Come Evitare un'Infezione Batterica da Helicobacter Pylori

L'Helicobacter pylori, più spesso definito semplicemente H. Pylori, è un batterio che vive nello stomaco e che causa ulcere, infiammazione e irritazione della mucosa. Si ritiene che sia in qualche modo correlato al cancro allo stomaco. Tuttavia, molte persone non manifestano sintomi e non sanno di avere questo batterio nell'organismo; in questi soggetti il batterio non provoca effetti dannosi. Quando però i sintomi si presentano, il paziente mostra dolore addominale, nausea, perdita di appetito, frequente eruttazione, gonfiore addominale e una involontaria perdita di peso. A partire dal 2014, l'incidenza dell'infezione sulla popolazione statunitense è stata stimata tra il 30 e il 67%, mentre nel mondo si attesta intorno al 50%. Nelle regioni non industrializzate del mondo, dove il corpo è indebolito a causa della malnutrizione e della mancanza di acqua potabile, il tasso di infezione arriva anche al 90% della popolazione. Se eviti i fattori di rischio e prendi alcune misure preventive, puoi ridurre le probabilità di contrarre l'infezione da H. Pylori.

Ridurre i Fattori di Rischio

  1. Non mangiare cibo poco cotto. A prescindere da dove vivi o dove viaggi, devi evitare gli alimenti che vengono cucinati in modo non corretto, così da non aumentare il rischio di intossicazione alimentare o altre infezioni. Il cibo poco cotto ha maggiori probabilità di trasmettere il batterio H. Pylori, perché non ha raggiunto la temperatura minima sufficiente per uccidere il batterio. È pur vero che può risultare difficile capire il giusto grado di cottura, in ogni caso evita il cibo freddo o crudo, perché può contenere questo batterio.
    • Non mangiare gli alimenti che non sono stati puliti o manipolati adeguatamente, come le verdure, la carne o il pesce. I cibi che non hanno seguito un processo igienicamente accurato durante la preparazione aumentano il rischio di contrarre qualunque tipo di infezione di origine alimentare.
    • Ricordati di cucinare ad alta temperatura anche i pasti che prepari tu stesso. Dato che non puoi conoscere l'origine di tutti gli alimenti che raggiungono la tua tavola, devi essere certo che siano cucinati nella maniera adeguata. Così facendo puoi evitare di sviluppare qualche infezione batterica.
  2. Evita le aree malsane. Il batterio H. Pylori si diffonde soprattutto con le cattive condizioni igieniche che potrebbero essere presenti anche dove si preparano i cibi e le bevande, negli ambienti in cui vivi o lavori. Quando il cibo viene cucinato in un ambiente che non garantisce tutte le condizioni igieniche ideali, il batterio si può trasmettere da un individuo all'altro. Evita di mangiare i prodotti che trovi sulle bancarelle o venduti sulla strada, quando è evidente che non ci sono strutture adeguate per un corretto lavaggio delle mani o degli utensili.
    • Dovresti anche evitare di vivere in prossimità di fonti d'acqua sporca, luoghi in cui ci sono gli scarichi fognari e altre zone in cui è presente soprattutto acqua contaminata e inquinata.
    • Non recarti in quegli ambienti dove le persone non usano i guanti, anche se dovrebbero, dove ci sono bagni e strutture per la pulizia inadeguate o quei locali in cui i dipendenti toccano sia il denaro sia le altre persone e quindi maneggiano il cibo o le merci.
  3. Riconosci i meccanismi di trasmissione accidentale. La maniera più frequente di trasmettere il batterio è per via oro-fecale o per via orale-orale. Ciò significa che il cibo, l'acqua e gli oggetti possono essere contaminati a causa di pratiche di depurazione inadeguate e scarsa igiene. Dato che molte persone non sanno di essere portatrici sane di batteri, l'infezione può diffondersi facilmente da un individuo all'altro. La trasmissione accidentale spesso si verifica quando una persona che ospita inconsapevolmente i batteri non si lava correttamente le mani.
    • Il batterio H. Pylori può essere presente nella saliva, nelle feci, nel vomito e in altre secrezioni gastriche o della bocca. Se una qualunque di queste secrezioni provenienti da un portatore sano raggiunge la tua bocca (ad esempio perché porti le mani alla bocca dopo avere toccato un oggetto contaminato), corri il rischio di ammalarti.

Prevenire l'Infezione

  1. Lavati accuratamente le mani. Dato che il modo più comune di trasmettere il batterio è attraverso il contatto, devi praticare sempre una corretta igiene personale e lavarti le mani. Devi detergerle spesso e in maniera meticolosa, soprattutto dopo essere stato in bagno o prima di manipolare del cibo.
    • Per lavarle in modo scrupoloso, inizia con l'acqua calda, a circa 50 °C, e usa una discreta quantità di sapone liquido. Metti il sapone sulle mani e bagnale velocemente. Lavale per almeno 15-30 secondi, strofinandole intorno alle dita, lungo la parte anteriore e posteriore dei palmi e intorno alle unghie. Infine risciacquale con acqua tiepida e asciugale con un telo pulito e igienizzato o un asciugamano di carta pulito.
  2. Mangia in ambienti igienicamente idonei. Quando ti trovi in un Paese non industrializzato, assicurati di mangiare solo in locali che rispettino le norme igienico-sanitarie analoghe a quelle dei Paesi occidentali. Verifica che gli strumenti della cucina siano lavati in acqua calda con sapone antibatterico. Anche se sono stati sterilizzati, possono ugualmente trasmettere infezioni quando vengono maneggiati da un portatore di batteri che si è toccato la bocca o non ha lavato correttamente le mani dopo essere andato in bagno. Per questo motivo, è importante mangiare solo negli ambienti in cui i cuochi indossano i guanti.
    • Quando ti trovi in ambienti a rischio, valuta di usare un disinfettante per le mani.
  3. Non entrare in contatto con le persone infette. Se sei sposato o hai una relazione con una persona affetta da H. Pylori, oppure un membro della tua famiglia è malato o portatore sano, devi essere molto cauto quando interagisci con questo individuo. Se la persona con cui sei sposato o che frequenti è infetta, non baciarla e non impegnarti in alcuna attività sessuale, finché non verrà sottoposta a cure adeguate. Inoltre fai in modo che i suoi bicchieri, tazze, posate e spazzolino da denti non entrino in contatto con i tuoi oggetti, per evitare la trasmissione attraverso la saliva.
    • Chiunque, in famiglia, sia infetto da H. Pylori non dovrebbe occuparsi della preparazione degli alimenti, delle bevande o toccare dei prodotti che gli altri membri potrebbero consumare, per evitare la diffusione accidentale del contagio.
  4. Sottoponiti a dei controlli medici. Se un membro della famiglia è malato, dovresti fare anche tu degli esami. In termini di prevenzione, l'eliminazione completa del batterio dalla tua casa è il modo migliore per evitare future contaminazioni. Dato che l'H. Pylori si diffonde per mezzo delle cattive abitudini igieniche e delle promiscuità, la cosa migliore per evitare nuovi focolai è quella di sottoporre tutta la famiglia al test.
    • Se un membro risulta positivo, deve sottoporsi alla terapia per quattro settimane. Sono sempre possibili delle recidive, quindi saranno necessari nuovi cicli di terapia, nel caso non fossi certo che il batterio sia stato eradicato da tutta la famiglia.
  5. Mangia bene. Per prevenire l'infezione da H. Pylori è importante seguire una dieta bilanciata. In questo modo resti in salute e puoi combattere il batterio in modo naturale, grazie al sistema immunitario. Devi mangiare alimenti che forniscano in modo adeguato le giuste quantità di carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali e acqua. Le proporzioni esatte variano in base al tuo peso corporeo, al sesso e al livello di attività fisica. Tuttavia, come riferimento generale, puoi considerare sana una dieta da 2000 calorie al giorno.
    • La maggior parte dell'apporto calorico dovrebbe provenire dalla frutta fresca, verdure, legumi, cereali integrali e proteine magre.
    • Anche se cerchi di seguire un'alimentazione sana, il 67% dei dietisti consiglia di assumere dei multivitaminici ogni giorno per sopperire ad eventuali carenze non gestibili con il cibo.
    • Ricorda di assumere vitamina C a sufficienza, solitamente il dosaggio giornaliero suggerito è di 1000 mg. Mangia gli agrumi, come arance, limoni, lime, pompelmi e verdura a foglia verde.
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.