Come Conservare l'Acqua per Lunghi Periodi

Опубликовал Admin
31-01-2017, 16:36
281
0
È successo a chiunque di noi. Rientri a casa dopo una giornata torrida e umida che ci ha resi assetati come se il nostro corpo fosse stato letteralmente prosciugato. Ti muovi per casa di fretta, cercando la bottiglia d’acqua che ricordi di aver visto sulla tua scrivania, sì, quella bottiglia che è sempre stata lì. Sviti il tappo e prendi un bel sorso, immaginando il senso di frescura che stai per avere, ma al contrario, ti accorgi che l’acqua... puzza. Non hai ben capito di cosa si tratti né come sia potuto accadere, ma inspiegabilmente l’acqua nella bottiglia sembra essere andata a male! L’acqua, però, non ha una data di scadenza, non è vero? È invece parrebbe così, più o meno. In effetti, non è che l’acqua abbia una scadenza, ma può essere contaminata in due modi possibili. Il primo si verifica quando si lascia l’acqua in un contenitore aperto a temperatura ambiente per lunghi periodi di tempo. In tali condizioni, l’acqua può essere contaminata da batteri e alghe e, sopratutto, da zanzare. Il secondo modo, invece, si verifica quando il recipiente che contiene l’acqua rilascia composti chimici. Per questo motivo, non bisogna lasciare una bottiglia d’acqua esposta alla luce del sole né a fonti di calore. In che modo puoi impedire che ciò avvenga?

Passaggi

  1. Scegli un contenitore costituito da materiale idoneo per alimenti, come il vetro, l’acciaio non colorato e il polietilene. Se hai dubbi, puoi sempre procurarti il bottiglione che trovi nei distributori di acqua.
  2. Assicurati di conservare l’acqua in un recipiente pulito, quindi lavalo bene prima di riempirlo. Se usi una bottiglia di vetro, puoi pulirla con acqua calda, che ucciderà la maggior parte dei contaminanti biologici eventualmente presenti.
  3. Inoltre, fai bollire l’acqua che vuoi conservare. Portala a un buon livello di ebollizione, lasciandola cuocere per qualche minuto per uccidere batteri e larve.
  4. Puoi anche clorare quattro litri e mezzo d’acqua con 16 gocce di candeggina non profumata (ipoclorito di sodio fino al 5%) per impedire la crescita di microrganismi.
  5. Sigilla il contenitore per bene e conservalo lontano dal sole, la cantina è il posto ideale. Se usi un contenitore in plastica, conservalo lontano da gasolio, cherosene e pesticidi, poiché i loro vapori possono permeare le plastiche sottili.

Consigli

  • Per ulteriore cautela, usa un filtro quando riempi i contenitori.
  • Ricordati di datare ogni contenitore, per ricordare da quanto tempo stai conservando quell’acqua.
  • Cambia l’acqua conservata ogni 3-5 anni.
  • La plastica è più duratura e più leggera del vetro.
  • Il vetro è impermeabile in senso assoluto, ma è pesante.
  • Quando hai dubbi se un particolare contenitore sia idoneo per la conservazione degli alimenti, chiedi informazioni alle autorità sanitarie.

Avvertenze

  • Se noti una perdita o un foro nel contenitore, non bere l'acqua che vi hai conservato.
  • Non usare materiali non idonei alla conservazione degli alimenti per l’acqua.

Cose che ti Serviranno

  • Contenitori per alimenti, fatti in vetro o in plastica idonea
  • Candeggina non profumata
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.