i fagioli o la soia.
    • Evita gli alimenti raffinati e trasformati come pasta e pane; opta invece per alimenti freschi cucinati in casa per rinforzare le difese immunitarie.
    • Non usare grassi durante la preparazione dei pasti, scegli piuttosto oli sani come quello d'oliva. Questo aiuta a rafforzare il sistema immunitario.
  6. Smetti di fumare e di bere. Devi evitare alcolici e sigarette perché entrambi indeboliscono il sistema immunitario, predisponendoti alle malattie.

Riconoscere i Sintomi

  1. Presta attenzione a tosse e starnuti. Può verificarsi un colpo di tosse a causa dell'infiammazione delle vie respiratorie compresa la gola.
    • Quando il tratto respiratorio è infiammato, si formano delle secrezioni che causano la tosse come tentativo del corpo di rimuoverle.
    • Gli starnuti avvengono a causa di una reazione allergica. Il corpo reagisce quando è esposto alle goccioline contenenti il batterio.
  2. Controlla la temperatura corporea se noti segni di febbre. La febbre si sviluppa quando c'è un'infezione. È la risposta del corpo a una invasione esterna; in sostanza è la risposta immunitaria da parte dell'organismo.
    • Con le alte temperature il sistema immunitario è rinforzato, quindi quando il batterio entra nell'organismo, la temperatura aumenta come modo per combattere l'infezione.
    • La febbre non è nociva, ma crea disagio, quindi generalmente viene trattata per rendere più confortevole la malattia.
  3. Tieni traccia di tutte le sudorazioni notturne. Queste si verificano a seguito dell'infezione, quando il corpo cerca di liberarsi della febbre presente nel corpo. L'organismo suda per eliminare il calore in eccesso causato dalla febbre.
  4. Osserva un'eventuale perdita di appetito o di peso. La TBC colpisce molti apparati, compreso quello digestivo. Quando il sistema digerente non funziona come dovrebbe, può portare a una perdita di appetito, che a sua volta causa una perdita di peso.
  5. Cerca eventuali tracce di sangue nell'espettorato. Se il catarro che liberi tossendo è macchiato di sangue è un sintomo di tubercolosi più avanzata, che si verifica a causa dell'infiammazione delle vie respiratorie. Quando l'infiammazione è molto grave provoca un sanguinamento delle parete mucosa.
  6. Nota se riscontri del dolore toracico. Solitamente avviene quando l'infezione ha intaccato i polmoni, provocando infiammazione, gonfiore e arrossamento della parete della mucosa delle vie respiratorie, che crea dolore toracico sia a riposo che tossendo.
  7. Senti i linfonodi se si sono ingrossati. In genere si ingrossano quando il sistema immunitario cerca di combattere la malattia. Quelli interessati dalla tubercolosi di solito sono quelli intorno ai polmoni e al cuore.

Conoscere i Fattori di Rischio

  1. Fai attenzione se hai le difese immunitarie basse. Quando sono basse si è più inclini a contrarre la tubercolosi. Le difese immunitarie basse possono essere dovute ad altre patologie del corpo, come la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) e altre malattie autoimmuni.
  2. Sii prudente negli ambienti sovraffollati. Le persone che si trovano in luoghi affollati come i campi profughi e le prigioni, o coloro che fanno uso di mezzi di trasporto pubblici affollati sono più inclini a sviluppare la tubercolosi. Questo perché il micobatterio che causa la tubercolosi si trasferisce facilmente attraverso le goccioline dei fluidi corporei tramite la tosse o gli starnuti.
  3. Sii cauto con la malnutrizione. Questa è causata da un'alimentazione non ben equilibrata, che riduce le difese immunitarie e quindi facilita lo sviluppo della tubercolosi. La malnutrizione è più comune nelle zone più povere del mondo.
  4. Cerca di garantire una buona ventilazione in casa. Le persone che vivono in case poco ventilate sono più soggette all'infezione da TBC. Questo perché una scarsa ventilazione rende più facile per il batterio trasferirsi da una persona all'altra attraverso l'aria.
  5. Prendi precauzioni per evitare di contrarre la malattia, se sei a contatto con qualcuno con la TBC. Gli operatori sanitari hanno un rischio maggiore di contrarre la malattia quando si prendono cura dei pazienti infetti, in quanto sono maggiormente esposti.
    • Le persone che vivono con familiari che hanno la tubercolosi attiva sono più inclini alla malattia in quanto sono a stretto contatto con il batterio.
    • Gli insegnanti delle scuole d'infanzia malati di TBC possono contagiare facilmente i bambini, che sono ancora più a rischio in quanto il loro sistema immunitario non è ancora pienamente sviluppato.
  6. Smetti di fumare. Le persone che fumano sono più soggette a contrarre la tubercolosi poiché il tabacco presente nelle sigarette provoca l'infiammazione della mucosa del tratto respiratorio.
  7. Sii consapevole dei rischi dovuti all'alcolismo e all'abuso di sostanze illecite. Alcool e droghe indeboliscono il sistema immunitario, quindi nel lungo termine possono predisporre a questa malattia.

Consigli

  • Evita cibi e altre sostanze che sai che ti possono scatenare una reazione allergica. Tra queste ci sono polline, polvere, freddo e odori forti.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.