Come Liberarsi delle Verruche Genitali

Le verruche genitali, chiamate anche condilomi acuminati, sono il sintomo di una malattia virale contagiosa trasmessa sessualmente dal virus del papilloma umano (HPV). Si sviluppa attraverso il contatto diretto della pelle durante un rapporto sessuale orale, genitale o anale con un partner infetto. Le persone sessualmente attive che hanno rapporti sessuali non protetti corrono il rischio di contrarre questa infezione. Non si conosce ancora una cura per queste verruche, anche se possono scomparire da sole con il tempo; inoltre è disponibile un vaccino.

Diagnosi

  1. Sappi che il 90% delle verruche genitali è provocato da due ceppi di virus HPV. Se una persona viene colpita da questo disturbo, è perché ha contratto una forma di HPV. Sebbene non vi siano cure per questo virus, il corpo con il tempo è in grado di guarire da solo.
    • Non tutti i tipi di HPV causano le verruche genitali; alcuni ceppi provocano le verruche plantari, di cui sono affette molte persone.
    • Le verruche genitali possono anche apparire improvvisamente da 6 settimane fino a 6 mesi dopo il contagio sessuale, anche se possono trascorrere anni prima che facciano la loro comparsa.
    • Tieni presente che alcuni tipi di virus HPV ad alto rischio possono anche portare al cancro anale o cervicale, sebbene si tratti di casi davvero rari; il ceppo che provoca i condilomi, comunque, non è lo stesso che provoca il cancro.
  2. Riconosci l'aspetto delle verruche genitali. Si tratta di neoformazioni morbide e si trovano sopra e attorno alla zona dell'ano e dei genitali. Generalmente hanno lo stesso colore dell'incarnato e possono essere gonfie o piatte, grandi o piccole e spesso hanno una superficie che ricorda l'infiorescenza dei cavolfiori. Possono trovarsi in punti diversi, a seconda del sesso della persona infetta.
    • Nelle donne si possono formare:
      • All'interno della vagina o nell'ano.
      • All'esterno della vagina o ano.
      • Sulla cervice, internamente al corpo.
    • Negli uomini si possono formare:
      • Sul pene.
      • Sull'ano.
      • Sullo scroto.
      • Nella zona inguinale, comprese le cosce.
  3. Riconosci i sintomi più rari delle verruche genitali. Anche se in occasioni davvero rare, possono provocare dei sintomi che solitamente non sono associati a questo disturbo, tra cui:
    • Aumento dell'umidità dentro e attorno alla zona genitale.
    • Sanguinamento dopo un rapporto sessuale.
    • Aumento di perdite vaginali.
    • Prurito nella zona genitale.
  4. Fatti visitare dal medico se pensi di avere i condilomi. Un medico, meglio ancora se dermatologo, dovrà diagnosticare il tuo problema e capire se si tratta effettivamente di verruche genitali, prima di prescriverti un trattamento. Egli farà una valutazione attraverso un esame visivo e un'analisi pelvica per le donne. Nel caso il pap-test dia dei risultati anomali (cosa molto probabile in presenza di verruche genitali), dovrà essere ripetuto più volte.

Trattamenti

  1. Sii consapevole del fatto che alcuni tipi di infezioni da HPV e di verruche genitali scompaiono spontaneamente, anche se non sempre. Molti uomini che sono esposti a questo virus non mostrano mai i sintomi o altri problemi correlati. Nonostante ciò, gli uomini e le donne asintomatici – ma contagiati – possono ugualmente trasmettere l'infezione, in caso di rapporti sessuali non protetti.
  2. Applica una pomata per trattare i condilomi. Una volta raggiunta una diagnosi ufficiale, puoi usare una delle diverse creme per uso topico per curare le verruche. Applica i farmaci seguendo le indicazioni descritte sul bugiardino per gestire i sintomi dell'infezione il meglio possibile. Quelli elencati di seguito sono i trattamenti topici più diffusi.
    • "Lextrin". Questo farmaco, approvato dalla FDA negli USA e specifico per il trattamento delle verruche genitali, non è soggetto a prescrizione. In Italia non è disponibile nelle farmacie, ma puoi acquistarlo online direttamente dal sito del produttore. Deve essere applicato tutti i giorni finché le verruche non scompaiono. I suoi principi attivi sono l'olio di emu 5%, l'acido ialuronico, la thuja occidentalis e la centella asiatica, che si sono dimostrati efficaci nell'eliminazione delle verruche genitali in soli 5 giorni. Per completare il trattamento a volte sono necessari anche 21 giorni.
    • "Podofilox". La marca commerciale di questo farmaco è Condylox ed è una soluzione in gel che va applicata sulla zona interessata. Deve essere usata per diverse settimane, finché le verruche non scompaiono. Mediamente risulta efficace per il 45-90% delle verruche, anche se gli studi hanno rilevato che a volte possono ripresentarsi nel 30-60% dei casi.
    • "Imiquimod". Questo farmaco, il cui nome commerciale è Aldara, è una pomata topica immunomodulatrice. Deve essere applicata sulle verruche e provoca meno irritazione rispetto a podofilox. Nel 70-85% dei casi le verruche iniziali spariscono, anche se si è riscontrato un tasso variabile di recidive che va dal 5 al 20%.
    • "Veregen" e "Polyphenon E". Si tratta di pomate il cui principio attivo è estratto dal tè verde e da altri composti. Sono farmaci facilmente presenti in commercio e indicati specificamente per curare le verruche genitali.
  3. Parla con il tuo medico in merito ad altre possibili soluzioni. Se il tuo disturbo di condilomi non si risolve con i trattamenti topici, il dottore potrebbe decidere di prescriverti altre cure. Le creme, di solito, sono più efficaci quando le verruche si trovano su una zona umida, mentre le opzioni elencate di seguito generalmente funzionano meglio quando la zona da trattare è asciutta.
    • Crioterapia. Questo metodo si avvale dell'azoto che congela le verruche e le fa cadere. È una soluzione efficace per farle scomparire, ma non garantisce l'assenza di recidive.
    • Rimozione chirurgica. Si tratta di un intervento di lieve entità che viene eseguito da un medico competente, sotto anestesia locale o a volte anche generale. Il chirurgo asporta le cellule delle verruche con un bisturi.
    • Acido tricloroacetico. Di solito viene utilizzato per il peeling chimico e per togliere i tatuaggi, ma è efficace anche per rimuovere le verruche, di fatto bruciandole.
    • Elettrocauterizzazione. Questa procedura, meno conosciuta rispetto alle altre, si avvale della corrente elettrica per bruciare le verruche.
    • Chirurgia laser. Anche se non è consigliata in tutte le zone del corpo, spesso rimane l'ultima soluzione possibile quando nessun altro metodo porta a risultati positivi.
  4. Scegli un trattamento indicato dal medico. Egli potrebbe proporti due o più soluzioni alternative per rimuovere le verruche genitali. Devi anche considerare il disagio che può provocarti ogni specifico rimedio; in ogni caso, qualunque siano gli effetti collaterali e il fastidio, sarà sempre meglio che non curarti affatto. È opportuno iniziare il prima possibile, in modo da non aggravare la situazione.
  5. Concedi al trattamento il tempo di agire. Come già detto, molti tipi di cure richiedono un po' di pazienza, prima che siano in grado di mostrare i primi risultati. Tuttavia, se hai già tentato 3 diversi cicli di trattamenti prescritti dal medico oppure 6 rimedi casalinghi approvati dal dottore, ma nessuno ha eliminato le verruche, allora tu e il dermatologo dovreste considerare delle nuove cure.
  6. Informati presso il medico circa i rimedi omeopatici. L'omeopatia segue il principio che "il simile cura il simile"; questa medicina alternativa si avvale dei nosodi per cercare di innescare la risposta immunitaria contro un agente patogeno, in modo che il sistema immunitario reagisca prontamente contro le infezioni e impedisca le recidive. I nosodi sono delle tracce del virus indebolite a livello energetico, e alcuni studi ritengono che siano in grado di stimolare una risposta immunitaria specifica, ricordando al corpo di creare gli anticorpi.
    • Consulta sempre un medico prima di provare un rimedio omeopatico, soprattutto se stai già assumendo altri farmaci, in quanto potrebbero esserci delle interazioni tra i due tipi di medicamenti, anche potenzialmente pericolose.
    • Oltre ai rimedi omeopatici, esistono anche erbe e integratori alimentari che possono rafforzare il sistema immunitario. I nosodi omeopatici per l'HPV, insieme ad alcune erbe come l'Hypericum mysorense, la Withania somnifera, il Phyllanthus niruri, l'Azadirachta indica (neem) e la radice di liquirizia possono essere utili per migliorare il sistema immunitario e combattere le infezioni da HPV.

Consigli

  • Esiste un vaccino contro il virus HPV che può aiutare a prevenire l'infezione, se viene inoculato nei bambini.
  • Se hai contratto l'infezione, assicurati di informare il tuo partner sessuale.
  • Le verruche genitali sono davvero molto comuni; molte persone nell'arco della vita prima o poi possono contrarle, anche senza esserne consapevoli.
  • Evita di contrarre l'infezione e di soffrire di verruche genitali praticando sesso sicuro, usando i preservativi e i dental dam.
  • Una persona affetta da virus HPV o da verruche genitali non è necessariamente un partner infedele.
  • L'HPV non compromette la salute generale di una donna incinta o la possibilità di portare a termine la gravidanza.

Avvertenze

  • Non curare le verruche genitali con le stesse procedure che useresti per quelle alle mani o ai piedi.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.