Come Addestrare un Pastore Tedesco

Опубликовал Admin
5-02-2017, 09:06
559
0
Pochi cani hanno la grazia e l’aspetto maestoso del pastore tedesco. Oltre a essere un esemplare fra i più fedeli, è anche un cane da lavoro e, generalmente, è felice di imparare. Considerate queste caratteristiche, il pastore tedesco è estremamente intelligente, atletico e desideroso di compiacere il padrone, il che lo rende un animale dalle mille risorse e facile da addestrare.

Addestrare un Cucciolo

  1. Inizia i primi tentativi di addestramento quando il pastore tedesco ha 8 settimane di vita. Sebbene si tratti di una razza facile da educare, questo cane è pur sempre molto forte e potente. Se inizi da un esemplare molto giovane, hai la possibilità di plasmare la sua personalità e strutturare un legame molto presto.
    • Se hai a che fare con un cane adulto, sappi che avrai comunque ottime probabilità di successo.
    • I pastori tedeschi sono molto protettivi verso i membri della propria famiglia, quindi devi socializzare molto presto con il cucciolo. In questo modo si abituerà a interagire con un’ampia varietà di persone e animali.
  2. Inizia toccandogli con delicatezza zampe, orecchie, coda e così via, in modo che non si sentirà a disagio quando verrà toccato durante le visite veterinarie e dal toelettatore. Quando sarà adulto sarà un animale grande e devi prepararlo fin da piccolo ad accettare il taglio delle unghie, la pulizia delle orecchie, la misurazione della febbre e altre procedure. Se devi addestrare a tutto ciò un esemplare adulto, sarà un lavoro complicato.
  3. Inizia l’addestramento con dei comandi di base. Devi insegnargli a sedersi, a stare fermo, a dare la zampa, oltre a comportarsi “educatamente” in casa. Il cucciolo non capirà immediatamente i comandi. Devi avere pazienza quando non eseguirà esattamente gli ordini.
  4. Usa delle ricompense alimentari e delle lodi per rinforzare positivamente i comandi. I pastori tedeschi amano imparare e sono estremamente motivati a eseguire gli ordini quando vengono premiati con dei dolcetti.
  5. Evita l’aggressività legata al pasto. Accarezza il cucciolo mentre mangia, a meno che non percepisci un suo irrigidimento e questa tua azione lo faccia smettere di mangiare. Se noti che si innervosisce, smette di mangiare o inizia a ringhiare, allora devi gestire immediatamente la sua reazione aggressiva.
    • Insegnagli che le persone non sono una minaccia per il suo pasto versandogli altro cibo nella ciotola mentre mangia. Inizia con poche crocchette (o qualunque altro alimento gli stai dando) e poi aggiungine altre mentre sta mangiando, così assocerà le persone attorno alla ciotola solo a esperienze positive.
  6. Gestisci l’aggressività legata al pasto togliendo la ciotola e facendo mangiare il cucciolo dalle tue mani. Il cane deve guadagnarsi ogni boccone ubbidendo al comando “seduto” o a un altro ordine. Non avrà nessuna ciotola da difendere.
    • Quando il cucciolo sarà più sicuro di sé e accondiscendente per quanto riguarda il cibo, puoi portare all’esterno un piatto o una ciotola e continuare la routine di alimentarlo dalle tue mani nonostante la presenza del contenitore. Tuttavia non concedergli, ancora, di mangiare dalla ciotola o dal piatto.
    • Fai in modo che la ciotola non sia un grande problema. Se un pezzo di cibo cade al suo interno, lascia che il cucciolo lo mangi e poi lodalo. Quindi continua a dargli da mangiare con le mani. Il cane deve capire che non sempre la ciotola è piena. Aumenta gradatamente la quantità di alimento che metti nel contenitore mentre ti siedi o stai in piedi vicino al cucciolo. Non ci vorrà molto prima che l’animale capisca che la tua presenza intorno alla ciotola significa “pappa!” e altre cose piacevoli, e che non c’è nulla che deve difendere da te.
    • Se hai l’impressione che il tuo amico a quattro zampe abbia bisogno di maggiori rassicurazioni per capire che tu sei la sua fonte di cibo, puoi dargli delle prelibatezze, come del petto di pollo arrosto.
    • Se, in qualunque momento, ti senti in pericolo, fermati. Rivolgiti a un addestratore professionista per evitare che tu o un membro della famiglia veniate attaccati, soprattutto se hai dei bambini. La protezione eccessiva della ciotola è un sintomo molto grave di paura che può scatenare dell’aggressività. Se noti questo comportamento nel cucciolo, sappi che deve essere affrontato il prima possibile, per far sì che non peggiori.
  7. Fai in modo che il momento della pappa sia anche quello dell’addestramento. Puoi chiedere gradatamente al cucciolo di guardarti per ottenere altro cibo, poi di sedersi e aspettare e così via. È l’essere umano che deve avere il controllo del cibo e che premia il cane per un buon comportamento.
  8. Abitua il cucciolo a comportarsi bene anche senza una ricompensa. Una volta che ha imparato un comando, puoi iniziare a ricompensarlo a intermittenza, così eviterai che si comporti bene solo per avere altro cibo. Continua però a lodarlo senza offrirgli, ogni volta, delle prelibatezze. Se stai lavorando per modificare un comando e ottenere una risposta più rapida, allora reintegra il rinforzo positivo del premio per cambiare il suo comportamento finché ottieni quello che desideri. Infine usa il cibo solo come ricompensa per le prestazioni davvero eccezionali.
  9. Non scatenare la paura nell’animale. Non urlare; impara a riconoscere quando stai per perdere la pazienza e interrompi la sessione di addestramento con una nota positiva. Il cane percepisce la tua frustrazione grazie al linguaggio del corpo e al tono di voce. Ritenta un altro giorno, quando entrambi sarete freschi e riposati.
    • Se continui ad avere difficoltà, rivolgiti a un addestratore cinofilo.
  10. Iscrivi il tuo pastore tedesco a un corso base di obbedienza per cuccioli. Solitamente, durante l’apprendimento dei comandi di base, deve essere presente un membro adulto della famiglia, che sarà il responsabile dell’addestramento. Successivamente, quando il cucciolo mostrerà costanza e di aver compreso i primi ordini, anche il resto della famiglia potrà partecipare. È importante che il cane capisca che, in famiglia, non esiste una persona sola a cui deve obbedire.
    • Per partecipare a un corso, il pastore tedesco dovrebbe avere almeno 8-10 settimane di vita e aver iniziato la serie prevista di vaccinazioni. Esistono degli “asili” per cuccioli destinati a quegli esemplari ancora non del tutto vaccinati. I corsi prevedono diversi requisiti per accettare un cane e fra questi c’è sicuramente un ciclo completo di vaccinazioni.

Addestrare un Esemplare Adulto

  1. Inizia con le basi dell’addestramento. I pastori tedeschi non sono molto diversi dai cani di altre razze, per quanto riguarda l’educazione. Se il tuo cane non conosce dei comandi semplici, come “seduto” o “zampa”, allora puoi iniziare da questi.
    • È fondamentale iniziare l’addestramento stabilendo un rapporto di fiducia con l’animale. Fai in modo che le sessioni educative siano divertenti e brevi e consenti al cane di fare qualche pausa per giocare e bere.
  2. Usa il cibo, i giocattoli e le lodi per motivarlo. Il cibo è uno degli strumenti più forti per condizionare un cane. Quelli di altre razze, soprattutto con un alto istinto di caccia, rispondono meglio ai giocattoli. In ogni caso le lodi e le coccole, oltre a un altro premio di grande valore per l’animale, sono utili per comunicargli che si è comportato bene.
    • La tempistica della ricompensa è determinante. Devi lodare e premiare il cane nel giro di 2-3 secondi dal comportamento giusto per rinforzarlo. Se il cane compie un’altra azione fra l’esecuzione del comando e il premio, allora penserà che lo stai lodando per l’ultima cosa che ha fatto. Supponiamo, per esempio, che tu voglia che risponda al comando “seduto” e che tu abbia deciso di premiarlo solo quando si sarà accovacciato con tutte e quattro le zampe a terra. Se gli dessi il dolcetto/premio quando il cane si trova con una zampa alzata o in procinto di alzarsi, allora crederà che lo stai ricompensando proprio per questa azione.
    • I dolcetti dovrebbero essere piccoli e gustosi. Valuta di suddividerli in tre categorie: di valore basso, medio e grande; tienili come “armi” per plasmare il comportamento del tuo pastore tedesco e per aiutarlo ad apprendere i comandi. Quando ha imparato a eseguire un nuovo ordine, premialo con un dolcetto di valore medio o alto ogni volta che soddisfa la tua richiesta. Man mano che comprende meglio l’esercizio, inizia a dargli dei premi di basso valore in maniera intermittente. Puoi sempre ricorrere alle “super delizie” ogni volta che si comporta in modo eccezionale e desideri che ricordi di mantenere costante tale atteggiamento.
    • Passerai gradatamente a eliminare i premi in cibo e a limitarti alle lodi quando il tuo amico peloso diventerà costante nelle sue reazioni ai comandi. Non devi avere un cane che risponde agli ordini solo per ottenere il cibo e che ti ignori per il resto del tempo; potresti creare una situazione pericolosa.
  3. Valuta l’addestramento con il clicker. Si tratta di un metodo che insegna al cane ad associare il suono del clicker a un suo comportamento positivo. Puoi iniziare premendo più e più volte il clicker quando gli dai da mangiare un dolcetto di alto valore, in modo che il pastore tedesco capisca che il “clic” significa “molto bene”. Una volta instaurata questa correlazione, puoi condizionare i suoi comportamenti premendo il clicker ogni volta che compie un’azione che gradisci. Puoi emettere un clic ben più in fretta di quanto potresti fare dandogli una delizia o lodandolo, quindi premi lo strumento immediatamente e poi dai al cane un dolcetto emettendo un altro clic. Questa tecnica è incredibilmente efficace perché consente al cane di imparare in fretta e di avere un feedback immediato.
  4. Fai in modo che ogni sessione di addestramento non sia più lunga di 20 minuti senza fare una pausa. Se devi lavorare con un cucciolo giovane, dovresti ridurre questo periodo a 5-10 minuti. Solitamente, un alto numero di brevi sessioni è più efficace di una sola lezione molto lunga, soprattutto con i cani sotto i 6 mesi di età. La loro soglia di attenzione è piuttosto breve, e i cuccioli si stancano in fretta; la tua pazienza si esaurirà subito, se cerchi di educare un cagnolino esausto. L’addestramento deve essere un’esperienza felice e allegra, se vuoi ottenere la miglior risposta dal cane. Giocare con il cucciolo fra una sessione e l’altra gli permette di capire che gli esseri umani sono divertenti e non solo dei “maestri”.

Comprendere le Basi dell’Addestramento

  1. Apprendi i concetti di base dell’addestramento canino. Impara a insegnare correttamente certi comportamenti al tuo cucciolo evitando gli errori più comuni. Esistono molti metodi e alcuni potrebbero essere più adatti di altri per te e il tuo cane. Ogni animale è un soggetto unico, così come il suo addestratore, quindi imparare i meccanismi del comportamento e dell’addestramento canino ti permetterà di avere tutte le conoscenze necessarie per interagire correttamente con il tuo amico a quattro zampe. Non esiste un metodo “perfetto”, quindi dovrai fare qualche ricerca per decidere quale approccio tenere. Esistono delle tecniche che si basano solo sul rinforzo positivo e altre che bilanciano quello positivo con quello negativo. Puoi anche tentare un certo metodo, per poi accorgerti che non ottieni i risultati sperati e quindi passare a un altro. Un addestratore esperto potrà aiutarti a risolvere questi ostacoli.
    • Leggi dei libri sull’argomento. Puoi fare qualche ricerca online e trovare dei validi ebook oppure recarti in una libreria ben fornita e trovare qualche testo che ti aiuti a orientarti nel mondo dell’addestramento cinofilo.
    • Guarda dei video che spiegano le tecniche di addestramento. Ce ne sono parecchi online, ma accertati che siano realizzati da esperti.
  2. Impara quali sono le caratteristiche uniche del pastore tedesco. Devi sapere cosa significa prendersi cura di questo cane prima di adottarne uno. Sebbene la cura generale di un cane non cambi da razza a razza, devi ricordare che il pastore tedesco è un animale da lavoro che ha bisogno di moltissimo esercizio e stimolazione mentale. Renditi conto che dovrai avere molta pazienza e tempo a disposizione.
  3. Parla con altri proprietari e addestratori. Vai alle mostre canine e osserva come i padroni e gli allenatori interagiscono con i propri animali senza trascurare le reazioni dei pastori tedeschi ai vari comandi e stimoli.
    • Rivolgiti a degli addestratori professionisti e chiedi loro di assistere a qualche lezione. Imparerai molto osservando le altre persone, pur non avendo un cane tuo.
    • Valuta se ti piace il modo in cui l’addestratore lavora con i proprietari e i cani. Tu e il tuo amico a quattro zampe imparerete meglio, se instaurate un rapporto di fiducia con l’insegnante. Visita il sito dell’Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili per avere ogni informazione e ottenere un punto di riferimento per trovare un buon addestratore per te e il tuo cucciolo.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.