Come Trattare uno Spasmo alla Schiena

Опубликовал Admin
20-08-2018, 14:58
445
0
Anche se il mal di schiena non è facile da gestire, una contrazione involontaria in questa zona del corpo può essere così dolorosa da metterti in ginocchio. La triste verità è che, se si presenta una volta, può essere recidiva. In genere, è causata da piccole tensioni che si accumulano e infiammano i muscoli. L'infiammazione, a sua volta, comporta un'ipersensibilizzazione dei nervi circostanti tale da generare contrazioni e spasmi muscolari. In questi casi, ti conviene prima alleviare il dolore. Dopodiché adotta le misure necessarie per intervenire sulla causa e impedire l'insorgere di ulteriori episodi.

Alleviare il Dolore

  1. Applica il ghiaccio per 20 minuti. Usa un impacco di ghiaccio avvolto in un asciugamano morbido. Stenditi supino e metti il ghiaccio sotto la schiena, nel punto in cui hai avuto lo spasmo. Rilassati in questa posizione per circa 20 minuti, respirando profondamente.
    • Dovresti sdraiarti su un piano leggermente inclinato per ridurre la pressione sulla schiena. In caso di spasmo nella zona lombare, potresti ricevere più sollievo tenendo le gambe sollevate.
    • Se necessario, ripeti l'impacco ogni due d'ore nel giro di 2-3 giorni. Non lasciarlo per più di 20 minuti alla volta e non addormentarti sopra. Un'esposizione prolungata al freddo può causare ustioni da congelamento o danni ai nervi.
  2. Prendi un antidolorifico da banco. I farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) contribuiscono ad alleviare dolore e infiammazioni. I più comuni sono l'ibuprofene (Brufen, Nurofen) e il naprossene (Aleve).
    • Puoi anche assumere il paracetamolo (Tachipirina). Anche se non ha proprietà antinfiammatorie, è meno probabile che scombussoli lo stomaco.
    • Puoi anche provare un miorilassante, come Muscoril. Prendi la dose minima, perché può provocare sonnolenza.
  3. Prova a camminare. Dopo uno spasmo alla schiena il primo pensiero può essere quello di sdraiarsi. Tuttavia, considera che una breve camminata facilita la circolazione del sangue e attiva il processo di guarigione. Inizia passeggiando ogni ora o subito dopo il trauma.
    • Se stai steso troppo a lungo, il problema rischia effettivamente di peggiorare. L'inattività fa irrigidire i muscoli, aumentando il dolore o favorendo l'insorgere di un altro spasmo.
    • Le passeggiate e altre attività aerobiche a basso impatto, come il nuoto, sono eccellenti durante le prime due settimane. Inizia lentamente incrementando a poco a poco la durata dell'esercizio.
  4. Applica il calore umido dopo 72 ore. Dopo 3 giorni, il gonfiore e l'infiammazione iniziali si saranno ridotti. A questo punto, puoi iniziare a usare il calore per aumentare la circolazione sanguigna e rilassare i muscoli. Utilizza una borsa dell'acqua o fai un bagno caldo.
    • Il calore umido è preferibile perché non causa disidratazione. È importante mantenersi idratati per curare e prevenire gli spasmi muscolari.
  5. Chiedi al medico se puoi fare un'iniezione di cortisone. Il cortisone è un farmaco che agisce riducendo le infiammazioni a carico dei nervi. Anche se la sua azione è simile a quella degli antinfiammatori da banco, offre un sollievo che dura diversi mesi anziché poche ore.
    • Un'iniezione di cortisone attenua il dolore connesso agli spasmi muscolari, ma non agisce sulla causa sottostante.

Curare la Causa dello Spasmo

  1. Determina che cosa ha scatenato lo spasmo. Può essere provocato da un lungo periodo di inattività seguito da un movimento improvviso. Potrebbe anche dipendere da un impiego eccessivo dei muscoli di questa zona che comporta, ad esempio, il sollevamento di carichi pesanti o qualche altro trauma.
    • Esistono varie terapie per le contratture alla schiena. Individuando la causa, riuscirai a trovare il trattamento più efficace.
    • Se lo spasmo è causato da un movimento improvviso dopo un periodo di inattività, vuol dire che non sono presenti problemi fisici che vanno curati. Ti basta fare impacchi caldi e freddi, tenerti in attività e fare un po' di stretching.
    • Prova a riferire al medico il tuo incidente. Ti aiuterà a risalire alla causa scatenante. Potresti anche parlare con un personal trainer o un fisioterapista.
  2. Prova i massaggi per ridurre lo stress e la tensione. Se eseguiti da un professionista, possono migliorare la circolazione e favorire il rilassamento dei muscoli, ma sono utili anche nel caso in cui credi che lo spasmo sia stato causato dallo stress.
    • Potresti notare un certo sollievo già dopo una seduta. Ti serviranno tuttavia diversi massaggi nell'arco di un paio di mesi prima di riscontrare risultati apprezzabili.
  3. Consulta il tuo medico curante per avere una diagnosi precisa. Se non risolvi il problema nonostante farmaci e trattamenti o continui ad avere contratture muscolari nella stessa area, il medico ti prescriverà probabilmente degli esami diagnostici per individuare la causa.
    • Mettilo al corrente dei tuoi spasmi e di quali rimedi hai adottato per alleviarli;
    • Il medico potrebbe prescriverti una radiografia, una TAC o una risonanza magnetica per valutare attentamente le condizioni della schiena.
  4. Opta per la fisioterapia se hai una lesione muscolare. Se hai subito uno strappo o un trauma muscolare, la fisioterapia può servirti a riprenderti dopo l'infortunio. Inoltre, aiuta a correggere gli squilibri muscolari che sono all'origine di un sovraccarico muscolare e possono provocare spasmi.
    • Il fisioterapista è in grado di fornirti un programma di esercizi personalizzati, mirato a risolvere i problemi da cui dipendono gli spasmi alla schiena.
  5. Consulta un chiropratico se hai problemi alla colonna vertebrale. Se non è allineata o se ha subito una lesione, come l'ernia del disco, considera le cure chiropratiche per intervenire sulla causa.
    • Solitamente i chiropratici usano la manipolazione per favorire l'allineamento della colonna vertebrale. Possono anche ricorrere a esercizi di fisioterapia, massaggi e altri trattamenti che vanno a stimolare muscoli e nervi.
  6. Escludi un disturbo neurologico. Gli spasmi muscolari possono essere causati da gravi condizioni patologiche a carico del sistema nervoso centrale, come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson. Se hai frequenti spasmi muscolari in assenza di fattori scatenanti identificabili, esponi al medico le tue preoccupazioni.
    • Quest'ultimo ti illustrerà altri sintomi che, eventualmente, potresti manifestare e, se lo ritiene opportuno, ti consiglierà di rivolgerti a un neurologo per ulteriori esami.
    • Se inizi a soffrire di incontinenza (perdita involontaria di urina), consulta il medico, perché potrebbe indicare una patologia sottostante più grave.

Prevenire l'Insorgere di Ulteriori Spasmi

  1. Bevi acqua per mantenerti idratato. I crampi e le contratture muscolari possono dipendere dalla disidratazione. Tuttavia, tieni conto che, reintegrando i liquidi, non scongiurerai necessariamente la ricomparsa degli spasmi alla schiena, ma eviterai tensioni a carico dei muscoli.
    • Per una corretta idratazione, prova a bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno. Evita gli alcolici e le bevande contenenti caffeina, perché favoriscono la diuresi e la perdita di liquidi.
  2. Mantieni il peso corporeo nella norma. L'obesità può esercitare una maggiore pressione sulla schiena e sul sistema muscolo-scheletrico, aumentando il rischio di spasmi. Assicurati che il tuo peso sia adeguato alla tua altezza. Calcola il tuo IMC (o BMI) o chiedi al medico di valutare la tua costituzione corporea.
    • Se devi dimagrire, consulta un dietologo in modo da pianificare un regime alimentare adatto alle tue esigenze di salute. Cerca di inserire lentamente nella tua vita quotidiana un programma di attività fisica una volta che gli spasmi alla schiena tenderanno a scomparire.
  3. Correggi la carenza di minerali nell'alimentazione. Se la tua dieta è carente di calcio, magnesio o potassio, gli spasmi muscolari potrebbero essere più frequenti. C'è il rischio che si ripresentino anche se stai seguendo un trattamento fisioterapico o chiropratico.
    • Opta per gli alimenti ricchi di questi minerali. I latticini sono un'ottima fonte di calcio, mentre le banane e le patate contengono potassio.
    • Se sei carente di minerali, riduci o elimina il consumo di caffè e zuccheri raffinati, perché impediscono l'assorbimento di queste sostanze da parte dell'organismo.
  4. Cammina per mantenerti attivo. Il movimento fisico è una delle cose più importanti che puoi fare per prevenire l'insorgere di ulteriori spasmi alla schiena. Le passeggiate costituiscono un'attività a basso impatto che non compromette la salute della schiena. Inizia con brevi camminate e, gradualmente, cerca di arrivare a 20 minuti al giorno.
    • Il ciclismo e il nuoto sono altri due sport a basso impatto adatti alla schiena;
    • Se ti iscrivi in palestra, puoi anche usare l'ellittica o lo stepper per 15-20 minuti.
  5. Allunga i muscoli. Lo yoga e il pilates aiutano a migliorare la flessibilità e i movimenti della schiena. Prova alcuni esercizi fondamentali di stretching prima e dopo qualsiasi attività fisica per sciogliere i muscoli.
    • Qualsiasi esercizio scegli, allunga il più possibile le fasce muscolari. Se avverti dolore o fastidio, fermati immediatamente, altrimenti rischi di danneggiarle ulteriormente.
    • Anche gli esercizi di stretching più dolci sono utili per alleviare il dolore subito dopo una contrattura alla schiena.
  6. Usa un cuscino come supporto lombare quando stai seduto. Posizionalo tra la parte bassa della schiena e la sedia in modo da sederti correttamente. Usalo mentre lavori alla scrivania o guidi per lunghi periodi. Alzati almeno una volta ogni ora per sgranchirti le gambe. Evita di stare seduto per troppo tempo.
    • Non curvarti con la schiena quando ti siedi;
    • Se devi stare dietro a una scrivania per parecchio tempo, cambia spesso posizione.
  7. Comincia a rinforzare i muscoli del core quando la contrattura alla schiena è guarita. Il core è il corsetto muscolare che mantiene la colonna vertebrale allineata e favorisce una postura corretta. Rinforzandolo, eviterai ulteriori spasmi alla schiena.
    • Il plank è un esercizio fondamentale per rafforzare i gruppi muscolari del torso e puoi farlo a corpo libero. Stenditi con l'addome sul pavimento, poggiando i gomiti e sollevandoti sugli avambracci. Alzati fino a quando le dita dei piedi e gli avambracci riescono a sostenere il corpo. All'inizio contrai i muscoli per 20 secondi.
    • Esegui questo esercizio più volte al giorno, aumentando gradualmente il tempo in cui mantieni la posizione;
    • Assicurati di respirare profondamente e regolarmente durante l'esercizio. Molte persone tendono a trattenere il respiro quando contraggono i muscoli;
    • Evita di muoverti a scatti o velocemente mentre sollevi pesi o oggetti pesanti, perché potresti procurarti una contrattura alla schiena.

Consigli

  • Raramente gli spasmi alla schiena necessitano di un intervento chirurgico a meno che il problema non sia causato da un difetto anatomico o scateni un dolore incessante e un progressivo indebolimento muscolare.
Теги:
Information
Users of Guests are not allowed to comment this publication.