Come Scrivere un Contratto di Consulenza

Опубликовал Admin
29-03-2017, 10:20
1 072
0
Prima di iniziare ad eseguire qualsiasi lavoro per un cliente, un consulente dovrebbe avere un contratto che descriva chiaramente il lavoro che dovrà essere effettuato, il compenso che verrà pagato e fornisca protezione legale sia per il cliente che per il consulente nel loro rapporto di lavoro. Per scrivere un contratto di consulenza, segui i passaggi indicati sotto.

Scrivere un Contratto di Consulenza

  1. Crea un titolo per il tuo contratto. Il titolo dovrebbe consistere in una descrizione molto breve del contratto, come per esempio “Contratto di Consulenza” o “Conferimento di Incarico di Consulenza”. Centra il tuo titolo in carattere grassetto all'inizio della pagina.
  2. Indica i nomi delle parti del contratto. Quando indichi il nome di una parte, includi il titolo con il quale lui o lei sarà indicata nel corpo del contratto stesso, come per esempio “Cliente” o “Consulente”.
    • Per esempio, “Questo Contratto di Consulenza è stipulato tra la società XYZ, “Cliente”, e Mario Rossi, “Consulente”.
  3. Includi la data. Questa dovrebbe essere la data in cui intendi eseguire il contratto e pertanto potresti avere bisogno di lasciare uno spazio in bianco per il giorno, mese ed anno, o per tutti e tre.
    • Per esempio, “Il giorno ___ del mese di gennaio 2014, o “Il giorno____ del mese di ___________________, 2014”. Se lo desideri, puoi includere la data nella frase che descrive le parti. Per esempio, “Questo Contratto di Consulenza è stipulato dalla società XYZ , “Cliente”, e Mario Rossi, “Consulte”, il giorno ____ del mese di gennaio 2014.”
  4. Descrivi il lavoro che deve essere effettuato. Ciò può essere fatto in diversi modi. Tu dovresti scegliere il modo che funziona meglio per la tua azienda e il tipo di consulenza che offri. Alcune cose da considerare quando si sceglie come descrivere il lavoro sono:
    • Lasciare uno spazio bianco per scrivere una descrizione del lavoro che effettuerai. Questa è la soluzione ideale per quei consulenti che incontrano i loro potenziali clienti di persona a casa loro o presso le sedi delle loro aziende. In questo modo, i dettagli del lavoro da effettuare possono essere aggiunti a penna e il contratto può avere inizio ovunque tu sia. Naturalmente, puoi anche scrivere al computer i dettagli del lavoro per una lettura più facile, quando non desideri eseguire il contratto immediatamente.
    • Descrivere il lavoro in generale contro i termini specifici. Invece di poche frasi che elencano esattamente quale lavoro eseguirai, tu potresti scrivere semplicemente, “Lavoro di consulenza per la campagna pubblicitaria del Cliente.” Se tu lavori in un settore dove può essere difficile definire esattamente le obbligazioni che dovrebbero essere eseguite da un consulente, questa scelta potrebbe non essere la migliore per te.
    • Allegare progetti al contratto invece di descrivere il lavoro, o in aggiunta alla descrizione del lavoro. Questo metodo funziona bene per coloro che offrono consulenza in vari settori tecnici come per esempio internet e lo sviluppo di applicazioni software. In tali casi tu potresti includere qualcosa come, “si veda il progetto allegato” nella sezione del lavoro da effettuare del tuo contratto.
  5. Specifica quale compenso riceverai, le modalità e i termini di pagamento. Puoi lasciare delle righe in bianco da riempire per ciascun contratto, e puoi anche voler includere sia l'opzione per un compenso orario, sia per un compenso forfettario per l'intero lavoro, da selezionare al momento di sottoscrivere il contratto.
  6. Includi una descrizione del rapporto di lavoro. Siccome i lavoratori subordinati e quelli autonomi sono trattati diversamente ai fini fiscali, una descrizione del rapporto di lavoro come quella che segue aiuterà ad assicurare che non ci saranno errori nelle responsabilità fiscali tue e del tuo cliente. Assicurati di specificare che tu sei un lavoratore autonomo e non un lavoratore subordinato.
    • Per esempio, “Il rapporto del Consulente con il Cliente avrà carattere autonomo, e pertanto il presente contratto non darà vita ad alcun rapporto societario, di agenzia, di joint venture o di rapporto di lavoro subordinato. Il Consulente agirà in piena autonomia, senza vincolo di subordinazione e senza vincolo di orario.”
  7. Descrivi chi possiederà i diritti di proprietà intellettuale sui prodotti che creerai, produrrai o inventerai. Moduli, ricette, memorandum di ricerca, grafici e software creati nel corso di un contratto di lavoro autonomo di consulenza sono generalmente assegnati in proprietà al cliente. Tuttavia, sia che tu scelga di assegnare al tuo cliente la proprietà del tuo lavoro, sia che tu scelga di trattenerlo in capo a te, tu dovresti includere nel contratto in termini molto chiari cosa debba intendersi per "prodotto del lavoro" e chi lo possiede.
    • Per esempio, “Il Consulente accetta che tutto il prodotto del lavoro da lui sviluppato da solo o in collaborazione con altri in connessione con le prestazioni di servizi oggetto del presente contratto sarà di esclusiva proprietà del Cliente, e il Consulente non avrà alcuna titolarità diritto o interesse sul suddetto prodotto del lavoro. Il prodotto del lavoro include in via esemplificativa ma non esaustiva, rapporti, grafici, memorandum, slogan e didascalie.
  8. Determina se avrai bisogno di una clausola di riservatezza. Se tu eseguirai servizi che ti renderanno al corrente di informazioni riservate, come per esempio documenti legali o medici, formule segrete o ricette, o informazioni finanziarie personali del cliente, dovresti includere una clausola di riservatezza.
    • Una tipica clausola di riservatezza contiene la definizione di “informazione confidenziale” , e statuisce che tu accetti di non rilevare informazioni confidenziali a nessuno o usarle per nessuno scopo diverso da quello di eseguire le tue obbligazioni verso il cliente, e prevede un'esclusione nel caso in cui un Tribunale ti ordini di rivelare le informazioni confidenziali.
  9. Determina quali clausole standard devi includere. Potresti controllare con un avvocato se sia necessario includere clausole specifiche in relazione allo Stato o alla regione in cui ti trovi. Alcune clausole comuni includono:
    • Scelta della legge applicabile. Una clausola sulla scelta della legge applicabile è usata generalmente in contratti con parti che vivono al di fuori del tuo Paese o Stato, per assicurarti che troverà applicazione la legge del tuo Stato, e non quella del tuo cliente.
    • Clausola di salvezza. Le clausole di salvezza sono comuni in tutti i tipi di contratto e dicono semplicemente che se alcuna delle clausole del contratto sarà ritenuta invalida o inefficace da un tribunale, tutte le altre clausole rimarranno invariate e pienamente efficaci.
    • Rimedi specifici per l'inadempimento del contratto. Questa è una clausola comune in tutti i tipi di contratti di lavoro autonomo, e prevede che il Cliente possa agire in giudizio per ottenere il risarcimento dei danni ed ogni possibile rimedio previsto dalla legge. Essa può apparire in questo modo, “Il Consulente accetta che le sue obbligazioni di cui al presente contratto hanno carattere unico ed hanno speciale valore; l'inadempimento del Consulente a tali obbligazioni comporterà danni irreparabili e continui al Cliente per i quali la legge non fornisce adeguato rimedio; in caso di inadempimento, il Cliente avrà titolo per rivolgersi al competente Giudice per ottenere il risarcimento del danno e/o l'esecuzione in forma specifica delle obbligazioni contrattuali, ed ogni altro possibile rimedio".
  10. Crea uno spazio per la firma. Lo spazio per la firma dovrebbe includere una linea per la firma di ciascuna parte ed includere il nome prestampato della parte sotto il suddetto spazio.
  11. Formatta il tuo contratto. Alcuni contratti contengono intestazioni in carattere grassetto, come ad esempio Compenso, Clausola di Salvezza, Legge Applicabile o Descrizione del lavoro da effettuare, per ciascuna clausola od oggetto inclusi nel contratto ed altri numeri delle varie clausole. Alcuni contratti usano allo stesso tempo le intestazioni in grassetto ed i numeri. Puoi formattare il tuo contratto nel modo che preferisci. Quando formatti il tuo contratto, tieni a mente che esso deve essere il più facile possibile da comprendere e le tue scelte di formattazione possono aiutarti a raggiungere questo obbiettivo.

Avvertenze

  • Dovresti consultarti con un avvocato prima di sottoscrivere, o chiedere a un'altra parte di sottoscrivere, qualsiasi contratto che possa influire sui tuoi diritti e sulle tue obbligazioni.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.