Come Imparare a Volersi Bene

Опубликовал Admin
A volte gli eventi della vita possono buttarti a terra e in questi casi rischi di essere veramente severo con te stesso. A prescindere da ciò che stai affrontando, è importante che continui a volerti bene. Puoi imparare a farlo mettendo in pratica alcune strategie che ti aiuteranno a diventare più compassionevole nei tuoi confronti, lasciando perdere tutto ciò che ti turba della tua persona e nutrendo un amore e una stima sincera verso te stesso.

Sviluppare l'Autocompassione

  1. Immagina come reagiresti di fronte a un amico se dovesse trovarsi nella tua situazione. Per cominciare ad acquisire un atteggiamento autocompassionevole, pensa a come risponderesti a un amico se fosse nella tua situazione. Prova a immaginare i discorsi e i comportamenti che useresti per confortare una persona cara che deve affrontare il tuo stesso problema e descrivili su un foglio di carta. Ecco alcune domande utili a cui potresti rispondere durante questo esercizio:
    • Cosa gli diresti se ti confidasse un problema simile al tuo? Come lo tratteresti?
    • Solitamente qual è il modo in cui tratti te stesso? In che misura si differenzia dal modo in cui ti comporteresti con un amico?
    • Come potrebbe reagire un amico se ti trattasse nel modo in cui tratti te stesso?
    • Come ti sentiresti se ti trattassi nel modo in cui tratti il tuo amico?
  2. Elabora un testo che ti spinga a essere compassionevole nei tuoi confronti. Nei momenti più difficili può essere utile avere un testo da leggere che incoraggi l'autocompassione e ti impedisca di essere eccessivamente critici verso te stesso. Ti aiuterà a prendere atto di quello che stai provando e a non essere troppo severo nei tuoi confronti.
    • Per esempio, potresti dire: "Sto attraversando un momento davvero difficile, ma la sofferenza è parte della vita. È uno stato d'animo passeggero".
    • Puoi modificare il testo usando parole tue o recitarlo così com'è ogni volta che sei tentato di criticarti.
  3. Scrivi a te stesso una lettera piena di affetto. Un altro modo per iniziare a vederti con più compassione è scrivere una lettera amorevole. Scrivila dalla prospettiva di un amico che nutre un affetto incondizionato nei tuoi confronti. Puoi pensare a qualcuno che esiste realmente o una persona immaginaria.
    • Prova a cominciare scrivendo: "Caro [nome], ho sentito parlare [la situazione] e mi dispiace tanto. Vorrei farti capire quanto tengo a te .... ". Prosegui da questo punto. Ricordati di mantenere un tono dolce e comprensivo per tutta la lettera.
  4. Prova a darti un po' di conforto fisico. Il conforto fisico può farti sentire meglio quando sei col morale a terra. Ecco perché amici e familiari dispensano abbracci o danno pacche sulla spalle nei momenti di difficoltà. Anche se sei solo, puoi offrire a te stesso gli stessi benefici abbracciandoti, dandoti qualche pacca o passando semplicemente le mani sul corpo.
    • Prova a mettere le mani sul cuore o ad avvolgere le braccia intorno al corpo in un grande abbraccio.
  5. Pratica la meditazione. Nel corso del tempo c'è il rischio che l'atteggiamento autocritico diventi automatico e difficile da cambiare. In questi casi, la meditazione può rivelarsi un utile strumento per acquisire maggiore consapevolezza dei propri pensieri, riuscire a capire quando si è troppo critici verso se stessi e gestire i pensieri invece di lasciare che prendano il sopravvento.
    • La meditazione richiede tempo e pratica, quindi sarebbe una buona idea iscriversi a un corso o trovare qualcuno che può dare lezione.
    • Puoi anche provare a scaricare qualche meditazione guidata tramite Internet.

Abbandonare l'Odio verso Te Stesso

  1. Riconosci che un'opinione non equivale a un fatto. Le sensazioni che hai di te stesso non corrispondono a un dato di fatto. Non credere a tutto quello che dici a te stesso.
    • Per modificare gli schemi di pensiero negativi, prova la tecnica cognitivo-comportamentale delle "3 C": cogliere, controllare, cambiare. Cogli i momenti in cui ti vedi in modo negativo, controlla se quanto stai pensando è vero e, infine, cambialo in qualcosa di più costruttivo.
  2. Evita le persone negative. Chiunque ti porti a pensare male di te è un ostacolo per il tuo amor proprio. Se ti circondi di simili persone, è arrivato il momento di prendere le distanze da loro.
    • Non è così facile scomparire completamente o liberarti della gente. Inizia piano piano. Per esempio, se intendi allontanarti da un amico, cerca di contattarlo di meno. Smetti di vederlo o di parlare con lui gradualmente, dopodiché bloccalo sui social network.
    • Può essere un po' più complicato chiudere il rapporto con qualcuno che esercita un'influenza negativa. Tuttavia, se riesci a gestire questa situazione, migliorerai di molto la tua vita.
  3. Stai lontano dalle situazioni negative. Possono generare comportamenti negativi e aumentare l'odio verso te stesso. Evitandole, eliminerai questo genere di stimoli e potrai concentrarti sugli aspetti che ti rendono un individuo migliore.
  4. Non soffermarti su ciò che non puoi cambiare. Ad esempio, dal momento che non è possibile controllare le condizioni climatiche, a che serve agitarsi? A volte esistono aspetti della vita che non puoi controllare (come le decisioni prese in passato). Focalizzati su quelli che sei in grado di gestire.
  5. Non pensare di non essere capace. Il senso di inadeguatezza è piuttosto comune. Quindi, bisogna ammettere che non è possibile eccellere in ogni aspetto della vita. L'imperfezione fa parte della condizione umana. Riconoscendo questo limite, comincerai a volerti bene e ad apprezzare tutti i tuoi successi.

Sviluppare l'Amor Proprio

  1. Concentrati a modificare quello che puoi. Se da un lato esistono molte cose su cui non puoi esercitare alcun genere di controllo, dall'altro ne esistono altre assolutamente gestibili! Ad esempio, se non ti piace il tuo aspetto fisico, rifletti su come puoi cambiarlo. Considera:
    • Posso raggiungere un peso sano?
    • Posso tingere i capelli?
    • Posso usare le lenti a contatto o modificare il colore dei miei occhi?
    • Posso rinnovare il mio guardaroba?
    • Posso seguire un corso per migliorare o apprendere un'abilità?
  2. Elabora un elenco. Parti dalle tue caratteristiche preferite. Questa strategia ti consentirà di concentrarti su di loro. Prova a stendere due elenchi: uno sulle tue qualità fisiche e un altro su quelle caratteriali. Parti dagli aspetti più semplici per non perdere la motivazione. Ad esempio, scrivi:
    • Mi piace il colore dei miei occhi.
    • Mi piace la mia risata.
    • Mi piace il mio lavoro.
    • Mi piace la mia forte etica professionale.
  3. Sii riconoscente. Ti sarà di enorme utilità stendere anche un elenco che comprenda tutto ciò per cui sei grato. È leggermente diverso rispetto a quello precedente perché ti porta a riflettere su ciò che più apprezzi del mondo che ti circonda. Pertanto, potresti scrivere:
    • Sono grato di avere una famiglia premurosa.
    • Sono grato per il mio cane.
    • Sono grato per la mia casa.
    • Sono grato per la splendida giornata di sole.
  4. Parla con coloro che ami. Se hai difficoltà a scrivere, prendi in considerazione di consultarti con le persone che ti vogliono bene. Potrebbero fornirti un punto di vista alternativo. Prova a domandare:
    • "Mamma, secondo te, quali sono i lati migliori del mio carattere?".
    • "Papà, per che cosa sei riconoscente?" (potrebbe darti qualche idea).
    • "[Rivolgendoti a tuo fratello] Secondo te, sono bravo in …?".
  5. Esercitati a elaborare affermazioni positive sul tuo conto. È scientificamente provato che questo esercizio migliora la percezione di sé. Secondo alcuni studi, restituisce il buonumore e riduce lo stress. Per metterlo in pratica, prova a comportati nel modo seguente:
    • Non appena ti svegli la mattina, guardati allo specchio.
    • Fissa i tuoi occhi e ripeti una frase. Ciò che dici dovrà aiutarti ad aumentare l'ottimismo. Per esempio, prova a dire: "Oggi dirò sì più volte".
    • Ripetila per 3-5 volte in modo da imprimere il concetto nella mente.
    • Puoi cambiare la tua affermazione quotidiana oppure concentrarti su qualche aspetto in particolare che intendi modificare.
  6. Allenati. Lo sport reca numerosi benefici, sia psicologici che fisici. È scientificamente provato che l'effetto procurato dall'attività fisica dopo un allenamento ci fa sentire meglio con noi stessi.
    • Inoltre, praticando gli esercizi o lo sport che preferisci, ti sentirai di buonumore. Ad esempio, prova a fare una passeggiata al parco. Avrai modo di pensare, bruciare calorie e goderti un bel paesaggio!
  7. Mangia in modo sano. Oltre allo sport, anche una sana alimentazione giova alla mente.
    • Prova ad assumere più proteine (pesce, carne, fagioli) e meno carboidrati semplici (pane bianco, zuccheri, dolci, ecc.).
  8. Dormi a sufficienza. Il sonno migliora lo stato fisico e mentale. Secondo gli esperti, il numero di ore in cui bisogna dormire varia in base all'età.
    • In età scolare: 9-11 ore per notte.
    • Durante l'adolescenza: 8-10 ore per notte.
    • Superata l'adolescenza: 7-9 ore per notte.
    • In fase adulta: 7-9 ore per notte.
    • Durante la terza età: 6-8 ore per notte.

Avvertenze

  • Se pensi di suicidarti o ti senti quasi sempre triste, consulta il medico. Può aiutarti a sconfiggere queste sensazioni o consigliarti qualcuno a cui rivolgerti.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.