Come Superare un Complesso di Inferiorità

Опубликовал Admin
16-06-2017, 11:20
751
0
Nessuno al mondo può dirsi totalmente esente dai complessi di inferiorità; alto, basso, grasso, magro, bianco o nero che tu sia, si tratta di una sensazione che di tanto in tanto tutti avvertono. Dici a te stesso di non essere sufficientemente abile, attraente o intelligente, pur senza basare i tuoi giudizi su alcun fatto reale. Fortunatamente puoi imparare a superare un complesso di inferiorità seguendo i semplici consigli contenuti in questo articolo.

Confrontare i Tuoi Sentimenti

  1. Prova a motivare i tuoi sentimenti. I complessi di inferiorità possono derivare da eventi che hanno avuto luogo nel passato. Per riuscire a lasciarteli alle spalle, dovrai determinarne le origini. Esperienze di infanzia negative, eventi traumatici o rapporti interpersonali tossici potrebbero essere la causa della tua attuale sensazione di inferiorità.
    • Rifletti sul tuo passato. Prova a richiamare alla mente quelle esperienze che possono rappresentare la causa del tuo complesso di inferiorità. Nota che le più dolorose potrebbero essersi nascoste nel profondo.
  2. Determina verso chi ti senti inferiore. Soffrire di un complesso di inferiorità, significa sentirsi inferiori nei confronti di qualcuno. Chiediti di chi si tratti. Cerca di essere il più specifico possibile oppure inizia prendendola alla larga per poi restringere il campo.
    • Non ti senti all'altezza delle persone più attraenti? Di coloro che possiedono un maggior quantitativo di denaro? Di chi consideri più intelligente o di maggior successo rispetto a te? Analizza le tue sensazioni, limita le possibilità e cerca di individuare un nome specifico.
    • Una volta raggiunto l'obiettivo, chiediti in quali ambiti quella persona non possa definirsi superiore a te. È altrettanto brava nel suonare il piano? Possiede la tua stessa etica sul lavoro? Può vantare i tuoi stessi valori o il tuo fare attento?
  3. Scomponi il tuo complesso per analizzarlo in dettaglio. Scomporlo ti consentirà di iniziare a gestirlo. Inizia da quelle caratteristiche che ti fanno sentire inferiore. Analizzale da un punto di vista logico anziché emotivo. Quelli che consideri difetti sono realmente percepiti come tali? Se così fosse ricorda che ognuno di noi ha delle caratteristiche che desidera migliorare. Inoltre ciò che consideri un grave difetto, agli occhi di qualcun altro potrebbe essere un'inezia. Forse nessuno ha notato quello che tu valuti un mento troppo grande e sproporzionato. Ricorda che anche la calvizie più accentuata potrebbe essere considerata sexy da molte donne.
    • Ciò che percepisci come un difetto non deve influenzare le tue azioni. Un mento sporgente, un corpo in sovrappeso o una testa calva non ti definiscono come persona, sono semplicemente una piccola parte di te. Solo tu puoi consentire che ti controllino e ti definiscano.
  4. Comprendi che ognuno di noi è per qualche aspetto inferiore a un altro. Nessun essere umano sulla Terra racchiude tutte le qualità possibili. Anche colui che potrebbe sembrarti il più ricco e affascinante del mondo verrà superato da qualcun altro in termini di intelligenza o di compassione. Allo stesso modo, chiunque è per certi versi superiore agli altri. Ogni individuo è una diversa combinazione di qualità positive e negative. Comprendere questo concetto ti aiuterà ad avere una considerazione più realistica di te stesso.
    • Poiché non esistono persone senza difetti, non c'è ragione per trasformarli in un complesso. Esasperandoli e dando vita a un conseguente disagio non fai che causare un senso di inferiorità. L'inferiorità viene completamente creata e permane solo nella tua testa.

Cambiare il Tuo Modo di Pensare

  1. Smetti di voler essere uguale agli altri. I complessi di inferiorità si originano dal desiderio di voler essere esattamente come qualcun altro. Ti spingono a voler diventare una persona diversa da quella che sei veramente, costringendoti a non essere fedele a te stesso. Limitarsi e precludersi la possibilità di sperimentare cose nuove è scorretto, ma lo è altrettanto provare a essere qualcun altro. Impara quindi a essere semplicemente te stesso.
    • Lasciati ispirare dalle persone. Osservale e accogline alcuni tratti senza però smettere di essere te stesso. Prendere una persona come modello non significa cercare di copiarla o di trasformarti in qualcun altro. Ciò che devi fare è considerarla una guida positiva mentre rimani fedele alla persona che sei veramente.
  2. Cerca di non preoccuparti di ciò che pensano gli altri. I complessi di inferiorità derivano dalla nostra costante apprensione verso il giudizio altrui. Molti dei nostri problemi sono basati sull'essere o meno accettati e apprezzati da chi ci circonda. Impara a pensare in modo più salutare. Smetti di lasciarti turbare da ciò che pensano gli altri e comprendi che le tue opinioni sono le uniche che contano realmente.
    • Talvolta questi giudizi sono reali, ma nella maggior parte dei casi non sono che immaginari. Impegnati a costruire la tua felicità senza preoccuparti di ciò che pensano gli altri e cerca di non immaginare giudizi infondati.
  3. Concentrati sulle qualità positive. Quando ti senti inferiore, tendi a porre un'enfasi maggiore su ciò che non hai rispetto a ciò che hai. Tutti abbiamo delle qualità positive. Valuta te stesso e la tua vita in modo onesto. Elenca tutto ciò che c'è di buono. Potresti avere una dentatura perfetta o un buon lavoro che ti consente ampie opportunità di carriera. Completa la tua lista e apprezza le tante cose buone che ti circondano. Forse non ti rendono una persona migliore di altre, ma perché dovresti essere superiore a qualcuno? Il tuo solo obiettivo è quello di sentirti grato e felice per ciò che possiedi.
    • Includi ogni aspetto che ti riguarda. Pur ritenendo di essere in sovrappeso, potresti avere delle belle gambe, delle belle mani o dei bei piedi. Forse hai una famiglia favolosa, bambini brillanti, un'istruzione di valore, una macchina invidiabile o sei molto abile nel lavorare all'uncinetto. Sono molteplici le cose che ci rendono come siamo. Cerca di evidenziare quelle positive e rimani concentrato sulle tue qualità.
  4. Smetti di paragonarti a chiunque altro. Coloro che soffrono di un complesso di inferiorità trascorrono troppo tempo paragonandosi a chiunque abbiano intorno. Un tale comportamento non fa che creare una lista infinita di persone che considerano migliori di loro stesse. Dato che ogni individuo vive una vita e delle circostanze differenti dalle tue, in termini di educazione, genetica, opportunità e così via, paragonarti a un'altra persona non è realisticamente possibile.
  5. Non pensare in termini assoluti. I complessi di inferiorità ci fanno credere che potendo cambiare un solo aspetto della nostra vita saremmo in grado di renderla meravigliosa: "Se solo pesassi 10 chili di meno, sarei felicissimo" o "Se solo avessi un lavoro migliore, la mia vita sarebbe perfetta". Pur raggiungendo quei traguardi, otterrai una felicità solo temporanea perché nel profondo continuerai a sentirti insicuro. Le cose materiali e superficiali da cui dipendono molti complessi di inferiorità non sono in grado di risolvere magicamente alcun problema. Evita di pensare che "se solo accadesse una determinata cosa saresti felice", altrimenti quando ti renderai conto che non si tratta della realtà, ti sentirai ancora più deluso.
    • Concentrarti sui tuoi punti di forza, sui tuoi valori e sulle tue qualità positive attuali ti farà sentire molto più appagato. Impara ad accettare le tue qualità se desideri vivere una vita realmente più felice.
  6. Metti fine al dialogo interiore negativo. Parlando con te stesso in termini negativi non fai che rafforzare giornalmente il tuo complesso di inferiorità. Dirti cose come "non gli piaccio perché sono brutta" o "non otterrò quel lavoro perché non sono abbastanza abile" non fa che buttarti giù il morale e instillare ulteriori false credenze negative nel tuo cervello. Quando ti accorgi di giudicare te stesso, smetti subito e sostituisci la critica con qualcosa di positivo.
    • Non è necessario mentire a te stesso dicendo cose come "si innamorerà di me perché sono la più bella del mondo". Parlati in termini il più possibile realistici e positivi: "Sono attraente e merito l'amore di un'altra persona. Sono gentile e generosa per questo le persone desiderano essermi amiche".
  7. Sviluppa la tua fiducia in te stesso. Per sconfiggere i tuoi complessi di inferiorità, devi iniziare ad acquisire fiducia in te stesso. Inizia correggendo l'immagine mentale che hai di te. I complessi di inferiorità sono basati su false visioni di noi stessi. Impara a riconoscere l'inattendibilità dell'immagine mentale che hai di te stesso.
    • Elimina le etichette che hai attaccato alla tua persona. Smetti di identificarti come stupido, brutto, senza successo, ecc. Quando pensi a te stesso, rifiutati di usare qualsiasi definizione negativa.

Compiere dei Passi Positivi

  1. Non limitare le tue interazioni sociali. I complessi di inferiorità tendono a renderci introversi, timidi e antisociali, timorosi all'idea di esporci e di aprirci al mondo. Quello che devi fare è costringerti a interagire con gli altri. I tuoi sentimenti di inferiorità sono solo nella tua testa, migliori saranno le tue relazioni sociali, più facile sarà accorgerti che le persone non ti stanno giudicando, deridendo o screditando. Imparare a sentirti sicuro e a tuo agio in mezzo agli altri è realmente possibile.
  2. Circondati di persone positive. Coloro che frequentiamo hanno un notevole impatto sulla nostra autostima. Trascorrere molto tempo in compagnia di persone negative che si divertono a giudicare, criticare, analizzare costantemente gli altri non farà che danneggiarti. Scegli quindi di circondarti di persone positive, capaci di accettare e apprezzare gli altri senza giudizio. Avere accanto persone che non ti giudicano ti aiuterà ad amare te stesso.
    • La tua fiducia in te stesso deve provenire da dentro, ciò nonostante è utile circondarti di persone in grado di accettarti come sei. La loro amicizia ti aiuterà ad accorgerti che il mondo non è perennemente pronto a giudicarti e a criticarti.
  3. Continua a lavorare su te stesso. Se desideri sconfiggere i sentimenti di inferiorità, impegnati a evolvere ininterrottamente. I modi per riuscirci sono molteplici: migliora le tue abilità lavorative, intraprendi un nuovo hobby o affina le tue capacità in quelli attuali, datti un obiettivo in termini di salute fisica o inizia a risparmiare per la vacanza dei tuoi sogni. Sforzati di migliorare la tua vita e di renderla appagante. I tuoi sentimenti di inferiorità tenderanno ad abbandonarti perché non è semplice sentirti inferiore quando sei in grado di raggiungere i tuoi traguardi.
  4. Fai volontariato. Uscire di casa e aiutare gli altri ti aiuterà ad assumere il controllo della realtà. Sia che tu decidi di trascorrere qualche ora in un rifugio per senzatetto o per animali, riuscirai a valutare la tua condizione con maggior chiarezza. Forse non sei poi tanto male come credevi.
    • Fare volontariato può offrirti un notevole senso di soddisfazione e di orgoglio. Donare agli altri ti aiuterà a superare la tua sensazione di inferiorità e a smettere di sentirti di peso o non all'altezza.
  5. Affronta le tue maggiori paure. Pensi che le persone tendano a fissarti o a esprimere continui commenti sulla tua persona? Talvolta potrebbe capitare e in tal caso non dovrai dimenticare che ognuno di noi è differente. Ogni critica è completamente priva di significato e andrebbe sempre ignorata. Per certo quelle stesse persone saranno solite criticare anche se stesse.

Consigli

  • Concentrati sui tuoi punti di forze e sulle tue qualità positive.
  • Sei una persona speciale, amati come meriti. Ogni individuo è a suo modo unico e meraviglioso.
  • Ricorda che non sei solo e che non sei diverso dagli altri.
  • Credi in te stesso, sei una persona speciale.
  • Non ascoltare mai coloro che cercano di screditarti.
  • Non fare mai riferimento alle tue caratteristiche in termini di inferiorità.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.