Come Trovare lavoro

Опубликовал Admin
1-09-2017, 11:00
384
0
Che tu voglia cercare il tuo primissimo lavoro, cambiare carriera o rientrare nel mondo professionale dopo una lunga assenza, trovare un impiego richiede due mosse principali. La prima è stabilire i tuoi obiettivi (e agire di conseguenza per raggiungerli), la seconda usare gli strumenti più innovativi che ci siano per accedere al mercato del lavoro. Presumendo che tu abbia definito i tuoi obiettivi professionali e in questo momento sia alla ricerca di un lavoro, ecco diversi metodi per riuscire nell'intento.

Mostrare le Tue Competenze

  1. Rivedi il tuo curriculum. Prima di metterti alla ricerca di un lavoro, assicurati che il curriculum sia il più completo e aggiornato possibile. Questo documento è importante perché offre una panoramica di chi sei, da dove vieni e cosa puoi offrire. Ecco alcuni suggerimenti da considerare:
    • Mai inventare delle informazioni su un curriculum; questo potrebbe ritorcersi contro di te successivamente.
    • Leggi una gran varietà di offerte di lavoro recenti e pertinenti. Usa un linguaggio simile per descrivere le tue competenze e successi sul curriculum.
    • Usa verbi attivi. Quando descrivi le mansioni che svolgevi sul precedente posto di lavoro, fai in modo che le frasi siano il più concise e dinamiche possibile.
    • Correggi. Rivedi il curriculum diverse volte per individuare errori grammaticali o ortografici. A volte, un semplice refuso potrebbe avere un impatto negativo sulla possibilità di essere chiamato per un colloquio, quindi presta particolare attenzione a quello che scrivi. Chiedi anche a un paio di persone di darci un'occhiata.
    • Il formato del documento deve essere classico e pulito. L'aspetto del curriculum è quasi tanto importante quanto il contenuto. Usa un carattere semplice (come Times New Roman, Arial o Bevan), inchiostro nero su carta bianca o color avorio e margini ampi (circa 2,5 cm su ogni lato). Evita il grassetto o il corsivo. Assicurati che il tuo nome e i tuoi dati di contatto siano chiari e situati in un posto evidente.
  2. Preparati al colloquio di lavoro. Sviluppa un elevator pitch personalizzato. Molti colloqui strutturati, soprattutto quelli presso le grandi imprese, vengono introdotti da frasi come: “Mi parli di lei”. L'intervistatore non vuole sentire aneddoti sull'università o l'infanzia. È una domanda collegata al lavoro e a esperienze pertinenti. Ed esiste una risposta giusta. Nel giro di due minuti circa, l'intervistatore vuole capire il tuo background, i tuoi successi, perché desideri lavorare in questa azienda e quali sono le tue mete future.
    • Non dilungarti. Questa presentazione non deve durare più di trenta secondi-due minuti. Memorizza i punti principali in modo da non balbettare quando ti chiedono di parlare di te. Non devi nemmeno ripetere meccanicamente un discorso come se fossi un robot, l'importante è ricordare la struttura. Impara a improvvisare il resto a seconda del tuo interlocutore. Esercitati provando ad alta voce l'elevator pitch con qualcuno che possa darti dei suggerimenti.
    • L'elevator pitch è inoltre utile quando fai networking a una festa o in qualsiasi altro posto dove entri a contatto con un gruppo di sconosciuti che vuole conoscerti meglio. In una situazione del genere, la presentazione non dovrebbe superare i trenta secondi, quindi in teoria dovrebbe essere più breve rispetto a quella di un colloquio di lavoro.
  3. Fai una lista di competenze professionali che ti piacerebbe acquisire. Il tuo datore di lavoro sarà interessato a sapere cosa intendi fare per migliorare come dipendente. Pensa alle capacità che ti rendono particolarmente competente per il posto che hai scelto. Trova dei libri e delle conferenze imminenti che migliorerebbero significativamente le tue abilità. Durante il colloquio, spiega al datore di lavoro che stai leggendo e imparando, e che ti piacerebbe continuare a farlo. Ecco una lista di alcune delle competenze lavorative più importanti e ricercate dalle imprese. Una persona in cerca di un lavoro deve assolutamente averle per assicurarsi di ottenere l'impiego desiderato e, soprattutto, tenerselo stretto.
    • Pensiero logico e gestione delle informazioni. La maggior parte delle imprese dà importanza alla capacità di gestire e organizzare le informazioni per generare soluzioni efficaci. A dire il vero, è una delle abilità più importanti che cercano. Apprezzano la capacità di saper trovare soluzioni sensate in merito a proposte di investimenti o attività interne.
    • Abilità tecnologiche. La maggior parte delle aziende è in cerca di persone che abbiano conoscenze informatiche, sappiano usare diversi tipi di macchine e attrezzature da ufficio, che sia un computer, una fotocopiatrice multifunzione o uno scanner. Questo non significa che i datori di lavoro abbiano bisogno di dipendenti laureati nel settore tecnologico: conoscere i principi di base della tecnologia in uso è sufficiente.
    • Comunicazione efficace. I datori di lavoro generalmente apprezzano e assumono persone capaci di esprimere efficientemente i propri pensieri sotto forma di comunicazione orale e scritta. Chi riesce a ottenere un buon impiego con facilità solitamente sa parlare e scrivere bene.
    • Buone capacità interpersonali. Dal momento che l'ambiente lavorativo si compone di diversi tipi di personalità e dipendenti che alle spalle hanno passati variegati, è essenziale possedere la capacità di comunicare e lavorare con gente che nella vita ha seguito varie traiettorie.

Fare i Compiti

  1. Preparati a un colloquio comportamentale. Potrebbero chiederti di descrivere eventuali problemi riscontrati in passato e come li hai gestiti. In alternativa, ti illustreranno una situazione ipotetica e ti chiederanno cosa faresti. Potrebbero anche porti domande mirate a ottenere informazioni negative, come parlare di una tua debolezza o errori commessi. In buona sostanza, vogliono capire come agiresti di fronte agli ostacoli qualora assumessi la posizione per cui ti sei candidato. Cerca di fornire esempi onesti e dettagliati presi dal tuo passato, per quanto si tratti di semplici congetture (esempio: “Mi metterei direttamente in contatto con il cliente. Lo dico basandomi su un'esperienza passata. Mi sono trovato in una situazione simile. Il cliente è stato molto felice di ricevere una telefonata dal supervisore”). Potresti ritrovarti a elencare degli aneddoti o dei fatti. In tal caso, ricorda che devi riuscire a raccontare una storia avvincente durante un colloquio di questo tipo. Ecco alcune domande che potrebbero farti:
    • “Mi descriva un momento in cui è stato costretto a lavorare con una persona che non gradiva”.
    • “Mi racconti di una volta in cui ha dovuto attenersi a una decisione che ha preso, anche se i suoi colleghi non erano d'accordo con questa scelta”.
    • “Ha mai fatto qualcosa di particolarmente innovativo che ha avuto un impatto sostanziale sul posto di lavoro? Ci faccia un esempio”.
    • “Come si comporterebbe con un dipendente perennemente in ritardo?”.
  2. Documentati sull'azienda. Non basta fare una ricerca su internet, memorizzare la missione e finirla lì. Ricorda che stai competendo con tanti altri candidati, e i posti vacanti sono pochi, forse solo uno. Magari non sei in grado di modificare le tue doti naturali o le competenze che apporti al lavoro, ma puoi sempre cambiare la tua etica lavorativa. Impegnati più di chiunque altro facendo una ricerca sull'impresa, o le imprese, in cui vorresti essere assunto. Fallo come se la tua vita dipendesse da questo.
    • Se si tratta di una catena di vendita al dettaglio, visita alcuni negozi, osserva i clienti e, magari, intavola qualche conversazione. Parla con i dipendenti presenti: cerca di capire cosa pensano dell'impiego, da quanto tempo lavorano lì e cosa puoi fare per aumentare le chance di essere scelto. Acquisisci familiarità con la storia dell'impresa. Chi l'ha fondata? Dove? Chi la gestisce ora? Sii creativo!

Sondare il Terreno

  1. Organizza dei colloqui informativi per raccogliere informazioni. Puoi mettere a punto incontri di questo tipo invitando a pranzo o a bere un caffè un conoscente competente o un professionista del settore. Fagli domande senza aspettarti di essere assunto. Questi appuntamenti sono ideali per fare networking, espandere la lista di contatti, ottenere suggerimenti e scoprire trucchi grazie a veri e propri esperti.
    • Prepara tante domande: “Come sarebbe una sua giornata tipo?”, “Quali sono i vantaggi di questo lavoro?”, “Cosa avrebbe fatto diversamente?”. Sono tutte buone opzioni. Tieni d'occhio l'orologio per non sforare il tempo che ti è stato concesso.
    • Al termine dell'incontro, chiedigli educatamente di darti ulteriori contatti di lavoro. Se lo colpisci, potrebbe addirittura assumerti o raccomandarti a qualcuno che ha il potere di farlo.
  2. Fai networking. Le migliori imprese in cui lavorare tendono a contare non poco sulle raccomandazioni dei propri dipendenti. Fai una lista di tutti i tuoi amici, parenti e conoscenti. Mettiti in contatto con loro individualmente, chiedi se sono a conoscenza di eventuali posti vacanti per cui potrebbero mettere una buona parola. Non essere troppo umile né scusarti di continuo. Afferma chiaramente cosa stai cercando, ma ricorda anche di essere flessibile e aperto a suggerimenti. Non è questo il momento più indicato per essere esigente. Un contatto può farti varcare la soglia, e puoi negoziare lo stipendio o cambiare posizione una volta che avrai acquisito esperienza e confermato la tua reputazione.
    • Mantieniti in contatto con tutte le persone che potrebbero aiutarti. Lo scopo di questa mossa è duplice. In primo luogo, puoi chiedere suggerimenti o di essere messo in contatto con qualcuno; in secondo luogo, tutti si ricorderanno della tua esistenza (ovviamente, dovrebbero avere una buona opinione di te, altrimenti non dovresti affatto includerli nella lista). Se dovessero parlare con un datore di lavoro e sapessero che è in cerca di nuovi dipendenti, penseranno subito a te, senza esitazioni. Manda una copia del curriculum aggiornato a tutti i tuoi contatti.
    • Come succede con gli appuntamenti galanti, tieni a mente che le conoscenze personali “deboli” spesso rappresentano il metodo migliore per trovare un nuovo lavoro perché espandono la tua rete di contatti andando oltre quelli che hai già. Probabilmente, sai tutto dell'azienda dove lavora tua sorella, e, se dovessero assumere gente, sai anche che ne verrai a conoscenza. Tuttavia, cosa dire dell'impresa dell'amica di tua sorella? Non aver paura di chiedere all'amico di un amico o un conoscente lontano che non vedi mai: potrebbero aiutarti durante la ricerca dell'impiego.
  3. Fai volontariato. Se non ti ci dedichi già, inizia a fare volontariato per un'organizzazione incentrata su ideali che ti appassionano. Al principio, magari i tuoi compiti saranno noiosi o banali. Ciononostante, se sei costante e dimostri il tuo impegno, ti verranno assegnate più responsabilità. Non solo aiuterai gli altri, arricchirai la rete di contatti. Enfatizza questa esperienza sul curriculum, perché le imprese che trattano bene i propri dipendenti tendono a preferire i candidati che in un modo o nell'altro sono partecipi all'interno della comunità.
    • Gli stage possono rientrare in questa categoria, o potrebbero anche essere retribuiti. Un tirocinio è ideale per varcare la soglia. Infatti, molte imprese preferiscono assumere all'interno. Pur avendo superato da un bel pezzo i 20 anni o l'epoca dell'università, essere disposto a lavorare senza ricevere grandi compensi o gratis dimostra a un'azienda che prendi sul serio l'impiego, l'acquisizione di competenze e una possibile carriera futura.
    • Che tu ci creda o no, le posizioni di volontariato e tirocinio possono condurre a un lavoro vero e proprio. Nell'economia odierna, molte imprese fanno affidamento sugli stage perché sono un mezzo efficace dal punto di vista economico per esaminare possibili dipendenti futuri. Il motivo è semplice: tante aziende non hanno i soldi o le risorse per fare un salto nel buio e offrire un impiego a una persona che non è stata sottoposta a una prova. Se lavori sodo, dimostri la tua capacità di risolvere problemi e tieni la testa alta, il valore che apporti all'impresa potrebbe essere troppo grande da essere scartato.
  4. Proponiti direttamente. Cerca i dati di contatto di una persona specifica che può aiutarti (solitamente, un dipendente delle risorse umane o il responsabile delle assunzioni di un'impresa o organizzazione che ti interessa). Chiamala e chiedile se stanno assumendo in questo periodo. Tuttavia, non scoraggiarti in caso di risposta negativa. Informati sulle qualifiche che preferiscono o sugli eventuali programmi di tirocinio o stage. Domandale se puoi mandare il curriculum spiegandole il campo di tuo interesse. Se accetteresti un impiego su un gradino inferiore e sei disposto a iniziare dal basso per poi ottenere una promozione, indicalo.
    • Dopo ogni telefonata, rifletti su quello che è andato male e sugli errori commessi. Potresti scrivere alcune risposte standard sulla lista delle tue competenze in modo da esprimerti fluentemente. Magari hai bisogno di ricevere un'ulteriore formazione per accedere al settore che ti interessa. Tutto questo non significa che tu non possa ottenere un buon lavoro, solo che ti serve approfondire la tua preparazione a tal proposito.
    • Visita la ditta o l'impresa di persona. Forse avrai sentito dire la frase “Le persone non assumono curriculum, assumono altre persone”. Non sottovalutare il valore dei rapporti interpersonali. Presentati all'azienda dove pensi di voler lavorare; porta con te il curriculum e chiedi di parlare con il manager delle risorse umane per saperne di più sulle opportunità professionali. Se fai un'ottima impressione su questo responsabile, sarai a metà dell'opera: collegherà il tuo volto al curriculum, e si farà un'idea decisamente più solida in merito alla tua predisposizione, costanza e preparazione. Le imprese non sempre assumono il professionista più indicato per il lavoro, spesso viene scelta la persona che ha un impatto positivo dal punto di vista umano.

Modificare la Tua Mentalità

  1. Cambia atteggiamento. Quando telefoni o vai ai colloqui, esiste una bella differenza tra pensare “Sto cercando un lavoro” e “Sono qui per fare il lavoro di cui avete bisogno e migliorare l'impresa” . Se hai intenzione di essere assunto, ti aspetti che il datore di lavoro ti conceda un'offerta; per ottenerla, devi impegnarti per fare una buona impressione. Proprio così, è importante colpire l'intervistatore, ma, soprattutto, è fondamentale dimostrare il tuo desiderio di essere scelto e l'utilità delle tue competenze. Tutto quello che scrivi e dici dovrebbe essere sostenuto silenziosamente dall'affermazione “Sono qui per migliorare l'impresa, e so come farlo”.
  2. Stabilisciti in un luogo. Se ti sei trasferito tanto negli ultimi anni, preparati a offrire un buon motivo per cui l'hai fatto. In caso contrario, devi spiegare in maniera sensata la ragione per cui vuoi stabilirti nella zona in cui si trova l'azienda. Un'impresa non ha nessuna intenzione di assumere una persona desiderosa di vivere da nomade.
    • Preparati a definire il motivo per cui ti trovi in quel posto, per quanto tempo intendi fermarti e perché. Offri ragioni specifiche, come “Questo Paese ha il miglior sistema scolastico dell'intero continente e mia figlia vuole trovare una cura per il cancro” o “Sono stato attirato da questa zona perché è all'avanguardia e innovativa nel settore, e voglio esserne parte”. Più dettagli, nomi e spiegazioni offri, meglio è.
  3. Adatta il lavoro alle tue competenze, evita di fare il contrario. Molti vanno alla ricerca di un impiego, e solo dopo cercano di capire come possono apportare piccole modifiche al modo di presentare le proprie capacità ed esperienze per adeguarsi all'offerta professionale. Invece, prova qualcosa di diverso. Non seguire un approccio che vada dal generale al particolare, preferiscine uno che vada dal particolare al generale.
    • Fai una lista di tutte le tue competenze, determina quali sono le imprese e i campi che ne hanno particolarmente bisogno (se necessario, chiedi suggerimenti in giro) e trova aziende che ricaverebbero un beneficio dalle tue capacità ed esperienze. Magari ti renderai conto che una carriera che all'inizio non era nemmeno nel tuo radar in realtà può darti molte soddisfazioni e gratificazioni.
    • È importante che la natura del lavoro si adatti alla tua personalità e ai tuoi requisiti in fatto di stipendio, altrimenti avrai perso un bel po' di tempo a cercare un impiego che detesti. Alzarti ogni mattina sarà un incubo . Di conseguenza, sii realista in merito alle tue aspettative, ma sii aperto alle possibilità che puoi esplorare.
    • Non farti prendere dal panico, e non tirarti indietro solo perché non possiedi al 100% le caratteristiche descritte dall'offerta di lavoro. Questa descrizione sicuramente elenca i tratti che avrebbe un candidato ideale, e magari sono competenze diverse da quelle che hai tu. Dovresti certamente scegliere offerte professionali più adatte alle tue capacità, ma, a volte, la cosa migliore che tu possa fare è vendere le abilità che possiedi pianificando di imparare e coltivare le altre.

Consigli

  • Adatta il curriculum alle offerte di lavoro specifiche. Elimina gli elementi che non hanno nulla a che vedere con le competenze richieste da un certo impiego.
  • Vestiti nel modo giusto. Quando devi andare a un colloquio, vestiti come se fosse il primo giorno di lavoro. Scegli indumenti appropriati per fare un'impressione favorevole durante l'incontro.
  • Credi in te stesso, sii sicuro.
  • Non trascurare i profili che hai aperto sui social network. È piuttosto comune che i datori di lavoro indaghino su Facebook e altri siti del genere. Dovrebbero essere privi di foto e dettagli scabrosi.
  • La ricerca va considerata alla stregua di un lavoro a tempo pieno. Prima di essere assunto, è questo il tuo impiego. Ti auto-assumi con il ruolo di venditore ed esperto di marketing per vendere il tuo prodotto, cioè tu.
  • Un'alternativa è creare una tua impresa o iniziativa di altro tipo. In tal caso, il tuo scopo non è tanto quello di trovare e ottenere un lavoro, ma crearne uno. A ogni modo, spesso gli imprenditori cominciano con un classico impiego. È la loro fonte di sostentamento finché la professione che preferiscono non diventa stabile.
  • Preparati a domande difficili come, “Quali sono le sue aspettative di guadagno?” o “Dove si vede tra cinque o dieci anni?”. Questi quesiti possono causare silenzi imbarazzanti durante i colloqui, e i potenziali datori di lavoro riescono a vagliare la tua agilità mentale con i pensieri personali.
  • Rivolgiti ad agenzie di lavoro. A volte ti richiedono una buona percentuale dello stipendio per il loro servizio, ma possono aiutarti a trovare un impiego interessante. In questo modo, puoi migliorare il curriculum. Mai rivolgerti a una sola agenzia. Scegline il maggior numero possibile. È facile, e le tue chance aumentano non poco. Fai una ricerca su Google indicando il nome della regione o del Paese in cui vivi .
  • Pur non essendo un animale sociale, comportati come se lo fossi.
  • Ricorda che in genere devi lavorare sodo per ascendere. Per esempio, se vuoi aprire un negozio di abbigliamento, prima lavora per un'impresa che produce o vende questi prodotti.
  • Il modo più efficace per ottenere un lavoro è smetterla di lamentarti della mancanza di posti vacanti. Alzati dal divano e vai a bussare a diverse porte con il curriculum in mano. Se lo fai per tutto il giorno, quotidianamente, ti ritroverai nella posizione di scegliere l'impiego che fa per te perché le offerte non ti mancheranno. Questa tattica funziona indipendentemente dalla situazione economica in cui ti trovi. Le persone intraprendenti e che fanno carriera non stanno con le mani in mano, e non hanno successo per caso. Non aspettare che qualcuno ti vada a cercare o ti assuma perché prova dispiacere per te.
  • Il tuo curriculum (o CV) ti rappresenta, quindi lavora sodo per prepararlo. Non si sa mai: anche un piccolo progetto realizzato ai tempi dell'università o i corsi che hai seguito potrebbero darti un vantaggio competitivo.
  • Devi sapere qual è il lavoro che ti interessa.
  • Presentarti personalmente non sempre funziona. Nelle grandi città, può capitare che non ti lascino entrare senza appuntamento; nel dubbio, mettiti in contatto con l'impresa prima di andarci.
  • Mentre rispondi alle domande, sii sicuro di te.
  • Conosci i tuoi punti di forza. Se non hai le parole giuste per descrivere quello che ti riesce bene o che ti dà energia, dovresti riflettere su te stesso, fare dei test o leggere libri. Anche un career coach può permetterti di individuarli. Avere descrizioni accurate e concise sulle tue qualità migliori ti aiuterà durante qualsiasi colloquio, e ti darà una mano ad agire adeguatamente nella ricerca dell'impiego: settore, tipo di carriera, ecc.
  • Prepara due o tre storie interessanti da raccontare al colloquio. Dovrebbero sottolineare i tuoi conseguimenti e la tua capacità di vincere le sfide specifiche dell'impresa o del lavoro. Quando puoi, rispondi a una domanda difficile usando proprio questi racconti. Utilizza la tecnica STAR se possibile e fattibile. Ti darà una mano a essere sicuro durante qualsiasi incontro e davanti a (quasi) ogni quesito.

Avvertenze

  • Se stai facendo una ricerca lavorativa accurata, a volte ti capiterà di essere rifiutato. Qualora non succedesse, questo significa che non ti stai mettendo effettivamente in gioco. Se non impari a considerare il rifiuto come una chance di migliorare il tuo approccio, allora avrai serie difficoltà a trovare un impiego.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.