Come Prendersi Cura di un Uccello

Опубликовал Admin
20-06-2017, 10:20
910
0
Estremamente socievoli per natura, gli uccelli necessitano di compagnia, educazione e interazione costanti. Gli uccelli sono adatti sia come animali domestici che come ospiti del tuo giardino. Se stai pensando di diventare proprietario di un uccello, le cure necessarie includono fornire habitat e cibo adatti e tenere sotto controllo lo stato di salute dell'animale. Dovrai anche riservargli molte attenzioni e interagire con lui per mantenerlo felice e attivo. Oppure, se cerchi di incoraggiare gli uccelli a venire a mangiare nel tuo giardino, dovrai conoscere le cure di base per rendere le loro visite maggiormente sicure e gradevoli. Questo articolo offre una panoramica generale su come prendersi cura degli uccelli, sulle cose utili da tenere a mente se possiedi un uccello come animale domestico o se li ospiti nel tuo giardino.

Scegliere un Uccello come Animale Domestico

  1. Scegli con attenzione la specie che desideri. Non tutte le specie di uccelli sono adatte a diventare animali domestici, e non tutti gli uccelli hanno un temperamento o necessità compatibili con ciò che puoi offrire loro. È molto importante apprendere il più possibile sulle specie che ti interessano, molto prima di decidere che tipo di uccello acquistare. L'animale deve potersi adattare al tuo stile di vita, ai tuoi interessi e alle tue capacità di prendertene cura per tutta la sua vita (che può essere un tempo molto lungo, per alcune specie). Dovrai aver voglia di interagire con l'animale ogni giorno e controllarlo quando si trova fuori dalla sua gabbia, ove possibile.
    • Non acquistare un uccello impulsivamente. Ti serve del tempo per fare ricerche sulle sue necessità e sulla longevità della specie, prima di decidere di portarne uno a casa. Cerca qualche libro sugli uccelli o leggi degli articoli online sulle varie specie e sulle loro particolari necessità per saperne di più.
  2. Familiarizza con le specie di uccelli più diffusi come animali domestici. Pappagalli, parrocchetti e cacatua sono in genere gli uccelli più gettonati come animali domestici; altre specie adatte includono canarini, fringuelli, inseparabili, colombe e piccioni. Più la specie prescelta è esotica e poco diffusa nelle case, più dovrai pensare bene se è quella di cui puoi prenderti cura in modo appropriato.
  3. Considera la longevità dell'animale. Alcuni uccelli, come i pappagalli, vivono molto a lungo, perciò questo fattore va preso in considerazione se decidi di acquistarne uno. Potresti dover pensare a chi si occuperà dell'animale se tu non dovessi più essere in grado di farlo. In alcuni casi, può essere preferibile adottare un animale in difficoltà anziché acquistare un esemplare giovane.
  4. Se prendi più di un esemplare, considera come sistemare gli animali in uno spazio appropriato. Alcuni tipi di uccelli possono vivere insieme, mentre altri non vanno d'accordo; il "trauma della convivenza" è un luogo comune e può dipendere da fattori come personalità, differenza di dimensioni, genere e specie. In base alla specie, potresti riuscire a tenere insieme due maschi, due femmine o una coppia. Se lottano, dovrai separarli. Effettua tutte le ricerche necessarie in anticipo e parla con allevatori o venditori esperti; puoi anche parlare con il personale dello zoo o dei rifugi per animali per ottenere dei consigli.
    • Spesso sono necessari metodi particolari per inserire un nuovo esemplare in una gabbia dove vive già un altro uccello. Parla con il veterinario o con un allevatore esperto per ottenere consigli utili.

Dove Tenere gli Uccelli

  1. Acquista il tipo di gabbia adatto a ospitare l'uccello che hai scelto. I requisiti della gabbia variano in base alla specie, perciò procedi a seconda di quella che hai scelto. Detto ciò, alcuni semplici requisiti standard includono:
    • Le dimensioni della gabbia devono essere sufficienti perché l'animale possa spiegare completamente le ali. Per alcuni uccelli poter volare per brevi distanze all'interno della gabbia può essere un fattore importante da considerare per garantire uno spazio vitale salutare. Come minimo, gli uccelli di grandi dimensioni devono essere tenuti solo in gabbie che misurino una volta e mezza l'apertura alare dell'animale (in lunghezza, larghezza e altezza).
    • Le sbarre della gabbia non devono essere troppo ravvicinate: in caso contrario, gli artigli dell'animale potrebbero restarci impigliati. Allo stesso modo, le sbarre non devono essere distanziate al punto che la testa dell'animale possa restarci incastrata – o l'uccello possa passare e fuggire.
    • Più la gabbia è spaziosa, meglio è. Anche se le gabbie più grandi sono più costose e più difficili da pulire, lo spazio nella gabbia è un elemento cruciale, in particolare se spesso non sei a casa e/o non hai tempo per far uscire l'animale dalla gabbia a fare un po' di movimento. Le gabbie troppo piccole possono causare problemi comportamentali.
  2. Considera la forma della gabbia. Una semplice gabbia rettangolare è sempre la scelta migliore. Le gabbie rotonde non sono adatte agli uccelli. C'è a malapena spazio per l'animale e non ci sono angoli in cui rifugiarsi per sentirsi al sicuro. Inoltre, le gabbie rotonde spesso portano l'uccello a girare la testa continuamente, e l'animale può impazzire per questo continuo girare.
    • Non scegliere mai gabbie con aperture a ghigliottina, poiché rendono più facile la fuga e c'è anche il rischio che l'uccello, cercando di scappare, resti con la testa incastrata sotto la porta.
  3. Accertati che lo spazio sia più che sufficiente, se ospiti più esemplari. Non tenere mai più uccelli in una gabbia piccola. Gli uccelli hanno bisogno di spazio per fuggire e rifugiarsi, andare in cerca di cibo, volare e stare lontani dagli altri esemplari, quindi, più esemplari possiedi, più la gabbia dovrà essere grande. Le voliere (grandi gabbie simili a piccole capanne) sono le più adatte per tenere più esemplari insieme.
    • Se vuoi prendere uccelli di specie diverse, devi accertarti che siano compatibili e possano convivere.
  4. Accertati che la gabbia sia posizionata in un luogo tiepido e confortevole. La posizione della gabbia dipenderà dal clima del luogo in cui vivi. Se gli inverni sono molto rigidi, con temperature sotto lo zero, neve ecc., non potrai tenere la gabbia all'esterno in questa stagione. Se vivi in un luogo temperato o abbastanza caldo, una voliera posta all'esterno può essere più adatta di una gabbia all'interno della casa. Nuovamente, dovrai effettuare delle ricerche per conoscere le necessità degli uccelli prescelti, le temperature adatte e per valutare tali necessità rispetto al clima della zona in cui vivi.
    • In alcuni casi, una combinazione di gabbie poste all'interno e all'esterno può offrire la sistemazione ottimale ai tuoi uccelli. Puoi variare in base alle stagioni e al tempo atmosferico, o scegliere sistemazioni diverse per il giorno e la notte.
    • Gli uccelli che vivono in gabbie appese possono essere facilmente trasportati all'esterno e sistemati sotto un portico o un luogo simile per prendere aria fresca durante la giornata. Ricordati sempre di riportare gli uccelli in casa prima che arrivi l'aria fredda della sera e della notte.
    • Leggi la sezione "Igiene e salute" per conoscere i sintomi del surriscaldamento e del congelamento negli uccelli.
    • Anche la personalità dell'animale influisce sul posizionamento della gabbia. Mentre a un esemplare molto socievole potrebbe piacere trovarsi al centro dell'attenzione e vedere costantemente le persone, un uccello più ansioso potrebbe stare meglio in un luogo più tranquillo, lontano dal trambusto (ma comunque con la possibilità di interagire con gli esseri umani).
    • Evita di posizionare la gabbia di fronte a una finestra per lungo tempo. L'animale sarebbe costantemente in guardia da possibili "nemici", il che lo farebbe sentire agitato. Mettere la gabbia contro un muro può dare sollievo all'animale dalla paura dei predatori.
  5. Metti alcuni vecchi fogli di giornale sul fondo della gabbia. Ciò rende la pulizia molto più facile e la carta può essere rimossa facilmente, per poi mettere un nuovo strato per l'utilizzo successivo. Tieni una scorta di carta a portata di mano conservando i giornali vecchi.

Portare l'Uccello a Casa

  1. Trasporta l'animale utilizzando un contenitore adatto. Dev'essere rigido, come un trasportino per gatti o una gabbia appositamente consigliata per il trasporto dall'allevatore o dal negoziante. Assicurala bene in auto, in modo che non si sposti durante il viaggio fino a casa. Puoi coprire la gabbia con un asciugamano per far sentire l'animale al sicuro, ma accertati che passi abbastanza aria in modo che l'uccello stia al fresco e respiri bene.
  2. Quando porti a casa l'uccello per la prima volta, lascialo tranquillo per un giorno in modo che si adatti al nuovo ambiente. Ciò vale anche se sposti la gabbia in un'altra zona della casa quando l'animale è ancora piuttosto giovane. Dargli del tempo per adattarsi aiuterà l'animale a crescere abituandosi al suo ambiente a modo suo, senza sentirsi minacciato da esseri umani che incombono su di lui. In ogni caso, accertati di lasciargli cibo e acqua sufficienti.

Nutrire gli Uccelli

  1. Identifica le precise necessità alimentari delle specie di uccelli di cui ti prendi cura. Alcuni uccelli si nutrono solo di specifici alimenti, mentre altri possono avere una dieta più varia. Poiché i requisiti alimentari specifici dipendono dalla specie, è fortemente consigliato informarti attentamente su questo argomento in base alla specie che hai scelto. Alcune osservazioni generali sull'alimentazione includono:
    • Accertati di avere il cibo corretto per i tuoi uccelli. Devi trovare gli alimenti giusti per loro, perché alcuni uccelli sono schizzinosi, mentre altri hanno esigenze alimentari molto rigorose. Di solito il contenitore del mangime è dotato di un'etichetta che specifica per quali uccelli è adatto. Se non sai quali sono le opzioni migliori, chiedi a un allevatore o a un rivenditore esperto o poni le tue domande su un forum specializzato di persone che si occupano di quella specie.
    • Potresti dover mettere un po' di ghiaia (sabbia e pietruzze) in una ciotola; alcuni passeriformi ne hanno bisogno per rompere i semi nel gozzo (area del petto). Tuttavia, non tutti gli uccelli ne hanno bisogno e, se ne mangiano troppa, può provocare un blocco. Spesso a fringuelli e canarini ne serve un po', ma non darla mai a cocorite, parrocchetti o pappagalli.
    • Il miglio è un premio: non darne mai grandi quantità all'uccello. È più utilizzato come gratifica durante l'addestramento.
    • Pellet o altri mangimi simili per uccelli possono essere un buon modo per garantire una nutrizione adeguata al tuo animale; poiché tendono a combinare tutti i semi, le verdure, i frutti e le granaglie necessari, c'è minor probabilità che l'uccello diventi schizzinoso e scelga un cibo solo, ed è quindi più probabile che assuma un'alimentazione bilanciata.
    • Dai ai tuoi amici pennuti gli stessi tipi di frutta e verdure sane che mangi tu, ma senza condimenti. Ciò migliora e varia la loro dieta. Una miscela di cibi diversi è salutare e apprezzata dagli uccelli.
    • Dai ogni giorno semi nuovi: svuota sempre i contenitori del cibo a fine giornata, per mantenere i semi freschi e puliti.
    • Se il tuo uccello ha bisogno di nettare, si tratta di un'alimentazione altamente specifica e dovrai imparare il più possibile al riguardo prima di acquistare l'animale.
  2. Impara cosa non devi dare da mangiare all'uccello. Ci sono alcuni cibi che non sono adatti a molte specie. Ad esempio, non dare all'uccello alcol, cioccolato o avocado. Questi alimenti contengono sostanze chimiche che possono essere tossiche per gli uccelli.
  3. Fornisci acqua sempre fresca. Devi mettere un beverino e riempirlo ogni giorno con acqua a temperatura ambiente. Devi controllare ogni giorno il beverino per accertarti che funzioni e devi essere certo che l'animale sappia come utilizzarlo. Cambia l'acqua tutti i giorni per accertarti che sia sempre pulita e fresca.
    • Usa un beverino a goccia, se possibile: eviterà che le feci e altra sporcizia finiscano nell'acqua.
    • La disidratazione può verificarsi molto in fretta negli uccelli, entro 1-2 giorni passati senza poter bere.
  4. Mantieni una buona igiene dei contenitori di cibo e acqua. Questi devono essere posti più in alto di rami e trespoli, poiché altrimenti spesso gli uccelli vi fanno i bisogni dentro, cosa non sana.
  5. Cerca di dare da mangiare agli uccelli con regolarità, possibilmente ogni giorno alla stessa ora. Può essere quando mangi tu o prima; in ogni caso, scegli un orario e cerca di rispettarlo, in modo che l'animale sappia quando aspettarsi il cibo. Se vuoi rispettare l'orario in cui gli animali si nutrono in natura, dagli da mangiare all'incirca mezz'ora dopo l'alba e subito dopo il tramonto. Durante la giornata puoi lasciare nella gabbia bocconcini di frutta e verdura.
    • Nuovamente, devi conoscere il tipo di uccello che possiedi. Gli uccelli più piccoli hanno un metabolismo più veloce e possono aver bisogno di mangiare con maggior frequenza.
  6. Rendi l'alimentazione interessante per l'uccello. Puoi rendere l'esperienza alimentare più piacevole per l'animale rendendo il pasto anche un momento di interazione. Ad esempio, incoraggia l'animale a mangiare un pezzo di cibo per volta, direttamente dalla tua mano, oppure incoraggia gli uccelli parlanti a cantare e parlare per ottenere il cibo.

Intrattenimento

  1. Aggiungi giocattoli nella gabbia per garantire che l'animale possa divertirsi e sentirsi stimolato. Gli uccelli sono animali intelligenti e necessitano di attività stimolanti per tenersi occupati ed essere stimolati mentalmente.
  2. Inizia con almeno quattro giocattoli diversi e interessanti. Accertati che siano sicuri per l'animale e che le unghie e il becco non possano restarvi agganciati.
    • Gli oggetti che gli uccelli non possono usare in piena sicurezza includono: corde sfilacciate (possono annodarsi alle zampe o al becco dell'animale), cavi (possono fare male all'uccello), campanellini (le zampe potrebbero restare incastrate nelle aperture).
  3. Non riutilizzare sempre gli stessi giocattoli. Cambiali ogni tanto! L'animale potrebbe annoiarsi avendo a disposizione sempre gli stessi giocattoli. Proprio come noi, gli uccelli apprezzano la varietà e le cose nuove. Acquistando giocattoli nuovi, aumenterai il loro divertimento e ridurrai la probabilità che l'animale si stacchi le penne o metta in atto altri comportamenti causati dalla noia.
    • Cerca di procurarti trespoli di forma e materiale diverso: ciò gioverà alle zampe dell'uccello. Includi alcuni trespoli in legno e qualche ramo vero per variare. Ciò aiuta a "limare" il becco e le unghie dell'animale, dando a te meno lavoro. Accertati soltanto di levigare bene il legno naturale prima di metterlo nella gabbia e di non utilizzare mai detergenti chimici, poiché molti di essi contengono sostanze che possono essere tossiche per gli uccelli.
  4. Metti ogni giorno cibo e giochi in punti diversi della gabbia. Ciò soddisferà l'esigenza dell'uccello di spostarsi alla ricerca di cibo. Puoi anche incastrare il cibo fra le sbarre della gabbia, nasconderlo dentro i giocattoli e appenderlo alla parte superiore o ai lati della gabbia. Tutto ciò aiuterà a soddisfare l'istinto dell'animale ad andare in cerca di cibo e costituisce anche una stimolazione mentale.
  5. Abitua l'animale a essere toccato e preso in mano. Prendilo e accarezzalo con regolarità. Più spesso lo farai, più l'animale sarà contento di vederti e più è probabile che ti saluti con fischi, cinguettii o parole. Ciò rende anche più facile prendere l'uccello quando deve effettuare una visita dal veterinario e fare in modo che si senta rassicurato dalla tua presenza.
  6. Accertati che l'uccello faccia abbastanza movimento tutti i giorni. Ciò è raccomandato per tutti gli uccelli addestrati e che possono essere presi in mano senza correre rischi. Se possiedi un fringuello o un altro uccello che non dovrebbe essere toccato, non è un problema; ma se hai un animale che desideri prendere in mano, che vive in una gabbia piccola o che necessita semplicemente di più esercizio fisico, accertati di farlo esercitare con regolarità. Ricordati soltanto di non farlo in una stanza pericolosa, come una cucina, dove può esserci una pentola bollente.
    • Agli uccelli non piace restare chiusi in gabbia tutto il giorno. Se ti è possibile far uscire regolarmente dalla gabbia l'animale, questo sarà più felice. Ciò è obbligatorio se vuoi avere una buona relazione con l'animale: gli uccelli possono soffrire molto a rimanere rinchiusi in gabbia per tutto il tempo, considerando che normalmente in natura volano per grandi distanze.
  7. Dai molte attenzioni all'uccello. Se ottiene molte attenzioni, sarà più felice in generale e potrebbe darti più affetto e coccole. In alcuni casi, le giuste attenzioni possono ridurre la timidezza in alcune specie di uccelli, perché la familiarità dà sicurezza.
    • Parla con l'uccello quando gira per la casa insieme a te. Ciò è particolarmente importante durante i primi due anni che trascorrete insieme. Gli uccelli possono imparare molto in fretta e la loro gamma di suoni ti sorprenderà. Ad esempio, alcuni uccelli imitano perfettamente il suono dell'acqua che scende nello scarico mentre lavi i piatti, magari anche il rumore della spugna con cui strofini le stoviglie, il tavolo e il ripiano. Alcuni uccelli possono imitare il suono di certi apparecchi, come il frullatore elettrico, se vedono che tu li fai uscire dalla gabbia per preparare una torta o un frullato.
    • Suonate insieme. Ad esempio, l'uccello potrebbe imparare a cantare dolcemente mentre suoni il piano o un altro strumento. Com'è intelligente il tuo uccello!

Igiene e Salute

  1. Fornisci dell'acqua in un contenitore abbastanza grande perché l'animale possa lavarsi in modo autonomo. Gli uccelli non devono essere lavati spesso quanto i cani: la maggior parte delle volte l'uccello si laverà da sé nella sua bacinella, a patto che il contenitore sia grande abbastanza per poterci fare il bagno. Inoltre, gli uccelli durante l'estate fanno il bagno per tenersi freschi, quindi assicurati di fornire acqua a sufficienza nei periodi caldi.
    • Quando fa caldo porta l'animale all'esterno, nella sua gabbia o su un trespolo (fallo uscire dalla gabbia solo se ha le ali bloccate, in modo che non possa volare via). Spruzzagli dell'acqua addosso: gli uccelli amano la sensazione di fresco che ne deriva.
    • Se fuori fa freddo, puoi comprare un trespolo che si attacchi alla parete del tuo box doccia con delle ventose e fargli una doccia in casa. Molti volatili ne saranno entusiasti!
    • Fornisci all'uccello un osso di seppia in modo che possa farsi il becco.
  2. Tieni la gabbia ben pulita. Una gabbia pulita riduce la possibilità di sviluppo di infezioni virali, batteriche o fungine. È molto importante rimuovere le feci con regolarità per mantenere la buona salute dell'animale. Inoltre, un uccello che vive in un ambiente pulito tende a essere più attivo e felice. Se non sei pronto a gestire questo aspetto quotidianamente, un uccello non è l'animale che fa per te.
    • Cambia regolarmente la lettiera.
    • Rimuovi le feci da trespoli e giocattoli.
    • Rimuovi il cibo non mangiato dal fondo della gabbia.
    • Se il tuo animale sta facendo la muta (accade, per esempio, con i pappagalli), avrai bisogno di un aspirapolvere per rimuovere le penne che cadono (ciò tende a verificarsi nei periodi con temperature più elevate della norma).
    • Pulisci la gabbia esclusivamente con prodotti privi di sostanze tossiche. È molto facile avvelenare un volatile, quindi cerca di scoprire se un prodotto è sicuro prima di usarlo.
  3. Scopri se è necessario spuntare le penne delle ali del tuo animale. In alcuni uccelli, come nei pappagalli, questa operazione è fondamentale per prevenire incidenti gravi che possono verificarsi in ambienti chiusi o in gabbia. Parla con il tuo veterinario e trova una persona qualificata per svolgere questa operazione. Spuntare le penne è necessario per limitare il volo, non per prevenirlo, e solo le remiganti primarie sono oggetto di questa operazione, quindi chi la svolge deve sapere bene cosa sta facendo.
    • Anche le unghie possono necessitare di essere tagliate, in particolare nei volatili di grandi dimensioni. Solitamente le unghie non vengono tagliate nei pulcini o negli esemplari di taglia inferiore, poiché questi necessitano di stare sui trespoli. Con i pappagalli, ad esempio, questa operazione è necessaria. Chiedi istruzioni al tuo veterinario per svolgere l'operazione in sicurezza ed evitare di ferire l'animale.
  4. Comprendi i segnali di un animale che ha troppo caldo o troppo freddo. La maggior parte degli uccelli mostra gli stessi sintomi in caso di temperature estreme alte o basse, e devi cercare di rimediare il più velocemente possibile per evitare di far star male il volatile. Gli elementi da tenere sotto controllo sono:
    • Un uccello che ha troppo caldo: le zampe sono calde al tocco, l'uccello potrebbe respirare molto velocemente dalla gola, presentare narici rosse ed emettere fiato caldo. Questi sono segnali di una situazione di emergenza e occorre rivolgersi immediatamente a un veterinario.
    • Un uccello che ha troppo freddo: il volatile si ingobbisce, cercando di coprirsi fino alle zampe con le penne, gonfiandole. Sposta l'uccello dalla zona fredda e posizionalo in un luogo più caldo. Le finestre possono essere una fonte di aria fredda durante i mesi invernali.
  5. Trova un veterinario qualificato a lavorare con gli uccelli. Fagli effettuare un controllo al momento dell'acquisto e, in seguito, portalo con regolarità (almeno una volta all'anno o come consigliato dallo specialista). Se il tuo animale dovesse ammalarsi, questo veterinario sarà la prima persona da interpellare.
    • Non attendere se un uccello si ammala. Questi animali sono delicati e possono peggiorare rapidamente. Il veterinario dovrà visitare il volatile il prima possibile.

Addestrare gli Uccelli

  1. Impegnati ad addestrare l'uccello. In questo modo potrai insegnargli a uscire dalla gabbia e a fare attenzione. Ciò gli darà molta più libertà e la possibilità di volare, anziché restare chiuso in gabbia tutto il giorno. L'addestramento è una forma di interazione e gioca un ruolo fondamentale nel limitare l'influenza dei comportamenti dannosi.
    • Senza addestramento, gli uccelli possono mettersi a mordere, lanciare grida, strapparsi le penne e sviluppare fobie. È quindi un fattore molto importante per mantenere il volatile contento e ben adattato al suo ambiente.
    • Se l'uccello è ben addestrato, potrai anche portarlo in cortile o in altri spazi aperti dove potrà respirare un po' d'aria fresca e conoscere posti nuovi. Però dovrai essere assolutamente certo che il volatile tornerà da te.
    • Non addestrare mai un uccello ad appollaiarsi sulla tua spalla. Potrebbe trovarsi troppo vicino ai tuoi occhi e alla tua faccia, in una posizione molto pericolosa. L'uccello, inoltre, si troverebbe alla tua stessa altezza e sarebbe molto più difficile controllarlo.
  2. Quando addestri l'uccello al di fuori della sua stanza, controlla la sicurezza dell'ambiente. Accertati che il luogo in cui si trova sia sicuro; ciò include chiudere le finestre e le persiane, arrotolare tutti i cavi, chiudere l'asse del water, assicurarsi che i termosifoni e i camini siano spenti (queste indicazioni sono valide per qualsiasi momento in cui un uccello si mette a volare in un ambiente chiuso).
    • La maggior parte degli uccelli ha bisogno di trascorrere del tempo fuori dalla gabbia. Durante questo tempo l'animale dev'essere supervisionato e stare in un ambiente sicuro.
  3. Se addestri un uccello a parlare, assicurati che si tratti di una specie che ne sia in grado. Anche in questo caso, comunque, gli uccelli hanno diverse personalità, quindi non ti aspettare che sia un processo veloce: ogni esemplare imparerà con il proprio ritmo. Sii pronto a un comportamento umorale e talvolta divertente. L'uccello accetta i propri sbalzi d'umore e tu dovrai accettare il fatto che, proprio come per gli esseri umani, il livello di interesse del volatile può cambiare a seconda dei momenti o delle giornate.
  4. Se pensi di tenere due uccelli, tienili e addestrali separatamente. Una volta che saranno completamente addestrati, permetti loro di interagire.

Prendersi Cura degli Uccelli Selvatici

  1. Incoraggia gli uccelli a visitare il tuo giardino. Trova dei modi per attirare gli uccelli nel tuo giardino, ad esempio:
    • Coltiva cibo adatto o arbusti e alberi. Assicurati che il tuo giardino abbia molti arbusti. Gli uccelli troveranno gli insetti o faranno il nido sugli alberi e gli arbusti del tuo giardino. Ma non esagerare con la pianificazione: anche un prato può aiutare gli uccelli a trovare i vermi e ad approfittare di un po' di piacevole spazio aperto.
    • Posiziona una pozza d'acqua fuori di casa o sul balcone per far bere gli uccelli. Tieni un vaso o una ciotola piena d'acqua sul davanzale o in veranda. Ciò permetterà agli uccelli di avere sempre acqua a disposizione.
    • Fornisci una fonte di cibo, come un contenitore per semi, anche appeso. Usa semi adatti agli uccelli che vivono nella tua zona.
    • Utilizza un distributore di nettare per attirare i colibrì.
    • Utilizza cibi diversi, poiché diverse varietà di cibo attireranno diverse specie di uccelli. Scopri quali specie frequentano la tua zona e concentrati sul loro cibo preferito.
    • Tieni i tuoi animali domestici lontani dagli uccelli.
  2. Se desideri aiutare gli uccelli a nidificare, prova a incoraggiarli a usare il tuo cortile come luogo adatto. Se non hai posizionato dei nidi ma gli uccelli nidificano comunque nel tuo cortile, potrai monitorare i loro progressi e aiutarli in caso di necessità. Ecco alcune cose che potresti fare per incoraggiare gli uccelli selvatici a nidificare nel tuo cortile:
    • Posiziona all'esterno delle scatole nei luoghi più adatti, in particolare quando si avvicina la stagione della riproduzione.
    • Se trovi un nido d'uccello accertati che sia al sicuro, specialmente se sta per avvicinarsi un temporale. Se il tempo è cattivo o sta peggiorando, potrebbe essere una buona idea prendere con cura il nido, metterlo in una scatoletta e riposizionarlo dove l'hai trovato. Con il brutto tempo i nidi possono cadere e questi incidenti possono uccidere gli uccellini.
  3. Se trovi degli uccelli – in particolare dei pulcini – fuori dal nido, è utile sapere cosa fare. Ciò dipende dall'età e dallo stato di salute del volatile:
    • Se trovi un pulcino, rimettilo nel suo nido se i tuoi bambini l'hanno tolto da lì.
    • Se l'uccellino ha penne su tutto il corpo ad eccezione dell'area sotto le ali, mettilo vicino a dei cespugli o un'altra area coperta. Attento a non metterlo vicino a un formicaio o dove potrebbe trovarlo un gatto.
    • Se l'uccellino non ha le penne, cerca di rimetterlo nel nido.
    • Se non riesci a trovare il nido, contatta il rifugio per animali più vicino. Diverse specie di uccelli sono protette e potrebbe essere necessaria una licenza per tenere l'animale. Il rifugio potrebbe insegnarti come dargli da mangiare finché i volontari non possono venire a prenderlo. I negozi di articoli per animali vendono miscele per uccellini.
    • Molti uccelli mettono il cibo direttamente in bocca ai piccoli. I piccioni sono un'eccezione: sono i pulcini a tirare fuori il cibo dalla bocca dei genitori. Se non riesci a nutrire un pulcino di piccione, procurati una siringa che sia grande abbastanza da permettere al volatile di infilarci il becco dopo che avrai tagliato via la parte a punta. Prova a cercare su internet una dieta per pulcini di piccione: le loro necessità alimentari possono variare molto, con l'età.
    • Un uccello che cade dal nido potrebbe sviluppare rachitismo dovuto a denutrizione. Puoi trovare suggerimenti su internet, presso un rifugio per animali, un allevatore o il tuo veterinario di fiducia.
  4. Se l'uccello selvatico che hai trovato è ferito o orfano, puoi renderti molto utile. Se il volatile è vivo, portalo a casa e mettilo in un contenitore (come una scatola da scarpe o qualcosa di simile), ma non mettere il coperchio per non soffocare l'animale. Non ti preoccupare della possibilità che possa volare via: probabilmente è sotto shock e non si muoverà per un po'. Come precauzione, se il volatile si dovesse muovere, chiudi finestre e porte nella camera in cui l'hai portato. Contatta il rifugio per animali più vicino: probabilmente sapranno come prendersene cura. Se puoi, porta l'uccello presso il rifugio: sapranno occuparsene. Se ciò non è possibile, tienilo per qualche ora e vedi se inizia a riprendersi e a volare; se ciò accade, probabilmente si è ripreso e dovresti liberarlo. Questi articoli possono esserti utili:
    • Come nutrire un uccellino
    • Come prendersi cura di un uccellino selvatico ferito
    • Come salvare un uccellino caduto dal nido
    • Come prendersi cura di un uccellino che ha sbattuto contro una finestra
    Se l'uccello muore nelle ore in cui lo tieni, purtroppo non c'è molto che tu possa fare. Portalo all'esterno e lascialo in un luogo riparato. Non seppellirlo a meno che tu non sia certo che farlo sia legale.

Consigli

  • Considera di coprire la gabbia dei tuoi uccelli di notte, per far sentire gli animali al sicuro e farli stare al caldo. Tuttavia, non tutti gli uccelli amano questo tipo di sistemazione e alcuni potrebbero spaventarsi. Cerca di valutare l'utilità della copertura della gabbia a seconda della reazione del tuo esemplare.
  • Comprendi le origini dell'uccello per determinare la quantità di sonno necessaria. Ad esempio, gli uccelli tropicali necessitano di circa 10-12 ore di sonno per notte per replicare i maggiori livelli di oscurità annuale del loro habitat naturale.
  • Continua a imparare nuovi modi per occuparti dell'animale: i proprietari responsabili non smettono mai di studiare nuovi modi per prendersi cura dei propri animali domestici e di tenersi aggiornati con le scoperte più recenti per occuparsi delle proprie creature.
  • Può essere utile trovare un partner che tenga compagnia al tuo animale. Cerca di considerare il suo temperamento e di capire il potenziale di compatibilità prima di presentare i due nuovi compagni. Se non sei sicuro su come fare, chiedi un consiglio a un esperto o a un veterinario.
  • Tenere a portata di mano delle granaglie in casa può aiutarti a trovare rapidamente del cibo per gli uccelli all'esterno.
  • Ogni uccello tenuto in gabbia deve avere un nido e spazio vitale sufficiente.
  • Specchi e campanelli appesi ai trespoli sono ottimi giocattoli per gli uccelli. Accertati che i campanelli non abbiano dei buchi in cui le zampette del tuo animale possano restare incastrate.
  • La maggior parte delle persone non sa che i pulcini vengono buttati fuori dal nido dai genitori e vivono a terra per circa tre giorni, imparando a cacciare gli insetti. Non è vero che se si tocca un pulcino i genitori lo rifiuteranno: non si tratta di un comportamento normale.
  • È consigliabile comprare un buon libro sulla salute e sulle malattie degli uccelli, come il manuale Merck. In questo modo potrai leggere e conoscere tutte le problematiche che possono colpire un uccello e cosa fare per prevenirle o farvi fronte in caso di necessità.

Avvertenze

  • Evita di tirare gomma da masticare nelle vicinanze dell'animale. Sia gli uccelli domestici che quelli selvatici pensano che la gomma da masticare sia un qualche tipo di sostanza alimentare e tendono a ingoiarla. Ciò può essere molto pericoloso, perché l'animale potrebbe soffocare.
  • Non permettere agli altri animali domestici di avvicinarsi all'uccello. Anche se sembra che non facciano nulla, gli animali sono sempre curiosi e possono saltare all'improvviso.
  • Tenere in casa uccelli selvatici è illegale in molti Paesi, quindi non potrai tenere questi uccelli come animali domestici. Se l'uccello non si è ancora completamente ripreso, cerca un rifugio, una società o un allevatore attivo nella tua zona. Molto probabilmente sapranno come prendersi cura di lui.
  • Gli uccelli possono beccare e mordere e, in alcuni casi, la maturità sessuale può causare una certa aggressività. Utilizza un asciugamano quando hai a che fare con un soggetto aggressivo, per prevenire beccate dolorose e distrarre l'animale il più possibile. Se l'uccello cerca di beccarti, cessa immediatamente il tipo d'interazione che lo spinge a reagire in questo modo e cerca di interagire in maniera diversa. Non premiare mai i morsi. Se possiedi un esemplare con un grave problema di aggressività, parlane con il veterinario.
  • Gli uccelli possono essere rumorosi e fastidiosi; a volte, però, i loro sonori richiami possono indicare che qualcosa non va. Ad esempio, un suono breve e rumoroso ripetuto spesso può indicare che l'uccello ha un qualche fastidio. Ascolta sempre i suoni che il tuo pennuto produce e impara quelli che fa normalmente, così potrai comprendere meglio se un certo tipo di suono può indicare un problema.
  • Non incoraggiare l'uccello a posarsi nel tuo cortile o in giardino se potrebbe essere attaccato da altri animali domestici.
  • Accertati di prestare la dovuta attenzione all'animale. Se non intendi amarlo e curarlo come un figlio e lo vedi solo come un animale, un uccello non fa per te.
  • Se davvero ami gli uccelli, considera di non tenerne uno come animale domestico. È impossibile creare un ambiente naturale per loro in una casa perché, anche se un uccello non ha mai volato, avrà comunque l'istinto a farlo. Gli uccelli sono creature sociali, che si sentono sole e annoiate molto facilmente: una gabbia non è l'ambiente ideale. Se ti piace ammirare i volatili, avere un hobby come il birdwatching o visitare i rifugi per animali potrebbe permetterti di vedere gli uccelli nel loro ambiente naturale.
  • Tieni i cavi (elettrici, delle tende, del computer ecc.) lontani dalle gabbie per gli uccelli. Sono animali assai curiosi e utilizzano il becco per esplorare, perciò cercheranno di beccare e mordere qualsiasi cosa possano raggiungere. I cavi possono causare scariche elettriche se masticati, mentre altri tipi di nastri o corde possono causare strangolamento o amputazioni.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.